Benvenuti a tutti alla soluzione ufficiale di Cyberludus per Mass Effect 2 , gioco di ruolo fantascientifico per Xbox 360 e PC .

La soluzione è strutturata in capitoli e verrà aggiornata fino alla conclusione degli eventi principali. Vista l’enorme (a dir poco) quantità di eventi che costituiscono il gioco, vi chiediamo gentilmente di attendere la progressiva pubblicazione della soluzione capitolo dopo capitolo.

Indice soluzione:

  • Pagina 1: Miniguida ai pianeti più ricchi di minerali e primi due capitoli della soluzione
  • Da pagina 2 a pagina 8: Soluzione agli eventi di Mass Effect 2
  • Pagina 9: Guida alla ricerca di tutti i modellini delle navette

 

Prima di passare alla soluzione vera e propria ricordatevi di questa preziosa miniguida ai pianeti più ricchi di minerali . Essa può essere indispensabile per aiutarvi nell’epslorazione dello spazio in Mass Effect 2. Armatevi di probs e carbuarante e leggete bene aiutandovi con le immagini a fine pagina per raggiungere i pianeti e scannerizzarli a dovere.

Patseyev

Patseyev
Patseyev

Sistema: Pmyet

Nebulosa: Hades Nexus

Risorsa principale: Platinum (oltre 10’000)

Risorse secondarie: Nessuna

Numero di Probs consigliate: 11

Kruban

kruban
kruban

Sistema: Aralakh

Nebulosa: Krogan DMZ

Risorsa principale: Palladium (oltre 12’000)

Risorse secondarie: Platinum

Numero di Probs Consigliate: 10

Zada Ban

Zada Ban
Zada Ban

Sistema: Xe Cha

Nebulosa: The Shrike Abyssal

Risorsa principale: Element Zero (oltre 3’000)

Risorse secondarie: Palladium (oltre 3’000), irridium, platinum.

Numero di Probs Consigliate: 10

Komorov

Komorov
Komorov

 

Sistema: Pamyet

Nebulosa: Hades Nexus

Risorsa principale: Irridium (oltre 13’000)

Risorse secondarie: Nessuna

Numero di Probs Consigliate: 11

Gei Hinnoman

Gei Hinnoman
Gei Hinnoman

Sistema: Sheoul

Nebulosa: Hades Nexus

Risorsa principale: Element Zero (oltre 6’000)

Risorse secondarie: Platinum, irridium e palladium

Numero di Probs Consigliate: 19

 

La soluzione che segue è basata sul gameplay di un personaggio maschio, nato sulla terra, soldato, unico sopravvissuto e paladino (paragon) . La vostra esperienza di gioco potrebbe variare in base alle scelte che avete operato o ai vostri precedenti salvataggi (importati da Mass Effect), tenete bene in mente anche questa possibilità. In ogni caso la soluzione rimane accurata per completare l’avventura .

Ma basta perder tempo in ulteriori avvisi, l’avventura che ci aspetta è lunga e insidiosa. Tutti a bordo si parte per la fiction spaziale interattiva d’eccellenza!

 

 

Capitolo 1 – Prologo: salvataggio di Joker

Dopo il filmato di inizio, in pieno conflitto galattico prenderemo i panni di Shepard all’interno della Normandy. Iniziamo a muovere i primi passi proseguendo dritto avanti a noi fino al ponte di comando dove troveremo Joker, immobilizzato e incapace di portarsi in salvo.

Convinciamo Joker ad abbandonare ogni tentativo di salvataggio della Normandy e iniziamo a scappare dal disastro senza però riuscirci, nonostante il tentativo di Joker di salvarci la vita. Joker è salvo così come alcuni altri membri dell’equipaggio che sono fuggiti con navette di emergenza, ma il destino di Shepard è segnato dall’esplosione.

A questo punto dopo i filmati dovremo creare il nostro Shepard secondo i parametri che più preferiamo. A questo punto vi ricordiamo che le nostre scelte sono cadute in: maschio, terrestre, unico sopravvissuto e soldato.

Prologo: Il risveglio

Creato il protagonista la nave su cui siamo ospitati verrà attaccata da alcuni automi attivati proprio per elminare Shepard. Inizialmente saremo soli e ci toccherà seguire le istruzioni vocali e su schermo per proseguire nel livello. Prendete la pistola nell’armadietto in un angolo della stanza, poi aprite la porta della stanza e uscite mettendovi subito sotto copertura per ripararvi dai pericoli. Prendete le munizioni e proseguite nella stanza successiva. Questo è il primo dei numerosissimi combattimenti per tanto senza troppa esitazione fate fuori il nemico. Salite le scale e attraversate la porta rifornendovi delle munizioni che troverete per terra. Adesso dovreste trovarvi di fronte ad una più folta schiera di nemici, circa setto o otto, tuttavia non temete perché non tenderanno a muoversi velocemente per accerchiarvi. Fateli fuori velocemente sfruttando le coperture e mirando alla testa quando è possibile.

Nell’area successiva raccoglieremo una nuova arma. E che arma! Si tratta di un lancia granate, un arma di tipo pesante, che utilizzeremo subito per far fuori un mucchio di androidi di sicurezza e sciaguratamente danneggiare un tubo da cui usciranno delle fiamme minacciose. Scendiamo con l’ascensore accanto e raggiungiamo il corridoio minacciato dalle fiamme e attraversiamole con uno scatto veloce per non subire danni. Fatto questo proseguite nella sala successiva.

Prima di andare a destra proseguite dritto ed entrate nella porta di un ufficio. In questo ufficio potrete “hackare” una cassaforte seguendo le istruzioni su schermo del minigioco ed ottenendo così alcuni crediti (valuta ufficiale nel mondo di Mass Effect). Proseguendo nell’avventura troverete molti altri dispositivi da bypassare con minigiochi simili. Fatto questo potete ritornare sui vostri passi e proseguire. Salite le scale ed entrate nella porta per poi fare il primo incontro con Jacob.

Jacob vi aiuterà a superare lo scontro con i robot di sicurezza, servitevi dei suoi poteri come biotico per facilitarvi il compito. Dopo lo scontro e il dialogo con Jacob verrete a conoscenza del costosissimo Progetto Lazarus condotto dalla società Cerberus, durato ben due anni e con oggetto la rianimazione di Shepard.

Proseguite seguendo il sentiero fino ad arrivare al prossimo scontro con circa quattro androidi, fateli fuori e proseguite verso la stanza successiva. Continuate fino alle scale per poi salirle e dirigervi a sinistra per entrare in una piccola stanza con un PC da cui ascoltare una registrazione, poi proseguite attraverso la porta a destra delle scale.

In questa stanza conoscerete Wilson, ufficiale medico dell’astronave, aiutatelo ad alzarsi curandolo con i medikit nella stanza e dopo avergli parlato uccidete altri tre o quattro robot che faranno irruzione.

Assistito alla rivelazione di Jacob continuate dritto ed esaminate i corpi sparsi sul pavimento per eseguire un altro hacking ed ottenere utili crediti. In seguito passate la porta a destra dei corpi e continuate scendendo le scale. Entrate nella sala successiva e preparati ad un altro scontro con le sentinelle robotiche, avanzate fino alle scale e salitele. Una volta in cima fate attenzione ai numerosi nemici che provengono da sinistra e in particolare dalla porta infondo. Eliminati i nemici entrate nella stanza da dove sono usciti ed esaminatela in cerca di oggetti.

Fatto questo andate avanti e attraversate la porta sul lato opposto alla sala in cui avete raccolto gli oggetti e proseguite fino al dialogo e al prossimo colpo di scena.

 

 

Capitolo 2 – Il comando a Shepard!

A bordo della navetta con Jacob e Miranda vi verranno poste alcune domande. Rispondete a queste in base alla vostra esperienza sulla serie Mass Effect. Tali domande non cambiano il corso della trama irreversibilmente ma sono utili per far “capire” al gioco cosa sapete o meno in base a come avete giocato il precedente capitolo e di regolarsi di conseguenza.

Esaurite tutte le domande, assistete ancora ad alcuni spezzoni video per poi ritrovarvi nel vascello dove avrete la possibilità di parlare con l’Illusive Man. In questa sessione avrete ben poco da epslorare. Quindi potete recarvi infondo alla stanza e dopo aver sceso le scale entrare nella stanza dove un sistema computerizzato di ologrammi vi metterà in contatto con l’Illusive Man. Prima o dopo aver parlato con la figura misteriosa potete anche personalizzare il vostro aspetto servendovi della console apposita sul muro della stanza principale (proprio quello accanto le scale). Non preoccupatevi troppo del vostro aspetto al momento visto che in seguito potrete farlo in qualsiasi momento.

L’incontro con l’Illusive Man sarà illuminante dal momento che apprenderete parecchie cose sul vostro ruolo e sul motivo per cui Cerberus ha investito un enorme patrimonio su di voi. Primo obiettivo è dirigervi su una colonia dell’Alleanza sotto assedio. Obiettivo unico è quello della sopravvivenza dell’umanità e il migliore per questo compito è Shepard e il suo prossimo equipaggio.

Tornati nella sala principale della nave potrete parlare con Miranda e Jacob. Non dimenticate di parlare il più possibile se siete interessati al vostro grado di rinnegati (renegade) o paladini (paragon). A questo punto avete una più chiara idea sui vostri due compagni, da un lato Miranda, soldato interessato alla missione e nient’altro, dall’altro Jacob, professionale ma allo stesso tempo più aperto ai rapporti personali. Concluso ogni dialogo potete recarvi alla porta infondo alla stanza per concludere il capitolo.

La colonia assediata (Freedom’s Progress)

A bordo della navetta vi trasporta potrete illustrare il piano e le priorità ai vostri compagni in quanto ufficiale comandante. Nel nostro caso abbiamo deciso di mettere come priorità la salvezza dei sopravvissuti, potete comunque scegliere altre priorità e variare leggermente la missione. Scesi sulla terra ferma potrete fraternizzare con il nuovo set di armi. Il nostro consiglio è di fare affidamento al fucile d’assalto, tuttavia ogni situazione può richiedere un’arma differente e in tal caso o nel caso in cui lo preferiste, potete usare un’arma diversa.

Evitate di esplorare la piattaforma di atterraggio, visto che non vi è proprio nulla da raccogliere. Proseguite dritto ed entrate nella struttura. Esaminate la stanza per poi dirigervi e passare la porta. Seguite il percorso voltandovi a sinistra e scendendo la rampa per addentrarvi sempre più nel mistero che ha avvolto questa colonia. Proseguite scendendo le piattaforme e aprite la porta grande di fronte. Appena aperta la porta dovrete farvi sotto contro altri androidi di sicurezza, uccidete quelli sulla balconata frontale e poi giratevi a sinistra per ucciderne degli altri (androidi dalle sembianze di cane comprese). Adesso salite le scale ed entrate nella porta aperta a destra per raggiungere una stanza. Rifornitevi di kit medici (Medi-Gel) e provate a forzare la cassaforte. Non appena varcherete la soglia verrete attaccati da due androidi. Uccideteli ed esaminate le casse a destra per raccogliere tutto. Continuate avanti fino ad assistere ad un filmato. A questo punto avrete fatto conoscenza con Tali (vecchia conoscenza da Mass Effect) e i suoi subordinati. Tali è in cerca di un membro mancate del suo gruppo, un tizio di nome Veetor. Cercate di ottenere l’aiuto di Tali e dei suoi compagni per essere facilitati per il resto della missione. Anche se non si uniranno a voi combatteranno i nemici lasciandovi meno lavoro da svolgere.

Ripreso il controllo di Shepard aprite la porta da cui Tali è uscita e scendete le scale e proseguite eliminando i nemici. Vicino il nemico eliminato troverete una cassa di sicurezza da forzare per ottenere dei crediti. Andate avanti e non appena vedrete i parapetti riparatevi dietro di essi per evitare gli attacchi delle sentinelle volanti. Vi consigliamo di utilizzare il sovraccarico (overload) sui questi nemici per farli fuori più rapidamente. Finita la strage potrete avanzare verso le prossime costruzioni. Tali vi contatterà dicendovi che il suo compagno Praaza è avanzato con un gruppo di soldati a lui fedeli verso la posizione di Veetor . Continuate avanti ed entrate nell’edificio dove raccogliere un medkit e crediti. Preso questi andate avanti e passate la porta che porta ad un’altra area all’aperto. Scendete le scale e all’apparizione dei nemici correte al riparo per sistemarli più comodamente. Finito lo scontro scendete ed esplorate l’area per bene senza perdervi nulla. Posizionate i due compagni ai lati delle porte. Infine vedrete un filmato con Tali che apre una porta di sicurezza che racchiude un robot sentinella YMIR (grande e grosso e potente). Posizionate i compagni e soprattutto voi per affrontare questo scontro più impegnativo.

Per battere la sentinella YMIR è di fondamentale importanza muovervi da riparo a riparo cercando sempre copertura e sparando con le armi più potenti. Preoccupatevi di usare i poteri che eliminano il suo scudo e non dimenticate mai di correre al riparo fino a quando non finisce la sua raffica di proiettili. Per distruggere il suo scudo è consigliabile usare il sovraccarico (overload). Ricordatevi di preservare la vostra vita a quella dei compagni (che in caso vadano fuori gioco ritorneranno attivi dopo lo scontro o usando un medikit).

Fatto fuori il grosso nemico esplorate l’area prima di andare dove si trova Tali. Esplorando il nemico otterrete dell’Iridium e alcune munizioni per armi pesanti. Nell’area sono presenti anche crediti e munizioni da raccogliere. A questo punto potete dirigervi da Tali, occupata a curare i feriti. Parlatele e proseguite verso Veetor che si trova nell’unico edificio chiuso nelle vicinanze.

Entrati fate conoscenza con Veetor, irrequieto e terrorizzato, scegliete i dialoghi a vostro piacimento e apprendete della specie aliena dei Collectors che rapisce umani per scopi a voi ignoti.

Assistete alle scene e ancora una volta fate le vostre scelte per poi tornare alla nave al cospetto dell’Illusive Man. Nel dialogo con l’uomo misterioso otterrete una lista di possibili compagni da arruolare per adempire al vostro duro compito di comandante con successo. Primo da arruolare è la figura indispensabile dello scienziato. Godetevi le scene per fare nuove sorprendenti scoperte.

A bordo della Normandy SR2

Ripresi i comandi di Shepard potete parlare con Jacob e Miranda per approfondire la loro conoscenza, vi consigliamo anche di esplorare la nuova Normandy e di farvi aiutare dall’IA EDI per conoscere la funzione di ogni stanza della nave. Nonostante essa assomigli molto alla vecchia Normandy vi sono nuovi aspetti che vi piacerebbe apprendere.

Per spostarvi da un’area all’altra servitevi dell’ascensore centrale. I piani sono: la cabina del comandante, il CIC (Combat Information Center), reparto personale e reparto ingegneria.

I più collezionisti di voi saranno felici di sapere che la cabina del comandate è interamente personalizzabile con modellini, action figures e animaletti o pesci per l’acquario. Inoltre da qui potrete cambiare il vostro aspetto tramite apposito terminale.

Parlate anche con altri membri dell’equipaggio per sapere le loro funzioni. Ricordate anche che a fine di ogni missione parlare con l’equipaggio consente di ottenere missioni secondarie.

Giusto per farvi qualche esempio, parlando col cuoco potrete ottenere la missione secondaria con l’obiettivo di comprare alcuni ingredienti più sofisticati per aumentare la qualità del cibo e quindi il morale della ciurma; parlando con la dottoressa Chakwas vi incaricherete di comprare una bottiglia di Serrice Ice Brandy; parlando con i due ingegneri invece vi occuperete di trovare alcuni materiali necessari alla Normandy.

Nella vostra esplorazione non dimenticate di consultare il terminale nella cabina del comandate o nel CIC per leggere i messaggi ricevuti. Così facendo saprete che il Consiglio alla Cittadella vorrà vedervi. Fatto tutto dirigetevi verso la mappa della galassia per viaggiare nello spazio!

Entrati nella mappa potete decidere di andare nelle diverse locazioni segnalate. Potrete anche dirigervi verso i pianeti per scannerizzarli e piazzare delle Probs che estrarranno preziosi minerali da usare nelle ricerche (di cui si occuperà lo scienziato che arruolerete).

Per prima cosa noi abbiamo deciso di andare alla Cittadella. Per farlo avvicinatevi al Mass Relay con la navetta e viaggiate fino alla Nebulosa del Serpente che ospita la Cittadella.

Capitolo 3 – La Cittadella

La Cittadella è davvero vasta e qualora lo desideraste troverete molte missioni secondarie da portare a termine. Il nostro consiglio è di darvi ad una esplorazione generale se credete importante portare a termine ogni missione. Inoltre cercate di recarvi nei negozi e parlare con i commessi per patteggiare uno sconto.

Una volta scesi potrete parlare con alcuni npc, ma niente di interessante vi verrà detto. Proseguite dunque fino al Capitano Bailey ma prima incontrerete il Turian chiamato Haron che vi analizzerà con uno scanner per poi dedurre il vostro stato di defunto. Verrete così mandati dal Capitano Bailey e discuterete sul vostro stato ufficiale potendo decidere se dichiararvi vivi o restare morti per la legge.

Finito il dialogo potete andare verso Avina , un programma IA che vi informa sulla Cittadella e i suoi abitanti. Passate accanto i due Krogan per udire il loro dialogo ed ottenere una missione secondaria.

Dirigendovi allo Zakera Caffé potrete comprare il pasto richiesto dal cuoco della Normandy mentre come abbiamo detto in tutti gli altri negozi parlate con i commessi per ottenere degli sconti. Allo Zakera Caffé potete anche comprare due romanzi scritti da Drew Karpyshyn (autore reale, responsabile per la storia del primo Mass Effect).

Recandovi verso il locale Dark Star potrete riconoscere (se avete giocato Mass Effect) la giornalista Khalisah al-Jilani. Parlatele e scegliete i dialoghi come meglio credete.

Fatto questo entrate nel locale (disco-pub) dove potrete ottenere altre missioni secondarie, ordinare da bere e ballare. Qui potrete acquistare il liquore per la dottoressa Chakwas e parlare col Turian per portarvi avanti nella missione ottenuta ascoltando il dialogo tra i due Krogan (Krogan Sushi).

Finita la vostra esplorazione della cittadella potete andare al Presidium utilizzando uno dei computer per il trasporto veloce presenti in città.

Appena giunti parlate con il capitano Anderson e seguite il dialogo come meglio credete. Assistite agli eventi e all’incontro con l’ambasciatore Udina . Finito il discorso potete tornare ad esplorare la Cittadella o se ne avete abbastanza ritornare alla Normandy.

Capitolo 4 – Omega: Alla ricerca del Dr. Mordin Solus

Saliti sulla Normandy potete fare rotta per Omega che si trova nella Nebulosa Omega . Giunti a destinazione vi renderete conto di trovarvi su un asteroide convertito in una stazione spaziale e popolato da briganti e altri soggetti poco raccomandabili.

Prima di tutto conoscerete il Salarian di nome Fargut. Egli verrà interrotto da Moklan che chiederà a Shepard di fornire al leader di Omega ogni dettaglio sul motivo del vostro sbarco.

Il leader si trova nel locale Afterlife , un altro disco pub frequentato da feccia questa volta. Potete raggiungerlo guardando l’insegna luminosa (non passa di certo inosservato). Le guardie vi avviseranno che Aria, il leader, vi sta aspettando alla fine del locale. Quando incrocerete il Batarian di nome Kylan rispondete diplomaticamente o preparatevi allo scontro armato immediato.

Andate verso il lato opposto all’entrata e incontrate Aria . Potete rivolgerle diverse domande per avere informazioni ma quello che ci interessa è il dottor Mordin per tanto fatele domande a riguardo. Verrete a sapere che il dottore si trova in un area in quarantena per via di un’epidemia diffusasi di recente e che colpisce le specie aliene.

Ottenete le informazioni e uscite dall’Afterlife. Adesso potete dirigervi a sinistra verso l’emporio di Harrot per fare acquisti e ottenere una missione secondaria oppure potete lasciar perdere le spese e passare ad altro.

Altro luogo è il mercato di Omega dove esplorando avrete altre possibilità di acquisto e di ottenere side quest. Tenete bene in mente che con ogni commerciante potete trattare uno sconto semplicemente parlando nel modo adeguato.

Una nota a parte merita il mercante Kenn . Egli è arrivato su Omega come pellegrino (caratteristica dei Quarian) ma è stato derubato e forzato a tenere aperto il suo negozio per sopravvivere. I suoi prezzi sono forzati a rimanere alti per interesse di Harrot. In definitiva potete scegliere di aiutare questo Quarian in difficoltà e completare la missione secondaria. Dal negozio di Kenn potete acquistare il pezzo necessario agli ingegneri della Normandy.

Accanto al negozio di Kenn vi sono dei temibili Vorcha, parlategli per fare la conoscenza di queste spregevoli creature.

Prima di entrare nella zona di quarantena potrete anche accedere all’area VIP dell’Afterlife tramite un corridoio alternativo nei pressi del negozio di Kenn. Giunti lì parlate col Krogan per conoscere qualcosa di più su Aria.

Parlando con il barista Batarian inizierete un’altra missione secondaria.

