Interazioni

Interazioni con lo staff

È vero che un gioco come Football Manager 2013 ha come attrazione principale il calciomercato, tuttavia in pochi riconoscono l’importanza di gestire lo staff in maniera funzionale al progetto. Prima di iniziare qualche trattativa con possibili obiettivi dovrà passare qualche ora. Questa prima parte della guida si concentra su tutte le interazioni dello staff, dunque come regolare l’attività di ciascun personaggio in relazione al tuo ruolo.

1. Introduzione

Dopo aver inviato la carriera, il Presidente ti contatterà per alcune formalità, subito dopo avrai a che fare con l’allenatore in seconda. Questi ti proporrà prime segnalazioni sullo staff: accetta tutto e imposta i consigli ogni 2 settimane.

2. Consigli dello staff

Squadra->Consigli dello staff

Questa schermata racchiude tutti i consigli dei membri dello staff. La loro rilevanza è più o meno significativa, nel senso che i membri più abili nelle proprie mansioni sapranno consigliare in maniera eccellente, mentre quelli di media preparazione daranno consigli generali. La schermata è utile soprattutto per gestire alcune piccolezze che possono sfuggire all’allenatore.

Ai consigli dello staff partecipano solitamente i preparatori (generalmente il migliore), l’allenatore in seconda e chi gestisce la squadra Primavera.

3. Rapporto squadra

Squadra->Rapporto squadra

In questa schermata sono racchiuse le valutazioni di tutti i membri dello staff, dai preparatori agli allenatori di prima squadra e Primavera. Anche in questo caso le valutazioni sono influenzate dalla capacità di giudicare ogni calciatore (i parametri di riferimento sono Giudizio Abilità e Giudizio Potenziale). La premessa va fatta perché SCONSIGLIO di tenere in considerazione i giudizi di membri dello staff non particolarmente preparati. Nella guida dedicata allo staff viene ripreso questo concetto, in quanto si renderà necessario disporre di almeno un paio di uomini con ottime capacità di giudizio, così da avere un buon metodo per confrontare le proprie idee sulla qualità della rosa.

La schermata è divisa in tre schede ed in alto a destra è possibile notare chi è il membro dello staff che esprime quei giudizi:

  1. Sommario abilità: viene mostrata la top 3 per ciascun ruolo, prendendo in considerazione le capacità attuali;
  2. Abilità nel ruolo: estende la scheda precedente, infatti per ciascun ruolo (è necessario cliccare sull’icona presente nel rettangolo verde a sinistra) viene mostrata la lista completa dei giocatori con abilità attuale e potenziale;
  3. Ruoli: entra ancor più in profondità e offre la top 3 dei valori attuali per ciascun comportamento in quel ruolo (Es. i migliori 3 mediani come registi, come incontristi o come centrocampisti difensivi)

Ovviamente ciascuna scheda è utile, tuttavia la scheda Ruoli si rivela parecchio utile per impostare il modo di giocare di ciascun calciatore ed è qui che emergono molte differenze tra i vari preparatori. Ad esempio, nella Juventus possiamo studiare le seguenti analisi:

  • Massimo Carrera, prendendo il ruolo di Mediano, pensa che Pirlo sia il miglior centrocampista difensivo e regista arretrato della rosa (4 stellette per questo ruolo e comportamento) tuttavia il mediano incontrista più abile è Vidal (4 stellette anche lui);
  • Angelo Alessio crede che per tutti e tre i comportamenti del Mediano sia Vidal il migliore della rosa (4 stellette e mezzo)
  • Marco Baroni promuove Pirlo come migliore per tutti gli stili del Mediano (5 stelle per il regista, 4 stelle e mezzo per gli altri due)

Chiaramente, l’interrogativo è: chi ha ragione? Ed è qui che entra in ballo il profilo dello staff:

  • Massimo Carrera: giudizio abilità 12, giudizio potenziale 12
  • Angelo Alessio: giudizio abilità 12, giudizio potenziale 13
  • Marco Baroni: giudizio abilità 10, giudizio potenziale 11

