Le nuove console sono entrate in modo dirompente nella vita dei giocatori. Per alcuni, l’arrivo della next gen ha rappresentato la realizzazione di un sogno, per altri ( molti, purtroppo), a causa della irreperibilità del nuovo hardware, sono diventate un oscuro oggetto del desiderio a cui si anela con cupidigia. Ma, diciamocelo francamente, quello che manca davvero a questa generazione di console, giunta sul mercato da oltre 6 mesi sono, semplicemente, i giochi. Sony è al corrente di questo ulteriore malcontento ( il primo resta sempre la penuria di console) e il capo di PlayStation Studios Hermen Hulst ha rilasciato un interessante intervent o sul playsatio blog, confermando che ci sono più di 25 nuovi giochi PS5 in sviluppo. Vi lasciamo ad alcuni dei punti salienti dell’intervista.

SB: È in grado di darci un’istantanea del numero totale di titoli che PlayStation Studios sta attualmente sviluppando per PS4 o PS5?

Hermen: Beh, abbiamo molto da fare al momento. PlayStation Studios ha più di 25 titoli in sviluppo. Quasi la metà di questi sono nuove IP. L’altra metà sono titoli ambientati in franchise che i fan PlayStation già conoscono e amano.

PSB: Quanto è importante una nuova IP per PlayStation Studios?

Hermen: Le nuove IP sono incredibilmente importanti per noi. Le nuove IP sono la linfa vitale del gioco. Ma le nuove IP sono solo un aspetto della nostra strategia. In definitiva, voglio che PlayStation Studios sia ferocemente audace, che corra dei rischi. Voglio che continuiamo ad abbracciare l’eredità di PlayStation, spingendo i confini del gioco, continuando a fare giochi che contano. Giochi che, probabilmente, non sarebbero stati realizzati altrove.

E sapete, Bend Studio sta lavorando su una nuova IP molto eccitante che li appassiona molto. Stanno costruendo sui profondi sistemi open-world che hanno sviluppato con Days Gone. Quindi sono davvero felice per Bend Studio.

PSB: In che modo i team di PlayStation Studios sono stati in grado di affrontare e adattarsi a queste grandi sfide nell’ultimo anno?

Hermen: Forse la sfida più grande è stata quando abbiamo avuto bisogno di luoghi specializzati, spesso luoghi fisici. Principalmente la performance capture, il lavoro sull’audio. Abbiamo trovato delle soluzioni davvero intelligenti per alcune di queste cose, abbiamo costruito piccoli studi di registrazione nelle case delle persone.

Ma quando si fa il performance capture per molti filmati, con più attori, non è così semplice da risolvere. Quindi hai una scelta. Puoi farlo più tardi nella programmazione, il che potrebbe causarti dei problemi. Oppure puoi rischiare la qualità finale facendolo in un modo diverso.

Ma posso dirvi che non rischieremo la qualità. Vogliamo rilasciare giochi di altissima qualità, giochi finiti, e dobbiamo farlo ovviamente senza spingere i nostri team al punto di rottura.

Abbiamo attualmente due giochi molto grandi e molto narrativi in sviluppo: Horizon Forbidden West e il prossimo. Per Horizon, pensiamo di essere sulla buona strada per il rilascio durante le vacanze. Ma questo non è ancora del tutto certo, e stiamo lavorando il più possibile per confermarvelo il prima possibile.

E per God of War, il progetto è iniziato un po’ più tardi. Quindi abbiamo preso la decisione di rimandare il gioco al prossimo anno, per garantire che Santa Monica Studio possa consegnare l’incredibile God of War che tutti noi vogliamo giocare.

Articolo precedenteGenshin Impact, l’rpg free to play di miHoYo è in arrivo sullo store di Epic Games
Prossimo articoloMiitopia – Recensione del JRPG casual con i Mii di Nintendo
Videogiocatore di vecchia data. Cerca di contrastare con tutte le sue forze la feroce ondata di divulgatori videoludici che, giunti sul nostro pianeta sotto mentite spoglie, cercano di blastare noi comuni videogiocatori . Papà per vocazione e felice organizzatore dell'evento ludico Play The Game

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!