Fatto tutto andate verso la zona di quarantena e convincete il soldato Turian a lasciarvi passare. Giunti dentro continuate avanti e seguite il corridoio e ricordatevi di raccogliere l’Element Zero nel container. Proseguite verso il prossimo corridoio fino ai due Turian che sembreranno attaccarvi ma che in realtà cercano di difendere la zona. Non attaccateli e proseguite. Entrate nella stanza adiacente raccogliete il kit medico dal muro. Continuate per la vostra strada fino a ritrovarvi dietro i Turian visti poco prima. Andate a destra e dentro la porta per accedere alla vera e propria zona di quarantena. Non appena entrati preparate le armi perché due mercenari vi attaccheranno. Arriveranno dal lato del mucchio di corpi che brucia. Fateli fuori senza indugiare e usate i punti di copertura. Uccisi i nemici esaminate la zona in cerca di crediti e dispositivi da forzare digitalmente. Raccogliete anche le munizioni per armi pesanti. Forzate la porta elettronicamente e arriverete in una stanza con due Turian deceduti. Per ascoltare i loro ultimi pensieri utilizzate il registratore nella stanza.

Adesso tornate nella stanza dell’ultimo combattimento e parlate al Batarian morente seduto a terra. La nostra scelta è stata quella di aiutarlo ad alzarsi e promettergli di mandare un medico a salvarlo.

Finito il dialogo continuate avanti fino alla porta chiusa e sigillata. Apritela prima di andate avanti e scendete le scale fino ad una stanza con un corpo su un lettino. Ascoltate la registrazione per saperne di più, poi aprite la cassaforte con i crediti all’interno. Ora tornate indietro per proseguire la strada principale. Battete i nemici nello scontro armato usando le coperture per difendervi dai proiettili provenienti da ogni angolo. Potreste trovare difficoltà per via del numero elevato di mercenari, tutto quello da fare è farli fuori utilizzando i poteri speciali e effettuando colpi precisi alla testa. Dopo aver fatto piazza pulita esplorate l’area, potrete salire le scale per raggiungere un piano superiore dove trovare alcuni oggetti da raccogliere (crediti). Tornate nella grande stanza al piano di sotto e andate verso il lato opposto alle scale in cerca di una stanza sigillata. Apritela e andate avanti fino a trovare due umani rifugiati. Esplorate la stanza in cerca di oggetti utili e poi parlate agli umani per fare le vostre scelte.

Adesso tornate indietro fino alla stanza dello scontro con il nemico. Andate dietro il muro che veniva usato come protezione dal nemico, vi raccomandiamo di non sparare ai barili esplosivi da vicino o farete una brutta fine. Continuate per la vostra strada ed esaminate i corpi di Turian per ricevere un oggetto per upgrade delle armi. Seguite il corridoio e fate attenzione ai nemici. In questo scontro dovrete vedervela con i Varren (simili a dei cani). Per uscirne indenni non fate avvicinare nessuno alla vostra copertura, uccidete i cani e i nemici armati di lanciafiamme prima che siano troppo vicini. Ricordate anche di avanzare e raccogliere le preziose munizioni sul suolo.

Concluso lo scontro aprite la porta sul lato sinistro della stanza e raccogliete l’Element Zero. Ora dirigetevi verso la stanza adiacente (appartamenti abbandonati) per trovare alcuni umani. Parlategli per poi ritornare nella sala grande. Ora è il momento di andare nella clinica . Per aiutarvi a trovare la strada seguite la linea rossa sul pavimento fino a superare i corpi ammassati che bruciano, passando per la porta, scendete le scale e prima di essere giunti dovrete gestire la situazione con una guardia. Non appena vi parla non provate a fare niente di strano o sarete costretti ad uno scontro armato.

Entrati in clinica datevi all’esplorazione prima di proseguire. Troverete diversi oggetti utili come upgrade per armature, crediti e medi-gel, allo stesso modo dei minerali come Palladium, Iridium, Platinum ed Elemento Zero. Adesso siete pronti per parlare con Mordin Solus . Se sarete gentili potrete ottenere una missione secondaria con lo scopo di salvare l’assistente di Mordin. Potete anche parlargli del Batarian stremato che avete incontrato all’entrata della quarantena.

Tornate verso la porta bloccata nella clinica per andare avanti. Salite le scale e mettetevi sottocopertura per uccidere tutti i bersagli ostili. Come al solito non fate avvicinare nessuno a voi o vi troverete nei guai. Andate all’estremità della stanza e verso sinistra per salire un’altra scala. Fate fuori gli altri nemici per poi andare in cerca di munizioni e kit medici pieni di crediti, forzando digitalmente le serrature quando necessario.

Proseguite per trovare un corridoio con una porta sigillata. Hackatela per ottenere dei rifornimenti. Seguendo il percorso a sinistra giungerete in una stanza con due porte a destra e sinistra. Andate a sinistra per assistere a un breve filmato dove incontrerete l’a ssistente del dottor Mordin . Dopo il dialogo assicuratevi di raccogliere il kit medico nella stanza. Tornate indietro nella stanza precedente e andate nella sala opposta a quella in cui avete trovato l’assistente. Scendete le scale e proseguite uccidendo i nemici su schermo. Fateli fuori e andate avanti verso le scale. Armatevi di fucile di precisione e fate piazza pulita. Assicuratevi di uccidere i nemici con il lanciamissili con il fucile da cecchino. Ucciso l’ultimo nemico andate verso la sua posizione e proseguite. Ancora una volta fate attenzione ad altri nemici con lanciamissili, usate il cecchino per non avere problemi. Fate in fretta per poi concentrare il fuoco sui nemici di sotto e su questi vi indichiamo di usare un’arma differente come il fucile d’assalto. A strage eseguita potete non preoccuparvi di cercare oggetti da raccogliere oltre le munizioni visto che la stanza non ne è fornita.

Quando siete pronti andate verso le porta da cui erano sbucati i nemici. Fate attenzione ai bersagli con lanciafiamme riparandovi dietro la porta da dove siete venuti. Adesso esplorate il lato destro della stanza per un kit medico sul muro per poi proseguire verso la piccola scala, per essere quasi giunti a destinazione. Raggiunta la porta entrate e vi troverete nella sala di controllo dove dovrete diffondere la cura. Avrete ora il compito di eliminare i Vorcha dopo il breve dialogo. Il primo scontro sarà semplice. Finito andate nella sala di comando principale e iniziate il processo di cura usando il computer. Adesso vi aspettano altri due passaggi prima che la cura sia completa.

Uscite dalla sala per affrontare altri Vorcha. I primi da eliminare sono sul balcone di fronte. Poi uccidete quelli sul piano in cui vi trovate e recatevi in uno dei percorsi a destra o sinistra (sentitevi liberi visto che non importa dove andare prima). Sfruttate le coperture per bene e continuate fino alle sale di comando. Una volta dentro attivate il meccanismo tramite computer. Adesso ripetete l’operazione verso l’altra sala e ricordatevi di fare estrema attenzione all’elevato numero di nemici e cosa più importante, non fateli avvicinare a voi. Attivato l’altro computer avete compiuto il vostro compito ed automaticamente ritornerete in clinica. Ora c’è poco da fare, godetevi i dialoghi e fate le vostre scelte per invitare il dottore nel vostro team. Fatto tutto questo ritornerete alla Normandy sani, salvi e più numerosi di prima.

Omega: Un vecchio amico che si chiama G…

Tornati sulla Normandy possiamo subito ritornare su Omega per svolgere l’altra metà del lavoro da fare. Il nostro obiettivo è di arruolare un cecchino professionista col soprannome di Archangel. Scendete su Omega e dirigetevi all’Afterlife e parlate con Aria per sapere di più su questo cecchino. Prima di questo potete anche parlare con l’addetto alla sicurezza, un Turian di nome Gavorn. Egli si trova fuori dall’Afterlife, giusto all’entrata. Adesso ritornando all’Afterlife recatevi verso Aria e cercate di parlare col Turian di nome Grizz. Egli vorrà arruolarvi per un lavoretto. Potete anche parlare col Krogan “il patriarca” per una missione secondaria. Se avete parlato con Aria sapete ora che l’Archangel è diventato il nemico di molte gang locali, un personaggio decisamente scomodo. Aria vi indicherà anche chi contattare per arruolarvi. Adesso scendete dalle scale e andate dal Batarian che si trova nel locale e che arruola volontari. Fategli sapere che siete disponibili e vi lascerà passare per parlare con un Batarian che finalmente vi assegnerà una missione. Quando uscirete vi incrocerete con un ragazzo umano che ha tutta l’intenzione di arruolarsi, decidete se intervenire o meno per convincerlo del contrario.

Dovete recarvi fuori dal locale e andare a destra per raggiungere un pilota ben corazzato a cui dovete comunicare di essere pronti per partire. Arrivati a destinazione un Batarian vi spiegherà gli obiettivi. Il vostro compito sarà raggiungere l’Archangel che si è barricato in un edificio ed impedisce a chiunque di avvicinarsi per distrarlo e permettere ad un’altra squadra di avvicinarsi a lui.

Preso il comando di Shepard proseguite avanti fino al tavolo con alcuni brutti ceffi alieni, solo uno di questi è disposto a parlarvi. Jaroth, questo è il suo nome, gestisce un gruppo di mercenari e vi darà informazioni sull’Archangel. Esaminate la zona per accaparrarvi un datapad ed ottenere una side quest. Andate avanti proseguendo per raggiungere un piccolo corridoio. Esaminate ogni porta per entrare in un piccolo ripostiglio dove raccogliere crediti da un tavolo alla vostra sinistra e hackare un datapad per altri crediti. Importante è che voi hackate il robottone nella stanza per poi trovarvi avvantaggiati dalla sua lentezza quando vi attaccherà più avanti.

Adesso tornate al corridoio e passate l’unica porta che resta da esplorare. Sarete in un nuovo corridoio da seguire fino alla fine. Qui troverete un altro leader di un gruppo criminale chiamato Blood Pack. Potete parlare con il Krogan Garm per avere informazioni.

Proseguendo avanti vi state ormai avvicinando all’Archangel. Il datapad a terra vi farà ottenere altri crediti. Passate la porta a destra per rifornirvi di upgrade, munizioni e altri crediti, poi entrate nell’altra porta per trovare un gruppo di mercenari vicini ad una Gunship. Parlate al gruppo e conoscerete il mercenario di nome Cathka , un esperto tattico e abile meccanico che vi darà informazioni sull’assalto alla posizione finale. Ripreso il controllo noterete la barra vitale dell’Archangel, tenetela sott’occhio perchè dovete raggiungere il vostro futuro compagno prima che sia troppo tardi. Per riuscire uccidete tutti i nemici che attaccano la struttura per ritrovarvi i mercenari contro. Non temete lo scontro e fatevi avanti verso la struttura. Liberate il primo piano ed esploratelo in cerca di un upgrade per l’Omni-Tool e alcuni kit medici. Al secondo piano combattete con i restanti bersagli e andate in cerca di altri oggetti (crediti e Medi-Gel).

Ora potete incontrarvi con l’Archangel nella stanza in cui si è barricato e scoprirete che egli è niente poco di meno che… Garrus ! Lo conoscete bene se siete stati giocatori di Mass Effect e siamo sicuri sarete felici di vederlo.

Adesso l’obiettivo primario è quello di portare il vostro amico fuori di li sano e salvo.

In termini pratici dovete resistere alle ondate di nemici per difendere la posizione. Vi consigliamo di usare il fucile da cecchino per eliminare i nemici prima che si avvicinino all’edificio in cui vi trovate. Qualora qualche nemico dovesse passare allontanatevi dal balcone dov’è Garrus e andate a fare piazza pulita.

In queste ondate di nemici anche il robottone che avete prima manomesso vi attaccherà, o meglio se avete sabotato correttamente il robot saranno i nemici ad essere attaccati da lui.

Finite le ondate è tempo di parlare con Garrus. Suonerà un allarme e dovrete risolvere la questione lasciando a Garrus il compito di difendere la struttura. Potrete decidere di lasciare un membro del vostro party ad aiutare Garrus e il nostro consiglio è di farlo perché qualora egli morisse la missione fallirebbe.

Fatto questo lasciate la posizione per dirigervi sotto le scale e passate la porta ora aperta. Adesso siete in uno spazio più vasto con una porta aperta difronte. La prima cosa da fare è correre verso la porta difendendovi dai nemici e premere il pulsante verde accanto per iniziare un conto alla rovescia prima della sua chiusura. Assicuratevi di uccidere tutti i nemici prima che disattivino il meccanismo.

Restano da chiudere altre due porta, quella di destra e di sinistra. Iniziate con quella che preferite, noi siamo andati in quella di destra e poi in quella a sinistra. Camminate avanti fino all’hangar pieno di nemici da sterminare. Eliminateli con calma e restate sotto copertura quanto è necessario per non perire. Non prendetela troppo comoda o Garrus perderà preziosi punti vitali, adesso avvicinatevi al pulsate verde e chiudete anche questa porta.

Ora è tempo di recarvi verso l’ultima porta da chiudere (quella di sinistra). Questa è la porta più facile, tutto quello da fare è eliminare i bersagli nello stretto e angusto corridoio fino al pulsate verde e quindi chiudere la porta. In ogni caso fate particolare attenzione ai brutti ceffi con il lanciafiamme. Chiuse le porte sarete trasportati da Garrus istantaneamente.

Eliminate i due gruppi di mercenari mantenendovi a debita distanza. Il secondo gruppo di nemici vi attaccherà entrando dalle finestre del secondo piano, è consigliabile ripararsi dietro i muretti presenti.

La parte difficile viene solo adesso, quando una gunship nemica vi attaccherà. Garrus è ora incapace di attaccare e solo voi potete risolvere il conflitto. Per farlo il nostro consiglio è di ripararvi dietro i muretti della balconata e sparare al velivolo con un fucile a pompa quando avrà finito la sua raffica di colpi. Usate anche il lanciagranate per causare ingenti danni. Se impiegherete più tempo nella sua eliminazione fate attenzione ai soldati che entreranno dal lato destro della sala del secondo piano. In tal caso fateli fuori e ritornate ad attaccare il velivolo.

A conflitto concluso è tempo di lasciare Omega e salpare con la Normandy. Il tutto avverrà in automatico.

Capitolo 5 – Uno scomodo prigioniero (The Convict)

Ora che il vostro equipaggio di combattenti può contare su un numero di quattro membri potrete dedicare più attenzione alla scelta del vostro team ogniqualvolta sbarcherete su una nuova area. Prendetevi il tempo necessario per potenziare armi e armature tramite il terminale del laboratorio scientifico ed organizzate l’armamentario di ogni compagno, leggete i messaggi dal terminale e fate tutto ciò che ritenete importante prima di passare alla prossima missione.

La missione che vi attende consiste nel recuperare un altro prezioso elemento del vostro team. Tutto quello che si sa su di lui è il suo stato di temibile galeotto e il suo nome: Jack. Non rimane che recarsi al posto in cui è imprigionato per richiedere il suo rilascio ma le cose non andranno tutte lisce…

Andiamo nella mappa di navigazione e cerchiamo il sistema di Osun per poi dirigerci verso il Purgatory . Atterrate sulla struttura spaziale per prendere il controllo di Shepard. Proseguite fino alla guardia e parlatele. Fate la conoscenza di Warden Kuril, un Turian piuttosto rude che gestisce la prigione. Nonostante vi chiederà di depositare le vostre armi, qualsiasi opzione di dialogo sceglierete non avrete possibilità di accontentarlo, conseguenza: crescono le ostilità.

Fatevi strada per la prigione andando avanti e parlate con i prigionieri quando è possibile per avere più informazioni sul luogo e Warden Kuril. Jack è tenuto in uno stato di sonno criogenico continuo, tutti temono i suoi potenti poteri. Ma da che mondo è mondo anche nel Purgatory la miglior merce di scambio per il rilascio dei prigionieri è il pagamento di alte cauzioni, ci penserà Cerberus nel vostro caso. Continuate ad avanzare e vedrete una guardia che picchia un prigioniero, potrete decidere come agire in base ai dialoghi, fatta la vostra scelta proseguite. Al biforcamento della strada dirigetevi a destra per parlare con una guardia, andate dritto per proseguire e trovare un tecnico al computer. A questo punto Warden Kuril annuncerà alla prigione che Shepard è qualcosa di molto più prezioso per lui rispetto all’ammontare offerto da Cerberus per il rilascio di Jack.

Visto che le cose vanno di male in peggio è il momento di correre sotto copertura. Tutti i soldati mercenari saranno interessati a farvi fuori, non temete il numero e sparate a raffica per ucciderne almeno uno ogni volta che uscite dalla copertura, infatti quasi tutti sono sprovvisti di scudi o armature. Altra cosa importante è avanzare di continuo appena ne avrete l’occasione. Superata la porta infondo dei mercenari muniti di scudi partiranno all’assalto, fate attenzione e attaccate con più cautela, magari utilizzate il sovraccarico o altri poteri dei vostri compagni di squadra. Dedicate attenzione ai robot FENRIR i quali tendono ad attaccare da vicino. Ora andate avanti verso la porta chiusa in precedenza (quella vicino la guardia che vi aveva negato l’accesso) e appena entrati fate fuori il tecnico con manie di protagonismo. Esaminate la sala per un kit medico e dell’Element Zero e poi usate il terminale.

Assistete alla scena animata e aprite tutte le celle dell’area. Jack è ora sveglia e avrete notato il suo caratterino. Questo è il momento di inseguirla e proporle un patto, riprendete i comandi e passate per la porta appena sbloccata. Esaminate i robot per terra per guadagnarvi un upgrade tecnologico poi correte per il corridoio illuminato di rosso. Esaminate la postazione della guardia per alcuni crediti e poi passate il muro sfondato per accedere ad un’area più vasta. Verrete coinvolti nello scontro tra prigionieri e guardie, potete scegliere se aspettare che i due gruppi si uccidano a vicenda o attaccare entrambi. Fate fuori il robot YMIR tenendovi a debita distanza tra le numerose coperture e a scontro finito esaminate l’area. In particolare esaminate i corpi delle guardie per un PDA che contiene crediti e un potenziamento per i fucili. Fatto tutto ciò andate avanti passando per la porta vicino. Accaparratevi il Medi-Gel ed esaminate tutte le scatole per ricevere crediti ed oggetti. Preparate le armi per il prossimo scontro che si svolgerà in un’altra area simile a quella appena superata. La difficoltà in questo scontro è crescente ma come al solito vi basta utilizzare le coperture e posizionare i compagni dietro altri ripari per eliminare gli ostili. Nello scontro ci sarà un altro robot YMIR a darvi del filo da torcere, riparatevi bene visto che altri nemici vi spareranno da un ponte. Come al solito finito lo scontro esplorate in cerca di oggetti e crediti. In questo caso troverete munizioni sparse in giro. Passate la porta successiva ed esaminate la cassaforte per trovare dei crediti e non dimenticate di raccogliere tutto il resto. Fatto tutto proseguite.

Assistite alla breve scena animata per vedere Warden Kuril barricarsi dietro uno scudo protettivo. Il vostro obiettivo sarà eliminare tutti i bersagli e fare attenzione ai mercenari più protetti con scudi e armature che difenderanno il loro capo. Avanzate e sparate ai tre generatori di forza che creano lo scudo di Warden Kuril , quando lo scudo è disattivato è tempo di darci dentro contro Kuril. Vi raccomandiamo di uccidere prima di tutto i mercenari e poi disattivare l’ultimo generatore per scontrarvi contro il boss rimasto solo.

Adesso che Kuril è morto è tempo di parlare con Jack. Seguite i dialoghi e fate le vostre scelte (consegnare o meno i rapporti Cerberus a Jack è una vostra scelta), a fine scena vi ritroverete un prezioso compagno in più pronto ad aiutarvi.

Capitolo 6 – Il temibile guerriero (The Warlord)

Continua il viaggio di Shepard e compagni in cerca di nuovi membri, adesso è il turno di andare dal Dr. Okeer della razza Krogan. Avviciniamoci alla mappa di navigazione per salpare verso il pianeta Korlus nella Eagle Nebulosa . Questo pianeta è popolato da criminali violenti e altamente inquinato, armatevi e siate pronti ai numerosi combattimenti.

Appena scesi non curatevi di esplorare l’area dietro di voi e andate avanti fino ad una rampa dove vi scontrerete con alcuni mercenari. Finito lo scontro continuate dritto. Salite e scendete le rampe fino al soldato ferito. Raggiungetelo e parlategli per ottenere informazioni mentendo sul suo stato di salute. Adesso sappiamo che il dottor Okeer sta creando un Krogan geneticamente modificato nei laboratori di Jedore , colei che gestisce ogni business sul pianeta.

Finito il dialogo procedete tra macerie e corpi esanimi fino al prossimo combattimento con altri soldati. Fate fuori i nemici in alto e poi concentratevi ad esplorare l’area sottostante. Attenzione agli altri due soldati nemici sul ponte, se avrete la necessità potrete trovare un Medi-Gel nelle vicinanze.

Passate il ponte e andate a destra per arrivare all’area successiva. Procedete con lo scontro di grandi dimensioni che vi vedrà affrontare decine di nemici su balconi e passerelle che vi circondano. Concentratevi per bene e uscite dalle coperture solo se siete sicuri di avere mira libera. Prestate attenzione ai rinforzi e poi dirigetevi a sinistra per arrivare all’area piena di corpi di Krogan. Qui vi attende ancora uno scontro, più facile del precedente fortunatamente. Importante: aiutate il Krogan sopravvissuto ed egli vi aiuterà a combattere i soldati ostili, vedrete che sarà di buon aiuto. Lo stesso Krogan vi libererà la strada per il laboratorio, approfittatene e continuate il vostro cammino. Saccheggiate i corpi dei soldato stesi al suolo per trovare dei crediti e poi scendete. Un gruppo di soldati griderà e scapperà per poi spararvi, fateli secchi e proseguite. Un buon numero di Krogan piuttosto inferociti e rabbiosi si scatenerà contro di voi, questo scontro potrebbe impensierirvi se lascerete i nemici avvicinarsi troppo. Usate il fucile d’assalto quando si trovano distanti da voi, mentre usate il fucile a pompa per quando saranno dietro la vostra copertura. Non spostatevi da essa ed attendete con calma l’arrivo di tutti i 12 (circa) Krogan.

