E ‘un bene che Rod Fergusson di Coalition (attualmente impegnato con Gears 5 ) non abbia continuato a lavorare per Epic Games cancellando Fortnite. Il titolo è ancora un enorme fonte di guadagno per Epic Games, generando profitti per 203 milioni di dollari su tutte le piattaforme nel maggio 2019 secondo SuperData. Re incontrastato su console, capace di asfaltare concorrenti come FIFA 19 e Mortal Kombat 11, si piazza quinto dietro altri giganti come League of Legends e Dungeon Fighter Online su PC.

Discorso ben diverso per la scena mobile, in cui la classifica è dominata da Honor of Kings e Perfect World e vede Fortnite fuori persino dalla top ten. Vale anche la pena notare che nonostante questo mese ci sia stato un miglioramento rispetto ai guadagni dell’aprile 2019, grazie all’introduzione di una nuova stagione e del relativo Battle Pass, il gioco è comunque in calo del 38% rispetto ai guadagni record di maggio 2018.

Fortnite ha tentato di alzare la posta in gioco con nuovi eventi a tempo limitato collegati ad altre proprietà intellettuali. Di recente, infatti, abbiamo assistito all’introduzione nel gioco di modalità speciali dedicate a John Wick o ad Avengers. Anche se il mercato dei battle royale è più saturo che mai, Fortnite rimane l’IP dominante. Chissà per quanto tempo Epic Games manterrà salda la propria posizione di supremazia.

Articolo precedentePS5 eliminerà completamente le schermate di caricamento?
Prossimo articoloSea of Thieves, grande successo grazie ad Xbox Game Pass
Alla costante ricerca di se stesso e del suo ruolo nel mondo, perde la sua verginità videoludica con la gloriosa PS1 e da allora è un amore in costante crescita. In quanto appassionato di cinema apprezza particolarmente i videogames in grado di raccontare storie interessanti e coinvolgenti. Attende con impazienza una cruenta apocalisse zombi per mettere in atto tutto ciò che ha imparato grazie a Resident Evil e The Last of Us.

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!