Nelle scorse 24 ore l’account Twitter PlayStation Game Size, di cui trovate il link in calce alla notizia, ha riportato sul proprio profilo alcune informazioni circa delle possibili versioni PS5, apparse da poco sul Playstation Network.

Stando a quando mostrato da tali tweet, che non trova ancora riscontro in alcuna dichiarazione ufficiale del publisher Capcom, i tre capitoli della celebre saga horror presenterebbero un download di 21.834 GB per Resident Evil 2 Remake e di 20.480 GB per Resident Evil 3 Remake, senza alcun update. Per Resident Evil 7, invece, non vi sono alcune informazioni circa il quantitativo di Gigabyte richiesti per il download della versione PS5 del titolo.

La notizia dell’inserimento nei server Playstation di queste tre versioni dei prodotti precedentemente usciti su Playstation 4 non sembrerebbe affatto casuale, visto l’imminente arrivo del Summer Game Fest e dello showcase digitale di Capcom programmato per le ore 00:00 della notte fra il 13 ed il 14 giugno. Date le circostanze, dunque, è facile attendersi l’annuncio imminente (in quella sede di presentazione) delle versioni next-gen di Resident Evil 2, Resident Evil 3 e Resident Evil 7.

Lo showcase di Capcom sembra quindi partire con il piede giusto, e la sicura presenza di una parte del palinsesto dedicato all’imminente Monster Hunter Rise Sunbreak, a cui potrebbe seguire qualche informazione circa il progetto denominato Pragmata di cui non abbiamo più ricevuto notizie, delle nuove informazioni su Resident Evil 4 remake e Resident Evil Village VR, insieme a qualche annuncio dedicato a Dragon’s Dogma, qualora tutte le speculazioni di questi circa il brand ed un suo possibile ritorno dovessero essere veritiere.

A questo punto vi invitiamo a dirci la vostra opinione qui sotto nella apposita sezione dedicata ai commenti. Siete interessati alle versioni PS5 di Resident Evil 2, 3 e 7 oppure no?

Fonte

Articolo precedenteCall of Duty: Modern Warfare II si mostra nel primo reveal trailer
Prossimo articoloAchilles: Legends Untold – Le nostre prime impressioni
Nato successivamente all'uscita di Playstation 2 e poco prima dell'approdo di Microsoft nel settore del gaming con la sua primissima Xbox, il suo amore per i videogiochi sboccia con i Pokémon, nella quale vi approda con l'indimenticabile Game Boy Advance SP. Ancora alla ricerca di un genere videoludico ideale, l'interesse per i vecchi classici del cinema gli ha permesso di comprendere l'ineccepibile importanza della narrazione nel videogioco, seppur non gli dispiaccia affatto destreggiarsi con prodotti antitetici dal calibro di Animal Crossing e Monster Hunter, o in alternativa recuperare perle del retrogaming a lui non appartenenti.

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!