Ripulita l’area è tempo di proseguire. Esaminate i container per ottenere del Platinum e salite le scale per poi forzare digitalmente la porta e nuovamente salire altre scale. Adesso giungerete in una sala con una porta infondo, prima di aprirla accaparratevi tutti gli oggetti (medi-kit, upgrade e altro).

Oltrepassata la soglia della porta fate subito fuori i soldati e prendete posizione dietro un riparo. Fate fuori i nemici che presidiano la sporgenza opposta e badate bene ai loro lanciamissili. A scontro concluso prendete a sinistra per rimettervi subito sotto copertura per affrontare altri mercenari. Finito ogni scontro hackate il datapad, cercate munizioni e poi aprite la porta successiva.

Salite le scale e passate allo scontro diretto scegliendovi una buona posizione. Finita la battaglia tornate alla stanza adiacente (un ufficio circa) e raccogliete il kit medico per poi tornare alla sala dello scontro. Raggiungete la fine della stanza e sconfiggete i nemici ben corazzati per poi prelevare da un corpo di un soldato alcuni crediti. Adesso seguendo il percorso dovrete attraversare ancora una sala piena di nemici. Prestate attenzione dal momento che tutti i soldati in quest’area sono più temibili del solito, essi sono ben armati di lanciamissili e fucili d’assalto. Concluso lo sporco lavoro esaminate la cassaforte e il PDA per ottenere dei crediti. Tempo di andare avanti e ripetere la stessa storia ancora una volta. Infatti vi ritroverete in una nuova zona con nuovi nemici da abbattere. Prestate la solita attenzione del caso e poi avanzate salendo le sale. Altra area, altro scontro (vi avevamo avvisato dei numerosi nemici!), la regola è sempre quella di curarvi della copertura e attaccare. Continuate fino all’entrata di un piccolo ufficio con un Krogan morto ed esaminatelo per trovare crediti, Medi-Gel e altro. Attraversate l’altra porta per giungere, finalmente, dal Dr. Okeer .

Adesso sapete che il dottore ha come scopo quello di eliminare dalla faccia dell’universo il genophage, male genetico creato dai Salarian per sterminare la specie dei Krogan impedendo la riproduzione.

A mettersi tra voi, il dottore e il suo piano di salvezza per la sua specie sarà Jedore tramite altoparlante e il gas nocivo che si propagherà nella sala. Tempo di regolare i conti per un’ultima volta con questa causa-grane di Jedore. Prendete la porta a sinistra della stanza e scendete le rampe per giungere allo scontro con i soldati. Lo scontro è piuttosto arduo dal momento che ci saranno dei soldati, dei Krogan armati e dei robot YMIR che tenteranno di uccidervi oltre a Jedore ovviamente.

Il vostro obiettivo iniziale è quello di eliminare gli YMIR e i Krogan. Sfruttate il lanciagranate per far fuori i robot e non fate avvicinare i Krogan alla vostra copertura. Jedore da parte sua usa un lanciamissili in continuazione quindi tenete la testa bassa. Contro il boss l’arma più adatta è il fucile da cecchino (con proiettili elettrici). Così facendo dovreste uscire vivi e vegeti dalla battaglia e tornare dal Dr. Okeer in fretta prima che sia troppo tardi. Ma non temete perché a prescindere dalla vostra rapidità troverete comunque morto il dottore, inutile sforzarvi è un destino certo.

L’eredità del dottore, il prototipo di Krogan perfetto, è salva e Shepard la porterà sulla Normandy al sicuro.

Tornati a bordo andate al reparto ingegneria per entrare nella sala che custodisce il Krogan ancora privo di sensi. Sta a voi decidere se svegliarlo ora o in seguito. Il nostro consiglio è di svegliarlo e convincerlo ad entrare nel team, per farlo utilizzate le vostre abilità di buono o cattivo. Adesso anche Grunt è nel vostro sempre più temibile team.

Capitolo 7 – Una visita ai Collector (Horizon)

Mordin Solus, Garrus, Jack e Grunt sono stati reclutati, il vostro team è cresciuto e pronto per affrontare i Collector in prima linea. Dopo aver parlato con l’Illusive Man dovrete recarvi in una colonia chiamata Horizon nel Sistema Terminus . Ad aspettarvi sono i Collector, i vostri nemici numero uno. Infatti questi alieni hanno invaso la colonia attaccando tutti gli umani immobilizzandoli. Sopresa sorpresa (per chi ha giocato Mass Effect) alla colonia incontreremo Ashley (o Kaidan se il vostro Shepard è una donna) rimasta vittima anche lei dell’attacco.

Grazie al potenziamento per la tuta creato da Mordin potete scendere su Horizon e non rimanere immobilizzati come tutti gli altri esseri presenti (esclusi i Collector). Preso il comando di Shepard potete andare avanti seguendo il percorso andando poi a sinistra armatevi per il primo scontro. In quest’area vi sono molti ostacoli e quindi molte coperture. Usate il fucile da cecchino prima per sparare da lontano e fate scoppiare i barili esplosivi per eliminare i Collector. Finito lo scontro esaminate le scatole per trovare munizioni e datapad da hackare. Adesso potete avanzare fino a sentire Joker perdere ogni comunicazione con voi, anche questo è merito dei Collector che vogliono isolarvi. Giunti in un’altra area aperta altri nemici alieni verranno fuori per uccidervi. Eliminateli ed esaminate la struttura simile ad un rimorchio per trovare dei crediti e controllate il corpo del Collector alla fine della zona per un upgrade.

Proseguite fino a trovare il corpo dilaniato di quello che era stato un essere umano. Questi esseri vengono creati dai Collector e più tardi verrete attaccati anche da essi. Superate i corpi dei Geth e giungerete in un’altra area circondata da strutture dove provvederete ad assaltare i Collector presenti. Trovatevi un buon punto di copertura e aspettate di uccidere tutti i nemici nell’area ma fatelo solo dopo aver teso l’imboscata e aver fatto fuori i primi bersagli. Fate fuori per primi i nemici senza scudo, quando meno proiettili voleranno sopra la vostra testa dedicatevi ai nemici più corazzati. Ripulita la zona cercate all’interno delle strutture per fornirvi di un med-kit, crediti da una cassaforte da hackare. Ora salite sulla piattaforma con alcune casse sparse qua e là per continuare nel livello. Salite le scale per raggiungere una sala ed esaminate poi i corpi umani paralizzati. Salendo le scale manomettete il computer per ottenere crediti, adesso scendete e prendete a sinistra per esaminare i copri dei Collector per terra e ottenete così un’arma aliena piuttosto potente. Salite sul rimorchio per esaminare il PC e aggiungere altri crediti alla vostra raccolta, poi equipaggiate l’arma appena raccolta perché è il momento di usarla sui nemici. Dei nemici alieni più potenti vi assaliranno, essi sono luminosi e li distinguerete sicuramente a colpo d’occhio. Fate fuori prima questi e poi concentratevi sul resto. Avanzate poco a poco e sbarazzatevi dei nemici, raccogliete le munizioni che vi servono e sarete pronti per l’area seguente.

Forzate la porta digitalmente ed entrate nel locale dove farete conoscenza con un meccanico scampato all’attacco alieno. Parlate con lui per avere informazioni sulla colonia e su Ashley (o Kaidan). Il meccanico vi dirà anche che la colonia è provvista di un sistema di difesa utile (come fa notare Shepard) contro gli attacchi dei Collector.

Ri acquisiti i comandi cercate un kit medico nella stanza e alcune scorte di Platinum per poi procedere. Qui vi attende un ennesimo scontro, operate con velocità per impedire ai Collector di guidare mentalmente altri di loro.

Questo scontro (come quello successivo) è uno dei più difficili che avete affrontato fin’ora. Sappiate che i bersagli arriveranno da ogni parte, compresi i palazzi attorno. Trovate copertura sul lato destro o sinistro dopo aver eliminato i nemici in uno di questi lati per avere una visuale e una copertura più di vantaggio per e il team. Conclusa la battaglia cercate munizioni, crediti e l’upgrade esaminando il corpo di un Collector prima di hackare e procedere passando per l’enorme portone.

Appena entrati recatevi in uno dei lati dell’area (destra o sinistra) per trovare copertura dagli attacchi dei Collector Scion e i simil-zombie. Sparate con l’arma Collector raccolta prima agli Scion e usate il fucile a pompa contro gli zombie che si avvicinano alla copertura per frantumarli in un sol colpo. Probabilmente avrete bisogno di ricorrere agli attacchi ravvicinati contro i nemici zombie, per tanto usateli senza riserve. Ripulita l’area dai nemici andate ad hackare la scatola di munizioni pesanti e gironzolate per raccogliere altre munizioni. Adesso è il momento di affrontare l’ultima ondata di Collector, per farlo usate la postazione al centro e guardate il filmato.

Lo scontro sarà simile al precedente ma dovrete vedervela anche con i Collector comandati mentalmente. Dedicate attenzione a questo nemico e curate i partner caduti in battaglia (non tentate di fare gli eroi solitari se non siete veramente sicuri di potercela fare). Abbattete i suoi scudi ed eliminatelo usando l’arma Collector. Le due ondate di nemici vi attaccheranno in tempi diversi e da due lati diversi, per tanto prendete copertura dai lati opposti da cui provengono.

Sterminati i nemici è tempo di trattare la vittoria con il boss . Si tratta di un Pretorian , un insettone che spara raggi a dir poco pericolosi dagli occhi e attacca da vicino con campi elettrici o esplosioni. Come se non bastasse è dotato di tre barre vitali compresi lo scudo e l’armatura oltre ad una barriera che si crea in automatico quando non subisce danni.

Per abbattere questo mostro il nostro consiglio è di usare il fucile da cecchino posizionandosi il più lontano possibile. Se necessario scagliategli contro tutti i caricatori dell’arma Collector raccolta in questa colonia ed evitate che si avvicini alla vostra copertura o saranno guai grossi. Ovviamente fate saggio uso delle abilità biotiche e non del team, usate la concentrazione di Shepard per avere bonus temporali sul nemico.

Con il nemico definitivamente sconfitto è tempo di godersi i filmati che seguono. Non tormentatevi troppo se Ashley non verrà con voi visto che questo è inevitabile. Tornati sulla Normandy vi attende il rapporto con l’Illusive Man. Finito ogni filmato recandovi alla mappa di navigazione vi accorgerete di poter scegliere se reclutare altri membri o partire per altre missioni col vostro attuale team.

Capitolo 8 – Guadagnarsi la fiducia: Jacob

Arrivati a questo punto della storia, avrete notato che alcune abilità dei compagni non possono essere apprese perché “non si fida pienamente” di Shepard. Bene è arrivato il momento di guadagnarvi la loro fiducia svolgendo delle missioni con cui Cerberus non ha nulla a che fare.

Dovreste essere in grado di poter parlare con quasi ogni membro del vostro team dei loro problemi personali, dei loro timori o bisogni. Ognuno di questi dialoghi vi porterà a decidere se accettare o meno il compito.

Consideriamo la fiducia dei compagni un passo importante della trama di Mass Effect 2 e per questo (e per il fatto che sbloccherete dei costumi alternativi) vi proponiamo la guida attinente.

Come da titolo, partiamo con Jacob. Dopo aver accettato di assumervi il compito di aiutarlo con il suo strano sogno sul suo disperso padre dovrete recarvi alla mappa di navigazione e recarvi in una stazione di servizio per fare i l pieno di carburante e acquistare alcune probs. Adesso navigate verso la Nebulosa Rosetta per giungere al Sistema Enoch . Da qui spostatevi al bordo del sistema verso il Sistema di Alpha Draconis . Giunti in questo sistema dovete cercare il pianeta 2175 Aeia.

Iniziate a scannerizzare il pianeta e localizzate il segnale proveniente regolandovi con le indicazioni che vi fornisce il gioco. Appena trovata la fonte del segnale lanciate una prob per localizzare definitivamente la fonte del segnale e quindi essere in grado di scendere.

Scesi su 2175 Aeia proseguite per il sentiero lungo la costa fino a trovare un’IA registrata da cui apprendere informazioni. Avrete anche notato l’enorme nave spaziale distrutta e collisa con le rocce.

Esaminate l’area per trovare crediti e andate avanti fino ad incontrare una ragazza sconvolta nascosta dietro le casse. La ragazza vi parlerà di un leader che ha promesso di guidare i sopravvissuti per riportarli a casa. Evidentemente qualcosa non va nella mente dei sopravvissuti…Inoltre essi si sono divisi in fazioni, una ribelle di uomini l’altra di donne ormai disperate e devote. Appena saprete ciò la donna verrà attaccata e potrete impedire la sua brutta fine (o no) premendo i tasti nel momento giusto. Dopo questo preparatevi a uno scontro armato per tanto prendete copertura e risolvete questo semplice scontro. Fate solo molta attenzione a scegliervi una buona copertura e dopo averli fatti fuori tutti non scordatevi di esaminare il container per alcuni crediti.

Adesso seguite il percorso fino a salire e passare un robot distrutto (controllatelo e avrete informazioni sui nemici) e infine entrate nel rifugio dei sopravvissuti. Datevi all’esplorazione dell’area per avere preziose informazioni su chi ha fatto in modo che la situazione sul pianeta risultasse invivibile a tal punto e per ottenere upgrade e crediti. Non dimenticate di controllare il PDA e il kit medico.

Recatevi infondo alla zona per essere attaccati da un gruppo di robot, dopo averli uccisi proseguite fino al blocco di cemento e scatole che bloccano la via. Fate esplodere la barriera e superatela per incontrare dei corpi da esaminare. Salite lungo il percorso e armatevi per uno scontro con altri robot ribelli. Copritevi con le scatole più vicine a voi e usate le vostre abilità e proiettili per ripulire l’area.

Prima di passare avanti esaminate per bene la zona e saccheggiate alcuni crediti e upgrade per la pistola.

Avanzate seguendo la strada e sarete attaccati da altre sentinelle, non avrete coperture da sfruttare quindi dateci dentro con le abilità e in special modo con la concentrazione di Shepard. Se userete il fucile d’assalto non incontrerete problemi. Avanzate fino al punto in cui sono usciti fuori i nemici e cercate intorno per guadagnare altri crediti e munizioni. Superata quest’ultima area vi dovrete preparare allo scontro finale su questo pianeta.

In quest’area più vasta dovrete far fuori dei soldati e un robot FENRIR . Proprio di questo grosso robot dovrete occuparvi prima di ogni altro soldato. Per farlo copritevi bene con gli ostacoli presenti nella zona e usate un’arma pesante (come il lanciagranate) per provocare grandi danni in poco tempo al robot sentinella. A scontro concluso cercate un datapad sopra alcune casse per ottenere dei crediti e cercate bene intorno per prendere del prezioso Element Zero.

Ora potete passare la porta dietro cui il padre di Jacob vi attende. Questa sarà una dura discussione padre-figlio dove avrete l’opportunità di consigliare al vostro compagno cosa fare di suo padre. Come al solito scegliete in base al vostro grado di Paragon o Renegade. Finito di dialogare godetevi i filmati con dialoghi che seguono, quando questi si saranno conclusi potrete fare maggior affidamento su Jacob e le sue abilità in quanto vi siete guadagnati la sua fiducia e una tuta alternativa da fargli indossare.

Guadagnarsi la fiducia: Miranda & Esploriamo Illium

Altro personaggio principale coinvolto negli eventi di Mass Effect 2 è la fedelissima a Cerberus, Miranda. Parlando con lei mentre siete a bordo della Normandy verrete a conoscenza della sua sorella gemella e del difficile rapporto che le lega al padre.

La sorella di Miranda si trova su Illium un pianeta che fa parte del Sistema Tasale della Nebulosa di Crescent . Il pianeta ha una temperatura notevolmente alta a causa della sua vicinanza con la stella al centro del sistema, tuttavia le Asari che lo popolano sono riuscite a convivere con questi problemi di temperatura. Approdate sul pianeta e selezionate Miranda nel vostro team. Verrete accolti da un’Asari e potrete chiederle maggiori informazioni sul luogo. Apprenderete inoltre che ogni spesa d’atterraggio è stata pagata da un abitante del pianeta, anch’essa un’Asari. Dialogando saprete che il nome di questo abitante è Liara T’Soni , una vostra vecchia conoscenza che è riuscita a guadagnarsi la reputazione di essere una delle migliori “cacciatrici di informazioni” di Illium.

Finito il discorso con l’Asari proseguite e arriverete in un’area con un vasto campo visivo. L’Asari che innervosita parla di qualcosa che ha perso vi servirà per una missione secondaria se vorrete portarla a termine (non è possibile parlarle per ora ma potete udire la sua discussione avvinandovi). Quest’area è qualcosa di molto simile ad una borsa titoli, infatti vengono vendute azioni, bonds e altri titoli. Tutto ciò ha poca rilevanza per voi quindi recatevi direttamente al negozio chiamato Serrice Technology ed esaminate la merce se siete in cerca di qualcosa. Dal momento che Illium è un pianeta ricco di missioni secondarie ed eventi principali, per i prossimi paragrafi vi illustriamo gli eventi relativi alla missione che vi farà ottenere la fiducia di Miranda. Proseguite nella lettura per esplorare interamente Illium e portarvi avanti nelle successive missioni._

Servendovi della mappa raggiungete l’area a nord-est per entrare nell’ Eternity Bar . Potrete parlare con l’Asari vicino all’entrata, si tratta di un mediatore di schiavi e uno dei suoi schiavi è proprio la Quarian che le sta accanto. La discussione con le due aliene vi farà ottenere una missione secondaria.

Parlando con la barista conoscerete la matriarca delle Asari, dialogare con lei non produrrà nessun risultato tangibile, ciononostante potreste trovare interessante la sua storia.

Ritornando alla nostra missione, la persona con cui parlare è un’Asari che vuole aiutare la sorella di Miranda. Il suo nome è Lanteia e riconoscerà Miranda a colpo d’occhio quando sarete nel bar. Vi fornirà altre notizie riguardo Oriana (la sorella di Miranda) e saprete che il padre è ormai vicino a cattuarla. Ascoltate l’ingegnoso piano elaborato per salvare Oriana e se sarete pronti per partire accettate l’invito di prepararvi per la missione da Lanteia.

Partiti con la nave di trasporto giungerete in una nuova area di Illium dove incontrerete il leader dei mercenari. Incontrarlo basterà per far saltare tutto il piano elaborato da Lanteia, dunque preparatevi allo scontro alla fine del dialogo.

Lo scontro partirà con voi già sotto copertura (che fortuna!) e da questa copertura potrete tutta la diatriba. Concluso questo primo incontro con i mercenari, andate avanti e girate a destra per proseguire. Verrete attaccati da altri due soldati che potrete far fuori con semplicità. Continuate per il vostro cammino fino ad un ascensore, esaminatelo e assistete alla scena che segue.

Scesi dall’ascensore ve la vedrete con altri nemici, ma prima svoltate a destra per entrare in un piccolo ufficio che contiene un PDA con dei crediti. Andate avanti ora e usate le scatole come coperture e fate esplodere i barili esplosivi per eliminare i nemici. Dedicate maggior attenzione ai droni che vi scateneranno contro, il consiglio è quello di farli esplodere subito appena li avvisterete altrimenti la situazione sarà poco gestibile.

Con i nemici sconfitti, recatevi più avanti per passare attraverso un corridoio. Raccogliete il kit medico e un potenziamento delle armi. Adesso prendete a sinistra e fatevi strada tra le coperture fino ad essere attaccati da altri nemici (robot compresi). Lo scontro non sarà difficile vista la loro poca forza d’attacco. Esaminate il piccolo armadietto (già aperto) per ottenere dei crediti dopodiché avanzate. Sarete attaccati dal lato opposto al vostro, prendete copertura e mettete fine allo scontro (questo sarà leggermente più difficile dell’ultimo). Fate attenzione ai rinforzi e spuntatela vinta servendovi della pazienza più che dell’aggressività. A battaglia conclusa andate avanti e sul lato sinistro troverete un computer da manomettere in cambio di crediti. Adesso recatevi verso l’area da cui erano sbucati i rinforzi e risolvete l’ennesimo combattimento armato.

Continuate facendovi strata tra le coperture e ancora un altro gruppo di soldati proverà ad uccidervi. Con molta pazienza concludete lo scontro e recatevi verso il convoglio che contiene un datapad e il corpo di un mercenario caduto. A sinistra, dentro un altro convoglio prendete il raro Element Zero, più avanti da qui, sempre sulla sinistra) esaminate il computer per guadagnarvi dei crediti.

Passate all’area che segue per essere avvistati da altri gruppi di nemici. Finito questo più semplice scontro, controllate la cassetta in fondo a destra per ottenere delle munizioni per armamenti pesanti e un medi-pack. Salite l’ascensore e ascoltate quello che Miranda vuole dirvi.

Godetevi i dialoghi e fate le vostre scelte, preparatevi allo scontro con il leader dei mercenari Asari, Enyala . Questo scontro può risultarvi difficile se non riuscirete ad affrontarlo come si deve. La prima cosa da fare è stare sempre attenti alla propria copertura, quando la trovate insistete nell’eliminare prima i mercenari che aiuteranno Enyala e solo dopo concentratevi su di lei. Lo scontro con l’Asari sarà piuttosto fastidioso, ma in tre contro uno non dovrebbe essere complicato vincerlo. Quando avrete finito col lavoro sporco esaminate il computer per dei crediti e cercate il medi-kit in zona. Ora raccogliete l’oggetto sulla cassa a sinistra dell’ascensore , questo vi servirà per portare a termine la missione secondaria legata all’Asari che parlava di un oggetto smarrito. A questo punto utilizzate l’ascensore e finite la missione. Godetevi i dialoghi e il filmato di fine missione.

