Gameforge Meeting: Aion 4.0 e S.K.I.L.L. Special Force 2 ? Gamescom 2013

Chi pensa che al Gamescom (come in qualunque altra vetrina internazionale dedicata ai videogiochi) siano presenti solo **Electronic Arts, Sony, Ubisoft ed Activision ** ? insieme ai publisher più rinomati del settore ? si sbaglia di grosso. Anche se non è sulla bocca di tutti, **Gameforge ** è un distributore tedesco che gestisce il fronte europeo di alcuni videogiochi. E’ rinomata tra gli appassionati di titoli per computer, in quanto è l’azienda che si occupa di titoli del calibro di **Ogame ed Aion: The Tower of Eternity ** (oltre a diversi titoli free-to-play che pur non godendo delle luci della ribalta, vantano milioni di utenti registrati e discreta notorietà, vedi **Ikariam o Gladiatus **).

Il meeting organizzato dai PR Manager della società si è rilevato prezioso e carico di informazioni riguardanti l’aggiornamento 4.0 di Aion: The Tower of Eternity e un nuovo Mmo-Fps (sparatutto in prima persona online di massa dedicato al multiplayer) che si chiama **S.K.I.L.L. Special Forces 2 **. Si tratta, in entrambi i casi, di installazioni totalmente gratuite rientranti nel genere dei free-to-play games, cioè titoli che non obbligano ad alcun tipo di acquisto o sottoscrizione a pagamento.

Aion 4.0

Si è venuti subito al dunque, parlando di Aion e dell’aggiornamento 4.0 che ha introdotto un nuovo capitolo alla trama, chiamato The New Betrayal e due nuove classi di gioco: Gunslinger e Songweaver.

Il Gunslinger è la naturale evoluzione delle classi che combattono a distanza, ma piuttosto che affidarsi ad archi e balestre, si avvalgono delle capacità di impugnare armi da fuoco e cannoni alimentati dall’energia del mondo di gioco: l’Aether, che nel corso del tempo è stato padroneggiato a tal punto che adesso lo si può concentrare in cartucce per pistola oppure in enormi dosi esplosive da sfruttare con pesanti cannoni portatili. Questi ultimi fanno sacrificare mobilità e velocità di fuoco a favore di un impatto ed un danno estremamente elevato.

Il Songweaver è, invece, l’evoluzione dei bardi di Atreia. Pochi e integerrimi fedelissimi alle arti canore e sonore, che sono riusciti, nel corso degli anni a fondere la forza della musica e della poesia con quella dell’Aether arrivando a risultati di sconcertante potenza. Il Songweaver è, principalmente, una classe prestigiosa che rende il cuore dei guerrieri al suo fianco talmente pieno di coraggio e determinazione da sentirsi inarrestabili. Non manca di magie ed evocazioni che possano garantirgli la sopravvivenza nelle lande di Aion. A proposito di queste ultime, grazie all’ultimo aggiornamento sono state ulteriormente espanse ed ora godono di tre nuove località: Katalam, Danaria, e Idian Depths. Alla domanda se, un giorno, il gioco potrà sbarcare su Steam, i portavoce si sono mostrati possibilisti ma non ci hanno dato periodi indicativi. Aion: The Tower of Eternity è un Mmorpg (gioco di ruolo online di massa) gratis da giocare e da poco totalmente localizzato in lingua italiana.

S.K.I.L.L. Special Force 2

Del tutto diverso da Aion ed appartenente al genere degli sparatutto in prima persona online di massa, è Skill Special Forces 2, che si profila come un mmo-fps a titolo gratuito che aspira a diventare un esponente degli "Esports", cioè degli sport elettronici di cui si organizzano olimpiadi e tornei a livello internazionale. A tal proposito ogni sforzo degli sviluppatori è votato a garantire il massimo bilanciamento per dare a tutti i giocatori le stesse armi per poter competere; per far risaltare, durante le competizioni, il giocatore più bravo e non certamente quello più ricco che ha comprato i potenziamenti a suon di veri euro/dollari (come purtroppo spesso accade nel novero dei free-to-play).

Il gioco è in piena fase di sviluppo, quel che abbiamo visto è un codice ben lungi dall’essere completo e ci è stato mostrato solo il livello di allenamento. Ufficialmente è in fase di Open Beta quindi di tempo e di lavoro da dedicare a raffinare ogni parte di questo titolo ce n’è a iosa. Quel che abbiamo trovato è uno sparatutto in prima persona di matrice bellica (quindi sulla scia di Counterstrike, Warrock, Call of Duty e Battlefield) con evidenti tendenze alla tattica ed alla cooperazione, che sembra dover pagare più dei facili "aspiranti Rambo" che affrontano tutto e tutti a testa bassa. Il gioco si presenta ben fatto ma soprattutto fluido e la risposta ai comandi molto reattiva. Mancano tanti orpelli grafici ma è una cosa normalissima a questo stadio di sviluppo. I portavoce di Gameforge e Dragonfly (sviluppatori di Skill Special Forces 2) si sono soffermati più sugli aspetti dell’editor del personaggio, equipaggiamenti, armi e perk, piuttosto che sul mero fronte giocoso. A tal proposito bisogna segnalare l’annunciato sistema "a tre armi" da portare in battaglia (invece delle due canoniche di ogni Fps odierno), nessuna arma più potente dell’altra se si paga in denaro reale ma semplici orpelli estetici. Chi paga, oltre ai già citati contenuti estetici aggiuntivi per risaltare meglio in battaglia, può vantare di accessi anticipati alle nuove mappe di gioco o tipologie di armi, ma non si ottiene nulla di oggettivamente migliore di chi non paga, dal momento che chi ? come me ? preferisce non mettere mai mano al portafogli in questi giochi, presto o tardi può vantare di tutti i contenuti offerti. L’esclusiva di certe armi o mappe, quindi, è solo temporanea. Ogni personaggio può essere personalizzato in centinaia di variabili e ciascun giocatore potrà godere di uno storico della propria "carriera" in cui non manca proprio nulla: rapporto uccisioni/morti, punti esperienza, trofei, punti esperienza, armi e chi più ne ha più ne metta.

Skill Special Force 2 è atteso ufficialmente per gli inizi di settembre, offrirà tutte le classiche varianti del multiplayer: team deathmatch, cattura la bandiera, party mode che risulta essere la modalità più spensierata e può ospitare partire di sedici giocatori (quindi massimo otto contro otto). Poiché è un serio candidato alle discipline Esports, secondo me varrà la pena esaminarlo attentamente. Appuntamento tra qualche giorno, dunque, per un approfondimento sul tema!

Articolo precedenteMurdered: Soul Suspect [Gamescom 2013]
Prossimo articoloThe Mighty Quest for Epic Loot [Gamescom 2013]
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.