Un paio di mesi fa, i giganti dell’universo console Sony e Microsoft hanno sbalordito l’intero settore annunciando che entrambe le società avrebbero collaborato sul fronte cloud gaming e streaming. Di questa ritrovata amicizia, non era fondamentalmente emerso nulla di concreto fino ad oggi, visto che il CEO di Microsoft Satya Nadella si è sbottonato affermando che è stata la compagnia giapponese a fare il primo passo cercando Microsoft per la partnership.

Parlando con la rivista Fortune, Nadella ha riconosciuto lo shock del settore quando due rivali come Sony e Microsoft hanno deciso di riunirsi, tutti in nome dell’innovazione. “È un inizio per noi”, ha detto Nadella. “Il primo passo, tutto è partito da Sony. Hanno valutato attentamente e scelto il partner di cui possono fidarsi. In realtà, nonostante la rivalità, abbiamo anche collaborato in passato.”

Il CEO di Microsoft ha continuato dicendo che sebbene Sony sia stata quella a fare la prima mossa, la collaborazione porterà vantaggi ad entrambe. Non è un segreto che Sony stia già costruendo il suo nuovo servizio di streaming basato su Microsoft Azure. Sebbene non siano stati rilasciati dettagli su come la Sony stia contribuendo alla partnership, i numerosi progressi tecnologici dell’azienda nel settore dell’intrattenimento potrebbero sicuramente giovare a Microsoft in qualche modo.

Mentre Sony non ha ancora reagito all’ultima dichiarazione di Microsoft, l’unità PlayStation dell’azienda, che è la divisione specifica in diretta concorrenza con la Xbox di Microsoft, ha rivelato che il senior management di Sony ha iniziato i negoziati con Microsoft senza il coinvolgimento di PlayStation.

Anche se il team di PlayStation non è parso particolarmente entusiasta dell’idea di lavorare con Microsoft, sembra che Phil Spencer di Xbox veda la partnership sotto una luce più positiva. Immediatamente dopo l’annuncio iniziale della partnership tra Sony e Microsoft, Spencer ha rivelato in un tweet di essere “entusiasta delle opportunità future con Sony”.

Mentre il pensiero di una partnership tra due dei più grandi nomi legati al gaming su console è scioccante, ha anche senso che le due aziende collaborino, specialmente con il panorama in evoluzione che spinge costantemente verso l’ all-digital. Ma la collaborazione tra i due influenzerà lo sviluppo di PlayStation 5 e Xbox Scarlett? Probabilmente no, ma nessuno sa davvero a cosa porterà la partnership, ed è improbabile che presto sentiremo qualcosa

Articolo precedenteCrash Team Racing è il gioco più venduto in Italia secondo Aesvi
Prossimo articoloCall of Duty Modern Warfare, un reale visore notturno nella Dark edition
Alla costante ricerca di se stesso e del suo ruolo nel mondo, perde la sua verginità videoludica con la gloriosa PS1 e da allora è un amore in costante crescita. In quanto appassionato di cinema apprezza particolarmente i videogames in grado di raccontare storie interessanti e coinvolgenti. Attende con impazienza una cruenta apocalisse zombi per mettere in atto tutto ciò che ha imparato grazie a Resident Evil e The Last of Us.

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!