Complimenti, adesso avete anche la fiducia di Miranda (così come il suo costume alternativo) a vostra disposizione.

Ritornando all’esplorazione di Illium e più precisamente partendo dal mercato di scambio titoli (dove si trova il negozio Serrice Technology) potete recarvi all’ufficio di Liara T’Soni salendo la scalinata e parlando con la sua segretaria. Nyxeris (questo il suo nome) parlerà volentieri con voi parlandovi di Liara e del suo nuovo e pericoloso mestiere. Entrate per parlare con Liara di persona e tra le innumerevoli informazioni che vi fornirà c’è anche una missione secondaria da svolgere per suo conto.

Finito il dialogo recatevi nella zona di imbarco mercantile per cercara l’Asari chiamata Seryna . Recandovi qui e parlando con Seryna vi servirà per reclutare un nuovo compagno conosciuto per essere un assassino professionista. Quando finirete di parlare con l’Asari vi verrà chiesto se volete condotti dall’assassino, rifiutate al momento visto che recluteremo questo prezioso compagno successivamente.

Raggiungete gli uffici di monitorazione (si trovano a sud-ovest della mappa) e seguendo il percorso parlerete con una donna seduta su una sedia che ringrazierà Shepard per averla salvata durante gli eventi di Mass Effect. Parlando con lei otterrete un’altra missione secondaria in cui dovrete cercare dei medicinali per aiutare i coloni sopravvissuti.

Entrati negli uffici veri e propri parlate con il funzionario Dara , anche lei è un’Asari. La trovate seduta sulla sua scrivania e parlandole avrete notizie su un’altra vostra futura compagna di nome Samara e della sua difficoltà di integrarsi (per ovvi motivi che vedrete dopo) con gli abitanti del luogo. La stessa Dara vi offrirà un mezzo di trasporto per raggiungere Samara ma al momento, come avete fatto per l’assassino, rifiutate.

Andando sul lato est della parte meridionale della mappa troverete due negozi: uno è un venditore di armi e armature, l’altro è un venditore di souvenir legato ad una missione secondaria (parlate con la commessa per avere informazioni a riguardo).

Guadagnarsi la fiducia: Jack

Allontaniamoci da Illium per ora (vi faremo ritorno presto per altre missioni principali). Ritornate sulla Normandy e cercate Jack nel reparto ingegneria. Vi anticipiamo che questa missione è disponibile se avete concesso a Jack di esaminare i documenti di Cerberus che la riguardano, in caso contrario la vostra compagna di squadra non potrà raccontarvi del suo passato.

Parlatele per conoscerla meglio e quando vi racconterà del suo passato apprenderete delle sue terribili esperienze come bambina. Infatti, Jack è cresciuta in un istituto per l’infanzia in cui ha potuto sviluppare sorprendenti poteri biotici. Odiando profondamente quel luogo di sofferenza che per lei è stato, il vostro compito è quello di eliminare dall’universo l’istituto.

Finito il colorito dialogo recatevi alla mappa di navigazione e cercate la Nebulosa di Expanse per poi recarvi sul Sistema Dakka e quindi sul pianeta Pragia .

Scegliete di atterrare sul pianeta e appena scesi proseguite per la passerella metallica (non c’è motivo di esplorare l’area di atterraggio) fino all’entrata della struttura. Mentre i ricordi di Jack vi informeranno sul luogo hackate il computer infondo alla stanza e poi proseguite per infilarvi nella porta a sinistra. Scendete la rampa fino a terra e controllate il terminale distrutto per ascoltare una registrazione. Fatto ciò andate avanti verso l’area successiva e arrivare sul piano composto da detriti. Proseguendo avrete difronte una biforcazione, scegliete di andare a destra e hackate la cassa, dopodiché tornate alla biforcazione per andare a sinistra. Fate il vostro primo incontro con i Varren su questo pianeta, eliminarli non sarà difficile per voi. Sconfitti i nemici seguite la strada fino alla macchia di sangue da esaminare, fatelo e Jack vi rivelerà da dove provengono. Adesso procedete passando per la porta vicina e raccogliete il med-kit. Girate a sinistra e prima di aprire la porta a destra esaminate il terminale e guardate la registrazione. Aprite la porta e scendete le scale, hackate la porta alla vostra sinistra e raccogliete l’Element Zero nella scatola. Proseguite giù per le scale dopo aver visto i corpi dei Varren uccisi di recente e girate a destra e poi per la porta alla vostra sinistra.

Questa sala vi riserva il primo vero e proprio scontro su Pragia. Mettetevi sotto copertura e tenetevi pronti a sparare ai mercenari spaziali. Fate attenzione ai soldati che attaccheranno dalle finestre alla vostra destra e sinistra e non dimenticate la presenza dei soldati sulle balconate e difronte a voi. Con molta cautela sterminate tutti i bersagli ostili e hackate il PDA situato sul lato destro della sala poi procedete manomettendo digitalmente la porta infondo.

Correte lungo la passerella e seguite il percorso. Seguite le scale e passate la porta per poi prepararvi alla battaglia con una coppia di mercenari che si trovano nella passerella parallela alla vosra. Continuate dritto per le scale fino alle celle in cui venivano rinchiusi i bambini. Uccidete i Varren che vi spareranno ed esplorate le celle per trovare alcuni crediti all’interno.

Passate per la passerella metallica e Jack parlerà ancora dei suoi ricordi, proseguite e raccogliete il medi-gel vicino la porta che attraverserete per continuare. Al bivio prendete prima a destra per esaminare due computer, prendere delle munizioni e upgrade. Ora tornate indietro per prendere la direzione opposta. In questa nuova sala vi aspetta ancora uno scontro con dei mercenari. Sterminate prima tutti i soldati e solo dopo concentrate i vostri attacchi su Kareck , il loro capo dotato di scudi a differenza degli altri. Continuate hackando la scatola presente nell’area per ottenere dei crediti e proseguite entrando nella porta a destra. Passate le altre porte e sarete arrivati alla cella di Jack. Qui dentro parlerete con Aresh , un altro soggetto allevato in questo istituto. Seguite i dialoghi e fate le scelte come meglio credete. Prima di far esplodere tutto in aria concedete a Jack di ricordare un’ultima volta il suo luogo di infanzia. Finito di esaminare il luogo farete ritorno sulla Normandy. La missione però non è ancora finita, dopo esservi goduti l’esplosione dovrete evitarne una sentimentale tra il vostro team, più precisamente tra Jack e Miranda. Probabilmente vi ritroverete a dover scegliere tra una delle due ragazze, ricordatevi che la vostra preferenza vi allontanerà dall’una e avvicinerà all’altra.

Adesso che ogni conflitto è stato superato (almeno per ora) avete guadagnato la fiducia di Jack e pure il suo costume alternativo, bel lavoro!

Guadagnarsi la fiducia: Mordin Solus

È il momento di recarsi su un pianeta di nome Tuchanka , la patria della razza Krogan che ospita ben due quest principali correlate alla fiducia del team. Iniziamo con Mordin Solus, andate a parlare con lui nel laboratorio della Normandy. Parlando col dottore scopriamo che un suo caro ex compagno di ricerche chiamato Maelon è stato catturato dai Krogan che abitano il pianeta Tuchanka.

Adesso recatevi alla mappa di navigazione e viaggiate verso Krogan DMZ , dirigetevi sul Sistema Aralakh e sbarcate sul pianeta Tuchanka .

Sulla piattaforma di atterraggio potete assistere a brevi dialoghi e null’altro, quindi scendete le scale e proseguite fino a quando verrete intercettati da altri Krogan che vi “inviteranno” a parlare con il leader del loro clan, l’unico Krogan che può decidere se siete i benvenuti o meno sul loro pianeta.

Continuate per la vostra strada superando i Krogan con i loro Varren, proseguite fino alle macerie e salitele per arrivare al mercato Krogan. Svoltate a sinistra fino a trovare il commerciante Krogan con un Varren accanto con cui potete interagire. Parlate col Krogan e scegliendo i giusti dialoghi otterrete una missione secondaria, o a dirla tutta un minigioco da portare a termine. Il commerciante vi parlerà dei Pyjaks , degli esseri che appaiono come un incrocio tra i topi e le scimmie e che razziano le scorte dei Krogan. Il vostro compito è di sterminare un certo numero di Pyjaks dopo aver ottenuto la missione secondaria. Recatevi dunque al piano di sotto e raggiungete la sporgenza per poter attivare i sistemi di difesa e sparare ai topi-scimmia (il Krogan in zona è Capo Scout). In ogni caso, si tratta di una missione secondaria per tanto non sentitevi obbligati verso il Krogan commerciante. Invece quello che potete benissimo fare è esaminare il terminale dietro di lui per fare acquisti. Nella zona torretta dovete recarvi per parlare con il Krogan di Tuchanka e dei clan, potrete anche sbloccare un’ulteriore missione secondaria.

Adesso cercate il Krogan meccanico al lavoro su un mezzo di trasporto (decisamente possente) per sbloccare un’altra missione secondaria (dovrete cercare del carburante per questo Krogan).

Spostatevi verso il laboratorio medico per conoscere un Krogan scienziato senza scrupoli. In questo laboratorio potete acquistare degli oggetti dal terminale e (questa non dovete perdervela) “interagire” con il Pyjak nella stanza.

Fuori dal laboratorio vedrete un terminale posto davanti a una fossa molto simile ad un’arena. Qui si svolgono i combattimenti tra Varren e potete scommettere su uno dei due 250 dei vostri crediti. In questo minigioco non c’è una teoria da seguire, pare invece che tutto sia affidato al caso.

Finita questa breve esplorazione dovete cercare Wreav , il capo-clan che trovate nella zona Trono Urnot, seduto su un ammasso di macerie a mo’ di trono. Potete parlare di molte cose con Wreav ma assicuartevi di raccontare dell’amico rapito di Mordin Solus per farvi indirizzare nuovamente dal Capo Scout vicino le torrette di difesa contro i Pyjak.

Parlate nuovamente con questo Krogan e partite per la nuova area da esplorare. Dopo lo spezzone animato sarete giunti in una clinica abbandonata, per prima cosa avanzate passando per la porta.

Proseguite seguendo la strada fino ad incontrare le creature (simile a granchi) chiamate Klixen. Il segreto per uscirne senza troppi danni sta nell’eliminare questi insettoni quando sono ancora lontani da voi. Fate attenzione perché quando vengono sconfitti esploderanno in automatico!

Ora andate dritto seguendo la strada fino ad essere attaccati da altri Klixen e da Varren. Fate fuori le creature aliene e quando andrete più avanti preparatevi allo scontro con dei Vorcha. Uccideteli e dirigetevi verso la loro posizione. Seguite la rampa e salite e appena sarete in cima riparatevi.

Uccidete prima tutti i Varren così da poter rimanere al sicuro sotto copertura poi dedicatevi ai Vorcha e i Krogan nemici. Finite le ondate di nemici cercate di raccogliere le munizioni e prendere il kit medico. Avanzate e giungete ad una discesa alla vostra sinistra. Uccidete il Vorcha armato di lanciafiamme prima che si avvicini troppo. Prima di scendere esaminate la scatola nei paraggi per ottenere dell’Irridium. Adesso potete scendere e girare a destra per poi scontrarvi con altri nemici all’entrata dell’ospedale. Date la precedenza ai cattivoni con lanciafiamme e poi fate piazza pulita dei nemici. Raccogliete il carburante dal veicolo ormai non funzionante (vi servirà per la missione secondaria del Krogan meccanico) e poi hackate la porta per entrare.

Una volta dentro prendete le scale ed esaminate il corpo dell’umano morto e assistite alla scena. Ora continuate a scendere e prima di proseguire per la porta a destra raccogliete altri Irridium dalla scatola nei paraggi. Passati per la porta assistite ad un’altra cut-scene.

I Krogan che fanno parte del clan Wyrloc si presenteranno come dei nemici indiscussi. Seguite i dialoghi e attenzione a premere i tasti al momento giusto. Preparatevi in ogni caso allo scontro con i Krogan. Se avete scelto di reagire alle provocazioni avrete ben due Krogan sulle balconate in meno, altrimenti la dura vita dell’eroe richiederà maggiori sforzi. Prendete copertura in ogni caso e con pazienza evitate che i nemici si avvicinino troppo. Fate attenzione quando sparate ai Krogan visto che dispongono di armature e scudi.

A battaglia conclusa raccogliete le munizioni e l’Irridium, non dimenticatevi nemmeno del kit medico (probabilmente ne avrete usato uno nello scontro). Avanzate verso la stanza successiva e raggiungete i laboratori Krogan. Qui potete raccogliere dei crediti, altro Irridium ed un upgrade da ottenere manomettendo il computer. Esaminate la stanza per assistere ad altri brevi filmati con Mordin Solus protagonista. Le due cut-scene si avviano esaminando il cadavere della Krogan e il computer.

Finita l’esplorazione passate per la porta sul lato destro della stanza e proseguite. Prendete la porta a destra per avviare un altro filmato dove Shepard interagisce con un Krogan rinchiuso per esperimenti. Esaminate il PDA e uscite per andare nella porta a sinistra che avete tralasciato.

Tenetevi pronti allo scontro più duro che avete affrontato da quando siete arrivati su Tuchanka. Prendete subito copertura e fate buon uso degli esplosivi sparsi (non escludiamo che possiate rimanere vittima voi stessi degli esplosivi, fate attenzione!). I Krogan tenderanno ad avvicinarsi alla vostra copertura, usate i poteri della squadra e la concentrazione di Shepard per eliminarli prima che si avvicinino troppo. Sparate ai nemici sui balconi opposti ai vostri con il fucile da cecchino. Passate dall’altro lato dell’area per vedervela con altri Krogan e Varren. Prima di scendere le scale cercate in zona un terminale che vi consegnerà dei crediti.

Ripulito questo piano scendete e ancor più nemici di prima vi assalteranno. Attenzione perché saranno aggressivi e numerosi. Uccidete i Varren e come sempre evitate che i Krogan si avvicinino troppo o saranno letali. Lasciate per ultimo il capo dei Wryloc . Questo mini-boss è dotato di armatura, scudo e molta vita oltre ad una potete arma. Se avete fatto buon uso delle coperture e delle munizioni potete ora avanzare verso la zona seguente. Prima di farlo però esaminate la scatola nei dintorni e forzatela per ottenere degli upgrade.

Passate la porta per trovare l’amico di Mordin e iniziare una nuova serie di dialoghi. Siate svegli perché durante il dialogo sarà richiesta anche la pressione di tasti al momento giusto.

Finito il dialogo potete scegliere se andare via o restare ancora un po’. Scegliete di restare per esaminare il grande terminale e tutta la sala dove l’amico di Mordin era rinchiuso.

Ritornate sulla Normandy e parlate con Mordin ancora una volta, la vostra missione è conclusa e il dr. Solus è ora pienamente fedele a Shepard e come di consueto avete ottenuto anche la sua tuta di combattimento alternativa.

Guadagnarsi la fiducia: Grunt

Se dopo esservi guadagnati la lealtà di Mordin Solus siete ancora nei paraggi del pianeta Tuchanka, è il momento di atterrarci nuovamente per la seconda missione principale legata alla fedeltà di un altro membro del team. Stiamo parlando di Grunt , dunque per ottenere la sua missione recatevi nella zona ingegneria della Normandy. Troverete Grunt molto irrequieto e i suoi sentimenti sono incomprensibili a lui stesso. Shepard si offre di aiutarlo (tutto il team deve essere in massima forma) e di raggiungere Tuchanka per parlare con altri Krogan per capire il suo stato d’animo che tanto lo agita.

Adesso avvicinatevi alla mappa intergalattica e (qualora non l’aveste ancora fatto) viaggiate verso Krogan DMZ , recatevi nel Sistema Aralakh e qui potrete atterrare sul pianeta Tuchanka .

Se volete avere una panoramica più completa di questo pianeta vi consigliamo di leggere il paragrafo precedente, se invece state seguendo questa guida dall’inizio alla fine potete proseguire nella lettura.

Ciò che dovete fare è avanzare fino a raggiungere il Trono di Urdnot situato a nord-est della mappa del luogo. Giunti lì parlate con il leader dell’Urdnot Clan di nome Wreav. Chiedetegli di capire cosa non va in Grunt e il leader comprenderà subito cosa lo tormenta. Scoprirete così che il giovane Grunt è talmente irrequieto in quanto non è ancora un adulto, per diventarlo deve superare con successo ” Il Rito “. In questo processo potrà provare la sua forza e la sua utilità alla comunità Krogan. Verrete mandati dallo Shamano dei Krogan che vi inizializzerà al “Rito”. Il luogo dove si trova lo Shamano è segnato sulla mappa, seguitelo e parlate con lui e anche con Uvenk, il leader del clan avversario. Dopo il difficile dialogo con Uvenk riuscirete a ottenere il permesso per prendere parte del “Rito” e verrete trasportati nell’area in cui si svolge.

Arrivati sul luogo date la precedenza all’esplorazione, guardatevi intorno e raccogliete tutto (compresi i crediti che si trovano controllando i corpi dei Krogan). Non dimenticatevi di controllare il container per del Platinum e di hackare i dispositivi per altri crediti e non per ultimi i med-kit e le munizioni per armi pesanti. A questo punto potete premere il pulsante verde ed iniziare il Rito.

Tale Rito è costituito da tre fasi diverse : nella prima sarete contro dei Varren, nella seconda contro i Klixen e nella terza contro il temibile Thresher Maw (un mostro che vive sotto terra).

Nella prima ondata la cosa più importante che dovete ricordare è che i Varren sono pericolosi solo se riescono ad avvicinarvi e solo se sono in gran numero. Il vostro scopo quindi è di essere quanto più veloci e precisi possibile nell’eliminare tutti i Varren prima che il loro numero diventi insostenibile.

Durante la seconda ondata ricordatevi invece che i Klixen sono dei mostri simili a granchi molto veloci negli spostamenti e che una volta uccisi esploderanno causando altri danni. Come per i Varren dovete essere letali in ogni attacco, a tal proposito vi consigliamo di usare anche le armi pesanti che possedete.

Finita la seconda preparatevi all’ultima e più difficile ondata. La parola d’ordine è restare svegli e attenti senza finire ammazzati dalla bestia. Il vostro scopo non è essenzialmente quello di ucciderla ma di resistere per cinque minuti. Un timer vi consentirà di conoscere il tempo rimanente e voi non dovete far altro che rimanere in vita. Potete provare ad uccidere il Thresher Maw utilizzando le armi pesanti e restando per la maggior parte del tempo nascosti mentre il vostro team provvede a causare danni (userete i Medi-Gel per curarli). Uccidere o non uccidere questo boss non cambierà nulla in merito alla storia quindi a voi la scelta…

A Rito concluso non rilassatevi perché non è ancora arrivato quel momento. Il leader del clan rivale, Uvenk , contrario sin dall’inizio con la decisione di far prendere parte a Grunt del rito, vi dichiarerà guerra.

Uvenk è piuttosto corazzato , per abbatterlo però non dovrete sudare molto. Chiave del successo è che siate aggressivi e non giochiate molto sulla difensiva. Continuate ad attaccare e scaricare attacchi speciali e proiettili sul Krogan. Al solito, eliminate prima i seguaci del boss e poi indirizzate tutta l’attenzione sul boss stesso.

Con Uvenk sconfitto potete ora rilassarvi e godervi le scene filmate. Potete ora fare ritorno sulla Normandy e parlate con Grunt per concludere definitivamente questa missione. Complimenti avete guadagnato anche la fiducia di Grunt e il suo costume alternativo.

Guadagnarsi la fiducia: Garrus

Stiamo per partire per l’ultima missione legata alla fedeltà dei compagni (tra quelle principali si intende). Questo è il turno di Garrus , tiratore scelto e amico di Shepard dalle vecchie vicende del primo Mass Effect.

Come sempre, la prima cosa da fare è cercare Garrus nei locali dell’equipaggio all’interno della Normandy. Parlate con il compagno e lasciate che vi spieghi il suo problema e accettate di aiutarlo.

Il vostro scopo è quello di rintracciare un certo Fade che tiene i contatti con Sidonis . l’ex collega di Garrus.

Recatevi alla mappa di navigazione e fate rotta per la Nebulosa del Serpente e poi per la Cittadella (se state seguendo questa soluzione sarete avvantaggiati visto che ci siamo già stati).

Assicuratevi di avere Garrus nel vostro team e appena sbarcati recatevi nel magazzino merci della Cittadella. Lo trovate osservando l’area all’estremo ovest della mappa. Raggiunta l’area avvisterete due Krogan mercenari e un Volus. Iniziate il dialogo e estrapolate le informazioni che desiderate dal Volus. Sebbene egli non è Fade, può darvi un sicuro contatto che porta il nome di Harkin . Un nome che in realtà cela l’identità di Fade. Adesso andate nella stazione taxi più vicina (ne trovate una proprio fuori il magazzino) e viaggiate per l’unica area della Cittadella che non avete ancora esplorato.

Appena arrivati due soldati mercenari vi accoglieranno nel loro solito modo, ritornategli il favore come ormai avete imparato a fare in queste occasioni. Ora passate la porta da cui è scappato Harkin e vi troverete in un ufficio da esplorare. Controllate il mucchio di spazzatura vicino la porta per dei crediti e prendete il kit medico dietro la scrivania. Verrete attaccati da alcuni robot sentinella, prendete copertura e fateli fuori.

