Fra qualche giorno Nightwolf entrerà ufficialmente a far parte del roster di Mortal Kombat 11, ma prima che ciò avvenga NetherRealm ha ben pensato di rilasciare un nuovo corposo update per il suo apprezzato picchiaduro.

L’aggiornamento in questione introduce varie aggiunte e migliorie generali al gameplay, come il significativo nerf per Scorpion e l’introduzione di nuove brutality con cui fare porre fine in maniera coreografica alle vite dei nostri avversari. Di seguito, trovate elencati i punti salienti di questo nuovo aggiornamento:

  • L’Hell Port di Scorpion può ora essere respinto con un uppercut, rendendone molto più facile il counter;
  • Diverse brutality sono state aggiunte;
  • Nel menu è disponibile una serie di nuove opzioni per la modalità daltonica;
  • Aggiunte le impostazioni di qualità HDR (Standard, High End, Professionale) alle opzioni video;
  • Buff per Shao Kahn, Kollector, Raiden e Kotal Kahn
  • Varie nuove ricompense per il completamento delle torri (incluso Johnny Cage come annunciatore);
  • La Kripta fornisce informazioni più dettagliate su come trovare gli oggetti.

Questi sono gli aspetti principali dell’update, a questo collegamento comunque potete dare un’occhiata al changelog completo.

Mortal Kombat 11 è disponibile per PC, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch. Nightwolf (e la sua nuova fatality basata sulla presenza di un orso mistico) verrà introdotto nel roster del gioco a partire dal 13 agosto.

Date un’occhiata alla nostra recensione del gioco se volete saperne di più. Ecco il link! Ecco uno stralcio:

Mortal Kombat 11 è certamente il miglior capitolo della serie. Il suo gameplay rifinito e perfezionato unito alla strabordante quantità di contenuti di qualità lo rendono un acquisto assolutamente imprescindibile per tutti gli amanti del genere e non solo. Il tutto è contornato da un comparto grafico impressionante che mostra a schermo un’orgia di sangue, dettagli, effetti ed animazioni sublimi. E’ un gioco che funziona in ogni suo aspetto, una vera rarità al giorno d’oggi.

Articolo precedenteWolfenstein: Youngblood – Recensione
Prossimo articoloDavid Cage: “i contenuti saranno fondamentali nei prossimi anni”
Alla costante ricerca di se stesso e del suo ruolo nel mondo, perde la sua verginità videoludica con la gloriosa PS1 e da allora è un amore in costante crescita. In quanto appassionato di cinema apprezza particolarmente i videogames in grado di raccontare storie interessanti e coinvolgenti. Attende con impazienza una cruenta apocalisse zombi per mettere in atto tutto ciò che ha imparato grazie a Resident Evil e The Last of Us.

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!