Ed è di nuovo Scribblenauts: solo a vedere quel nome nasce l’immediata coscienza che, una volta tanto, saremo di nuovo costretti a fare il pieno di creatività alla nostra mente perché tutto quello che penseremo potrà prendere vita! Si pone di fronte a noi l’inizio di una nuova occasione, un momento per scatenare il nostro spirito creativo con puzzle semplici o complessi, una sfida che, in passato, ha sempre vissuto nel doppio schermo del Nintendo DS ed è stata osteggiata, specie per Super Scribblenauts, da alcune sfortunate barriere linguistiche dovute alla complessità del nostro idioma. Ora siamo su PC e Scribblenauts Unlimited preannuncia, anche solo dal titolo, quella che dovrebbe essere una sfida dai caratteri illimitati, la summa estrema del nostro spirito creativo. Vestiamo di nuovo i panni di Maxwell, questa volta dobbiamo risolvere un affare di famiglia? Siete pronti a materializzare tutto quello che vi passa per la mente?

Scribblenauts Unlimited

Maledetta maleducazione

Maxwell e la sua sorellina Lily sono due ragazzini simpatici ma non perdono occasione, come tutti i giovani troppo scalmanati, di combinare qualche guaio: dopo aver ricevuto in regalo dai propri nonni esploratori l’uno un taccuino per creare oggetti dal nulla e l’altra un mappamondo che permette a chi lo possiede di teletrasportarsi, i due decidono di sfruttare questi poteri per comportarsi male con il prossimo. Sfortunatamente, finiscono per fare uno scherzo di troppo con un vecchio mago il quale si vendica istantaneamente, lanciando su Lily un incantesimo che la sta tramutando, passo dopo passo, in una statua di pietra! Maxwell scopre, tuttavia, che esiste una cura per questa maledizione: collezionare gli stariti, stelle luminose che appaiono quando si rendono felici le persone; Maxwell inizia a vagare per il mondo con un grande obiettivo: aiutare tutti a risolvere i loro problemi, in modo tale da sentirsi a posto con la propria coscienza e da accumulare stariti sufficienti a salvare Lily da un destino fin troppo ?granitico’.

Scribblenauts Unlimited

Tutti i livelli del mondo

In Scribblenauts Unlimited sparisce la struttura a livelli distaccati che ha caratterizzato i due precedenti episodi: ora Maxwell può liberamente esplorare il suo mondo, sbloccando mano a mano nuove zone durante la sua caccia agli stariti, e ogni luogo è costituito da un grande spazio dove tutti i piccoli favori si susseguono senza interruzione uno dopo l’altro. Grandi città, foreste, stazioni della metropolitana, ospedali e case infestate? Tutti i mondi più caratteristici sono stati rappresentati e ognuno di essi contiene una nutrita serie di veloci sfide, rintracciabili grazie a un comodo radar, da risolvere a colpi di tastiera e di inventiva! Oltre ai normali stariti, ottenibili attraverso alcune missioni più complesse, Maxwell (o uno dei suoi fratelli, mano a mano utilizzabili) potrà interagire con gli abitanti di ogni luogo, siano essi persone, animali o addirittura oggetti, e scoprire se hanno bisogno di un piccolo o grande aiuto: una volta risolto l’arcano di turno, Maxwell sarà ricompensato con un frammento di starite il quale, unito ad altri, porterà all’ottenimento di uno starite completo! Tornano in grande spolvero gli aggettivi, il dizionario e la compatibilità dei quali sono stati incredibilmente migliorati rispetto all’utilizzo stantìo del precedente episodio: ora si possono accumulare più aggettivi, sono stati inseriti aggettivi composti da più parole (come spesso accade nella lingua italiana) e, così facendo, si possono creare sempre più animazioni, raggiungendo le soluzioni ai problemi attraverso i percorsi inventivi più disparati. Visto l’avvento di nuove ambientazioni, più vitali dei precedenti livelli, al giocatore viene, per la prima volta, offerta la possibilità di modificare quanto è già presente sullo schermo: è possibile, per esempio, aggiungere aggettivi agli elementi in modo da completare le missioni senza dover creare nulla di nuovo attraverso soluzioni fantasiose e, a tratti, assurde (non vi capiterà spesso di aiutare un pinguino ladro che indossa un jet pack, per esempio, a rubare uno dei più grandi diamanti del mondo!). Purtroppo, vista l’assenza di una struttura a livelli divisi per compartimenti stagni, l’editor per la creazione di schemi personalizzati soccombe definitivamente e, con esso, anche la normale modalità libera senza obiettivi, proprio perché tutto il mondo di gioco può essere utilizzato come un gigantesco parco di divertimenti? Nonostante queste mancanze c’è da gioire per l’arrivo di una importantissima novità? l’editor di oggetti! Il giocatore può utilizzare diversi strumenti per creare, colorare, combinare tutto quello che gli viene in mente (con un procedimento, all’inizio, un po’ macchinoso e difficile da digerire) fabbricando artefatti e personaggi completamente nuovi secondo i dettami della sua sola fantasia: ognuno di questi oggetti, inoltre, può essere personalizzato con particolari animazioni e può rispondere con determinati comportamenti e reazioni agli eventi del gioco, in modo tale che l’utente possa risolvere gli enigmi proposti attraverso una soluzione che solo il suo volere può rendere intelligente ed appropriata, magari anche se completamente carente di senso logico! La versione PC, oltretutto, è graziata dalla presenza della community Steam Workshop attraverso la quale tutti gli utenti del mondo possono caricare liberamente le proprie creazioni ad uso e consumo degli altri giocatori: la condivisione sfonda l’ultima eventuale parete comunicativa fra giocatori, trasformando le fantasie dei singoli in tesori da condividere gratuitamente! Con tutto, però, resta da dire che Scribblenauts Unlimited, pur offrendo un corposo insieme di interessanti sfide, è un titolo estremamente semplice da completare e, spesso, non tutti i problemi vanno necessariamente risolti in maniera brillante in quanto il gioco, purtroppo, è costretto a premiare anche l’ovvietà: l’esperienza ludica, quindi, è tutta nelle mani del giocatore? Può risolvere tutto con coscienza e raziocinio, è vero? Ma mettere in scena siparietti folli è molto, molto più divertente!