Fatevi strada in questo magazzino e sfruttate le coperture per uccidere altre sentinelle meccaniche. Ad attaccarvi saranno anche soldati mercenari, ma nulla che non avete già affrontato. Arrivati a fine magazzino esaminate la cassaforte e hackatela per altri preziosi crediti.

In questa nuova area ci saranno altre scatole ad ostruire il passaggio ma come prima potete usarle anche come copertura. Esaminate le scatole di fronte a voi per dei crediti, avanzate e sarete attaccati da altri robot di sorveglianza. Da qui in poi seguiranno una serie di scontri armati leggermente più difficili dei precedenti dal momento che dovrete fare più cautela e usare le coperture progressivamente.

Dopo esservi fatti strada fino al piccolo container sulla vostra destra, vedrete uscire altri robot nemici da eliminare. Quando li avrete sconfitti entrate nella struttura per hackare ben due dispositivi, quando avrete fatto andate avanti e uccidete gli altri mercenari e robot avversari per concludere gli scontri in questa zona. Adesso siete liberi di manomettere il terminale per un bel po’ di crediti, prendete l’Irridium, il med-kit e poi aprite la porta per continuare.

Vi attendono altri scontri, il primo di questi è contro dei mercenari e dei robot assieme. Fate attenzione ai comandanti dei gruppi dei nemici e come al solito usate le coperture per restare in vita. Non appena sarete in un area più spaziosa un grosso robot YMIR verrà sganciato per intralciarvi il cammino. Lo scontro sarà più ravvicinato del solito quindi usate armi dal grosso calibro e il fucile a pompa per annientare in modo più rapido le sue difese. Adesso che siete soli avanzate e alla fine di questa zona hackate il dispositivo e raccogliete il Medi-Gel per poi entrare nella stanza vicina.

In questo piccolo ufficio potete fare il pieno di altri oggetti come crediti ed upgrade. Prima di procedere raccogliete l’ ID , vi servirà per una missione secondaria della Cittadella. Finito di fare queste semplici operazioni usate i controlli della finestra per sollevare lo scudo protettivo. A fine filmato girate a destra e passate la porta, usate il computer per un update e poi aprite la porta successiva.

In quest’ultima stanza del magazzino vi scontrerete ancora con dei robot e mercenari ma in un ambiente più ostico perché dovrete scalare tutte le casse che vi ostacolano. Di importanza fondamentale è mantenere una posizione sopraelevata rispetto i nemici, per tanto quando avanzate fatelo considerando la posizione dei bersagli ostili altrimenti potreste dover retrocedere per non subire danni. Sul lato destro della sala troverete un PDA da hackare, infondo alla stanza invece verrete assaltati da altri due YMIR in uno scontro ravvicinato. Siate veloci, usate le armi pesanti e restate sotto copertura fino a quando il nemico non si avvicina, inoltre concentratevi su un nemico alla volta così da abbattere con meno difficoltà il secondo. Con i robottoni distrutti potete salire le altre scatole, uccidere dei robot sentinella e infine entrare nella camera dove Harkin si è rifuggiato.

Assistite ai filmati e seguite i dialoghi prima con Harkin (cioè Fade) poi con Sidonis,scegliete come gestire i rapporti tra i personaggi e Garrus e alla fine tornerete alla Normandy sani e salvi.

Da questo momento potete disporre anche della fiducia di Garrus e del suo secondo costume.

Capitolo 9 – In cerca di altri membri: Tali (Dossier)

Adesso che potete contare su un team fedele, avrete dei vantaggi anche dal punto di vista pratico nei combattimenti. Ora che siete più forti potrete proseguire con minor difficoltà e arruolare altri membri del vostro equipaggio spaziale.

Vi ricordate di Tali ? L’abbiamo già incontrata a inizio avventura (e ovvamente in Mass Effect), ma ora è in pericolo e Shepard si è offrirà di aiutarla in cambio del suo aiuto nella missione contro i Collector.

Sulla Normandy raggiungete la mappa di navigazione e viaggiate a Far Rim , poi sul Sistema Dholen e atterrate su Haestorm , un pianeta presidiato dai Geth (si proprio loro).

Come avrete sicuramente intuito dal breve filmato prima dell’atterraggio, questo pianeta è surriscaldato a tal punto che rimanere esposti alla luce diretta della sua stella, danneggerà la vostra salute. Siete quindi avvertiti, in questa missione non dovrete esporvi mai eccessivamente alla luce della stella , ricordatelo anche per gli scontri!

Guidate il personaggio e seguite il percorso, attraversate il fascio di luce e poi scendete la rampa, esaminate il portone grande e vedrete che non si aprirà. Recatevi dunque nella porta accanto e controllate i corpi dei Geth per dei crediti. Prendete il kit medico e premete il pulsante per aprire il portone esaminato in precedenza. Tornate indietro e passate il grosso portone per attraversare il fascio di luce e infine prendere copertura visto che una nave da guerra Geth sgancerà dei nemici che dovrete eliminare. Questo primo scontro è molto facile, restate nella vostra copertura e sparate da lì ai primi bersagli, poi avanzate verso gli altri ricordando però che la luce della stella è un pericolo mortale.

Giunti alla fine di questa area sarete davanti una grossa porta da cui sbucheranno dei nemici, come prima accaparratevi una buona copertura all’ombra e sparate sui bersagli. In quest’area avvicinatevi ai crepacci ed esplorateli, in quello vicino la rampa che porta a un piano superiore (o meglio ad una passerella) troverete un upgrade delle armi. Fatto ciò salite sulla passerella di sopra e prendete il medi-kit. Tornate a terra e proseguite verso il portone. Esaminate il container sulla cassa arancione per ottenere dell’Iridium e arrivati alla grossa porta andate a destra e uccidete gli altri Geth.

Uccisi i nemici, raccogliete i crediti, la nuova arma chiamata ” Tempest SMG ” dal corpo di un Geth e infine la radio Quarian . Con la radio potete comunicare con altri Quarian coinvolti nella missione di salvataggio, infatti la persona in pericolo è proprio la vostra cara amica Tali. Assistite al filmato e avrete un nuovo obiettivo: trovare dell’esplosivo per liberare il passaggio. L’esplosivo è separato in due parti e situato in diverse zone. Le due zone sono vicine fortunatamente e quindi non vi resta che seguire il segnale sul radar. Andate prima nella zona a sinistra e raggiungerete una vasta area dove diversi Geth faranno fuoco. Poco a poco che vi farete strada verso l’hangar altri Geth si faranno notare per la loro aggressività. Sbaragliate i nemici ed entrate nell’hangar dove altri bersagli ostili faranno la loro comparsa. Uccideteli e prendete l’Iridium dal container al centro, poi prendete per la stanza a sinistra piena di oggetti da prendere. Dovreste trovare un med-kit, delle munizioni pesanti, altre munizioni e una parte dell’esplosivo. Adesso tornate indietro nell’hangar e preparatevi ad un altro scontro. Fate attenzione ai Geth sopra la passerella e muniti di lanciamissili e a scontro concluso dirigetevi nella porta a destra del grosso hangar per entrare in uno più piccolo. Verrete ancora assaltati dai Geth che provengono da dietro le coperture alla vostra destra. Concludete lo scontro e girate la stanza per trovare la seconda parte di esplosivo e un messaggio di Tali memorizzato sul computer.

Adesso che avete l’esplosivo completo tornate nell’area con l’enorme blocco di cemento che blocca la via e nel farlo verrete attaccati da alcuni rinforzi Geth. Arrivati alla barriera di cemento esaminatela per piazzare l’esplosivo e allontanatevi prima che esploda. Proseguite per il passaggio appena aperto ed entrerete in una sala ricca di oggetti e strumenti da analizzare. Esaminate la cassaforte, il corpo del Geth, il fucile Geth e infine il computer per un messaggio di Tali. Finita l’esplorazione usate la console di comunicazione alla sinistra della stanza vicino la porta chiusa e comunicherete con Tali. Finito il dialogo si riparte per aiutare l’amica in pericolo. Attraversate la porta sbloccata e verrete attaccati da alcuni droni volanti. Proseguendo in quest’area i droni non saranno gli unici nemici perché altri Geth si uniranno alla battaglia. Quello che dovete fare è preoccuparvi dei droni prima che essi raggiungano un numero elevato. Restate in una posizione per più tempo e sparate a tutto ciò che vedete muoversi fino a ultimare lo scontro. Quando vi muoverete per andare avanti ricordatevi della pericolosità della luce e non temete di indietreggiare se la situazione lo richiede. Vinto ogni nemico raggiungete l’altra estremità e aprite la porta. Prendete i crediti dalla cassaforta e usate i controlli per abbassare le barriere. Fatto ciò noterete l’enorme arma Geth con cui dovrete presto fare i conti.

La porta che vi conduce fuori vi farà incontrare un amico di Tali, tale Kal’Reegar il comandante Quarian marine. Egli vi racconterà che l’intero team di Quarian è stato distrutto e che lui è l’unico rimasto per salvare Tali. Seguite i dialoghi e decidete se intervenire con i QTE.

Lo scontro che vi aspetta non sarà poi così difficile se seguirete i nostri consigli. Per prima cosa prendete copertura e rispondete ai colpi dei nemici più vicini alla vostra posizione e a quelli che avanzeranno verso di voi. Il vostro obiettivo è raggiungere la parte sopraelevata all’estrema destra di quest’area quadrata. Avanzate quindi liberando progressivamente la zona dai nemici e attraversate i ponti metallici che collegano le due superfici. Uccidete i Geth dall’altro lato e attraversate il ponte metallico solo dopo che avrete notato la prossima possibile copertura. Il Colosso Geth vi sparerà con il suo possente cannone, per tanto siate cauti nel decidere la direzione e ricordate che l’obiettivo è raggiungere la piattaforma sopraelevata all’estrema destra della mappa per attaccare dal fianco destro il grosso nemico Geth. Appena sarete sul suo fianco destro aprite il fuoco con le armi più potenti che avete e fatelo saltare in aria una volta per tutte.

Quando ogni nemico sarà passato a miglior vita non vi rimarrà che esplorare l’area e cercare le munizioni sparse sul terreno e raccogliere l’Iridium da container e bracci meccanici. Finita questa fase andate da Tali passando per la porta che vi è stata aperta, esaminate il corpo del Geth a terra e raccogliete dei crediti. Controllate anche il terminale per assistere al filmato seguente dove chiederete a Tali di unirsi alla vostra missione.

Tornati sulla Normandy assistite agli altri dialoghi e avrete completato anche questa missione con successo.

In cerca di altri membri: Samara la Justicar (Dossier)

Vi avevamo già accennato di Samara , l’Asari che non è ancora riuscita ad ambientarsi su Illium e che sta creando problemi alle forze dell’ordine e criminali.

Siete già stati ad Illium e non dovreste avere difficoltà a raggiungerlo nuovamente. Per i più smemorati recatevi alla Nebulosa Crescent , sul Sistema Tasale e infine atterrate su Illium .

Partiamo dalla supposizione che avete già visitato Illium e affrontato la stragrande dei suoi dialoghi, se non lo avete ancora fatto vi consigliamo di dare un’occhiata al capitolo dedicato alle prime missioni di fiducia e più precisamente il paragrafo dedicato a Miranda.

Vi ricorderete, se siete già stati qui seguendo questa guida, dell’agente funzionario Dara (ufficio di tracciamento nella zona più a sud-ovest della mappa). Parlate con Dara e chiedetele della Justicar e affittate un mezzo di trasporto (lei stessa vi farà la proposta) per recarvi sul luogo interessato.

Arrivati assistite alla scena e conoscerete il mercante Volus di nome Pitne (egli è colpevole di un crimine) e un’Asari, il Detective Anaya . Il detective vi dirà che il Volus è il primo sospettato per la morte di un suo partner nonostante egli si dichiari innocente.

A questo punto dovrete parlare con le persone presenti in zona, parlate con Pitne For per scoprire di più sul crimine di cui è accusato e del suo timore per la Justicar . Parlate anche con il Detective Anaya dentro la centrale di polizia. Qui dentro potete trovare un med-kit, raccoglietelo e seguite il dialogo con Anaya chiedendo notizie sulla Justicar e sul crimine che coinvolge il Volus. La cara detective sta cercando in ogni modo di mandare via la Justicar perché i suoi superiori le hanno ordinato di arrestarla ma lei sa bene che se verrà arrestata sarà subito uccisa. Adesso avrete il pass per la scena del crimine e siete autorizzati a parlare con la Justicar per convincerla ad andare via con voi.

Uscite fuori ed entrate nel passaggio chiuso da delle strisce olografiche e custodito da due guardie Asari. Prendete i documenti dal computer alla vostra destra (vi servono per una missione secondaria di Illium). Girate all’angolo e procedete a destra al biforcamento prendete le scale di fronte per trovare dei crediti, dopo salite le scale e procedete a sinistra per il prossimo corridoio.

Qui vi dovrete scontrare con due tipi di nemici diversi: i robot LOKI e i mercenari Eclipse. Dal momento che la zona è sprovvista di coperture adeguate siate veloci e letali e finirete lo scontro senza troppe grane.

Proseguite dritto per il corridoio fino le scale ma non salitele e prendete per la porta a sinistra chiusa da dei nastri blu della polizia. Vedrete un filmato e la Justicar avrà finalmente un volto e un nome: Samara. L’Asari sta cercando di indagare e risolvere il crimine a suo modo, dialogate e fate le vostre scelte come al solito. Lei accetterà di venire con voi a patto che il crimine venga risolto e in particolare che troviate il nome della nave criminale che sta cercando.

Tornerete alla centrale per parlare con Pitne For che si trova nei dintorni. Parlategli del crimine e seguite la discussione. Il Volus vi darà una chiave per accedere alla base di mercenari Eclipse , per usarla vi basta andare sull’ascensore ed esaminarlo.

Giunti alla base dei mercenari , ci sarà un primo scontro. Uccidete il robot LOKI, uscite dall’ascensore ed andate a sinistra dentro una porta. In questa base dovrete fare attenzione ai container di materiale tossico sparsi dappertutto. Evitate i gas viola e non sparate ai contenitori di veleno quando gli siete vicino. Arrivati a fine area e affrontate altri nemici.

A scontro concluso entrate nella stanza da cui provenivano gli ultimi nemici e raccogliete il fucile d’assalto Scimitar sulla scrivania. Adesso andate a sinistra e seguite la strada ignorando le scale e andando invece nella stanza alla vostra destra. Guardate il breve filmato e conoscerete l’Asari recluta mercenaria. Decidete cosa fare di lei (potete ottenere informazioni sui mercenari e liberarla o ucciderla a sangue freddo), dopodiché esaminate il computer a fine stanza e le munizioni pesanti. Ora tornate alle scale che avete poco prima ignorato e salitele. Arrivati in cima passate la porta e preparatevi allo scontro. I nemici sono i soliti robot LOKI e alcuni mercenari Asari. Allontanatevi dal contenitore di sostanze tossiche e non sparate agli altri presenti in zona. Avanzate coprendovi e uccidendo i nemici e girate a sinistra per entrare in un nuovo ufficio. Uccidete il robot LOKI e altri soldati prendendo copertura e ricordate sempre dei contenitori tossici vicini a voi.

Quando avrete fatto piazza pulita passate l’ufficio da cui provenivano la maggior parte dei nemici e alla vostra destra una scala vi condurrà su un piano più alto, prima però assicuratevi di hackare il computer infondo la stanza. Un ennesimo scontro vi aspetta, più di prima dovrete usare le coperture e avanzare più cautamente. A fine stanza uccidete i robot LOKI armati di lanciamissili. Ora non vi resta che proseguire a sinistra e incontrare un’altra scalinata, ma prima di salirla raccogliete il med-kit e i crediti dal terminale alla vostra destra.

Saliti sopra le scale, la formula di gioco si ripete. Altri nemici, altri proiettili da usare e coperture da sfruttare. Dalle scale andate a destra e uccidete i mercenari e seguite il percorso per poi andare a sinistra. Altri mercenari e sentinelle LOKI vi spareranno, reagite di conseguenza ed esaminate l’area a sinistra per del Platinum. Vi troverete in un’area rettangolare con una passerella al centro. Qui verrete messi (di nuovo) sotto attacco dai soliti nemici. Ignorate la navetta e concentratevi sui nemici. Passate la passerella e andate nell’ufficio a destra facendo pulizia di nemici. Accaparratevi le munizioni, i crediti e il kit medico. Esaminate il computer e ascoltate la registrazione per scoprire la verità sul crimine che coinvolge il mercante Volus . Passate alla stanza adiacente al terminale e scendete per il tunnel passando infine per la porta.

Fate fuori le sentinelle LOKI e avanzate avanti, girate a sinistra vicino ponte per delle munizioni pesanti. Passato il ponte è tempo di fare i conti con la navetta. Il problema maggiore è non esitare e utilizzare una buona copertura ma anche le armi più potenti che avete. Ricordatevi dei poteri speciali del team e usateli. Quando sarà distrutta andate nell’ufficio vicino e troverete un oggetto legato alla missione secondaria della Justicar. Se controllerete il terminale otterrete un altro bel po’ di crediti.

Superate il prossimo corridoio e farete un buffo incontro con un altrettanto buffo Volus. Il “più potente combattente biotico” (come egli stesso si definisce) non è in realtà tale. Potete scegliere se convincerlo a non entrare nella stanza successiva (e quindi salvargli la vita) o di farvi strada.

Comunque decidiate di fare nell’area successiva conoscerete il Capitano Wasea , leader dei mercenari Eclipse. In questo scontro sarete praticamente circondati da container tossici. Il segreto sta, come al solito, nell’evitarli e nel mantenere una posizione sicura per più tempo. Infatti appena un’area sarà libera di container potrete piazzarvi lì più pazientemente. Uccidete ogni nemico e alla fine concentrate gli attacchi su Wasea .

Quando sarà sconfitta esaminate il suo PDA sulla scrivania collocata a fine area. Questo PDA contiene il nome della navetta criminale che cerca Samara.

Tornate alla stazione di polizia e parlate con il Volus e scegliete se dare la prova del crimine a lui o, successivamente, alla detective. Parlate con Samara dentro la centrale e datele le buone notizie.

Come promesso entrerà nel vostre team e si unirà alla causa contro i Collector. Per finire, parlate con il detective per darle le prove del crimine (se non le avete date al Volus prima).

Tornati a bordo della Normandy assistete al filmato e complimenti, avete portato a termine anche questa missione.

In cerca di altri membri: Thane l’Assassino (Dossier)

La fase di reclutamento su Illium non è ancora conclusa, rimane da arruolare il temibile assassino anche lui situato sullo stesso pianeta. Arrivati a questo punto non dovreste avere molti problemi nel trovare Illium , ma per correttezza vi ricordiamo che potete trovarlo nella Nebulosa Crescent , all’interno del Sistema Tasale .

Atterrate sul pianeta e proseguite fino alla zona di carico sul lato est della mappa. Qui dovrete parlare con l’Asari di nome Seryna (dovreste già averle parlato se avete seguito il capitolo di questa soluzione legato alla fiducia di Miranda). L’Asari vi proporrà di condurvi direttamente sul luogo in cui si suppone stia agendo l’assassino. Quando arriverete in questa nuova area dovrete fare i conti con un buon numero di mercenari Eclipse, preparate il vostro miglior team e siate determinati come al solito.

I primi nemici che vi attaccheranno sono quattro robot, due LOKI e due FENRIS, dal momento che lo scontro è inevitabile reagite a suon di proiettili. I robot in questa sessione potrebbero sembrarvi più forniti e quindi più potenti, ma la soluzione per questi scontri sta sempre nel saper usare al meglio le coperture e i tempi di ricarica. Quando avrete distrutto i robot andate avanti fino alla divisione del sentiero. Andate prima a sinistra e hackate il terminale e raccogliete il kit medico. Tornate indietro e prendete per l’altro sentiero. Vi ritroverete in una piccola stanza con una porta chiusa e un Salarian ferito . Parlate con il ferito per terra e avrete nuove informazioni sul luogo e ciò che sta accandendo, scegliete se aiutarlo o meno e poi attraversate la porta vicino per proseguire. Nel percorso girate a sinistra e giù per la prossima stanza. Questa zona è molto più grande della precedenza e alcune scatole e ostacoli possono essere usati come copertura, un’ottima cosa dal momento che verrete attaccati da altri robot. Seguite la stanza fino al lato opposto e ripagate con la stessa moneta i rinforzi nemici. Mentre vi farete strada in questa sala dei mercenari si uniranno allo scontro (contro di voi naturalmente). Fate attenzione ai loro poteri bionici e ricordate che sono ben più veloci dei robot sentinelle nel muoversi da una copertura all’altra. Man mano che vi avvicinerete a fine stanza noterete che gli scontri saranno sempre più impegnativi, non dimenticatelo.

Messa fine ad ogni minaccia usate la porta alla vostra sinistra, salite la rampa e passate la porta. Altri nemici ingaggeranno un nuovo scontro. In quest’area trovate un med-kit e altre coperture da sfruttare nello scontro con i mercenari. In questi scontri con mercenari più armati la virtù migliore da sfruttare è la pazienza. La maggioranza dei nemici arriva da sinistra, organizzatevi di conseguenza e uscite dalla copertura solo per rifornirvi di munizioni.

