Introduzione

Inizieremo il particolare action Bayonetta in un ambiente in cui dovremo affrontare, sin dall’inizio, una gran varietà di nemici, a fianco della nostra compagna d’avventura Jeanne.

Chiaramente, visto che si tratta dell’inizio, non ci sarà bisogno di preoccuparsi e i combattimenti scorreranno veloci e senza alcun problema. L’importante sarà, qui, seguire la trama e le parole (o i sottotitoli) sullo schermo. Si potranno in questa fase iniziale provare i controlli di Bayonetta; a un certo punto ci uccideranno e verremo trasferiti nel tempo “reale”.

Prologo

A questo punto ci ritroveremo in un cimitero: la prima immagine che si vede è quella di Bayonetta, e subito dopo potremo iniziare la lotta appena la presentazione volgerà al termine. Si presenterà una sequenza nella quale parleremo con un ragazzo un poco strano; dopo aver massacrato gli “angeli” e aver visivamente goduto degli splendidi movimenti dei personaggi, entreremo nel pieno dell’azione.

Con il pulsante Y si scatenano pugni veloci, mentre con B daremo calci veloci; con RT è possibile sfuggire agli attacchi degli avversari e questo tasto, se premuto al punto giusto, permetterà di entrare in una fase apposita in cui in nemico si muoverà a rallentatore, favorendo cosi colpi da parte nostra spettacolari e mirati. Per dar via a questa fase, bisognerà schivare il suo attacco proprio all’ultimo secondo.

In questa fase di combattimento ci saranno quattro creature di fronte a noi: non è complicato eliminarle: ogni volta che verremo attaccati bisogna schivare un attacco per dar via al rallenty e attaccarli a nostra volta. Questo è un buon momento per provare un po’ di combo, ad esempio quella in cui è possibile lanciare in nemico in aria per poi schiacciarlo a terra in fase di caduta.

Impareremo qui una nuova combo: premendo Y e B, concluderemo gli attacchi con una veloce ripresa. Una combo molto utile nel momento in cui ci si ritrova di fronte questo tipo di nemici, che si possono inoltre contrassegnare come obiettivi con il tasto RB.

Infine, potremo apprendere il climax: ruotando completamente la levetta sinistra e premendo i tasti Y o B, si entrerà in una modalità apposita nella quale è possibile sparare a piacere senza spostarci, distruggendo cosi in modo semplice e veloce i nemici che ci circondano.

Avremo in conclusione un’ultima ondata di nemici, da distruggere con i metodi sopra elencati, e dopo partirà una sequenza in cui si vede un angelo rapire il nostro amico. Sarà necessario in quel momento, con la barra della vita, avviare l’azione e perseguire il rapitore attraverso il buco che si intravede.

Dopo aver saltato nel buco, ci troveremo di fronte cinque nemici e uno di grosse dimensioni. Quest’ultimo sarà il nostro primo obiettivo perché la sua grossa stazza puo’ darci parecchio fastidio. Infliggiamogli vari colpi, schiviamo i suoi attacchi per andare in quella sorta di modalità bullet time, a rallentatore, ed eliminiamolo. Procediamo con la stessa operazione anche per quanto riguarda gli altri 5 angeli, dopodiché partirà un’altra sequenza.

Dopo questa, entreremo in una corsa contro il tempo in cui dovremo usare, per la prossima fase, torture per far in modo di passare allo scenario seguente. Per concludere questa parte è necessario fare due cose: schiacciare i nemici senza che questi ci colpiscano, in modo tale da farci riempire di cerchi magici che si posizioneranno sotto la barra della vita, e successivamente premere Y e B per torturare il nemico a noi più vicino.

Una sequenza in QTE indica il tasto apposito che dovremo premere ripetutamente per distruggere l’angelo di turno in una sequenza a dir poco cinematografica e violenta.

