Dopo il rilascio ufficiale di Ghost of Tsushima avvenuto lo scorso 17 luglio, molti utenti del brand Playstation si apprestano all’ottenimento dell’ambito trofeo di platino, con il quale è necessario completare il titolo nella sua interezza. Nel tentativo di agevolare tale processo, a tratti ripetitivo, ecco a voi una guida su come trovare tutti i fari presenti nell’isola di Tsushima. Tali scoperte saranno necessarie per l’ottenimento del trofeo “Luce nel buio”, il quale richiede che ognuno di essi venga acceso dal giocatore. Per ottenere l’achivement non sarà necessario unicamente visitare tutti i fari: infatti, il giocatore dovrà arrivare fino in cima (basterà arrampicarsi sulle scale interne alla struttura), avvicinarsi al focolare ed interagire con la pressione del tasto corretto. Prima di procedere con la guida effettiva, consigliamo in primis di completare l’intero arco narrativo principale, essendo alcuni fari (e le loro locazioni) legati alle main quest. 

  • Faro di Tsutsu: Situato nel prefetto di Tsutsu, tale faro sarà raggiungibile con lo svolgimento del primo atto dellnarrazione, a seguito del completamento della missione “La storia di Ryuzo”. Questo si troverà nelle immediate vicinanze di “Forte Ohira” (a Nord del forte, rispetto alla mappa di gioco).
  • Faro di Akashima: Situato nei pressi delle “Vecchie risaie di Togo”, il faro di Akashima sarà visitabile con il completamento del primo atto, svolgendo la missione “Un nuovo orizzonte”.
  • Faro di Ariake: Ubicato a Sud della “Foresta delle sorgenti celate”, il prefetto di Ariake si trova nella regione di Izuahara.
  • Faro di Kubara: Dalla locazione un po’ più difficile da raggiungere rispetto ai precedenti, si possono prendere il “Cimitero Shimura” o lo “Stagno del monachetto” come punti di riferimento, qualora si dovessero presentare delle difficoltà. Partendo da uno dei due luoghi, il punto di interesse si trova nella zona ad est dell’isola.
  • Faro d Komoda: Collocato nel prefetto di Komoda, attorno al quale si sviluppa l’intero arco narrativo di Ghost of Tsushima, l’obiettivo si troverà nei pressi del “Punto di Saicho”. 
  • Faro di Sago: Appartenente alla regione di Kamigataaccessibile con il terzo ed ultimo atto del titoloil faro di Sago potrà essere raggiunto seguendo il sentiero che porta alla “Foresta di Kubara”. Muovendosi verso ovest in quel percorso, l’obiettivo si troverà nella zona costiera tra la “Baia dei fratelli” e “Forte Kaminodake”.
  • Faro di Kin: Situato anch’esso nella regione di Kamigata, per il faro di Kin bisognerà seguire il sentiero che porta al “Villaggio di Iwai”. Aiutandosi con l’immagine a seguire, basterà prendere una piccola deviazione per raggiungere il punto di interesse, al cui fianco si troverà inoltre uno dei numerosi Spezza-bambù presenti nell’isola di Tsushima. 
  • Faro di Jogaku: Ultimo degli otto fari dell’isola, quello del prefetto di Jogaku si troverà a sud di “Capo Izumi”, come si può vedere nell’immagine a seguire.
Articolo precedenteF1 2020 – Recensione
Prossimo articoloCuphead – Recensione della versione PS4

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!