Druidstone è un titolo indie di qualità, come avrete potuto leggere dalla nostra recensione. Benchè si tratti di un videogioco strategico a turni molto incentrato sui combattimenti, non disdegna però una piccola componente puzzle. Seguono quindi cinque video che mostrano come risolverli – buona visione!

TRIAL OF THE CRYON BLOCKS

Lo scopo di questo enigma è coprire la forma geometrica disegnata sul pavimento con i 3 blocchi colorati, che andranno conseguentemente prima ridotti spostandoli sopra quattro pedane appositamente piazzate. Attenzione ai comandi, molto scomodi, perchè è davvero facile dover ricominciare a causa di un semplice errore!

TRIAL OF THE STATUARY

Questo è senza dubbio il puzzle più veloce da risolvere: le statue infatti fanno subito presente che 3 di loro sono mancanti. Osservando bene la posizione dei due gruppi ai lati sarà sufficiente posizionare tre personaggi del party laddove le statue sono assenti, rendendo così le formazioni parallele!

TRIAL OF THE ILLUMENTALIST

Questo può sembrare ostico, ma alla fine si tratta solo di capire quale sia il vero scopo! In breve occorre riprodurre la sequenza di luci indicata dalla pedana principale, che è ROSSO-ROSSO-BLU-BIANCO-ROSSO. Per farlo seguite la nostra guida ed il bottino sarà vostro!

TRIAL OF LIGHTING

Per superare il puzzle del fulmine è necessario usare un pizzico di materia grigia e dei rapidi calcoli matematici. Lo scopo è, partendo con 3 granate, arrivare a possederne 12 potendo sfruttare alcune scelte offerte da statue che, però, sono bloccate da campi elettrici. Ogni granata può eliminare un campo elettrico – come potrete vedere dal nostro video il trucco sarà di ignorare una delle statue all’inizio per sfruttarla dopo e raddoppiare le granate!

TRIAL OF FIRE

Forse il più faticoso – utilizzando alcune pedane sarà necessario letteralmente costruire una via di passaggio sulla lava incandescente per raggiungere il prezioso tesoro. Attenzione a quello che fate!

Questo è tutto! Arrivederci alla prossima guida di Cyberludus!

Articolo precedenteFell Seal: Arbiter’s Mark – Recensione
Prossimo articoloA Plague Tale: Innocence – Recensione
Gabriele o “Gabe” per gli amici, è un informatico di professione ed inguaribile videogiocatore. Cresciuto a colpi di Commodore 64 ed Amiga è papà di due bellissimi bimbi che ormai gli rubano quasi tutto il tempo. La sua passione sono l’informatica, il cinema, la musica ed un giorno spera di finire e vedere pubblicato il suo primo videogame … quando trova il tempo!

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!