Annunciato da alcune ore sul noto sito Playstation Blog e nei restanti canali di comunicazione della relativa compagnia, l’ultima IP di Sucker Punch, Ghost of Tsushima, si appresta a ricevere un nuovo title update gratuito, in arrivo il prossimo autunno e dalla mole di contenuti sostanziosa. Intitolato Ghost of Tsushima: Legends, il nuovo aggiornamento introdurrà una nuova modalità multigiocatore, le cui vicende sono dislocate da quelle del samurai Jin Sakai, protagonista dell’avventura principale. Basandosi sui racconti del folclore giapponese, una nuova ambientazione e nuovi nemici saranno disponibili con questa modalità, giocabile in cooperativa da due a quattro giocatori. Inoltre, quattro classi di combattenti saranno disponibili in Ghost of Tsushima: Legends, ossia: samurai, cacciatore, ronin, assassino. Se con due giocatori sarà possibile affrontare delle missioni dalla difficoltà incrementata (con il medesimo sistema di combattimento della modalità storia), nelle sessioni da quattro player vi saranno delle missioni di sopravvivenza basate sulla sconfitta di ondate di nemici, tra cui Oni dalle abilità soprannaturali. Con il superamento di queste missioni, invece, sarà possibile accedere ad un raid tarato per quattro giocatori, che non sarà tuttavia disponibile con il lancio della nuova modalità. In attesa di nuove informazioni a tal riguardo, vi invitiamo a leggere la recensione del titolo prodotto da Sucker Punch.

Ghost of Tsushima – Recensione

Fonte:

Ghost of Tsushima: Legends coming to PS4 Fall 2020

Articolo precedenteRelicta – Recensione
Prossimo articoloHorizion: Zero Dawn Complete Edition – Recensione della versione PC
Nato successivamente all'uscita di Playstation 2 e poco prima dell'approdo di Microsoft nel settore del gaming con la sua primissima Xbox, il suo amore per i videogiochi sboccia con i Pokémon, nella quale vi approda con l'indimenticabile Game Boy Advance SP. Ancora alla ricerca di un genere videoludico ideale, l'interesse per i vecchi classici del cinema gli ha permesso di comprendere l'ineccepibile importanza della narrazione nel videogioco, seppur non gli dispiaccia affatto destreggiarsi con prodotti antitetici dal calibro di Animal Crossing e Monster Hunter, o in alternativa recuperare perle del retrogaming a lui non appartenenti.

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!