Quando il nemico sarà abbattuto continuate per la vostra strada. Il prossimo scontro vi consentirà di attaccare il nemico da due lati diversi. Potete scegliere se andare verso la porta difronte, attraversare il corridoio e usare questa posizione per attaccare i nemici (soluzione da noi consigliata) oppure potete semplicemente attaccare frontalmente il nemico proseguendo per l’area da cui i nemici venivano fuori nello scontro precedente. Proseguendo verso il lato opposto della stanza verrete attaccati da un’ultima ondata di rinforzi nemici. Esaminate la sala per trovare un med-kit, non esaminate l’ascensore ma continuate dritto fino ad un terminale da aggirare in cambio di crediti. Lì vicino troverete anche un nuovo fucile da cecchino chiamato Viper e un bel po’ di munizioni pesanti. Adesso entrate nella porta a nord della stanza (quella del nuovo fucile da cecchino), per trovare dei Salarian al suo interno. Seguite i dialoghi e raccogliete i crediti dal computer e i rifornimenti medici.

A questo punto potete fare rotta per l’ascensore trascurato poco prima e dopo averlo chiamato prendete copertura e non appena si apriranno se sue porte fate fuori i mercenari all’interno. Attenzione al Krogan, lasciatelo per ultimo prima di avanzare dentro l’ascensore e salire al piano superiore.

Guardate il filmato e seguite i nuovi dialoghi. Quando riguadagnerete il controllo di Shepard voltatevi verso le porte dell’ascensore e prendete la porta a sinistra o destra (una vale l’altra). Predete il datapad (collegato ad una missione secondaria) e quando entrerete nella stanza che segue sarete in un hangar in compagnia di altri otto nemici circa. I mercenari in quest’hangar sono facili da sconfiggere, non avete da temere un’improvviso cambiamento nel loro atteggiamento.

Ora esplorata l’area per trovare delle munizioni pesanti infondo a sinistra dentro uno scatolone e un terminale da esaminare. Aprite la porta sigillata infondo a sinistra e incontrate altri Salarian con cui dialogare. Dopo il dialogo esaminate i corpi dei mercenari per ottenere dei crediti.

Seguite la rampa e continuate fino alla stanza a forma di U. Affrontate lo scontro e tenete d’occhio i nemici con poteri biotici. Mentre avanzate raccogliete l’Element Zero lungo la parete sinistra e arrivate fino all’armadietto di armi dove potrete cambiare armamento se ne aveste bisogno.

A questo punto vedrete dei mercenari concentrati su un dispositivo. Questi nemici non vi attaccheranno finché non vi avvicinerete, il nostro consiglio è di attaccarli preventivamente ed evitare future grane. Il dispositivo a cui stavano lavorando è un esplosivo, sparate dei colpi su di esso per farlo detonare. Il nemico più forte in questa fase è il commando dei mercenari . Questo commando è attrezzato di barriere protettive, poteri biotici e potenti armi da fuoco. Tenetelo a bada e pensate prima ai pesci piccoli. Quando sarete rimasti solo voi e lui concentrate tutti gli attacchi più potenti sul nemico e sconfiggetelo. Passate all’area successiva ma assicuratevi di esaminare i corpi dei mercenari per ottenere dei crediti, delle munizioni e un med-kit, inoltre non dimenticate di esaminare il fucile.

Andando avanti sarete arrivati al momento in cui dovrete attraversare un ponte ancora in costruzione . Fatevi strada tra le folte schiere di nemici, tendete sempre a rimanere ad una certa distanza da loro, se volete un consiglio sull’arma da usare allora questo ricade sul fucile da cecchino.

Quando sarete a circa metà del percorso, due torrette vi spareranno dei razzi in continuazione. Per distruggerle senza perire non esitate a usare armi pesanti e non dimenticate di scegliere il momento giusto per uscire dalla copertura. Usate soprattutto i poteri speciali del vostro team e l’abilità concentrazione di Shepard. Arrivati quasi alla fine dei nemici vi spareranno dall’alto, potete scegliere di sparargli dalla vostra posizione o di usare le scale per attaccarli da un fianco. Fatta piazza pulita aprite la porta per entrare nella stanza di Nassana , il leader dei mercenari. Prima di incontrarla però un altro Commando Eclipse farà la sua comparsa. Seguite la strategia sopra indicata per sbarazzarvi di lui e ricordate, prima di concentrarvi sul commando, di mettere fuori gioco i suoi aiutanti.

Sconfitto il Commando Eclipse preparatevi ad una serie di filmati e dialoghi che introducono Thane il temibile assassino (e scoprirete che è proprio degno di tale appellativo). Shepard convincerà Thane ad unirsi al suo team e così farete ritorno sulla Normandy .

Saliti a bordo godetevi un altro filmato, quando sarà finito potete crogiolarvi nella soddisfazione di aver reclutato tutti i possibili membri sparsi nello spazio, il vostro team è pronto e sarà meglio per voi che lo sarete altrettanto.


Capitolo 10 – Assalto alla Nave dei Collector (Collector Ship)

Finalmente è il momento di tornare alla nostra missione contro i Collector . Per iniziare questa missione principale dovrete parlare con l’Illusive Man nella sala conferenze per essere poi trasportati alla destinazione successiva in automatico.

Shepard e compagnia partirà per esplorare una Nave Collector apparentemente abbandonata. Scegliete i vostri membri più fidati e atterrate a destinazione. La Nave Collector sembrerebbe del tutto deserta come previsto ma come avrete intuito questa situazione non durerà al lungo. Superate la piattaforma di atterraggio proseguendo avanti. Esplorate il luogo semplicemente andando avanti, nessuno, al momento, vi attaccherà all’improvviso. Esamiante i corpi ammassati e malandati sul sentiero per un brevissimo filmato. Proseguite per il passaggio dopo i copri ammassati fino ad un terminale Collector. Questo è un terminale di controllo che consente a Shepard e compagni di saperne di più riguardo la Nave e i lavori al suo interno. Il breve filmato che segue servirà a rivelarvi nuove interessanti informazioni sulla trama di Mass Effect 2, aprite bene le orecchie ed ascoltate. A fine filmato dovrete raccogliere una delle tre armi speciali disponibili , tutte e tre sono molto potenti, scegliete bene quale desiderate aggiungere al vostro arsenale. Superate il terminale e proseguite, raccogliete le munizioni pesanti e l’Element Zero. Raggiungete l’area aperta piena di “bare” dei Collectors e seguite la rampa per salire. Utilizzate il computer alla vostra destra per alcuni crediti, dopo continuate dritto. Avanzando dovreste raggiungere un altro PC da esaminare in cambio di un potenziamento dell’armatura. Salite per il passaggio e arriverete in un’area enorme con una forte luce all’orizzonte. Avanzate fino ad un nuovo terminale che una volta esaminato avvierà una sequenza filmata. Dopo questa sequenza dovrete fare i conti con i Collector, l’intera nave è stata usata per tendervi una trappola mortale. In questo scontro delle piattaforme fluttueranno nel cielo e si attaccheranno l’un l’altra. Ogni piattaforma ospita dei nemici quindi quando ne vedrete una avvicinarsi mettetevi sotto copertura. Lo scontro si dimostra particolarmente difficile dal momento che le piattaforme possono attraccare la vostra da lati differenti, in particolare fate attenzione a coprirvi dal lato giusto e non rivolgete le spalle al nemico o saranno guai. Come avvenuto su Horizon, anche qui vi sono alcuni Collector più forti degli altri (gli Harbingers). Questi nemici sono molto pericolosi e devono essere affrontati con la massima pazienza.

Fatta piazza pulita, EDI si metterà in contatto con Shepard chiedendogli di utilizzare nuovamente il terminale. L’IA della Normandy otterrà preziose informazioni sul nemico e sulla missione, ma non è tutto perché a quanto pare la Nave ha ripreso le sue funzioni e adesso tocca fuggire al più presto da lì. Riprendete il controllo di Shepard e tornate indietro, il percorso che vi aspetta è lineare (basta come per l’andata andare sempre avanti) ma particolarmente ostico per la presenza abbondante di nemici Collector. Avanzando superate il pendio ed esaminate l’oggetto Collector per alcuni crediti. Nelle vicinanze dovrestre trovare un med-kit, prendetelo e andando avanti vi scontrerete con nuovi Collector. In quest’area non avrete problemi a trovare coperture, usatele e quando uscirete vincitori dallo scontro raccogliete le munizioni ed andate avanti. Passate per una sorta di corridoio e un altro gruppo di Collector proverà a stendervi. Sfruttate le poche coperture nell’area e superate anche questo scontro. Più avanti, superato il corridoio, raccogliete il Medi-Gel e l’Element Zero.

Proseguendo per l’unico sentiero arriverete ad un’area più vasta delle altre, l’ideale per iniziare uno scontro con un boss. Un nemico Praetorian farà la sua comparsa dal fondo accompagnato da altri Collector e Husk (zombi). Imbracciate il fucile da cecchino e iniziate a sparare al Praetorian quando è ancora lontano, appena vedrete i Collector e gli Husk spostate la vostra mira su di essi ed eliminateli. Non provate a lasciarli vivi perché potrebbero essere la causa della vostra sconfitta.

Quando il Praetorian sarà vicino sfruttate tutta la potenza di fuoco che avete per abbatterlo nel minor tempo possibile. Siate veloci e cambiate copertura quando sarà troppo vicino a voi. Il nostro consiglio è di usare il lanciagranate quando si trova nelle vostre vicinanze. Non temete di essere sconfitti, trattandosi di uno scontro difficile non escludiamo che possa accadere, siate pazienti con voi stessi…

La fuga continua quando EDI sbloccherà una porta per farvi passare (infondo alla grande area in cui il Praetorian vi ha attaccato). Altre tre ondate di nemici farà capolino sul vostro cammino. Dopo i primi due scontri, continuando ad avanzare vi imbatterete in un folto numero di Husk. Per superarli usate il fucile a pompa (non quello d’assalto per intenderci) e non preoccupatevi di avvicinarvi troppo a loro. Quando avrete raggiunto la fine del percorso farete ritorno sulla Normandy .

A bordo della vostra nave, dopo che sarete scampati da una morte quasi certa, vi attende un dialogo con l’ Illusive Man , preparatevi a grosse rivelazioni su quest’ultima missione. Shepard riferirà l’esito della missione ai compagni ed EDI informerà tutti di aver localizzato la loro provenienza, proprio al centro della galassia. Prima di accettare il viaggio verso la base dei Collector, rifiutate in modo da poter portare a termine altre missioni prima di partire. Se al contrario vi sentite già pronti, accettate di partire senza riserve.

Capitolo 11 – La fedeltà prima della partenza: Samara (The Ardat-Yakshi)

Prima di partire per il centro della galassia vi sono diverse cose da fare, alcune più importanti delle altre. Tra queste abbiamo sicuramente la fedeltà ancora da conquistare dei più recenti membri del team. Niente di più semplice, iniziamo con Samara.

Per prima cosa andate a parlare con Samara nella zona dell’equipaggio. Seguite il dialogo per apprendere di Morinth , un’assassina spietata figlia di Samara stessa. Adesso avete ottenuto il prossimo obiettivo, ovvero raggiungere Omega. Recatevi alla mappa di navigazione e partite per l’ Omega Nebula e poi per il Sistema Sahrabarik e infine atterrate sulla stazione spaziale Omega .

Mettete Samara nel vostro team e appena prenderete il controllo EDI vi informerà di contattare Aria. Quest’ultima la troverete al solito locale Afterlife , infondo la sala e sopra le scale. Chiedetele della figlia di Samara e vi rivelerà che la sua ultima vittima è stata una ragazza e che il miglior luogo da cui iniziare la ricerca è il suo appartamento. Uscite dal locale e dirigetevi a sinistra. Potete consultare la mappa per raggiungere la zona degli Appartamenti . Andate avanti e passate le due porte, superate il predicatore sopra la scatola e girate a destra (la strada difronte a lui). In questo corridoio prendete la porta a sinistra e parlate con la donna nella stanza. Lei è la madre della ragazza uccisa, seguite il dialogo e fate le vostre scelte e chiedetele di esaminare la stanza della bimba. Quando avrete il permesso procedete per la porta ancora inesplorata. Esaminate il computer sul letto e avrete informazioni riguardo la vita della ragazza. Chiedendo le registrazioni più recenti apprenderete che la ragazza ha conosciuto Morinth come ballerina dell’Afterlife. Seguite il discorso con Samara e riprendete il controllo. Dovrete tornare all’Afterlife ma nell’area VIP e fare da esca per risolvere il caso. L’area VIP è segnata sulla mappa. Superate il predicatore e andate a destra, girate e scendete le scale per poi andare fino infondo e salire altre scale. Parlate con il buttafuori e fate il nome di Jaruut per entrare. Dopo il dialogo con Samara potete andare avanti ma prima vi consigliamo di farvi dare tutti i consigli su come sedurre Morinth da Samara. In linea generale dovrete cercare di rispondere da Ribelle (non Paragon dunque). Quando sarete pronti entrate nel locale. All’entrata un umano di nome Vij vi parlerà di alcuni biglietti per una band. Per ora ricordate il nome del gruppo e poi andate a sinistra. Parlate con un altro umano di nome Horftin e discutete del suo capo reporter investigativo. Finito il dialogo potrete proseguire dritto fino a incontrare un Turian seduto vicino un altro Turian. Parlategli e poi andate verso il piano bar per parlare col barista e fare in modo di offrire un giro di drink a tutto il locale. Se Morinth non si è ancora fatta vedere, continuate col vostro giro d’azioni in questa sala. Recatevi al centro e risolvete la diatriba tra la ballerina e il Turian, dopo potrete ballare con un’Asari di nome Waera. Adesso dovreste aver preso i contatti con la figlia di Samara. Seguite il dialogo e fate le scelte adeguate in base ai consigli della madre. A fine dialogo dovreste riuscire ad arrivare alla sua camera. Una volta dentro l’appartamento Morinth è seduta su un sofà, prima di parlarle esaminate l’area per raccogliere delle pillole sul tavolo (e la pistola), la statua gigante e tutto il resto esaminabile. Ora sedetevi accanto all’Asari sul sofà e seguite la scena e i dialoghi. Durante il combattimento all’ultimo sangue tra le due Asari dovrete fare una scelta su chi salvare. Sappiate che chi verrà salvato si unirà al vostro team. Noi abbiamo scelto di aiutare Samara, in linea con le nostre scelte Paragon. Quando finirà il filmato avrete finito questa missione e avrete guadagnato la fiducia di Samara. Sulla Normandy nella stanza personale di Samara potrete parlare in merito a questa vicenda e concludere ogni relazione con essa, tuttavia la missione è già conclusa, per tanto non sentitevi obbligati a riparlare con Samara.

La fedeltà prima della partenza: Thane (Sins of the Father)

Per ottenere la missione relativa alla fiducia di Thane dovrete prima parlare con lui nei locali dell’equipaggio. Parlando con Thane scoprirete di più sulla sua vita e su quale problema lo affligge. Thane deve trovare suo figlio per risanare il rapporto con lui e per indicargli la giusta strada da seguire nella vita. Dopo avergli parlato la destinazione è ancora una volta la Cittadella che potrete trovare nella Nebulosa del Serpente . Quando atterrerete sulla Cittadella ricordate di mettere Thane nel vostro team.

Preso il comando dirigetevi all’ufficio informazioni della C-Sec e parlate con Bailey del figlio di Thane. Seguendo i consigli del capitano Bailey dirigetevi verso il Dark Star Lounge , nell’angolo più a sud-est della mappa. La persona che state cercando si trova giusto prima dell’entrata del locale e porta il nome di Mouse (lo trovate mentre fa dei commenti davanti a dei monitor montati sotto la scritta level 28, subito dopo il negozio del Turian). Parlate con Mouse e fate le vostre scelte in base alla vostra tendenza di essere buoni o cattivi. Alla fine otterrete il nome di Elias Kelham comunque decidiate di agire. Adesso tornate dal capitano Bailey nell’ufficio informazioni della C-Sec.

Il capitano farà in modo di arrestare Kelham nonostante la difficile posizione in cui si trova. Il vostro scopo sarà quello di interrogarlo ed estrapolare quante più informazioni possibili. Prima di iniziare l’interrogatorio dovrete decidere se fare i poliziotti cattivi o buoni. Per decidere basta dire a Thane di essere l’esatto opposto di quello che volete essere voi. In questo frangente di gioco non dovrete fare altro che scegliere le domande a vostro gradimento.

Dopo l’interrogatorio la prossima persona da trovare è Joram Talim per tanto quando parlerete con Bailey chiedetegli di raggiungere il blocco 800 per arrivare ad una nuova area.

Appena sarete nella postazione desiderata spostatevi nell’angolo a destra per raccogliere dalla scrivania un potenziamento per le armi. Ora interagite con Talim e quando avrà finito di parlare si sposterà verso una nuova posizione. Seguite il percorso fino alla sala successiva e interagite con lui nuovamente per farlo spostare in un’altra posizione ancora. Seguite i suoi movimenti anche in questa stanza e aggiornate Thane su tutto quello che Talim fa. In un primo momento Talim si discosterà dalla sua guardia del corpo quando entrerà nel negozio “Aquila”, quando accadrà avvisate Thane. Quando la guardia uscirà dal negozio correrà insieme a Talim verso il lato opposto della sala, seguitelo fino alla stanza successiva e non perdetelo di vista. Continuate a pedinarlo fino al disco-pub e aggiornate Thane. Quando i due andranno verso l’area seguente, avvisate Thane per dirgli che si stanno intrattenendo in una discussione con altri Krogan. Talim chiederà di essere scortato a casa, seguitelo e non perdetelo di vista. Passando per la porta seguente incepperete in un contrattempo con un umano, usate le vostre abilità da buoni o cattivi per superarlo e passate per la porta più avanti per assistere alla scena finale di questa missione. Finito il dialogo tra Thane e suo figlio potrete farvi accompagnare da Bailey nella strada del ritorno e la missione sarà conclusa. Giusto per completare totalmente gli eventi, parlate con Bailey quando sarete tornati e fate come al solito le vostre scelte di dialogo. Finito il discorso potrete tornare alla Normandy sani e salvi.

La fedeltà prima della partenza: Tali (Treason)

Come al solito per ottenere questa missione di fedeltà dovrete parlare con il diretto interessato: Tali (in questo caso). Tali si trova nel reparto ingegneria della Normandy ed ha bisogno del nostro aiuto per supportarla in una missione legata ai suoi rapporti con i Quarian di cui fa parte.

A discussione conclusa recatevi alla mappa galattica e viaggiate verso Vallhallan Threshold e nel Sistema Raheel-Leyya troverete la Migrant Fleet (flotta migrante). Decidete di atterrare e godetevi il filmato e la conoscenza del capitano Kar’Danna. Finito il dialogo dovrete cercare l’ammiraglio Raan , per farlo proseguite seguendo il corridoio a L e passate la porta. Più avanti incontrerete automaticamente Raan e seguirà una discussione tra lei e Tali. Per aiutare Tali nei difficili rapporti con la legge Quarian, Shepard sarà il suo difensore. Seguite i filmati e sarete portati da Raan al processo a cui prenderete parte. Assistite al processo e intervenite come meglio credete per apprendere la struggente notizia che il padre di Tali è morto e che ora la missione di Shepard e Tali è quella di ritrovarlo (o per lo meno provarci) ed indagare sull’accaduto. Quando avrete ripreso il comando prendetevi un po’ di tempo per parlare con le persone intorno e poi proseguite per il corridoio a destra (se siete difronte l’entrata della sala in cui avete preso parte al processo) con una rampa che conduce verso l’alto. Dopo la prima porta non dovrete far altro che seguire questo percorso lineare fino ad un’altra sala piena di Quarian. Girate attorno al tavolo e infondo troverete un Quarian con cui parlare che vi metterà a bordo dello shuttle diretto ad Alarea . Giunti a destinazione proseguite per la porta difronte. Preparatevi allo scontro con alcuni Geth, dopo averli sconfitti raccogliete il med-kit a sinistra dell’entrata (posto sopra le casse) e poi sul lato infondo a destra della stanza esaminate i terminali per dei crediti. Vicino la porta prima di passare alla sala successiva prendete le munizioni pesanti dalla cassa a destra. Passate la porta e nel nuovo corridoio entrate nella porta a sinistra. Qui dentro hackate i dispositivi presenti e raccogliete i med-kit. Esaminate il dispositivo sopra la branda e seguite il dialogo con Tali. Uscite dalla stanza e prendete la porta alla vostra destra (prima di girare nuovamente a destra). Nella stanza c’è un terminale da hackare in cambio di crediti, quando avrete fatto uscite ed esaminate il terminale alla vostra sinistra per guardare una registrazione. Superate la porta più avanti del terminale e proseguite mettendovi in copertura immediatamente perchè un nemico corazzato è pronto per attaccarvi. Usate il fucile a fuoco ravvicinato e fatelo subito fuori. Ora esaminate tutti i PC a destra della camera e poi proseguite esaminando i terminali infondo alla stanza prima della scalinata. Adesso salitela e girate a sinistra per poi prepararvi ad uno scontro molto più impegnativo del precedente. Mantenete una copertura lontana dalle porte da cui provengono i nemici e sparate ai Geth corazzati ed invisibili che tendono ad avvicinarsi sempre più a voi. Curate i compagni in difficoltà e poi fate fuori i pesci più piccoli. A scontro concluso esaminate le scrivanie per il Palladium e poi il medi-gel infondo alla stanza accanto alla porta aperta. In questa stanza hackate il dispositivo sulla parete dell’entrata e poi il terminale per iniziare una conversazione con Tali. A discussione finita potete superare la porta e trovare una sala ampia strutturata in due piani. Dal piano di sotto inizieranno ad arrivare un numero spropositato di Geth, corazzati e non. Riparatevi con il balcone difronte e iniziate a sparare ai nemici sotto. Alcuni di loro riusciranno a salire e aggirarvi, se dovesse accadere concentrate il fuoco su di essi. Con qualche graffio dovreste riuscire a cavarvela, quando il lavoro sporco è finito iniziate a perlustrare l’area sottostante. In particolare controllate i terminali e il med-kit. Adesso superate la porta già aperta ed esaminate il corpo esanime di Quarain.

