Si sa, dicembre è il mese dei recuperi. In questo periodo non escono molti titoli di rilievo e grazie alle vacanze natalizie possiamo godere di più tempo libero per videogiocare. Abbiamo deciso di stilare una lista di dieci videogiochi che meritano di essere presi in considerazione durante le festività natalizie. Si tratta di ottime idee regalo per le persone a cui tenete o semplicemente per voi stessi… Insomma, se ve li siete persi durante l’anno potreste dare una chance a questi meritevoli giochi. Si parte!

Red Dead Redemption 2

Partiamo con uno dei migliori titoli di quest’anno, un gioco maestoso che vi intratterrà con una campagna di circa 60 ore coinvolgente ed emozionante. Red Dead Redemption 2 porta gli open world ad un nuovo livello e rappresenta, senza ombra di dubbio, il miglior esponente del suo genere. Da pochi giorni è anche disponibile la beta del comparto multigiocatore… Insomma, cosa aspettate? Compratelo!

Se volete saperne di più, date un’occhiata alla nostra recensione.

 

The Persistence

Cambiamo completamente genere consigliandovi The Persistence. Si tratta di un survival horror, disponibile esclusivamente per PlayStation VR, che vi immetterà in un contesto fantascientifico a dir poco terrorizzante. Grazie a delle scelte di game design ben oculate e ad un comparto sonoro da brividi la tensione è garantita. Uno dei migliori titoli per la realtà virtuale.

Recensione.

 

Shadow of the Colossus

Remake dell’intramontabile classico uscito originariamente nel 2005, su PlayStation 2. Shadow of the Colossus era un capolavoro ai tempi e lo è anche adesso, un’opera che tutti gli appassionati di videogames dovrebbero provare almeno una volta nella vita. Immortale.

Recensione.

 

Firewall Zero Hour

Torniamo nell’ambito della realtà virtuale parlandovi di Firewall Zero Hour, una sorta di Rainbow Six Siege per Playstation VR. Preparatevi a combattere intensi scontri contro altri giocatori online in un gioco che premia la tattica e la furbizia. Uscito ad agosto, online si trova facilmente ancora gente con cui giocare, grazie ad una community piuttosto attiva e coinvolta. Da provare.

Recensione.

 

Detroit Become Human

Partorito dal genio creativo di David Cage, Detroit Become Human è un interactive drama che vi metterà nei panni di tre diversi androidi in un futuro in cui i robot hanno assunto un ruolo di fondamentale importanza nella vita umana. Una storia che pone il giocatore dinanzi a centinaia di scelte che, in maniera più o meno influente, avranno ripercussioni sugli avvenimenti a schermo. Uno dei migliori esponenti del genere, sicuramente quello che lascia maggiore libertà al giocatore.

Recensione.

 

Attack on Titan 2

Se siete fan dell’anime o del manga, non potete non giocare Attack on Titan 2. Un tie-in incredibilmente riuscito, divertente e caratterizzato da un gameplay più che soddisfacente. Tante attività da svolgere e una riproduzione meticolosa dell’universo ideato da Hajime Isayama faranno la felicità degli amanti dell’opera originale ma anche chi apprezza semplicemente gli action game potrebbe rimanere sorpreso da questo titolo.

Recensione.

 

Darksiders III

Darksiders III è un hack and slash onesto, dotato di un buon sistema di combattimento e fortemente incentrato sull’esplorazione. In questo capitolo il giocatore impersona il Cavaliere dell’Apocalisse Furia, in missione sulla Terra per conto dell’Arso Consiglio con l’obbiettivo di scovare ed eliminare i Sette Peccati Capitali. Forse non all’altezza dei due predecessori, merita comunque una chance se amate il genere o se, semplicemente, non volete perdervi nemmeno un tassello della tetralogia sui Cavalieri.

Recensione.

 

SoulCalibur VI

Se l’idea di dedicarvi alla tombola in famiglia dopo il cenone di Natale non vi stuzzica più di tanto, potreste fuggire di soppiatto nella vostra stanza e sfidare i vostri cugini a SoulCalibur VI. L’ultimo capitolo della famosa serie di picchiaduro è giunto recentemente sul mercato ma si è subito contraddistinto per il suo stile inconfondibile e spettacolare. Grazie all’ottimo editor potrete inoltre creare dei personaggi unici.

Recensione.

 

Hitman 2

A natale siamo tutti più buoni…. tutti, tranne l’agente 47. Il killer pelatone è tornato più in forma che mai in Hitman 2, sequel del riuscito reboot che debuttò un paio di anni fa. Ricco di contenuti e altamente rigiocabile, si tratta di un acquisto imprescindibile per chi apprezza i giochi stealth. Pochi titoli sanno garantire una tale libertà nell’approccio alle missioni come Hitman 2.

Recensione.

 

God of War

Chiudiamo con quello che è stato appena eletto come gioco dell’anno ai Game Awards 2018, signore e signori ecco a voi sua maestà God of War. Un vero e proprio capolavoro sotto ogni punto di vista, una storia emozionante narrata in maniera egregia, un gameplay tecnico e spettacolare e un comparto tecnico spaccamascella. Tutti i possessori di PlayStation 4 dovrebbero giocare God of War, fate i bravi e non fate arrabbiare Kratos.

Recensione.

 

Articolo precedenteDemo di Devil May Cry 5 in arrivo su PS4
Prossimo articoloViewtiful Joe – Retro recensione
Fabrizio Giardina
Alla costante ricerca di se stesso e del suo ruolo nel mondo, perde la sua verginità videoludica con la gloriosa PS1 e da allora è un amore in costante crescita. In quanto appassionato di cinema apprezza particolarmente i videogames in grado di raccontare storie interessanti e coinvolgenti. Attende con impazienza una cruenta apocalisse zombi per mettere in atto tutto ciò che ha imparato grazie a Resident Evil e The Last of Us.

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!