Metal Gear Rising Revengeance DLC: Jetstream Sam e Blade Wolf ? Doppia recensione

Breve ma intenso può bastare?

C’è poco da fare: nel genere action, salvo graditissime sorprese, come ad esempio Undead Nightmare o Lost and Damned /The Ballad of Gay Tony, i dlc corposi e meritevoli di essere acquistati sono davvero pochi. E’ sempre piacevole ripercorrere la strada di un titolo che ci ha appassionato ma che, come tutte le cose belle, è arrivato ai titoli di coda più veloce del previsto. Ma quando nei nostri store di fiducia vengono lasciate espansioni al costo di circa dieci euro ma che durano un soffio, il discorso cambia radicalmente, e forse mettere la parola "fine" al suddetto gioco risulta il modo migliore per lasciare un bel ricordo delle nostre partite e soprattutto per non danneggiare inutilmente le nostre finanze. Questo è il caso di Metal Gear Solid: Revengeance, spin-off della serie MGS prodotto da Konami e sviluppato dai ragazzi di Platinum Games (Bayonetta, Vanquish) . Questo folle e spassoso action, inizialmente concepito come una sorta di stealth/action in stile ninja, ma poi trasformato in un "tamarro" miscuglio tra Ninja Gaiden e DMC in salsa cyborg, ha divertito gli amanti dell’azione quanto i fan della serie di sua maestà Kojima (nonostante erediti poco e nulla dalla serie originale, fatta eccezione per Raiden e tantissimi rimandi simpatici alla saga). Il vero grande difetto di questa produzione era la scarsa longevità, dato che il titolo poteva tranquillamente essere completato nel giro di 4 ore! Dopo il primo dlc (una manciata di VR Missions) trascurabile e poco appetibile, siamo entrati in possesso dei codici delle espansioni dedicate alla modalità single player, che tratteremo in questa sede attraverso una doppia recensione, dato che c’è davvero poco da dire, e purtroppo anche da giocare.

Jetstream Sam

Questa espansione non ha come protagonista l’algido Raiden, ma "nientepopodimeno" che Sam, uno dei personaggi centrali della storia di Revengeance, responsabile non solo di aver compiuto diverse stragi grazie alla sua affilatissima lama rosso sangue, ma anche causa di non pochi disagi per il povero Raiden, che per ragioni di spoiler non vogliamo rivelare. Ma sono sempre due le campane della storia, e quella di Sam senza dubbio ha diverse cosette da raccontare su di lui, sulla sua missione originaria e sulle cause che lo hanno portato ad allearsi con il team Desperado Enforcement, la squadra che comprende i principali boss di Revengeance. Sam è un personaggio sicuramente controverso e non manca nemmeno di prontezza di spirito. Su schermo, il risultato si traduce in circa sessanta minuti di combattimento a fil di spada, attraverso location già visitate, nemici già visti e perfino lo scontro con un boss molto speciale.. Fortunatamente, il nostro Sam non vanta i potenziamenti raggiunti dopo una manciata d’ore in compagnia di Raiden. Questo si traduce in un livello di difficoltà più elevato rispetto alla campagna principale, e vedrete il protagonista diverse volte ruzzolare per terra e sudare sette tute cyborg per sconfiggere determinati nemici. Solo estraendo la loro spina dorsale bluastra avrete modo di rigenerarvi. Gli attacchi sono molto simili a quelli di Raiden, tranne per il fatto che, al posto di armi secondarie, Sam vanta un attacco speciale e letale. Un’esperienza che non aggiunge nulla a quanto appreso e vissuto in Revengeance, se non ancora più divertimento, ma questa volta leggermente più impegnativo. Sfortunatamente, circa 60 minuti (il più o il meno dipende dalla fretta/meticolosità di ogni singolo giocatore) non valgono assolutamente le 9,90 euro che dovrete sborsare per scaricare questo contenuto. Qualche ora in più avrebbe fatto non poco, dato che Sam ci piace tanto come personaggio. Lo consigliamo solo agli appassionati di Revengeance che non ci pensano proprio ad attendere un eventuale seguito.