L’attacco angelico è un gioco di tiri in cui dovremo attaccare gli angeli per guadagnare dei punti che poi potremo utilizzare per ottenere oggetti dei più disparati tipi. E’ necessario ottenerne un bel po’, di punti, dopodiché procederemo al prossimo scenario.

Capitolo 1: la metropoli degli angeli

Usciamo dal treno e dirigiamoci alla fine dell’altro lato, andiamo sull’altro lato del ponte e attraversiamo il sistema di sorveglianza. Prima di raggiungere l’ingresso principale dobbiamo notare una sfera che brilla su un muro e che potremo selezionare con il tasto X. A questo punto cominciamo a colpirla fino a rompere la parete e dovremo cercare un oggetto, una chiave, che si trova in basso.

Torniamo al piano di sopra dove troveremo tre angeli da eliminare e successivamente utilizziamo la chiave nell’apposito spazio.

Ci troveremo di fronte altri tre nemici che possiamo battere con combo basate su calci, non sarà difficile. Una volta terminata l’azione si ricostruirà una statua. Premiamo il tasto X e il griletto quando un fulmine ci sta per colpire e andremo in modalità bullet time, che ci permetterà di attraversare l’acqua senza cadere. Dall’altro lato colpiamo il muro per romperlo e saliamo subito sull’ascensore, seguendo il percorso tracciato: si attiverà una sequenza in cui vedremo come poter cambiare i punti con gli oggetti nel negozio del nostro amico, contrassegnato con un cerchio rosso sul pavimento.

A questo punto alcuni angeli scenderanno dal cielo per distruggerci e saranno più difficili da battere rispetto a quelli visti prima: inizialmente saranno cinque, e se comincieremo con il più grande tra loro, potremo prendergli l’arma e distruggere facilmente anche gli altri. A questo punto ci troveremo di fronte una nuova ondata con angeli piccoli già a noi noti, utilizziamo la pistola e le combo prima imparate e raccogliamo le armi da terra, tra cui una palla con delle punte.

BELOVED

A quanto punto apparirà sullo schermo Beloved, il primo boss di questa avventura. Batterlo non sarà molto difficile: bisognerà schivare i suoi attacchi giusto in tempo per entrare nella modalità Sabbat Temporale e rallentare cosi il tempo. Il suo punto debole è sulla schiena, dove troverete una grossa sfera: colpitela con le mosse più potenti fin quando la modalità rallenty non si disattiverà. A questo punto affrontatelo nuovamente schivando i suoi attacchi: il nostro consiglio è quello di farlo frontalmente altrimenti verremo colpiti. Dopo aver ripetuto le azioni un paio di volte il Beloved cadrà a terra: puntiamo alla sua schiena con il punto debole e colpiamolo ripetutamente. Raccogliamo il primo LP angelico e l’ascia del Beloved e proseguiamo.

FORTITUDO

Il prossimo nemico è un drago a due teste, più temibile del Beloved e richiederà più pazienza e abilità e precisione: non occorrerà eliminarlo ma indebolirlo notevolmente in modo tale da farlo andare via.

E’ necessario qui dirigersi verso il percorso fino al ponte e nel frattempo sparargli addosso: arriveremo proprio davanti a Fortitudo (questo il nome del nemico) e dovremo schivare a destra e a manca, preoccupandoci delle palle di fuoco che le due teste ci lanceranno.

Dopo la situazione si farà un po’ più complicata e le teste partiranno con dei corposi attacchi verso di noi: cerchiamo di essere più precisi che mai e schiviamo il colpo proprio all’ultimo secondo per attivare il Sabbat Temporale e attacchiamo all’impazzata.

Bisogna ripetere le stesse azioni fin quando il secondo boss si allontanerà.

BELOVED

Si vedrà a questo punto un grande angelo che si prenderà il pezzo di ponte in cui noi eravamo piazzati: attacchiamo come meglio preferiamo puntando alla mano, quella che regge il pezzo di ponte, fino a che non ci lancerà lontano.

