Un brevetto recentemente depositato da Sony anticipa quelle che potrebbero essere le caratteristiche del successore del Playstation VR

La caratteristiche tecniche evidenziano notevoli progressi rispetto al primo modello a fronte di un costo che dovrebbe aggirarsi intorno ai 250 dollari. Il nuovo visore di realtà virtuale sarà senza fili ed avrà una durata della batteria di cinque ore, sarà dotato di un software di tracciamento degli occhi, una risoluzione di 2.560 x 1440 con frequenza di aggiornamento di 120 Hz ed un campo visivo di 220 gradi.

Il visore, grazie all’accellerazione ed ai sensori giroscopici integrati, sarà grado di rilevare la posizione della testa dell’utente. Un altro aspetto da menzionare è il Foveated Rendering, in grado di aumentare la fedeltà della grafica che un giocatore sta guardando, riducendo al contempo la risoluzione di ciò che non sta guardando. Con queste nuove funzionalità, il visore potrà  funzionare a un frame rate costante.

E’ importante ricordare che la notizia appena riportata non è stata rilasciata da fonti ufficiali, per cui conviene prendere il tutto come un voce di corridoio in attesa di eventuale conferma.
Per quanto riguarda una potenziale data di uscita, il nuovo visore potrebbe  uscire alla fine del 2020 insieme alla prossima PlayStation.

Fonte

Articolo precedenteuPlay Plus verrà lanciato a settembre con oltre 100 giochi
Prossimo articoloCyberpunk 2077 sarà godibile anche per chi non ama gli FPS
Cyberludus.com è un sito di attualità, notizie e curiosità su videogiochi per qualsiasi piattaforma.

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!