Il titolo natalizio Nintendo di punta per il suo Wii, “New Super Mario Bros. Wii” promette scintille con l’introduzione di varie modalità legate al multigiocatore e un’esperienza in singolo impegnativa e longeva . Per sapere se le aspettative si sono tramutate nella realtà che gli appassionati della grande N aspettano da tempo, leggete la nostra recensione!

Riappacificazione con il proprio passato

Diciamo la verità, molti degli utenti Nintendo dello “zoccolo duro” sono rimasti delusi dalla gestione della softeca di Nintendo Wii. La delusione va ricercata in uno scarso apporto contenutistico, da parte della stessa Nintendo, nel far rivivere i propri brand e adattarli alla tanto agognata “revolution” , salvo adottare la discutibilissima scelta di riadattare classici del periodo GameCube ai controlli Wii. La strada dei remake è una via che, oltre a non piacere agli appassionati, poco si addice alla storia Nintendo, in passato sempre intenta a cercare nuove strade e sperimentazioni. Se da un lato la scelta di riproporre un Super Mario bidimensionale è sicuramente il segnale di un tentativo di recupero delle origini , dall’altro non può lasciare il sospetto che si tratti solo di una scelta accomodante per recuperare il rapporto con i fan. Tra le altre novità bizzarre che avvolgono il nuovo gioco Nintendo impossibile non citare, giustappunto, l’osannata/detestata SuperGuida , che nei livelli più ostici si prenderà la briga di aiutarvi a portarli a termine, qualora lo vogliate.

New Super Mario Bros. Wii

Passato recente o passato glorioso?

Gli argomenti di discussione non mancano di certo, ma per prima cosa è bene chiarire che il ritorno di Super Mario alla sua natura originaria è meno “passato remoto” di quanto possa evocare la bidimensionalità. Piuttosto che puntare su engine tradizionale completamente 2D, Nintendo ha deciso di affidarsi alle vincenti scelte che hanno decretato il suo successo , sia commerciale che di critica, di “New Super Mario Bros.” per il suo DS. Fondale bidimensionale ma personaggi e elementi interattivi in 3D, con molte mosse di Mario riprese direttamente da “Super Mario 64” (dal salto contro i muri al salto triplo ecc.). Riproporre solo la vecchia struttura DS, per quanto ben fatta, sarebbe stata una mossa sbagliata e Nintendo da questo punto di vista ha fatto le cose in grande. L’aggiunta di tre personaggi giocabili, Luigi e due Toad , e per la gioia di tutti il ritorno di Yoshi in alcuni livelli, contribuiscono a ricreare l’atmosfera dei periodi del Super NES. Aggiunti anche nuovi gadget per il nostro idraulico e soci: il Fiore di Ghiaccio , che potrà congelare i nemici per poi utilizzarli come armi da lancio, il cappellino con le eliche , da attivare con uno scossone al Wiimote, e i l vestito da pinguino , divertente ma un po’ più debole sul lato del gameplay in quanto ci permetterà solo di scivolare sul ghiaccio, previa rincorsa, o camminare senza scivolare su superfici gelate, oltre a permetterci di lanciare palle di neve simili a quelle del Fiore di Ghiaccio.

Tornano anche le tre monete grandi da raccogliere in ogni livello, spesso nascoste o difficili da raggiungere, che ci daranno la possibilità di sbloccare livelli alternativi, nuovi segreti o scorciatoie.

New Super Mario Bros. Wii

Avventura solitaria, impegno e insidie

Nonostante sia palese l’impegno di Nintendo per rendere il gioco interessante soprattutto per le partite in multigiocatore, l’anima di “New Super Mario Bros. Wii” resta quella in singolo. Per liberare la princepessa Peach dovremo superare tutti i 9 mondi di gioco , di difficoltà crescente, e sconfiggere Bowser. Resta un simpatico mistero come ancora, dopo oltre vent’anni, Peach non abbia approntato un sistema di difesa al castello, rendendosi conto della cronica inaffidabilità dei mitici Toad. L’impugnatura del Wiimote sarà orizzontale , con i soli tasti 1 e 2 a nostra disposizione, a ricordare stilisticamente, a livello di feeling, il pad del NES. Il pad si rivela perfetto, così come si rivela perfetta la reazione di Mario ai comandi: la sensazione di controllo è assoluta, la risposta ai comandi è praticamente perfetta e l’elevato game design, che spesso porta allo stupore, fa il resto. Insomma, il platform Nintendo dal punto di vista sostanziale si dimostra in forma eccellente, forse anche qualcosa in più di quanto ci saremmo aspettati. Ma ancora più inaspettato per molti sarà il livello di sfida offerto dal gioco, che in alcuni momenti è in grado di innescare la tanto temuta “grande frustrazione” , quella che fa lanciare console e televisore giù dalla tromba delle scale o dalla finestra più vicina. Anche se, appena ci si trova di fronte a un livello ostico ( e questo può capitare sin dal Mondo -3) basterà mantenere nervi saldi , studiare bene il percorso e con qualche affanno si andrà avanti.