Come è facile notare, il giudizio abilità di Carrera e Alessio è uguale, tuttavia il loro resoconto è differente proprio perché si attestano su medie abilità di giudizio (il massimo della scala è 20) e le carenze vengono colmate da preparazione personale (Carrera ne capisce di più in termini difensivi, quindi preferisce Vidal come incontrista). Possiamo però dire che con certezza che tutti e tre i membri dello staff ci capiscono ben poco, non perchè Vidal e Pirlo siano più scarsi di quello che dicono, ma perchè non riescono ad esprimere giudizi con una buona preparazione. I valori con cui abbiamo a che fare tra Carrera, Baroni ed Alessio vanno da 10 a 13 su una scala di 20: la loro preparazione è appena sufficiente, pertanto i consigli non sono precisi come quelli di preparazione da 18 a 20.

4. Responsabilità dello staff

Squadra->Responsabilità dello staff Squadra->Staff->Scheda Responsabilità

In base alla preparazione del tuo staff, consiglio di impostare come segue:

Squadra

  • Assunzioni nello staff: tutto ad opera tua
  • Trasferimenti in arrivo: per i giovani (scovarli e contratto) lascia che se ne occupi il migliore con giudizio potenziale
  • Trasferimento in uscita: sarebbe meglio se gestissi tutto tu, delegando questo ruolo l’uomo da te incaricato accetterà/rifiuterà le proposte pervenute ai giocatori messi in lista cedibili
  • Rinnovi contrattuali: lascia gestire quelli della Primavera al migliore con giudizio potenziale
  • Imposta compiti per gli osservatori: sarebbe meglio se gestissi tutto tu
  • Settore giovanile: lascia gestire tutto al migliore con giudizio potenziale

Squadra Titolare

Potresti lasciare gestire al tuo allenatore in seconda sia l’organizzazione che la formazione per le amichevoli.

Riserve

Seleziona l’opzione per farti chiedere giocatori di prima squadra quando questi non sono stati convocati o hanno bisogno di minutaggio (in questo modo, la prima squadra sarà sempre in condizione a prescindere da chi gioca). Deseleziona l’utilizza del modulo della prima squadra.

Primavera

Deseleziona l’utilizza del modulo della prima squadra.

Assistente personale

Quando offri un giocatore ad altre squadre, chiedi il 200% del suo valore per ottenere quanto più denaro possibile: in alcuni casi, ti proporranno prestiti con diritto di riscatto, magari prolungati per anni, fruttando un buon guadagno. Assicurati che sia spuntata l’opzione che mette automaticamente il giocatore sul mercato.

Questa è un po’ rischiosa: per i prestiti, scegli il costo del 50% del cartellino e dello stipendio (in realtà, qui potresti selezionare anche 100%). Spunta la possibilità di farlo giocare in coppa, contro la tua squadra e di inserirlo in lista prestiti.

Riguardo i consigli dello staff, imposta 15 giorni come intervallo delle segnalazioni. Puoi anche decidere chi è abilitato a darti consigli su determinate aree. Per ciascuna sezione, scegli quello con le migliori caratteristiche (se non vuoi scocciature puoi deselezionare tutto, comprese le segnalazioni dello staff).

5. Rapporti e incarichi osservatori

In Football Manager 2013 i rapporti degli osservatori sono nettamente migliorati: anzitutto, richiedi ogni tot mesi il rapporto sui prestiti, poi organizza il tuo reparto osservatori in modo da coprire più zone. Tieni presente che i compiti degli osservatori possono essere influenzati dall’opzione “imposta compiti per gli osservatori” tra le Responsabilità dello staff precedentemente trattate, dunque se hai incaricato il tuo capo osservatore di gestire per conto suo la cosa, rimuovilo dall’incarico.

Facendo osservare un giocatore otterrai un rapporto grafico, ben diverso da quello degli anni scorsi. Le scritte sono state sostituite da icone più visibili, quindi puoi notare i suggerimenti e le stellette in alto, i ruoli in basso e, nella fascia centrale, l’interesse per prestito e trasferimento, il costo stimato e vari dettagli sul contratto.

