Resident evil 5: Una fuga disperata

Duri a morire

Il 12 marzo sarà disponibile nei negozi Resident evil: Gold Edition, versione dedicata specialmente a tutti coloro che non si sono goduti il quinto capitolo della serie targata Capcom lo scorso anno. L’edizione comprende numerosi extra, tra cui i due Dlc venduti anche separatamente in Digital Delivery su Psn e Xbox Live. Incubo senza fine lo trovate recensito su queste pagine, mentre Una fuga disperata sarà oggetto di questo articolo. Dopo il brevissimo ma gradito ritorno all’horror e all’atmosfera claustrofobica e ricca di tensione, questa seconda espansione incarna in tutto e per tutto lo spirito action di Resident Evil 5. Senza svelare troppi particolari sulla trama, questo add-on non è altro che il capitolo che precede le battute finali dell’action nipponico. Protagonista della vicenda è nuovamente la bella (e soprattutto amatissima dal pubblico) Jill Valentine. Risvegliatasi tra le mura del complesso africano Tricell, l’intrepida agend BSSA deve assolutamente scappare dai giacimenti industriali e raggiungere l’isola vulcanica per tentare di aiutare i suoi compagni, Chris e Sheva, nel disperato tentativo di fermare il perfido Wesker, intenzionato più che mai a porre fine all’esistenza del genere umano. La protagonista non sarà sola nella sua impresa; il capitano Josh (incontrato più volte durante l’avventura principale) sarà il suo braccio destro durante la corsa per sfuggire a questo ennesimo incubo. In effetti “fuga disperata” non è solo un interessante titolo propagandistico per far gola agli appassionati. L’espansione trasuda adrenalina e ansia costante da ogni pixel. Per tutto il corso della missione, non ci saranno enigmi nè fasi investigative; scappare e sparare saranno le costanti fondamentali per uscire vivi. L’intero complesso industriale trabocca di dipendenti infetti e ormai soggiogati dalle terribili Plagas 2, controllate dal volere e dal potere di Wesker. A complicare la situazione ci penserà anche la presenza di nemici coriacei e pericolosissimi già incontrati durante l’avventura, come il terribile boia armato di ascia e gli uomini con la motosega. Ciascun nemico è armato fino ai denti e ogni schermata del livello è stata studiata per essere superata in più modi. Si può decidere di far piazza pulita sparando a tutto quello che si muove su schermo, oppure mandare il nostro partner in zone sopra elevate per braccare i nemici dall’alto, o ancora, si possono utilizzare le preziose taniche esplosive o addirittura i cannoni disseminati per i livelli. La strategia migliore dipenderà dai giocatori. Il divertimento aumenta naturalmente se si passa dalla modalità in singolo a quella cooperativa in compagnia di un amico, o ancora meglio on line, affiancando i giocatori in rete. Come al solito si potrà scegliere tra tre livelli di difficoltà. Il comparto grafico onora il motore della versione “liscia” nel migliore dei modi: la cura e il dettaglio degli scenari è impressionante oggi come un anno fa, e la fluidità dei movimenti, e in generale dell’azione, regala molte soddisfazioni al nostro apparato visivo. Il comparto audio ripropone i soliti ma azzeccati motivi già conosciuti. La trama è praticamente inesistente data la natura prettamente e volutamente “giocosa” del Dlc. L’unico grande difetto è (tanto per cambiare), la longevità, croce e delizia delle espansioni degli ultimi mesi. L’avventura si può completare senza troppe difficoltà in un’ora scarsa. Per fortuna la ricerca di tutti i tesori disseminati nei livelli, la possibilità di giocare con il capitano Josh dopo la prima partita e l’aggiunta di due nuovi personaggi nella modalità Mercenari a Raccolta (tra i quali la mai dimenticata Rebecca Chembers di Re , 0 e Rebirth), garantirà agli appassionati della serie ottimi motivi per allungare la brodaglia, disponibile al prezzo d i 4,99 euro.

Conclusioni

Una Fuga Disperata è l’ultimo Dlc che conclude la storia e i momenti più salienti di Resident Evil 5, un titolo che andava bene anche senza espansioni, create più per mera economia che per apprezzarne le sfumature. Tuttavia per chi ha amato l’azione onnipresente e la tensione scatenata dal ritmo frenetico della versione liscia, non potrà che gustare piacevolmente questo ultimo ( si spera) add- on, che vanta lo stesso spirito e le identiche meccaniche del quinto capitolo di Resident Evil, che tanto ha fatto parlare, sia nel bene che nel male. Consigliatissima è invece, per chi non ha mai giocato a Resident Evil 5, l’imminente Gold Edition, la cui completezza giustifica il prezzo non proprio economico che si aggira attorno alle cinquanta euro.

CI PIACE

Azione e strategia ben amalgamate
Ottimo se in compagnia di un amico
Impegnativo al punto giusto

NON CI PIACE

Troppo breve
Prezzo troppo alto
Chi si aspettava un’espansione horror come la precedente rimarrà deluso

6.5Cyberludus.com
Articolo precedenteNiente multiplayer per Vanquish
Prossimo articoloIn arrivo giochi online con motore grafico “Cryengine 2”
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.