In questa parte è meglio evitare le schivate e concentrarci sui doppi salti in modo tale da poter affrontare il boss da una posizione più vantaggiosa.

A questo punto il Beloved romperà il ponte sul quale noi ci stiamo dirigendo al fine di schiacciarci: corriamo per le scale, velocemente per non farci schiacciare e arrivati in salvo schiviamo ed eseguiamo delle combo finalizzate a colpire le sue mani, fin quando l’avremo indebolito cosi tanto da poter lanciare l’attacco speciale Apoteosi.

Procediamo dunque al secondo capitolo!

Capitolo 2 – Vigrid, la città dei ricordi

Comincieremo il secondo capitolo affrontando a Jeanne, un altro dei ricordi che andremo via via recuperando. Visto che il boss in questione non ha purtroppo alcun punto debole, non sarà possibile sfruttare tattiche specifiche ma sarà più che opportuno utilizzare il Sabbat Temporale: con la modalità a rallenty dunque, attivabile dopo aver schivato l’attacco nemico all’ultimo secondo, potremo sfoggiare le nostre più influenti combo e non avremo alcun problema ad eliminare il nemico. Una volta finito, verrà sbloccato un particolare potere, ovvero quello della Camminata Strega. Tornati alla posizione dove eravamo, partirà una sequenza video, dopo la quale dovremo, per arrivare alla porta, scalare la parete che si trova alla nostra sinistra, nella quale ci aspettano nuovi nemici.Una maschera angelica con cinque angeli ci voleranno vicini accerchiandoci: il modo migliore per affrontarli è corpo a corpo, perché se perdiamo tempo si disperderanno e non dobbiamo perdere tempo sparando qua e là con le pistole. Prima di terminare con questi angeli volanti è bene occuparci di quelli a terra, che sono solo due e si eliminano piuttosto velocemente. Dopo andremo ad occuparci di quelli volanti, che potremo eliminare usando l’abilità dello sparare a discrezione, attivabile con un movimento circolare dello stick analogico sinistro e con il pulsante Y. Dopo aver finito con loro arriviamo alla porta ed entriamo nello scenario seguente, con un uccello rosso che potremo prendere al volo. Se non ci riusciamo, potremo utilizzare le statue che si trovano all’ingresso per schivare i fulmini che ci arrivano addosso, in modo tale che il tempo si rallenti tanto da catturare l’uccello senza problemi. Per attraversare la parete seguente è bene utilizzare le statue con lo stesso metodo usato prima: il tempo aiuterà a distruggerla e a passarle attraverso prima che si ricostruisca automaticamente. Andremo a Vigrid, dove troveremo una sequenza con protagonista un uomo misterioso. A questo punto ci ritroveremo di fronte quattro nemici: è bene occuparsi per prima dell’angelo che ha la palla con le punte, in modo tale da potercene appropriare dopo averlo eliminato e utilizzare l’arma per togliere di mezzo i nemici restanti. Un’altra ondata di nemici arriverà, capitaneggiata da un altro Beloved, il boss di grandi dimensioni già visto e affrontato alla fine del primo capitolo. Occupiamoci dei nemici più piccoli e successivamente, appena Beloved sarà uscito allo scoperto, attacchiamolo sulla schiena senza utilizzare pero’ il rallenty del tempo: prima di esser distrutto, pero’, il boss chiamerà aiuto e spunterà sullo schermo un altro Beloved. Avendo due Beloved contro bisognerà concentrarsi su quello che precedentemente avevamo quasi sconfitto eliminandolo nel modo più veloce possibile, in modo tale da prendere la sua ascia e concentrarci sul secondo nemico. Mentre ci sta attaccando schiviamo all’ultimo secondo per entrare nella modalità rallenty e, a questo punto, saltiamo sulla sua schiena per dargli colpi con l’ascia. Dopo pochi attacchi con quest’arma il Beloved verrà distrutto. Raccogliamo il secondo LP angelico e proseguiamo per l’unico cammino possibile, seguendo le rotaie, e vedremo che un vagone deraglierà e dovremo saltare prima che questo ci colpisca.