Scribblenauts Unlimited

I colori di una fantasia fervente

Il ritorno di uno Scribblenauts segna un quasi ovvio ritorno all’esplosione di colori accesi, di buffi effetti sonori e di una musica estremamente gioviale! E’ la prima volta, tuttavia, che questi elementi sfondando le limitate potenzialità del Nintendo DS e la differenza è immediatamente percepibile: i colori e i modelli in alta definizione, i quali mantengono il loro eccellente stile da cartone animato, sono ancora più brillanti e vivaci e la colonna sonora, che riprende alcune tracce già sentite ma in grande rispolvero, continua a creare un senso di spontanea libertà, esattamente l’atmosfera necessaria per affrontare una simile sfida. Purtroppo non esiste nessuna modalità multigiocatore ma, come già accennato, questa versione PC è perfettamente compatibile con lo Steam Workshop, che permette al giocatore di scaricare installare fino a dieci modelli, comodamente sostituibili, dalla rete e di portare online le proprie bizzarre creazioni: questo apre le porte a una serie infinita di situazioni esilaranti e di sperimentazioni estreme, perfette per chi ha sempre visto nella serie Scribblenauts il paradigma della stimolazione della fantasia videoludica odierna.

Scribblenauts Unlimited

Conclusioni

Pochi giochi, al giorno d’oggi, riescono a stimolare lo spirito creativo e una sensazione di forte realizzazione come la serie Scribblenauts e questo Scribblenauts Unlimited (specialmente nella sua versione per PC) è sicuramente il suo miglior esponente: la compatibilità con gli aggettivi è stata migliorata, le sfide sono più rapide e meno macchinose e il mondo di Maxwell si è, finalmente, trasformato nel grandissimo parco giochi che tutti quelli che si sono avvicinati agli episodi precedenti hanno sempre sognato. La possibilità di creare nuovi oggetti e condividerli sblocca potenzialità nascoste, portando a galla risultati meravigliosamente imprevedibili e carichi si spirito e di iniziativa? Ma il vero bello di Scribblenauts Unlimited sta nella condivisione: al giocatore viene data la possibilità di realizzare piccoli sogni donando al vita a quello che, prima, poteva solo immaginare, rinchiuso nella propria mente? E, una volta che la fantasia a partorito il suo pargolo, questo può essere regalato al mondo e mostrato agli amici, sfidandoli in gare al pensiero più folle e alle soluzioni più improbabili. La facilità del titolo elimina, parzialmente, un vero e proprio senso di sfida ma l’obiettivo più sincero, in questo contesto, è senz’altro la stimolazione delle nostre menti: un obiettivo che Maxwell e la sua famiglia riescono magicamente a centrare in pieno!

CI PIACE
  • Si può pensare a qualsiasi cosa e, di norma, questa inizia a vivere…
  • …e, nel caso non esistesse, si può creare e condividere con tutti!
  •  Sfide veloci e struttura più fluida e migliorata
  • Utilizza perfettamente colori vivaci e sgargianti
NON CI PIACE
  • Molte sfide sono estremamente semplici
  • Purtroppo, il gioco premia anche la banalità
Conclusioni

Scribblenauts Unlimited corregge quasi tutti gli errori dei suoi predecessori, eliminando quegli intoppi che minavano la fluidità dell’espressione creativa: il vasto mondo, le veloci sfide e l’editor di oggetti lo rendono, senza ombra di dubbio, il miglior episodio della serie, specie nella sua eccellente versione per PC

8Cyberludus.com
Articolo precedenteVideoGamesParty – Si riparte da Bologna
Prossimo articoloPac-Man NES (Virtual Console) – Recensione
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.