VOTO: 60

Blade Wolf

Ci piace Sam, è vero, ma il sagace ninja dalla coda fluente non è nulla in confronto all’irresistibile (quanto letale eh!) robot super intelligente e dalle fattezze di lupo che Raiden incontrerà nel corso della sua avventura. L’idea stessa di controllare un animaletto zampettante e tutto circuiti fa già sorridere di suo, ma badate che il nostro Wolf (abbiamo deciso di chiamarlo cosi per affetto) non ragiona semplicemente come una freddissima e calcolatrice macchina. Il robot infatti, nonostante l’influenza dei suoi padroni e programmatori, si porrà spesso e volentieri diverse domande sul perché di determinate questioni legate alla storia e sul come agire, contraddicendo e disobbedendo spesso e volentieri. La storia, proprio come quella di Sam, inizia poco prima dell’inizio di Revengeance, mentre Mistral, la sua originaria e conturbante padrona non proprio amorevole, tenta di addomesticarlo a suo vantaggio. Il contenuto rappresenta una sorta di tutorial, in cui Wolf dovrà apprendere determinate tattiche di combattimento e dimostrare di essere all’altezza per collaborare con i Desperado. Non sarà un ninja, ma l’ululante protagonista su campo risulta agile, veloce e decisamente letale. Agli attacchi leggero e pensate, corrispondono rispettivamente le graffiate con gli artigli e gli squarci con la motosega posta sul dorso dell’animale robotico, che assieme creano combo letali, soprattutto quando il lupo le sfoggerà saltellando. Tra una zampata e l’altra, Wolf farà strage di nemici e affezionarsi al piccoletto sarà un’azione praticamente automatica. Colpo di scena, un personaggio inedito da affrontare in una spassosa battaglia; un nemico del tutto inedito ma strettamente legato alla storia. Il contenuto è molto più divertente di quello dedicato a Sam, ma sfortunatamente dura poco più di 45 minuti, che non giustificano le 6,99 euro da sborsare. Ennesimo dlc consigliato solo ed esclusivamente ai fan incalliti del titolo, ma al quale mettiamo mezzo voto in più rispetto a Jetstream Sam per l’originalità del protagonista, un tocco che non si vede tutti i giorni in questa tipologia di giochi.

VOTO: 65

Conclusioni

Due protagonisti d’eccezione (soprattutto il secondo!), l’universo cyborg di Revengeance e tanta azione un tantino meno facile rispetto alla campagna principale: questi sono i pregi di Jetstream Sam e Blade Wolf. Proprio come il titolo vero e proprio, anche i due dlc soffrono di una longevità imbarazzante, un pugno allo stomaco per il giocatore e un alleggerimento del portafoglio non del tutto giustificato. L’acquisto è direttamente proporzionale alla voglia di rivivere le avventure di Raiden (anche se non sarà lui a dominare la scena) & company. Se amate l’azione intensa a ritmo di spada elettrica e non ne avete abbastanza di Revengeance buttatevi e pure; in caso contrario risparmiante il vostro denaro per la prossima occasione.

CI PIACE

– Gameplay semplice ed intuitivo\n- Controlli immediati\n- Divertente nel breve periodo e per sessioni “mordi e fuggi”…

NON CI PIACE

– …perché alla lunga potrebbe risultare troppo impegnativo e frustrante\n- Nelle fasi avanzate sono richiesti riflessi fulminei ed i tempi di reazione di un ninja\n- Tanto, tanto, tanto trial & error per imparare i pattern d’attacco degli avversari

Conclusioni

Punch-Out!! Featuring Mr. Dream sulla Virtual Console di Wii U scatena oggi quella nostalgia che solo Nintendo riesce da sempre a fare emergere, alla luce dei suoi sedici anni di tradizione. Non insedierà mai il primato di simulatori sportivi di boxe come la serie Fight Night, ma si accontenta di rimanere un classico, una pietra miliare videoludica chiaramente rivolta ai videogiocatori di vecchia data ed amanti del retrogaming.

8Cyberludus.com
Articolo precedenteKart1 festeggia il primo compleanno!
Prossimo articoloPunch-Out!! Featuring Mr. Dream – Recensione
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.