Sono stati introdotti due nuovi parametri di ricerca, nuovo talento e talento noto (simile alle stellette) che, come suggerisce il nome, consentono di indirizzare lo scounting verso giocatori già affermati o con un promettente futuro. Cercando un nuovo talento, il tuo osservatore avrà libertà di movimento e deciderà in quale nazione andare, mentre per stilare una lista di talenti noti non c’è bisogno di viaggiare a caso. Football Manager 2013 presenta anche una ricerca direttamente per qualità globale: è infatti possibile cercare giocatori con un numero ben precisato di abilità attuale e/o potenziale, filtrando direttamente quelli utili al progetto.

Solitamente il capo osservatore riesce a fare bene il suo mestiere, indirizzando il proprio parco osservatori con cognizione di causa, spedendoli tra più Paesi alla ricerca di nuovi talenti o campioni già noti ai più. Chiaramente, la scelta è soggettiva, e l’unico punto negativo è che non è possibile far gestire tutto al capo osservatori e magari decidere di cambiare il compito ad uno/due membri dello staff, in quanto la scelta si riduce al “o tutti o niente”.

Interazioni con la squadra

6. Riunione di squadra

Seppur il sistema di dialogo con i giocatori possa sembrare profondo e variegato, in Football Manager 2013 è assolutamente sconsigliato tenere un certo tipo di comportamenti. In particolare:

  • Non usare mai tono aggressivo: ti metterai contro la squadra
  • Non usare quasi mai tono riluttante: la squadra reagirà male di fronte ad un allenatore che non ispira fiducia

7. Pressing psicologico

Un aspetto molto sottovalutato del gioco è utilizzare la stampa a proprio vantaggio: la tecnica dell’abbordaggio funziona se fanno seguito risultati e fama della tua squadra, e gli scenari sono decisamente interessanti. Col giusto pressing psicologico, puoi indurre un tuo obiettivo a non firmare il rinnovo con la sua attuale squadra, per poi accaparrartelo a costo zero. Allo stesso modo, potresti convincere un giocatore restio a trasferirsi, anche se l’approccio potrebbe protrarsi per più mesi. Le conseguenze del giusto abbordaggio si ripercuotono anche in fase di transazione: se un giocatore vuole essere ceduto, si arrabbierà notevolmente con la sua società qualora dovesse rifiutare una tua offerta, inducendo il Presidente ad abbassare le pretese (risparmiandoti qualche milione). Allo stesso modo, il procuratore del calciatore sarà più incline a ragionare, perché il suo assistito avrà tanta voglia di vestire la casacca della tua squadra.

Non solo per i movimenti in entrata, il pressing psicologico gioca un proprio ruolo anche in fase di trasferimenti in uscita: può capitare che un calciatore della tua rosa non voglia trasferirsi altrove, vuoi per l’attaccamento verso i tifosi, vuoi per esorbitanti richieste d’ingaggio. A questo punto si può attuare la tecnica Marotta, mettendolo fuori rosa e dicendogli apertamente di accettare le offerte che arrivano se vuole risparmiarsi stagioni ad allenarsi da solo. Il fuori rosa in FM 2013 non è ancora stato introdotto, ma il concetto è lo stesso.

Staff

Del calciomercato fa parte anche la ricerca e l’organizzazione dello staff, aspetto assolutamente da non sottovalutare. Ricorda che la squadra migliorerà molto con preparatori in gamba, soffrirà meno con piani di allenamento adeguati, si riprenderà presto con fisioterapisti che sanno svolgere il proprio mestiere e la ricerca dei giocatori utili al progetto sarà impeccabile con osservatori capaci.

Anche se non è funzione indispensabile, in Football Manager 2013 è stata introdotta la ricerca in tempo reale: sostanzialmente, cambiando ogni parametro di ricerca la lista dei risultati si evolverà dinamicamente, dandoti uno spettro migliore dei filtri, evidenziando quanti elementi vengono tagliati con un attributo piuttosto che con un altro. Non indispensabile, come detto, ma rende tutto più immediato e di facile gestione.

