Assassin’s Creed 2: Il Falò della Vanità

Dopo la prima mediocre espansione ambientata a Forlì, Ubisoft ci riprova, rilasciando un altro DLC, Il Falò della Vanità , ovvero il tredicesimo capitolo mancante di Assassin’s Creed 2 . Entrambe le espansioni dovevano far parte originariamente della versione “liscia” del titolo sviluppato dal team Montreal. Questo secondo anello mancante riprende le vicende del giovane Ezio Auditore, subito dopo l’epilogo del ricordo precedente. Derubato di un artefatto fondamentale per la sua missione, l’assassino italiano scopre che il ladro in questione non è altri che Girolamo Savonarola, il celebre frate domenicano che tentò in tutte le maniere di predicare e attuare con la forza le sue idee riformiste contro la società e il clero. L’artefatto in suo possesso è in grado di soggiogare le menti più deboli al volere del suo possessore. Ben presto la città di Firenze diventa teatro di atti vandalici contro l’arte, la Chiesa e le biblioteche, oltre che una fortezza inespugnabile, pullulante di soldati, che provvede all’incolumità del frate corrotto. Compito di Ezio sarà quello di farsi strada tra le vie pericolose e sorvegliate di Firenze e uccidere i luogotenenti del Savonarola, coscienti dell’arrivo dell’assassino in città e del suo scopo. Reduce del passo falso commesso in passato, il team ha confezionato un prodotto gradevole in tutti suoi aspetti e soprattutto adeguato al prezzo richiesto per l’acquisto. Anzitutto la longevità è più che accettabile, dato che serviranno un paio d’ore per arrivare al completamento del ricordo. Per di più, la decina di missioni proposte è caratterizzata da un livello di difficoltà non frustrante ma abbastanza marcato. Ogni missione costringerà il giocatore a studiare piani differenti per arrivare all’obiettivo, poiché il minimo passo falso porterà al termine della missione. Scelta questa particolarmente gradita, in quanto richiama alla mente il primo capitolo della serie, dove la vigilanza costante e la furtività, erano le carte vincenti per raggiungere gli obiettivi richiesti. Novità nel gameplay è l’utilizzo dei trampolini attraverso le aste sui tetti della città, che Ezio può sfruttare per lanciarsi nel vuoto durante le missioni da svolgere. L’epilogo strappa qualche emozione e invoglia a rigiocare il titolo ancora una volta per scoprire nuovi particolari tralasciati in precedenza. Il compatto tecnico rimane immutato( sia sul piano grafico che su quello audio) e cosi la città di Firenze, che in questa avventura appare avvolta dal caos e dal disordine urbano,causato dai poteri di Savonarola. Probabilmente sarebbero state gradite nuove ambientazioni o addirittura scenari completamente diversi, ma fortunatamente il ritmo frenetico e allo stesso tempo furtivo dell’espansione non da il tempo per indugiare sull’architettura videoludica offerta. Di nuove ambientazioni interne però se ne possono trovare ben tre acquistando il pack speciale che include, oltre a questa espansione, le mappe (presenti nella versione limitata di Assassin’s Creed 2 ) dell’Arsenale di Venezia e di Santa Maria dei Frari e Palazzo dei De Medici a Firenze. Queste tre locazioni vantano scenari interni di pregevole fattura, vere e proprie sezioni platfom, accompagnate dagli immancabili scontri con i soldati e anche qualche scena inedita.

Conclusioni

I Falò della Vanità rappresenta il riscatto di Ubisoft dopo la figuraccia fatta con il rilascio de La battaglia di Forlì. L’espansione è impegnativa e longeva a sufficienza per coinvolgere il giocatore nell’azione furtiva e nell’esplorazione silenziosa; entrambe appaganti e ben studiate. Da tenere d’occhio anche l’edizione speciale del DLC con incluse le mappe, in vendita al prezzo di 6,99 euro, esclusivamente consigliata agli appassionati dell’action più avvincente del 2009.

CI PIACE

Longevità accettabile e rapportata al suo prezzo
Missioni impegnative e varie

NON CI PIACE

Stesse ambientazioni già visitate
L’uso dei trampolini è piùttosto superfluo
L’edizione speciale con le mappe è troppo costosa per il suo contenuto

6.5Cyberludus.com
Articolo precedenteNuovo video per Project Offset
Prossimo articoloSistemati i problemi di lag di OnLive?
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.