JESHOOTS.COM / unsplash

Mentre il mondo del gaming continua il suo crescendo di novità, giunge la notizia che anche l’Atalanta entra nel business degli eSports. I bergamaschi decidono di entrare nel settore a cominciare da PES, con i suoi Season Update per il campionato eFootball.

Atalanta sbarca su eFootball PES

L’Atalanta Bergamasca Calcio, detta anche “La Dea” nerazzurra, ha comunicato in via ufficiale la propria sottoscrizione di una partnership di lunga durata con Konami per la sua entrata nel fiorente settore delle competizioni sportive elettroniche. Infatti, la Serie A e le corrispondenti serie dei principali campionati di calcio professionistico di altri Paesi stanno destando sempre più interesse, non più solo per ciò che avviene sui campi di gioco reali oppure per ciò che ruota intorno ai singoli pupilli. Con tale contratto l’Atalanta ha formalizzato la cessione dei suoi diritti al colosso giapponese Konami per più anni, per poter entrare a far parte delle squadre che si fronteggiano in eFootball PES. Una scelta che avevano già fatto ancora prima la Juventus e la Roma. Naoki Morita, Presidente di Konami Digital Entertainment ha dichiarato: “Mentre ci stiamo preparando a svelare il futuro della serie eFootball Pes, sono entusiasta di annunciare questa esclusiva partnership. L’Atalanta è una squadra incredibile con un eccitante futuro ai più alti livelli del calcio Europeo. Lavorare a stretto contatto con i nostri Club Partner è un importante elemento della nostra strategia. Vogliamo offrire ai fan di tutto il mondo un video game calcistico leader del settore”.

Cosa prevede la partnership

L’Atalanta, dunque, ha scelto Konami come Official Video Game Partner, cedendogli in esclusiva i diritti di sfruttamento economico per l’utilizzo delle licenze del team nerazzurro, i diritti d’immagine all’interno di eFootball PES; sono inclusi anche stemmi e kit ufficiali.  Secondo gli ultimi dati dell’Associazione IIDEA, riferimento dell’industria dei videogiochi in Italia, nel nostro Paese ben 475 mila persone seguono ogni giorno qualche evento sportivo elettronico (dato in lieve ma costante crescita rispetto alla precedente rilevazione con cadenza annuale) e questo numero di fans arriva a circa 1 milione e 600 mila persone conteggiando tutte quelle che seguono eventi di esport più volte alla settimana (+15% rispetto alla precedente rilevazione). Un mercato sempre più rilevante a livello globale quello dei videogiochi, che ha generato  ricavi per 140 miliardi di euro nel 2020, con la Germania al primo posto fra gli Stati europei in classifica. Il sito fitformoney.de specifica che: “La Germania si posiziona al quinto posto nella graduatoria sui ricavi mondiali, con un totale superiori a 6 miliardi di dollari, quasi doppiando l’Italia ferma a meno di 3,5 miliardi. L’industria del gaming, comprendendo tutto l’indotto, ha superato quella cinematografica e musicale messe insieme, attraendo sempre più investitori propensi a posizioni long per l’acquisizione azionaria o dei derivati come i CFD viste le prospettive di rialzo di lungo periodo”. A quanto pare sono le prime fasi di un’agguerrita guerra commerciale, poiché FIFA potrebbe diventare Official Video Game Partner della Serie A.

Articolo precedenteF1 2021 girerà a 4K/60 FPS o 1440p/120 FPS su PS5 e Xbox Series X
Prossimo articoloRazer annuncia oggi i nuovi auricolari Hammerhead True Wireless X
Videogiocatore di vecchia data. Cerca di contrastare con tutte le sue forze la feroce ondata di divulgatori videoludici che, giunti sul nostro pianeta sotto mentite spoglie, cercano di blastare noi comuni videogiocatori . Papà per vocazione e felice organizzatore dell'evento ludico Play The Game

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!