Finita la scena drammatica e toccante è ora di fare i conti con gli ultimi Geth . Salite le scale e varcate la porta per incontrare un gruppo di Geth super corazzati. Prima di scontrarvi con loro prendete il modellino e i crediti dalla scrivania davanti la porta. Per facilitarvi lo scontro usate le colonne per coprirvi e il fucile a pompa (o simile) per attaccare. Se userete bene le coperture non dovreste avere troppi problemi, ricordate di lasciare il Prime Geth per ultimo. A scontro finito potete esaminare il terminale infondo ed assistere al filmato. Quando sarà finito ritornerete al processo. Per farlo seguite il percorso e presentatevi con le nuove dichiarazioni in merito all’accaduto.

A processo finito potete parlare per un’ultima volta con i Quarian presenti, dopo averlo fatto (potete tranquillamente evitare) tornate alla Normandy e avrete finito questa missione.

Se vorrete potrete parlare con Tali a missione conclusa per avere altre notizie sull’accaduto. In ogni caso da ora disporrete della fiducia di Tali e del suo costume alternativo, complimenti!

Capitolo 12 – Tempo di tuning per la Normandy SR-2: Potenziamenti essenziali (Normandy upgrades)

Dovete sapere che alcuni potenziamenti della Normandy si riveleranno essenziali per salvare ben tre dei vostri compagni. Per ogni potenziamento essenziale non sviluppato morirà un membro del team e più precisamente i potenziamenti essenziali sono tre: armatura, scudi e cannoni .

Questi tre potenziamenti sono reperibili solo dopo aver parlato con Jacob, Garrus e Tali. I tre vi proporranno potenziamenti differenti: Jacob l’armatura, Tali gli scudi e Garrus i cannoni. Tutti gli altri potenziamenti ritorneranno utili ma non sono essenziali al fine di portare a termine la storia senza perdere compagni.

Eseguire i potenziamenti non è poi molto impegnativo, vi basterà rifornirvi di grandi quantità di Palladium (circa 30’000) e Platinum (circa 15’000). Per disporre di questi materiali (e in tali quantità) dovrete acquistare le Prob dai rifornimenti spaziali e lanciarle nei pianeti della galassia tramite scannerizzazione. A tal proposito vi consigliamo vivamente di consultare la prima pagina di questa guida e le immagini dei pianeti più ricchi di minerali, vi assicuriamo che funziona!

Detto questo dovreste già esservi messi all’opera nella raccolta. Quando avrete finito ricordate (se non lo avete ancora fatto) di parlare con Tali, Jacob e Garrus e scegliere “Investigates” (indaga, investiga) per poi chiedergli dei potenziamenti della Normandy (NORMANDY UPGRADES). Seguendo il discorso si aprirà il menù apposito e da lì scegliete i potenziamenti della nave che vi servono: Thanix Cannon (cannone), Heavy Ship Armor (armatura pesante), Multicore Shielding (scudi).

Bene adesso anche la Normandy SR-2 è pronta per usare il Relay Omega 4. Per i più curiosi vogliamo descrivere le conseguenze di ogni mancato potenziamento della nave, per cui se preferite non leggere spoiler passate al capitolo successivo…ora (non appena sarà inserito si intende)!

Mancato potenziamento dell’armatura: Jack, Jacob o Thane moriranno per via di un raggio sparato da un Oculus che penetrerà la Normandy.

Mancato potenziamento degli scudi: Tali, Legion (lo arruoleremo presto), Thane o Garrus (dove Tali e Legion sono i più probabili se sono stati reclutati) moriranno vaporizzati quando i motori della Normandy esploderanno.

Mancato potenziamento dei cannoni: Tali, Legion, Garrus o Thane moriranno con un raggio proveniente dall’esplosione della nave Collector (se Tali e Legion saranno impegnati a combattere l’Oclus morirà Garrus).

Nella speranza che eviterete queste inutili e tristi perdite, il momento di partire è ormai vicino e la Normandy ha bisogno dell’ultimo essenziale potenziamento che le permetterà di viaggiare al centro della galassia: Reaper IFF .

Tempo di tuning per la Normandy SR-2: Reaper IFF (Reaper IFF)

Il Reaper IFF è un dispositivo tecnologico irrinunciabile per poter solcare l’Omega 4 Relay e viaggiare con la Normandy senza subire danni nel centro della galassia. EDI ha già localizzato il luogo in cui trovare il Reaper dopo la missione sulla nave abbandonata dei Collector. Andate alla mappa di navigazione e viaggiate verso la nebulosa di Hawking Eta per poi spostarvi, usando del carburante verso il Sistema Thorne e infine sul Derelitto Reaper . Quando sceglierete di atterrare assisterete ad un filmato che mostra le turbolenze a cui la Normandy è costretta. Prendete il controllo di Shepard e superate la porta del primo corridoio, svoltate a sinistra e scendete le scale. Nel primo spiazzo a sinistra esaminate i terminali da una parte e dall’altra per raccogliere dei crediti. Uno dei terminali contiene una registrazione, ascoltatela e poi proseguite dritto per il corridoio. A fine del corridoio un altro terminale contiene una registrazione, accanto a questo potrete raccogliere altro utile materiale. Svoltate a destra per il prossimo passaggio e attivate la porta difronte per assistere ad un breve dialogo.

Ripreso il controllo e ricevute le brutte notizie dalla Normandy potete andare avanti e superare i corpi esanimi sul suolo per poi esaminare il terminale davanti a voi e ascoltare la curiosa registrazione. Girate a destra e continuate avanti fino al piccolo spiazzo quadrato pieno di casse esplosive e di Husk (i nemici simili a degli zombie). Per risolvere al meglio questo primo conflitto allontanatevi dall’area quadrata e sparate ai barili esplosivi quando i nemici si faranno avanti, vi consigliamo di usare il fucile pesante (o a pompa) se lo avete nell’inventario. Adesso seguite il percorso e scendete la passerella per arrivare ad un’altra zona di scontro. Usate la stessa strategia ovvero lasciate uscire fuori gli Husk e allontanatevi dallo spiazzo quadrato per sparare da più lontano ai nemici e sfruttare le casse esplosive. I nemici sono numerosi ma deboli quindi sparate senza preoccuparvi di copertura o ripari. Quando avrete finito con gli zombie ascoltate la registrazione sul terminale per capire che le cose si stanno facendo chiaramente più horror e macabre del solito.

Salite la rampa e vedrete che a sparare agli zombie non siete i soli…non è ancora tempo di scoprire di chi si tratta, per tanto proseguite e raccogliete dallo spiazzo munizioni, crediti, minerali ed upgrade per il fucile da cecchino. Andate avanti per l’unica strada possibile e scendete gli scalini per raggiungere un’area vasta e piena di casse esplosive e non. Qui subirete un attacco da una moltitudine di Husk che vanno affrontati meglio da dietro una buona copertura. La copertura migliore e più vicina la trovate svoltando a destra per il piccolo passaggio subito dopo gli scalini. Mettetevi dietro la cassa e non dovrete guardarvi le spalle. Se qualche zombie si avvicinasse troppo ricorrete agli attacchi corpo a corpo. Finito lo scontro esplorate l’area dirigendovi avanti. Controllate il terminale al centro a sinistra per una registrazione e l’altro terminale infondo all’area accanto al medikit. Finita la raccolta potete ritornare nel piccolo passaggio accanto le scale dove avete trovato rifugio nello scontro e hackare la porta per proseguire. Nel nuovo passaggio aprite la porta che avrete davanti e farete conoscenza con un nuovo interessante personaggio, perchè? Bè per iniziare è un Geth ed è pure un vostro alleato …tale personaggio è l’ultimo membro reclutabile in Mass Effect 2 (escludendo Zaeed legato all’acquisto dei DLC).

Per ora limitatevi a gestire lo scontro con altri Husk. Sul piano superiore in cui vi ritroverete lo scontro è più semplice ma quando scenderete la scalinata che avete difronte le cose si faranno più difficili. Vi consigliamo di risalire le scale e gestire lo scontro sempre dal piano superiore. Da questo pieno cercate di eliminare anche lo Scion oltre gli innumerevoli Husk. Quando tutto sarà calmo potete avanzare scendendo le scale e seguendo il passaggio. Salite le altre scale e la passerella per giungere in un altro balcone. Andate a sinistra e raccogliete il med-kit, poi prendete a destra e avanzate. Esaminate il primo terminale da sinistra per prendere dei crediti e preparatevi all’ennesimo scontro con i nemici-zombie. Continuate avanti scendendo la passerella e raccogliete il med-kit prima di scendere per la passerella successiva. Risalitela appena i nuovi nemici faranno capolino e non temete di indietreggiare in questo scontro, l’importante è uscirne illesi. Anche qui dovrete far fuori uno Scion, a tal proposito vi consigliamo di sparargli sulla protuberanza bluastra sopra la sua testa per causare maggior danno a questo temibile nemico. Tornate a scendere la passerella e svoltate subito a destra e poi di nuovo a destra (in pratica dietro la passerella) per raccogliere dei crediti e un upgrade. Fatto questo continuate per il percorso e salite le scale seguenti. Svoltate a destra e raccogliete tutto il materiale prima di scendere per la grande passerella che avete difronte. Quando sarete scesi e avrete raggiunto il nuovo spiazzo dalla forma più o meno quadrata risalite la piattaforma per non subire l’accerchiamento di altri Husk e ben due pericolosi Scion. Fate molta attenzione e sparate con il fucile da cecchino al punto debole degli Scion quando non avrete Husk vicini. A fine scontro continuate riscendendo la piattaforma e salendo una delle due a destra o sinistra. Scendete e raccogliete le munizioni pesanti dalla cassa e preparatevi ad un altro duro scontro perchè altri Husk e altri Scion attenteranno alla vostra vita.

Quando avrete fatto piazza pulita dirigetevi verso la porta a fine area e hackatela. Esaminate il computer a sinistra e avrete recuperato il tanto desiderato Reaper IFF, seguite il passaggio e aprite la porta davanti

In questa grande sala dovrete far fronte ad un ultimo scontro con altri Husk. La strategia è sempre la stessa, usate armi potenti a fuoco ravvicinato e muovetevi per evitare di essere accerchiati. Ora che gli Husk sono tutti eliminati raccogliete i crediti dalla scrivania nella parte superiore sinistra dell’area e per finire imbracciate la vostra arma preferita e sparate al mass effect core (la grossa palla luminescente in alto e infondo alla sala). Quando avrete causato circa un quarto di danni al core, un’altra dose abbondante di Husk vi tenderà un agguato. State attenti al loro numero e ai loro spostamenti e quando li avrete stecchiti tutti ritornate a sparare al core. Lo stesso discorso si ripeterà per un’altra volta e infine il core verrà distrutto e un filmato seguirà i l’incredibile fuga dalla nave e il salvataggio del misterioso Geth . Nel prossimo capitolo vi spiegheremo come reclutare il nuovo ospite della Normandy, come ottenere la sua fiducia e tutte le ripercussioni che questa azione avrà su alcuni membri del vostro team (qualcuno ha detto Tali?).

Capitolo 13 – Legion: Reclutamento (Dossier)

Portare il Geth sulla nave avrà delle ricadute sui rapporti con Tali, tuttavia appena ritornerete sulla Normandy assisterete a un dialogo con Miranda e Jacob dove deciderete di parlare con il Geth e decidere solo in seguito se reclutarlo o meno.

Finita la riunione recatevi all’ascensore e raggiungete i locali dell’equipaggio per parlare col Geth. Raggiungete i laboratori medici e varcate la porta infondo per arrivare alla sala server . Infondo a questa stanza potrete interagire con un Geth senza ricorrere alla violenza per la prima volta in assoluto!

Nel dialogo avrete l’occasione di avere informazioni sui Geth in generale e sull’esemplare che avete davanti. Egli si chiamerà Legion , in quanto non rappresenta un solo individuo ma una moltitudine. Legion è un cecchino strabiliante, vi ritornerà molto utile nelle missioni a venire. Ma cosa rende veramente affidabile un compagno di squadra? Ovvio, la sua fedeltà ed è per questo che la missione successiva sarà quella che consentirà di ottenere la fiducia di Legion.

Legion: Fedeltà (A House Divided)

Bene, visto che il paragrafo precedente non ha trattato nessuna missione ma solo il reclutamento di Legion , in questo tratteremo la questione fedeltà per poter trarre dal compagno il massimo potenziale. Visto che dovreste già essere difronte a Legion (ri)parlategli e verrete informati sulla ricerca dei Geth e di un virus altamente distruttivo. Ottenete tutte le informazioni che volete e poi recatevi alla mappa di navigazione per partire. Recatevi al Mass Relay più vicino e navigate per la Nebulosa (The) Phoenix Massing poi fate il pieno di carburante e andate verso il Sistema Seas of Storms (che letteralmente sarebbe mare di tempeste) e infine approdate all’ Heretic Station (Stazione degli Eretici).

Dopo i dialoghi riprendete il controllo di Shepard, voltatevi e andate infondo alla stanza per raccogliere un med-kit. Scendete la passerella che precedono il medikit e svoltate a sinistra per arrivare in una sala piena di circuiti illuminati di verde sul pavimento.

Evitate questi circuiti verdi e proseguite lungo il percorso. Raggiunta la porta non sorpassate i circuiti ma sparate ai Geth disattivati alla destra della porta. Scatterà l’allarme ma potrete gestire facilmente lo scontro. Adesso potete esaminare il macchinario a cui erano collegati i Geth e poi proseguire passando per la porta. Svoltate a destra ed esaminate la torretta per aggirarla a vostro favore. Prendete copertura più avanti e lasciate fare il lavoro sporco alla torrette e ai compagni. Superate le coperture ed entrate nel passaggio a destra, seguite il cammino ed evitate gli altri circuiti illuminati sul pavimento. In questa stanza potete far esplodere le strutture a cui sono agganciati i Geth disattivati, così facendo potrete raccogliere ben 3’000 crediti da ognuna di queste strutture. Se decidete di attaccare iniziate sparando alla struttura più vicina alla porta d’uscita. Quando avete fatto tutto questo proseguite passando per la porta, svoltate a sinistra e riparatevi in una delle tante rientranze di questo stretto corridoio perché altri due Geth vi attaccheranno. Risolvete la questione (attenzione i Geth sono muniti di scudi) e continuate andando avanti e raccogliendo il med-kit a fine corridoio. Tornate un po’ indietro e svoltate per l’unica via possibile (sulla vostra sinistra se avete raccolto il med-kit altrimenti sulla vostra destra). Salite le due rampe e svoltate a destra per vedervela con altri due Geth in uno scontro praticamente identico al precedente. Quando tutto sarà calmo aprite la porta, scendete la rampa e attivate subito le due torrette per poi correre a riparo e vedervela con altri nemici. Salite la rampa e proseguite per la nuova strada, correte fino infondo al corridoio e raccogliete il med-kit e alcuni crediti dalla cassa accanto. Adesso tornate alla porta che avete superato di qualche passo e apritela per scendere altre due rampe e svoltare a destra al bivio. Infondo al vicolo ceco trovate del Palladium e delle munizioni, dopo averli raccolti andate verso il lato opposto del corridoio. Superate la porta e mettetevi al riparo per vedervela con altri Geth, quando li avrete sconfitti andate a sinistra dalla porta d’entrata per esaminare un terminale ed hackarlo per un upgrade. Ora andate avanti per il corridoio opposto a quello del terminale e aprite la porta alla vostra destra, scendete le due rampe ed aprite la porta a fine percorso. Seguite il nuovo percorso evitando di calpestare i circuiti luminosi, arrivate ad un’altra rampa e scendetela per giungere al piano inferiore. Aggirate le casse che avete difronte dopo essere scesi dalla rampa e andate sul lato sinistro della stanza, voltatevi e vedrete un’altra struttura che custodisce i Geth non attivi. Come al solito potete scegliere di distruggerla per ottenere i crediti dalla struttura. Fate attenzione perché di strutture simili ve ne sono due in questo piano e l’allarme verrà disattivato solo quando le avrete eliminate entrambe assieme ai due gruppi di nemici. Quando ogni conflitto sarà risolto proseguite per l’unica porta presente. Seguite il passaggio ed esaminate la finestra sulla destra per assistere ad un dialogo. Finito di parlare è tempo di muoversi proseguendo dritto e superando la porta infondo al corridio. In questa nuova, enorme sala per prima cosa dovete prendere il med-kit accanto al terminale ed usare quest’ultimo, per ora non aggirate le torrete. Legion vi informerà della possibilità di attivare il sistema di difesa da lontano, vi ritornerà utile attivare due torrette per volta tra quelle presenti al piano di sotto oltre le due sul piano in cui vi trovate. Chiedetegli di farlo e se vi sentite pronti dategli conferma per iniziare.

Questo scontro sarà parecchio complicato se vi approccerete con superficialità. Dovete sapere che il nemico arriverà da destra e da sinistra e come avrete già capito i Geth non scherzano in quanto potenza e vitalità. Mettetevi dietro una copertura da cui potete avere un campo visivo completo e sporgetevi da essa per sparare ed uccidere, vi consigliamo uno dei due angoli, destro o sinistro, dal lato della porta d’entrata (non accanto il balcone da cui provengono i Geth). Non perdete tempo nell’attacco ed usate tutti i poteri e le armi più affidabili che avete, cercate di eliminare i Geth muniti di lanciamissili per primi e poi fate fuori i nemici meno armati e se siete abbastanza abili con il fucile da cecchino usatelo quando i Geth faranno irruzione al piano di sotto e saranno ancora lontani da voi. Sostanzialmente lo scontro è strutturato ad ondate e quando avrete sconfitto l’ultima, un dialogo partirà in automatico.

Ora è il momento di scegliere il destino degli heretics , fate a modo vostro e seguite i filmati. Attenzione però, niente è ancora finito fino a quando Shepard e compagni non saranno fuggiti dalla nave, a fine dialoghi scatterà un conto alla rovescia e dovrete darvela a gambe levate immediatamente. Proseguite per la porta che si è aperta e seguite il corridoio, prima di svoltare a sinistra incepperete in altri Geth, eliminateli senza farvi prendere dall’ansia per il countdown. Continuate a correre seguendo il percorso e arriverete ad uno spiazzo dove un altro scontro vi attende. In questa sezione dovrete affrontare altri Geth e un potente Geth Prime. Uccidete prima i pesci piccoli e poi concentrate tutto il fuoco sul Geth Prime dotato di scudi e armature. Proseguite e superate il piccolo passaggio frontale per tornare alla Normandy sani e salvi.

A questo punto la missione è conclusa ma appena proseguirete Shepard verrà informato di una piccola diatriba tra Tali e Legion . Quando il capitano si precipiterà a calmare le acque avrete quattro possibili dialoghi da seguire. I due a sinistra sfruttano le vostre abilità Paragon o Renegade (buoni o cattivi) e permettono entrambe di non perdere la fedeltà di nessuno dei due compagni. Le altre due daranno ragione ad uno solo dei membri e inevitabilmente perderete la fiducia di uno o dell’altro (ma non il costume alternativo). Sebbene per non perdere la fedeltà avrete bisogno di un livello Paragon o Renegade elevato (diciamo che dovreste riempire tutti gli slot tranne l’ultimo e metà del penultimo), potrete riacquisire la fedeltà persa parlando con il rispettivo personaggio in un secondo momento, assicuratevi però di disporre di un livello superiore Paragon o Renegade.

Comunque vada, tornate a parlare con Legion e chiedetegli di possibili UPGRADE , acconsentite all’uso dei dati del sistema e in questo modo otterrete un potente fucile da cecchino che renderà ancora più forte Legion e che per la sua creazione necessita solo di 15’000 di Platinum.

Con questo (per ora) il capitolo Legion è concluso, siete sani e salvi e ad un passo dalla sfida finale.

Capitolo 14 – Verso l’Omega 4 Relay e oltre: Joker, salvaci tu! (Activating the IFF)

Arrivati a questo punto (se avete seguito la nostra soluzione) dovreste disporre di tutti i membri, della loro fiducia e magari anche di tutti gli upgrade necessari alla Normandy per viaggiare tramite l’Omega 4 Relay.

Se tutto è stato fatto e avete anche recuperato il Reaper IFF , nel momento in cui interagirete con la mappa di navigazione per spostarvi in una nuova destinazione, Joker ed EDI vi annunceranno che i lavori sull’installazione del Reaper IFF procedono regolarmente ma che non sono ancora completi. Seguite il discorso e Shepard & Co. Si allontaneranno dalla Normandy a bordo di uno shuttle mentre EDI e Joker resteranno a bordo insieme al resto dell’equipaggio per continuare i lavori di installazione. Ma per Joker ed EDI niente andrà per il verso giusto e assistendo al filmato vi sarete resi conto della gravità della situazione. Tocca a Joker farsi strada nella Normandy per salvarla dalla distruzione certa.