Arriva un nuovo boss, FORTITUDO.

Dovremo qui fare un gran uso delle schivate all’ultimo secondo per attivare la modalità sabbat temporale il più possibile: gli spazi sono qui molto ridotti e quindi le possibilità che il nemico possa colpirci sono davvero tante, considerando sia i suoi affondi che le palle di fuoco che ci lancerà dalla bocca.

Il suo punto debole è il naso e dovremo cercare di colpirlo proprio in quel punto, ma dopo che l’avremo fatto un po’ di volte Fortitudo inizierà a volare e gli spunterà una seconda testa. Concentriamoci SULLA PRIMA TESTA cercando di stargli molto vicini e cerchiamo di colpirla per bene, in modo tale da attivare una sequenza apposita nella quale premendo l’apposito pulsante che verrà visualizzato sullo schermo, potremo eliminare anche questo boss.

Capitolo 3 – La terra infuocata

In questo terzo capitolo la difficoltà sarà un poco più alta. Dopo la sequenza iniziale la piazza sarà in fiamme, per cui dovremo fare attenzione a dove mettere i piedi, in quanto la lava ci fa perdere la vita. I nemici sono gli angeli del fuoco: non potremo attaccarli direttamente perché ci rimanderanno indietro i nostri colpi provocando grandi danni. Per cui il modo per distruggerli è fare attenzione ai suoni che emettono prima di darci un colpo e schivarlo all’ultimo secondo per entrare nella modalità a rallentatore, dopo di che colpirli senza fermarci. Cerchiamo di prendere una delle loro armi per distruggerli prima, in totale saranno una dozzina.

Nello scenario seguente dovremo proseguire per la strada, facendo attenzione alla lava: non facciamo caso ai grossi nemici che ci arrivano contro (ci penserà il fuoco ad occuparsi di loro) e saltiamoli utilizzando il doppio salto e avanziamo velocemente fino alla fine.Incontreremo ora un nemico che ci cercherà di prenderci con il suo puntiglione: FAIRNESS.

Non ha nessun punto debole in particolare ed è molto agile e veloce ma poco potente. Visto che oltre agli affondi lancerà anche palle da fuoco sarà praticamente molto difficile attivare la modalità a rallentatore, cerchiamo dunque di mantenere una buona distanza ed evitiamo i colpi all’ultimo secondo per entrare nel sabbat temporale: a questo punto carichiamolo e nel giro di qualche colpo riusciremo a sconfiggerlo.

Raccogliamo il mezzo LP angelico e procediamo.

Arriviamo in una piazza con due statue per salire, quindi saliamo e schiviamo il raggio ed entriamo, in modo tale che la lava che ci impedisce di passare si rallenti e potremo dunque ora attraversarla. Una volta che l’avremo fatto, ci sarà una sequenza, dopo la quale dovremo andare attraverso le pareti degli edifici: proseguiamo diritto e quando non potremo salire più vedremo una struttura proprio in basso, saltiamoci per saltare tutti gli edifici. Ripetiamo due volte questa mossa e, dopo un’altra mini sequenza in cui si vede la lava scorrere più velocemente, cominciamo a scalare la torre fino ad arrivare in alto: attenzione perché si rompe e si deve premere il tasto X quando appare sullo schermo.

Nello scenario seguente ci ritroveremo di fronte due FAIRNESS. Facciamo attenzione alla loro faccia e aspettiamo che uno ci attacchi per sconfiggerlo come fatto in precedenza con l’altro Fairness, facciamo attenzione che non ci colpiscano. Dopo aver finito con loro, nella sequenza video ci verrà chiesto di premere X per raccogliere dei punti extra.

Nella grotta troveremo un tesoro e, andando avanti, anche tre angeli di fuoco: eliminiamoli utilizzando la procedura solita e dirigiamoci al ponte, che si romperà.