Ogni sezione dello staff ha un numero massimo di membri: recati in Squadra->Dirigenza ed osserva il pannello Staff. Cerca di riempire tutti i posti vacanti e potare l’erba marcia per aumentare la qualità generale di ciascuna area. Se ritieni che il numero di fisioterapisti, osservatori o preparatori sia insufficiente, puoi parlare con la dirigenza per chiedergli di stanziare altri fondi per qualche elemento in più, piuttosto che aumentare il tetto massimo di stipendi per un’area dello staff:

  • Dalla schermata della dirigenza, clicca su Parla alla dirigenza in alto, oppure su Riunione con la dirigenza dal menu a sinistra, sotto la categoria Dirigenza;
  • Seleziona l’argomento Staff dalle categorie a sinistra, quindi fai la tua richiesta: per chiedere di aumentare un’area dello staff, devi prima riempirla

Osservatori

1. Ricerca

Come visto nella prima parte, gli osservatori capaci sono quelli con ottimi valori in giudizio abilità e potenziale, tuttavia non bisogna sottovalutare le conoscenze tattiche, che servono per individuare la giusta collocazione (e dunque l’efficienza) di un giocatore all’interno di un modulo. Per parametri di ricerca riguardante un capo osservatore consiglio:

  • Giudizio abilità: 20
  • Giudizio potenziale: 20
  • Conoscenze tattiche: almeno 15

Per un osservatore normale, le conoscenze tattiche possono anche essere omesse. Ovviamente, tutto va a scalare in base al blasone della squadra in possesso, seguendo quest’ordine di priorità (se si vuole investire per giovani interessanti, chiaramente il giudizio potenziale sale al primo posto).

2. Ridimensionamento del reparto osservatori

Seguendo le linee guida del primo punto, assumi gli osservatori fino al limite di membri concesso (lo noti nella schermata della Dirigenza). Dopodiché, tra gli osservatori già presenti in rosa, comincia a guardare chi potresti ingaggiare che possiede qualità migliori. Ad esempio, nella Juve ci sono 7 osservatori ed il limite è di 14. Una volta riempito tutto il blocco con altri 7 osservatori nuovi, ci si può mettere a potare i rami secchi:

  • Luigi Di Giaimo 12-18
  • Ermanno Ferrari: 18-19
  • Luca Giannini: 18-10
  • Mauro Sandreani: 16-17
  • Riccardo Scirea: 16-18
  • Claudio Sciosa: 15-17

Per un club come la Juventus, sicuramente Di Giaimo, Giannini, Sandreani e Sciosa sono facilmente rimpiazzabili con altri osservatori più preparati (e magari stranieri).

3. Compiti

Questa sezione si basa sul discorso trattato precedentemente sulle Responsabilità dello staff: se non si vuole gestire autonomamente questo aspetto, è possibile delegare l’assegnazione dei compiti al capo osservatore o al Direttore Sportivo. Ogni personaggio incaricato, penserà di sfruttare diverse azioni: c’è chi si concentrerà solo sui nuovi talenti, chi mischierà la ricerca di potenziali campioni a giocatori già affermati. Cambieranno anche le mete, restando in Europa o mandando gli osservatori per tutto il mondo. Chiaramente, decidendo di assegnare in prima persona i compiti, la scelta spetta all’utente ed è totale, grazie ad una serie di filtri: anche se può sembrare scontato osservare i principali campionati europei, è bene dare uno sguardo anche alle nazioni che storicamente offrono campioni nonostante la propria lega non sia competitiva (vedi Russia, Olanda e tanti altri Paesi).

4. Rapporti personalizzati

Quando richiedete un rapporto veloce tramite Ottieni resoconto dell’osservatore, il Direttore Sportivo del club sceglierà sempre il primo osservatore libero che, nel caso in cui saranno tutti impegnati su incarichi, sarà il primo presente nella lista del submenu Assegna, come nella figura sottostante:

Pertanto, cliccando su Ottieni resoconto dell’osservatore, otterrò sempre il rapporto di Mauro Sandreani, a meno di licenziarlo. Per ovviare a questo problema, è possibile andare a pescare l’osservatore proprio dal submenu Assegna, così da richiedere che sia espressamente quel membro dello staff a stilare il rapporto sul giocatore che mi interessa.