Passando alla SuperGuida, quest’ultima si avvierà dopo qualche minuto che “indugeremo” troppo in un livello senza passarlo. Infatti, dopo aver perso sette vite consecutive, al nostro nuovo tentativo troveremo un blocco verde con un punto esclamativo che , una volta colpito, ci chiederà se vogliamo che Luigi ci aiuti . A quel punto la CPU, partendo dall’inizio, ci dimostrerà come superare il livello in scioltezza. In conclusione, l’anima di Super Mario non è scalfita dall’aver concepito il gioco come divertimento multigiocatore, e questa è probabilmente la miglior notizia.

New Super Mario Bros. Wii

Avventura in cooperativa, confusione indiscriminata

La modalità multigiocatore è sicuramente ben realizzata. La possibilità di giocare in cooperativa l’avventura principale oppure di darsi battaglia nei minigiochi Modalità libera e Caccia alla moneta risulta più che interessante. Il divertimento indiscriminato regnerà sovrano durante le sessioni multiplayer, specialmente nella storia in cooperazione e in Caccia alla moneta, anche se le sbavature fisiologiche purtroppo non mancheranno.

Al rapido e puntale zoom sulla mappa si contrappone l’attimo di interruzione quando un giocatore del party perderà una vita, lasciando i restanti giocatori sospesi per qualche secondo , davvero poco piacevole. Così come sarà poco piacevole, in caso di disparità di abilità tra i giocatori, dover aspettare “l’ultimo”, che non darà modo agli altri di proseguire. In verità, almeno in 2, la situazione è quasi sempre gestibile e il divertimento non manca mai; in 4 si dovrà sacrificare le velleità di conquista e lasciarsi andare nella goliardia più sfrenata, sennò il rischia di una rissa in salotto non è così remoto.

New Super Mario Bros. Wii

Tecnica e longevità

New Super Mario Bros. Wii mantenendo intatto lo stile dell’episodio DS, presenta dei bei fondali disegnati e elementi giocanti tridimensionali. Se per i fondali non abbiamo nulla da eccepire, la stessa cosa non si può dire per la parte poligonale, ben fatta ma che di certo non fa gridare al miracolo. Proprio mentre le software house, anche di terza parte, cominciano a prendere le misure al Wii, fa un po’ specie vedere proprio Nintendo realizzare un prodotto graficamente “solo” buono.

E’ pur vero che, se rapportato con il mediocre livello qualitativo della presentazione losangelina, il prodotto finito è nettamente apprezzabile , con pochi spigoli e una cura sempre presente. A questo punto, visto anche il recente exploit di “Muramasa: The Demon Blade”, viene lecito domandarsi se Nintendo non avesse dovuto osare di più, senza adagiarsi sulle idee vincenti per paura di sbagliare.

Che il capitolo DS fosse un ottimo esempio di restyling è cosa nota, ma riproporre tre anni dopo lo stesso stile potrebbe suonare come una voluta mancanza di rinnovamento, anche se questo è un concetto soggettivo e per questo opinabile. Il sonoro invece si dimostra all’altezza della saga , con i classici temi musicali, riarrangiati per l’occasione, e le inconfondibili voci dei protagonisti che aiuteranno a rendere i pomeriggi molto più allegri.

La longevità è molto alta, garantita da un livello di sfida molto alto, dalla mole impressionante di segreti e bonus sparsi per i nove mondi di gioco e dall’implementazione vincente della modalità multigiocatore.

Conclusioni

“New Super Mario Bros. Wii” funziona: il nostro amato idraulico torna in un platform casalingo dopo molti anni e non delude le attese. Divertente in multigiocatore, impegnativo da soli, il prodotto Nintendo fa centro in ogni reparto, offrendo meccaniche rinnovate, grazie ai nuovi gadget, e un gameplay che rasenta la perfezione. Unico neo, la riproposizione dello stesso stile grafico visto su Nintendo DS quando forse sarebbe stato più interessante rivedere un Mario interamente bidimensionale. Longevo e appagante e, nonostante l’alto tasso di sfida, mai davvero frustrante. Consigliato a tutti, senza riserve.

Mikhail “MIK64” Vadalà

CI PIACE
  • Super Mario in gran forma
  • Tasso di sfida notevole
  • Molto longevo
  • Multiplayer divertente
NON CI PIACE
  • Graficamente un po’ sottotono
  • Qualche volta confusionario in multiplayer
8.9Cyberludus.com
Articolo precedenteNuovo video di Okamiden su DS
Prossimo articoloGran Turismo 5: si parla del meteo dinamico
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.