Una caratteristica fondamentale delle console next-gen di Sony che Microsoft riguarda l’eliminare completamente, o almeno minimizzare, i tempi di caricamento nei videogiochi. Parte di questo processo si basa sull’inserimento di un SSD sia su PS5 che su Xbox Scarlett, ma sembra che Sony stia pensando anche ad altre tecnologie che utili a ridurre i tempi delle schermate di caricamento.

L’attuale console Sony più potente: PS4 Pro

Sony ha presentato un nuovo brevetto che riguarda il totale annullamento delle schermate di caricamento all’interno dei giochi. Il brevetto parla essenzialmente di dividere la mappa di un gioco in più sezioni. Quando un giocatore si trova in una sezione della mappa, tutte le sezioni adiacenti del mondo del gioco vengono caricate in background, in modo che quando il giocatore si sposta in un’altra area, non è necessario caricarlo.

“Un sistema e un metodo sono utilizzati per caricare dinamicamente il software di gioco per un’esperienza fluida”, recita l’abstract del brevetto. “Viene identificato un limite di carico associato ad un ambiente di gioco. Viene quindi monitorata la posizione di un personaggio nell’ambiente di gioco. Le istruzioni corrispondenti ad un successivo ambiente di gioco vengono caricate in memoria quando il personaggio supera il limite di carico, in modo tale che la riproduzione non venga interrotta.”

Non si tratta di un’idea rivoluzionaria, altri giochi in passato hanno utilizzato tecniche simili, specialmente i grandi open world. Detto questo, la nascita di questo brevetto lascia intendere che Sony stia seriamente cercando di minimizzare il più possibile i tempi di caricamento, ottimizzando nel migliore dei modi una tecnologia già esistente.

Articolo precedenteAmid Evil – Recensione
Prossimo articoloFortnite, 203 milioni di dollari dalle entrate digitali di maggio 2019
Alla costante ricerca di se stesso e del suo ruolo nel mondo, perde la sua verginità videoludica con la gloriosa PS1 e da allora è un amore in costante crescita. In quanto appassionato di cinema apprezza particolarmente i videogames in grado di raccontare storie interessanti e coinvolgenti. Attende con impazienza una cruenta apocalisse zombi per mettere in atto tutto ciò che ha imparato grazie a Resident Evil e The Last of Us.

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!