Preparatori

In questa sezione c’è tanto da fare, anche più degli osservatori. Bisogna scegliere bene chi ingaggiare e a chi rescindere il contratto, perché i posti sono davvero limitati (strano a dirsi ma anche in una dirigenza come quella della Juventus non si riesce ad ampliare molto questo reparto, perlomeno all’inizio) e nel complessivo dei preparatori vanno anche considerati quelli dedicati alla Primavera. Ci sono in totale 9 abilità di allenamento, e le caratteristiche del preparatore sono classificate col consueto ordine di stellette da 1 a 5: ottenere le 5 stelle per ogni categoria non è semplicissimo anche con una grande squadra, un po’ per via di mancanza di personale adeguatamente preparato, un po’ per perché si mettono di mezzo le rivalità tra club. Ecco dunque i passi che consiglio di seguire per riorganizzare quest’area:

  1. Recarsi in Allenamento -> Preparatori e, cliccando su ogni membro dello staff, impostare i compiti secondo la skill mostrata nella scheda a destra come miglior categoria d’allenamento
  2. A questo punto, la scheda dei preparatori ottenuta dovrebbe mostrare il massimo punteggio di stellette dello specifico staff, mostrandoti, in modo chiaro, i punti deboli di ciascun aspetto da allenare
  3. Da qui, puoi cominciare a rescindere il contratto ai membri dello staff meno preparati, tuttavia questa è una fase molto delicata che spiego di seguito nei dettagli

Per capire quali sono i preparatori con stellette maggiori di quelle che hai, non devi fossilizzarti solo sul nome dell’abilità, ma anche su altri aspetti. Ad esempio, se cerchi un preparatore per “Difesa” non basta prenderne uno con difesa 20 per ottenere le 5 stellette. Esiste una formula precisa per ogni area di interesse, che permette di ricavare la classificazione dei preparatori. Riporto di seguito la lista delle formule: la sigla DDM sta per la somma dei valori Determinazione, Livello di disciplina, Motivazione, mentre il numero finale corrisponde alla soglia delle 5 stellette:

  1. Forza: (Forma fisica x 9) + (DDM x 2) = 270
  2. Aerobico: (Forma fisica x 9) + (DDM x 2) = 270
  3. Tattica: (Tattica x 2) + (DDM) = 90
  4. Controllo Palla: (Tecnica x 6) + (Psicologia x 3) + (DDM x 2) = 270
  5. Difesa: (Difesa x 8) + [(Tattica + DDM) x 3] = 360
  6. Attacco: (Attacco x 6) + (Tattica x 3) + (DDM x 2) = 270
  7. Tiro: (Tecnica x 6) + (Attacco x 3) + (DDM x 2) = 270
  8. Bloccare tiri: (Portieri x 2) + (DDM) = 90

Fonte della tabella: Football Manager Fan

Qualche suggerimento per club come la Juventus alla prima stagione (quindi senza alterare il blasone della società):

Alcuni preparatori a cinque stelle non sono affatto semplici da trovare, altri semplicemente si rifiuteranno di venire.

Allenatore in seconda e vertici societari

La scelta dell’allenatore in seconda è “personalizzata”: in poche parole, tutti i molti fattori a disposizione per scegliere il proprio uomo permettono di plasmare la ricerca in base alle proprie esigenze. Chi vuole supporto tattico dovrà cercarsi un allenatore in seconda con ottime conoscenze tattiche, magari con grande motivazione; chi necessita di un aiuto per la gestione dello spogliatoio e per parlare ai calciatori, troverà la skill psicologia per ottenere questi benefit. Gli altri vertici della società, come il Responsabile dello sviluppo giovani, debbono essere quanto più completi possibile, così come chi si occuperà della Primavera che, oltre a saper ascoltare i ragazzi, dovrà essere in grado di metterli in campo nel migliore dei modi.

Resto dello staff

Il resto dello staff ha relativamente poca importanza: per quanto riguarda i preparatori, la Fisioterapia è l’elemento da prendere in considerazione ma, essendo un parametro molto facile da trovare, abbinare Adattabilità, Motivazione ed altre skill è sicuramente la cosa migliore, anche se non sono indispensabili.

Articolo precedenteMass Effect Trilogy – Data d’uscita e interessanti retroscena!
Prossimo articoloZombie Driver HD – Recensione
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.