Blizzard conferma l’esistenza di un altro personaggio LGBTQ in Overwatch

Overwatch

In una nuova short story intitolata “Bastet”, Blizzard Entertainment conferma che Soldato 76 (alias Jack Morrison) è il secondo personaggio LGBTQ nell’universo di Overwatch.

L’ex cecchino Ana incontra un ferito Soldato 76 per le strade del Cairo e lo riporta nel suo nascondiglio. È la prima volta che hanno modo di riunirsi dopo l’esplosione che colpì il quartier generale di Overwatch in Svizzera – nessuno dei due sapeva che l’altro era vivo fino ad ora.

Una vecchia foto che ritrae Soldato 76 e un certo Vincent spinge Ana a porre delle domande a Jack che porteranno quest’ultimo a confessare i suoi veri sentimenti per l’uomo in foto. Potete leggere il resto del racconto attraverso questo link.

Questa breve e malinconica storia giunge due anni dopo quello che fu il primo racconto che svelò l’esistenza di un personaggio omosessuale in Overwatch, in quel caso si trattò di Tracer.

 

Articolo precedenteNuova demo di Devil May Cry 5 in arrivo su PS4 e Xbox One
Prossimo articoloRTX 2060 impressioni e primi benchmark
Fabrizio Giardina
Alla costante ricerca di se stesso e del suo ruolo nel mondo, perde la sua verginità videoludica con la gloriosa PS1 e da allora è un amore in costante crescita. In quanto appassionato di cinema apprezza particolarmente i videogames in grado di raccontare storie interessanti e coinvolgenti. Attende con impazienza una cruenta apocalisse zombi per mettere in atto tutto ciò che ha imparato grazie a Resident Evil e The Last of Us.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here