Silence: The Whispered World 2 – Anteprima dal Gamescom di Colonia

Daedalic Entertainment continua a fare incetta di premi e dominare il panorama delle avventure grafiche, attraverso pubblicazioni senza sosta di grande qualità, creatività e, soprattutto, originalità. La line-up del produttore tedesco è da diversi anni molto variegata, tanto che quest’anno Daedalic ha portato a Colonia ben 6 titoli, che rappresentano solo una parte dei giochi in sviluppo. Siamo stati al booth del produttore per 2 ore di fila, e con questo articolo vi parliamo dell’avventura grafica più attesa del team tedesco: Silence – The Whispered World 2.

Back to Silence

Partorito da un’idea di Marco Hullen e Anne von Vaszary, il secondo capitolo di The Whispered World – ufficialmente passato sotto il main title di Silence – ci racconta la storia di Noah e Renie attraverso un magico sogno ambientato, appunto, nel già apprezzato universo di Silence. La presentazione ha visto protagonista soprattutto l’interazione con il mondo circostante e Spot, un simpatico bruco che può essere letteralmente ridimensionato a seconda delle necessità. Ad esempio, ci è capitato di vedere che appallottolare Spot può rappresentare un vantaggio per raggiungere superfici sopraelevate, mentre ridurne il volume gli consente di passare in mezzo a grate e sbarre metalliche.

Chi ha giocato il primo capitolo della saga conosce bene le caratteristiche di Silence, un mondo magico e pieno zeppo di elementi fantastici. Il team di sviluppo ha giocato tantissimo su questo aspetto, che ha permesso loro di ideare puzzle unici e ispirati, anche con la partecipazione di personaggi fuori dal comune provenienti dalle fiabe. Nonostante il passaggio agli ambienti 3D, Silence ha mantenuto la propria identità di avventura grafica vecchio stampo in 2.5D, pur con qualche elemento moderno ripreso principalmente dalla seconda stagione di The Walking Dead ad opera di TellTale: ad esempio, per aprire una grata il videogiocatore dovrà trascinare il mouse verso l’alto piuttosto che cavarsela con un click, mentre la telecamera, a differenza della serie appena citata, resta sempre fissa a causa delle dimensioni ridotte delle schermate.

Commento finale

Purtroppo è difficile approfondire più di tanto Silence – The Whispered World 2, in quanto la presentazione di appena 15 minuti ha costretto gli sviluppatori ha concentrare la demo su un singolo aspetto del gioco, ovvero l’utilità di Spot. L’avventura è attesa nel primo quarto del 2015 e, al momento, non è prevista alcuna demo o versione ad accesso anticipato su Steam. Per quanto riguarda la localizzazione, al lancio saranno disponibili i sottotitoli di tutti i principali Paesi europei, eccetto Spagna e Italia, come spesso accade per i titoli Daedalic. Infine, la durata del gioco si attesta a circa 10 h.