L’esclusiva PSVR ASTRO BOT Rescue Mission prevedeva in origine una modalità multiplayer co-op da divano, ma lo sviluppatore Japan Studio ha deciso di scartare l’idea prima del lancio. La modalità multigiocatore di Astro Bot Rescue Mission avrebbe permesso ad altri tre giocatori di controllare altri robot sulla TV mentre il quarto giocatore controllava Astro in VR.Secondo un post sul blog PlayStation di Nicolas Doucet, direttore creativo di Sony Computer Entertainment Japan, Japan Studio ha scartato l’idea multiplayer a metà del ciclo di sviluppo di 18 mesi del gioco dopo aver capito che la vera priorità del gioco era quella di sfruttare al massimo le potenzialità della realtà virtuale. Secondo Doucet, i livelli che la squadra aveva costruito pensando al multiplayer non erano divertenti in VR.

“I livelli costruiti per il multiplayer erano troppo grandi e risultavano vuoti”, ha scritto Doucet. “Non c’era abbastanza uso della verticalità o della prospettiva, in gran parte perché la telecamera doveva contenere quattro giocatori sullo schermo in ogni momento e quindi mantenere il movimento e l’ampiezza al minimo.”

Nnostante la decisione di tagliare il multiplayer sia stata oggetto di dibattiti nel team, Doucet ha detto che il cambiamento si è rivelato rapidamente essere la scelta giusta, poiché il team ha iniziato a creare livelli basati interamente sulle possibilità di gameplay offerte dalla realtà virtuale.

Doucet ha parlato anche di altre funzioni tagliate nel post sul blog di PlayStation, come un nemico “Mecha Spider” scartato perché era difficile animare, dopo aver perso alcune zampe per mano degli shuriken lanciati dai giocatori. Doucet ha anche spiegato come alcuni dei livelli di Astro Bot Rescue Mission contengano sezioni che erano originariamente parte di altri livelli, come una parte di Canyon Stage che è stata trasformata in una sezione di Volcano Stage.

Infine, Doucet ha rivelato che il team aveva intenzione di donare ad Astro alcune animazioni inattive che avrebbero permesso al piccolo robot di ballare e cantare diverse melodie per ogni livello. Japan Studio alla fine ha deciso di eliminare questa funzione, per dedicare maggiore cura alle altre animazioni.

Articolo precedenteSumo Digital annuncia una partnership con 2K Games
Prossimo articoloCall of Duty: Modern Warfare, un video mostra la nuova modalità 2v2
Alla costante ricerca di se stesso e del suo ruolo nel mondo, perde la sua verginità videoludica con la gloriosa PS1 e da allora è un amore in costante crescita. In quanto appassionato di cinema apprezza particolarmente i videogames in grado di raccontare storie interessanti e coinvolgenti. Attende con impazienza una cruenta apocalisse zombi per mettere in atto tutto ciò che ha imparato grazie a Resident Evil e The Last of Us.

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!