Raven Software ha rilasciato un aggiornamento per Call of Duty: Warzone, nerfando alcune armi Black Ops Cold War per la seconda volta in una settimana.

Il temuto DMR 14 ha visto i seguenti nuovi nerf:

  • Penetrazione del proiettile ridotta da cecchino ad AR
  • Gamma di riduzione del danno ridotta: 55 danni prima / 48 danni dopo 750 unità (in calo del 70% rispetto a 2500 unità)
  • Rinculo aumentato: aumentato moderatamente per il secondo e il terzo proiettile; Aumentato leggermente per i proiettili successivi
  • Moltiplicatori del danno sulle parti del corpo modificati: il colpo alla testa ora infligge meno di 100 danni dopo 750 unità; Parte inferiore del busto ridotta da 1,1 a 1,01 (~ 8%)

Ecco il nerf per il Tipe 63:

  • Penetrazione del proiettile ridotta da cecchino ad AR
  • Gamma di riduzione del danno ridotta: 60 danni prima / 45 danni dopo 900 unità (in calo del 55% rispetto a 2000 unità)

Anche l’esagerata pistola Diamatti:

  • Danno massimo ridotto da 45 a 40 (~ 11%)

Anche alcune modifiche per queste armi sono state nerfati:

DMR 14:

  • Impugnatura anteriore: riduzione del rinculo verticale rimossa; Riduzione del rinculo orizzontale aumentata dal 20% al 30%
  • Impugnatura Field Agent: riduzione del rinculo verticale ridotta dal 35% al ​​25%; Riduzione del rinculo orizzontale aumentata dal 35% al ​​30%

Type 63:

  • Impugnatura anteriore: riduzione del rinculo verticale rimossa; Riduzione del rinculo orizzontale aumentata dal 20% al 30%
  • Impugnatura Spetsnaz ergonomica: riduzione del rinculo verticale ridotta dal 45% al ​​30%; La riduzione del rinculo orizzontale è diminuita dal 45% al ​​40%

Pistola a raffica:

  • Akimbo – Tutti i moltiplicatori di danni alle parti del corpo impostati su 1

Stavolta Raven dovrebbe aver fatto centro, quindi, visto che il nerf iniziale avvenuto qualche giorno fa non aveva soddisfatto più di tanto la community.

Nel frattempo, l’aggiornamento risolve anche il bug allo stimolatore illimitato (il giocatore adesso non ottiene più equipaggiamento tattico infinito quando lascia cadere le armi mentre prepara una granata) e aggiorna le statistiche del progetto Galanteria (Mac-10) in modo che corrispondano alle caratteristiche del Mac di base, la skin premium forniva infatti un vero e proprio vantaggio di gioco.

E infine, le sfide stagionali appaiono adesso in evidenza e tengono traccia dei progressi.

Nel complesso, un aggiornamento estremamente necessario (note sulla patch per intero qui ). Sarà interessante vedere che risvolti avrà tutto ciò sul mondo di Warzone.

Articolo precedentePS5, link Amazon: nuove disponibilità il 13 gennaio 2021
Prossimo articoloPS5 su Amazon: i nuovi link da monitorare a gennaio 2021, spunta una nuova data
Alla costante ricerca di se stesso e del suo ruolo nel mondo, perde la sua verginità videoludica con la gloriosa PS1 e da allora è un amore in costante crescita. In quanto appassionato di cinema apprezza particolarmente i videogames in grado di raccontare storie interessanti e coinvolgenti. Attende con impazienza una cruenta apocalisse zombi per mettere in atto tutto ciò che ha imparato grazie a Resident Evil e The Last of Us.

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!