Nel corso degli anni, alcuni giochi annunciati e successivamente cancellati per i più disparati motivi, sono diventati vere e proprie icone sacre,  tanto per i collezionisti quanto per gli Indiana Jones in salsa nerd. Castlevania: Resurrection su Dreamcast è, per l’appunto,uno di questi titoli. Il gioco è stato originariamente annunciato da Konami nel 1999, in sequito ha subito dei ritardi per poi essere cancellato intorno all’anno 2000. Secondo Greg Orduyan, l’art director del gioco, la cancellazione del gioco è da attribuire a molte cose, inclusi i disaccordi tra i team Konami giapponese e americano, e la morte del Dreamcast a seguito dell’annuncio di Sony PlayStation 2  che da li a poco sarebbe stata distribuita in tutto il mondo ottenendo un successo commerciale senza precedenti.

Il gioco doveva concentrarsi sulla figura di Sonia Belmont e su un nuovo personaggio, Victor Belmont, un cacciatore di vampiri che aveva abbandonato la sua stirpe. La storia è ambientata nel 1666, prima dell’avventura di Simon Belmont nell’originale Castlevania.

Sul finire degli anni 90, Castlevania: Resurrection è stato mostrato alla stampa e ora in qualche modo, dal nulla, un video del gioco è stato caricato su YouTube, intitolato “Castlevania Resurrection exist”. Sembra essere una versione iniziale del gioco (precedente al 1999). Buona visione!

- Advertisement -
Articolo precedenteDietro i suoi occhi – Serie TV (2021) – Recensione
Prossimo articoloDestroy All Humans! in arrivo su Xbox Game Pass?
Videogiocatore di vecchia data. Cerca di contrastare con tutte le sue forze la feroce ondata di divulgatori videoludici che, giunti sul nostro pianeta sotto mentite spoglie, cercano di blastare noi comuni videogiocatori . Papà per vocazione e felice organizzatore dell'evento ludico Play The Game

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!