Sekiro Shadows Die Twice sarà difficile quanto Dark Souls? Ecco la risposta di Miyazaki

Sekiro

Hidetaka Miyazaki, intervistato  da Eurogamer.net, ha dichiarato che Sekiro Shadows Die Twice sarà un gioco particolarmente impegnativo. Il presidente di From Software ha messo in guardia i giocatori, visto che a quanto pare, nella nuova opera dello studio giapponese, si morirà parecchie volte!

“La nostra intenzione è quella di far morire il giocatore svariate volte nel corso del gioco. Questo è dovuto dal fatto che il protagonista è un ninja e, in quanto tale, non può contare su un equipaggiamento avanzato come quello di un samurai o di un guerriero. Un ninja si muove ai confini della morte. Vogliamo che ogni battaglia sia intensa e che i giocatori sentano il rischio e la trepidazione associati ai combattimenti con i nemici. E per ottenere tale risultato, il giocatore deve morire spesso. Ma morire, rinascere e riprovare di continuo non è bello, quindi abbiamo elaborato un’interessante sistema di resurrezione per snellire questo processo.” ha confermato Miyazaki.

Dopo esser caduto in battaglia, il giocatore potrà “risorgere” direttamente dal punto della disfatta, permettendo di riprendere immediatamente l’azione. Tuttavia, per non rendere il gioco troppo semplice, la meccanica di resurrezione verrà regolata con diverse penalità, spingendo il giocatore a ponderare l’utilizzo di questa risorsa nella maniera più opportuna.

Vi ricordiamo che Sekiro Shadows Die Twice verrà rilasciato nel 2019 su PS4,Xbox One e PC.

Articolo precedenteMY HERO ONE’S JUSTICE arriva in Italia il 25 ottobre!
Prossimo articoloDEAD OR ALIVE 6 arrivva all’EVO 2018
Fabrizio Giardina
Alla costante ricerca di se stesso e del suo ruolo nel mondo, perde la sua verginità videoludica con la gloriosa PS1 e da allora è un amore in costante crescita. In quanto appassionato di cinema apprezza particolarmente i videogames in grado di raccontare storie interessanti e coinvolgenti. Attende con impazienza una cruenta apocalisse zombi per mettere in atto tutto ciò che ha imparato grazie a Resident Evil e The Last of Us.

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!