Quando avrete preso il controllo di Joker proseguite dritto e seguite le luci luminose sul pavimento che vi indicano la strada per il laboratorio tecnologico. Correte senza mai fermarvi, scattate se possibile e ignorate i compagni che vengono spazzati via dai nemici. Scendete la scaletta nei laboratori e riprendete il controllo di Joker. Seguite le luci rosse e non fermatevi fino ad entrare nei laboratori medici. Entrate nella sala server e usate il terminale. Scendete la scaletta della sala server per raggiungere il reparto ingegneria dove dovrete riattivare il core della Normandy. In quest’area dovrete fare attenzione agli Scion e i Praetorian, per cui se proverete a salire le scale segnalate dalle luci sul pavimento la missione fallirà . Andate dal lato opposto e prendete le altre scale per uscirne sani e salvi. Aprite la porta e andate a sinistra per attivare il terminale e godervi una nuova scena filmata. Joker riferirà tutto a Shepard tramite un dialogo a cui assisterete. Dopo aver seguito il dialogo dovrete decidere se partire per l’Omega 4 Relay o aspettare ancora, fate la vostra decisione sapendo che:

  • Qualora decidiate di NON partire immediatamente e continuare con altre missioni, Kelly Chambers e tutti gli altri membri dell’equipaggio moriranno nella base Collector; solo doc. Chakwas sopravviverà.
  • Qualora decidiate di NON partire immediatamente e portare a termine solo altre 1 o 2 missioni prima di partire, circa metà dell’equipaggio morirà, Kelly e Gabby inclusi; solo dc. Chakwas, Ken e alcuni altri membri dell’equipaggio sopravviveranno.
  • Qualora decidiate di partire immediatamente, solo Lilith morirà.

Qualunque sarà il vostro viaggio siate sicuri di essere pronti, se decidete di temporeggiare ancora avrete il vantaggio di poter portare a termine ogni missione restante che vorrete (tra quelle secondarie si intende visto che quelle primarie dovrebbero essere tutte concluse), volendo potrete anche potenziare il team e la Normandy (ricordate dei tre importanti potenziamenti che vi abbiamo illustrato nel capitolo 12 primo paragrafo), d’altro canto partendo subito salverete più membri del vostro equipaggio. A voi la scelta.

Capitolo 15 – Missione Suicida (Suicide Mission)

Prima di iniziare la missione suicida, come abbiamo più volte ricordato, siate certi di aver potenziato la Normandy e di avere la fiducia di tutti (o quasi) i protagonisti. Vi ricordiamo anche che ogni potenziamento mancante o utilizzo di personaggio non fedele risulterà nella morte di un compagno.

La missione è r aggiungere la base Collector e porre fine alla minaccia. Questo compito si suddivide in tre fasi dove ogni compagno avrà precisi compiti, questo vuol dire che non dovrete limitarvi a selezionare i vostri compagni e partire per l’azione ma dovrete fare delle scelte più meditate (quelle che vi diremo ad essere precisi). Nella scelta dei compagni ricordate che se vi segnaleremo quel personaggio come “ideale” al compito ma voi non disponete della sua fedeltà allora sarà come se fosse “non ideale” al compito. Se giungerete alla fase finale di questa missione dopo aver perso tutti i compagni allora il povero Shepard perirà in missione. Detto questo, se non siete già partiti, iniziamo recandoci alla mappa di navigazione e raggiungendo la Nebulosa Omega per poi entrare nell’ Omega 4 Relay .

Iniziato il viaggio e superate le prime difficoltà (o meglio Joker lo ha fatto manovrando la Normandy) degli Oculus (navette spaziali) attaccheranno la nave facendosi una breccia. Scegliete il vostro team e andate a dare una lezione al nemico. Appena acquisite il controllo andate a destra per raccogliere il med-kit, fatto questo mettetevi sotto copertura per evitare gli attacchi, armatevi di un’arma pesante e sparate quando il raggio dell’Oculus non è attivo. Dovreste farcela senza troppi problemi e quando il nemico abbandonerà la nave un’altra scena filmata vi introdurrà al prossimo scontro. Si tratta della stessa identica procedura da adottare, quando il nemico è sconfitto un nuovo filmato partirà. Gli eventi che si susseguono durante il filmato hanno trasformato questa missione in una missione suicida, ma poco importa il vostro compito (come ribadisce Shepard) è quello di distruggere i Collector.

Missione Suicida – Base Collector: Infiltrazione (Collector Base: Infiltration)

Inizia qui la serie di scelte ideali e non ideali che potreste fare assegnando specifici compiti ai membri del vostro team. Ricordate che se il compagno è “ideale” ma non è fedele allora è da considerare “non ideale” perché perirebbe sul campo.

In primo luogo bisogna trovare una via per infiltrarsi nella base nemica e per farlo è necessario un tecnico esperto .

In base a questo compito le vostre scelte possono essere:

  • Ideali qualora assegnerete il compito a Tali o Legion;
  • Non ideali qualora assegnerete il compito a un altro membro qualsiasi al di fuori dei due citati.

Dopo questa prima assegnazione Shepard dovrà scegliere un leader d’attacco in grado di comandare e prendere decisioni in battaglia.

In base a questo compito le vostre scelte possono essere:

  • Ideali qualora assegnerete il compito a Miranda, Garrus o Jacob;
  • Non ideali qualora assegnerete il compito a un membro diverso dai tre citati, in tal caso il tecnico morirà (nonostante avete scelto di inviare Tali o Legion)

Adesso avete finito con le assegnazioni e vi resta soltanto di scegliere un vostro team da portare in azione. In merito a questo team non ci sono segnalazioni specifiche, tuttavia cercate di portare con voi membri leali e con abilità efficaci contro scudi e armature .

Si parte. Preso il comando del team proseguite dritto senza preoccuparvi di raccogliere oggetti nelle vicinanze (infatti non ce ne saranno per tutto il corso dell’infiltrazione). Questa sessione di gioco richiede al giocatore di attivare ben otto valvole per aprire la strada al tecnico prima che muoia di surriscaldamento.

Proseguite fino a raggiungere un’area vasta e piena di nemici così come di coperture. Sfruttate il riparo più vicino e iniziate a sparare ai nemici. Quando avrete fatto fuori la prima serie altri Collector raggiungeranno l’area in volo. Dal momento che sono lontani da voi, la migliore strategia è quella di usare il fucile da cecchino o altre armi a lungo raggio e precise. Finito lo scontro andate avanti e noterete il pannello verde luminoso che rappresenta la prima valvola da attivare. Fatelo e vedrete la barra dello stato di pericolo del tecnico apparire sullo schermo.

Da questo momento potete scegliere se proseguire infischiandovene di uccidere tutti i Collector e limitandovi ad attivare le rimanenti valvole prima che il tecnico muoia, oppure procedere nel modo più classico ovvero eliminare i nemici presenti e attivare la valvola. Comunque deciderete di fare dopo aver attivato la prima valvola continuate dritto e svoltate a sinistra per poi scendere una breve rampa e ritrovarvi faccia a faccia con altri nemici. Sbarazzatevene e attivate la seconda valvola. Una terza valvola si trova poco più avanti, attenzione ai nemici anche in questo caso. Adesso procedete dritto e svoltate a sinistra per salire su un nuovo percorso. Proprio frontalmente dovreste vedere la quarta valvola, attivatela, voltatevi e seguite il percorso. Ad attendervi in questa nuova (più) vasta area sono altri Collector, uccideteli tutti visto che proseguendo altri rinforzi nemici faranno ulteriore pressione. Quando lo scenario sarà più calmo e meno proiettili sorvoleranno il capo di Shepard, fatevi strada tra le numerose coperture e raggiungete la quinta valvola che si trova sulla sinistra del percorso. Adesso continuate ad andare avanti e interagite con la sesta valvola situata sul lato sinistro del corridoio. Svoltate a sinistra più avanti della valvola e cercate subito copertura oppure indietreggiate perché un gruppo di tre Collector è pronto a tendervi un agguato. Sbarazzatevi del nemico e voltatevi verso destra per scorgere altri Collector che vi attendono. In questo scontro dovrete vedervela con gli Assassini Collector (Collector Assassin) dotati dell’arma a raggi Collector (Collector Particle Beam). Evitate di entrare in contatto col fuoco nemico e liberatevi la via. Sempre sulla sinistra è presente la settima valvola da attivare. Mentre attiverete la valvola altri Collector tenteranno di fermare la vostra avanzata, impediteglielo e quando il percorso sarà più libero fatevi una corsa verso l’ultima valvola (ancora una volta la trovate sul lato sinistro) per concludere l’infiltrazione nella base. Ricordatevi di salvare i progressi prima di attivare l’ottava e ultima valvola dimodoché potrete caricare i dati se sbaglierete ad assegnare i compiti nella fase di gioco che segue.

Missione Suicida – Base Collector: La lunga via verso la fine (Collector Base: The Long Walk)

Finita la scena filmata e i dialoghi sarete chiamati ancora una volta a scegliere un leader per ogni team parallelo con compiti ben precisi. Anche in questo caso vale la selezione in base al fattore “ideale” o “non ideale” come vi abbiamo illustrato nel paragrafo precedente.

Innanzitutto è necessario un biotico esperto in grado di creare uno scudo protettivo per tutto il team (di cui farete parte).

In base a questo compito le vostre scelte possono essere:

  • Ideali qualora assegnerete il compito a Samara (o la sorella Morinth – vedi missione fedeltà Samara) o Jack.
  • Non ideali qualora assegnerete il compito a un altro membro qualsiasi al di fuori dei due citati. In tal caso verrete sconfitti dall’orda di Collector.

Anche in questa fase è necessario comporre un team con un leader d’attacco .

In base a questo compito le vostre scelte possono essere:

  • Ideali qualora assegnerete il compito a Jacob, Garrus o Miranda.
  • Non ideali qualora assegnerete il compito a un altro membro qualsiasi al di fuori dei tre citati.

Per finire le assegnazioni dovrete scegliere un leader del team che scorterà i sopravvissuti trovati fino alla Normandy sani e salvi.

In base a questo compito le vostre scelte possono essere:

  • Ideali qualora assegnerete il compito a Mordin. Se così farete eviterete la morte di Mordin dal momento che ci sono grosse probabilità di perderlo se gli assegnerete compiti differenti da questo.
  • Non ideali qualora assegnerete il compito a un membro qualsiasi che non vi è fedele. In tal caso il leader scelto morirà e per di più molto probabilmente perderete anche Mordin nelle fasi di gioco che seguiranno.

Concluse le assegnazioni si ritorna all’azione. Componete il vostro team come meglio credete e quando ritornerete in gioco vedrete che siete circondati da una barriera protettiva creata dal biotico che avete scelto. Non uscite dalla barriera o verrete uccisi in men che non si dica.

Il percorso è lineare e l’esplorazione richiesta è approssimata allo zero. Non dovrete fare altro che restare dentro la barriera e seguire gli spostamenti del biotico che avrà occasione di fermarsi per tre volte per tre scontri con diversi nemici.

Le ondate saranno così composte:

  1. Droni e Harbinger;
  2. Husk, Abomination, Droni, Harbinger e Collector Assassins;
  3. Husk, Abomination e uno Scion.

Prima di iniziare ognuna delle tre ondate dovrete dare conferma al biotico interagendo con lui (o meglio lei). Nella prima ondata (poco dopo aver scoperto che il segnale radio è disturbato) i Droni Collector rimarranno al piano inferiore e potrete attaccarli dalla balconata e ripararvi con la stessa. Gli Harbinger invece tenteranno di avvicinarsi. Questo primo scontro non dovrebbe mettervi in situazioni molto difficoltose, quando avrete avuto la meglio sul nemico avvisate il biotico e continuate il vostro cammino.

Mentre scenderete la piattaforma gli Husk e gli Abomination si mostreranno difronte a voi. Seppelliteli di proiettili e vedrete arrivare anche i Droni, gli Harbinger e infine i Collector Assassins. Si tratta della seconda ondata ed è chiaramente più impegnativa della prima ma non fatevi impressionare perché scontri simili li avete già affrontati. Usate le coperture, i poteri speciali e non date troppo spazio di movimento agli Harbinger. Quando avrete ripulito la zona date conferma al biotico e andate avanti.

Pochi passi più avanti è il momento di affrontare la terza e ultima ondata . Per primi compariranno gli Husk e gli Abomination, iniziate a far fuori questi nemici e quando vedrete lo Scion in lontananza dedicate qualche attenzione anche ad esso. L’importante è non fare avvicinare troppi Husk e Abomination altrimenti non potrete mantenere la copertura e lo Scion vi farà fuori in pochi colpi. Se volete concentrare il fuoco (il fucile da cecchino è consigliato) sullo Scion, assicuratevi che ai restanti nemici ci pensino i compagni. A battaglia conclusa date conferma al biotico e incamminatevi nuovamente.

Nonostante le ondate siano finite non abbassate le vostre difese perché lungo il cammino vi sono altri Husk e Abomination che proveranno a stendervi. Appena giungerete agli inizi della lunga discesa che porta alla fine del percorso, un filmato vi illustrerà gli eventi e la sorte dei team che avete formato. Anche questa fase è conclusa, la fine è ormai a pochi passi…

Missione Suicida – Base Collector: La battaglia finale (Final Battle)

Sarete chiamati ad assegnare nuovi compiti per un’ultima volta. In questa fase dell’attacco serve selezionare due team : uno d’ attacco capitanato da Shepard e l’altro di difesa , composto dai restanti membri della squadra.

In base a questi compiti le vostre scelte possono essere:

  • Ideali qualora comporrete il vostro team di membri fedeli e con scarse capacità difensive come Jack, Legion, Tali e Mordin nel caso in cui non lo avete fatto ritornare alla Normandy con i sopravvissuti.
  • Non ideali qualora comporrete il vostre team di membri NON fedeli. In tal caso tutti i compagni di squadra moriranno durante la battaglia finale.

Seguendo le scelte “ideali”, lascerete il resto dei membri più portati alla difesa a proteggervi dai Collector mentre voi andrete all’attacco. Questi membri possono essere Grunt e Garrus ad esempio (e Zaeed se avete scaricato il relativo DLC). Membri come Jack, Tali e Mordin saranno sicuramente uccisi e per tanto sarebbe decisamente più saggio portare questi membri con voi (se fedeli) nella squadra d’attacco. La squadra di difesa non deve essere composta necessariamente da membri di cui avete la fiducia , in tal caso la fedeltà rappresenta un bonus in più ma ciò che veramente conta sono le capacità difensive dei compagni.

Nel nostro caso abbiamo scelto di portare con noi Tali e Jack, lasciando il resto della squadra a difenderci.

Prima di partire decidete se fare un discorso di incoraggiamento alla squadra e ricordatevi che da questo momento in poi non potrete più salvare , il gioco provvederà in automatico.

Vi anticipiamo che è estremamente importante non sprecare le munizioni visto che ne troverete in scarsa quantità per tutto il corso dell’ultima battaglia. Solo dopo che il gioco avrà effettuato un autosalvataggio e verrete sconfitti potrete ripartire con il pieno di munizioni.

Ripresi i panni di Shepard vi troverete su una piattaforma molto simile a quella su cui eravate saliti nella missione sulla nave Collector abbandonata. Lo scontro è praticamente identico. Dovete stare molto attenti alla direzione da cui proverranno le altre piattaforme che si collegheranno alla vostra. Non fatevi accerchiare né sorprendere da un fronte, abbiate pazienza e fate capolino dalla vostra copertura solo se avete la visuale libera sul nemico. Nulla di particolare quindi, seguite i concetti base degli scontri e ne uscirete vincitori.

Dopo le prime quattro piattaforme (la quarta è la più grande delle precedenti) arriverà una piattaforma con ben due Scion e degli Abomination. Prima fate fuori gli zombie e poi concentratevi sugli Scion restando in una delle coperture della quarta piattaforma. In quest’ultima piattaforma dovete attivare una console , fatelo e inizierete a salire per poi assistere ad un filmato che presenta il boss finale di Mass Effect 2 in tutto il suo macabro splendore: lo Human Reaper o Reaper Umano.

Nel corso dei dialoghi EDI vi procurerà preziose informazioni sul nemico comprese quelle relative ai suoi punti deboli, ossia i grossi tubi pieni di liquido a cui è collegato.

Missione Suicida – Il boss finale: Human Reaper

Iniziate lo scontro finale attaccando i Reaper che provengono dalla piattaforma in volo. Quando avrete ucciso i Reaper dovrete s parare ai tubi collegati allo Human Reaper e per farlo vi consigliamo vivamente di sfruttare l’abilità Concentrazione di Shepard in modo da distruggerne almeno due in una volta. Dopo aver distrutto i primi due un’altra piattaforma dalla sinistra si avvicinerà alla vostra e dovrete scontrarvi con nuovi Collector. Dovreste essere in grado di ripetere la procedura solo una volta; questo è possibile se userete Concentrazione e spaccherete almeno due tubi dei quattro per ognuna delle due piattaforme (compresa la prima) che attraccheranno alla vostra.

Distrutto lo Human Reaper assistite al dialogo in cui Shepard contatterà il team di difesa per poi essere contattato dall’Illusive Man .

Ovviamente l’Illusive Man vorrebbe salvare tutto il patrimonio di scoperte fatte dai Collector ma la scelta spetta solo a voi, salverete le scoperte del vostro nemico o verranno distrutte con esso?

Adesso è tutto pronto, Shepard e compagni potranno fuggire e…aspettate, non così in fretta. Il nemico è ancora vivo e vegeto, a fine filmato infatti vedrete lo Human Reaper risollevarsi con le sue braccia assetato di vendetta.

Per iniziare copritevi sfruttando il riparo che avete difronte. Il boss finale è chiaramente più ostico di tutti quelli che avete affrontato in tutto il gioco ma con le giuste accortezze ce la farete.

Non uscite mai dalla copertura mentre la testa carica il suo attacco dalla bocca, se verrete colpiti il vostro scudo verrà azzerato e impiegherà più del solito per ricaricarsi . Non provate ad uscire dalla copertura se rimarrete senza scudo.

Il boss è in grado di sguinzagliarvi dei Collector che dovrete eliminare con cautela visto che potrete subire in qualsiasi momento gli attacchi dello Human Reaper.

Come attaccarlo? Bene, i punti deboli sono il petto e i tre occhi ma ovunque gli sparerete gli arrecherete dei danni (seppur leggeri). Il petto rimane il vostro obiettivo quando il nemico si solleverà e lo avrete davanti, a quel punto l’unica cosa da fare è usare veloci Concentrazione e sparare altrettanto velocemente con un’arma potente.

Ricordatevi anche che gli Harbinger uccisi rilasceranno munizioni pesanti e che l’attacco dalla bocca dello Human Reaper uccide anche i Collector stessi. Un’arma consigliata oltre quelle pesanti è il fucile da cecchino , se siete piuttosto abili riuscirete a provocare un buon numero di danni al nemico.

Quando la vita dello Human Reaper sarà al di sotto del 25% inizierà ad attaccarvi con maggior foga ma niente paura perché tutto quello che dovete fare è mantenere la calma e continuare a sparare ai suoi punti deboli fino a quando non sarà sconfitto e andrete finalmente a godervi i filmati finali di Mass Effect 2.

Se l’avete spuntata con successo, mentre leggete queste righe i titoli di coda stanno scorrendo sul vostro TV/monitor e come è solito in questi casi la confortevole sensazione di appagamento si sta già diffondendo nella vostra mente ormai rilassata.

Complimenti, avete finito Mass Effect 2!

Dopo i titoli di coda potrete scegliere se continuare la campagna per ultimare le missioni lasciate in sospeso, migliorare le vostre relazioni, giocare i contenuti scaricati ed esplorare la galassia per nuove scoperte/missioni oppure se importare il vostro Shepard in una nuova partita mantenendo il livello, le armi e alcuni bonus di crediti e risorse tranne il suo livello di Paragon o Renegade.

Non dimenticatevi di tenere salvati i vostri dati per poterli riutilizzare in Mass Effect 3 e godere di tutti i vantaggi che il team Bioware sta tenendo in serbo per voi fedeli appassionati.

Nei giorni a seguire continueremo a correggere e rivedere questa soluzione, aggiungeremo anche nuove guide e soprattutto accoglieremo i vostri preziosi consigli che deciderete di condividere con la comunità del forum (in tal proposito visitate il link evidenziato a inizio soluzione).

See you on Mass Effect 3!

Di seguito potete trovare una tabella che vi illustra i luoghi in cui potete trovare o acquistare tutti i 10 modellini di navette presenti in Mass Effect 2. Buona raccolta!

Di seguito potete trovare una tabella che vi illustra i luoghi in cui potete trovare o acquistare tutti i 10 modellini di navette presenti in Mass Effect 2. Buona raccolta!

Modellino Luogo Prezzo
Normandy SR-2 Cabina di Shepard
Flotilla Vessel Sul ponte di Alarei (durante la missione della fedeltà di Tali)
Turian Cruiser Mercato Omega 500 crediti (416 scontato)
Destiny Ascension Mercato Souvenirs della Cittadella 500 crediti (416 scontato)
Sovereign Mercato Souvenirs della Cittadella 500 crediti (416 scontato)
SSV Normandy Mercato Souvenirs della Cittadella 500 crediti (416 scontato)
UT-47 Kodiak Drop Shuttle Mercato delle memorie (souvenirs) di Illium 500 crediti (416 scontato)
Athabasca Class Freighter Mercato delle memorie (souvenirs) di Illium 500 crediti (416 scontato)
Alliance Cruiser Mercato delle memorie (souvenirs) di Illium 500 crediti (416 scontato)
Geth Dropship Emporio di Harrot nella stazione Omega 2000 crediti (1666 scontata se avete aiutato Kenn a lasciare Omega)

 

Nota bene: Il modellino Sovereign diventa disponibile solo dopo la missione su Horizon

 

Articolo precedenteMetal Gear Solid: Peace Walker in ritardo in Giappone
Prossimo articoloArenaNet cerca nuovo personale per Guild Wars 2
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.