Torniamo indietro e carichiamo i tre nemici che appaiono e attraversiamo l’anello magico: siamo nel paradiso. Andiamo verso le statue e fermiamo il tempo. Usiamo la leva che si trova sotto la grande struttura che ci ritroviamo di fronte e prendiamo l’orologio del tempo, che ci servirà per retrocedere negli eventi.

Torniamo alla porta dimensionale e mettiamoci proprio davanti al tempo e utilizziamo l’orologio, il ponte si ricostruirà e attraversiamolo. Un altro ponte si romperà in quattro pezzi, quindi corriamo e saltiamo un pezzo per volta e alla fine ci verrà chiesto di premere il pulsante A per superare quel tratto.

Attraversiamo il percorso roccioso stando attenti ai pezzi che ci cadono e saliamo per le piattaforme che ci ritroviamo di fronte quando non potremo più avanzare. Raggiungiamo una zona in cui dovremo salire seguendo la luce grazie alla luna nuova, ma ci cadranno dei massi e il modo migliore per evitare che ci colpiscano è quello di schivarli. Una volta fuori, seguiamo il percorso ed entreremo nel capitolo successivo.

Capitolo 4 – Fortitude, la virtù cardinale

Sin dall’inizio del capitolo ci ritroviamo di fronte un altro boss: Fortitudo. E’ consigliatissimo acquistare la schivata aerea se non l’avete fatto in precedenza. Il modo per non essere sconfitti è quello di rimanere sempre sul ponte, schivare gli attacchi di entrambe le teste, evitare i loro affondi e le palle di fuoco giusto all’ultimo secondo, in modo da attivare la modalità a rallenty per attaccarlo. Combattendo invece a terra lo scontro si fa più complesso perché è pieno di fuoco e di lava: dirigiamoci verso la clessidra, attiviamola e la lava temporaneamente andrà via. Non appena saremo di nuovo sul ponte schiviamo come al solito palle di fuoco e affondi giusto all’ultimo momento per attivare il sabbat temporale e colpiamo con le mosse più potenti, in modo da stordirlo e attaccarlo a terra. Afferriamogli la testa seguendo le indicazioni che ci verranno mostrate sullo schermo e nel giro di un minuto e mezzo circa dovremo saltare nelle varie piattaforme per raggiungere la posizione del boss: riprendiamolo e con un attacco torturante stacchiamogli una delle due teste. E’ necessario ripetere le stesse identiche azioni per staccargli anche la seconda testa. Vedremo ora una breve sequenza dopo la quale in 500 secondi dovremo eliminare il suo avversario: il metodo migliore è attaccare la gemma presente nella sua testa. Godiamoci la sequenza finale di questo capitolo e passiamo a quello successivo.

Capitolo 5 – Le terre sante perdute

Avanziamo per queste nuove location sconosciute: per la strada ci ritroveremo piccoli nemici volanti che si possono distruggere facilmente grazie alle varie combo. Giriamo lo stick analogico di 360 gradi e premiamo B o Y, il che ci permette di entrare in una sequenza bullet time. Dopo averli eliminati avanziamo fino a ritrovarci di fronte a Grace e Glory, due nuovi nemici molto veloci che colpiscono con le braccia. La tattica migliore per eliminarli è quella di schivare i loro attacchi e cercare di colpirli subito dopo con il sabbat temporale, usando combo rapide visto che dovremo cogliere ogni secondo di tempo prezioso. E’ preferibile usare la schivata aerea. Dopo averli eliminati entrambi recuperiamo il pezzo di LP angelico che si materializza alla fine del combattimento e proseguiamo: troveremo tre nemici, superiamoli senza ucciderli perché tanto il tratto di strada sta cadenzo a pezzi. Ci ritroveremo davanti un nuovo nemico: Fearless. E’ lo stesso che abbiamo affrontato già in passato ma questa volta ha una coda grazie alle quale puo’ attaccare da lontano. Lo scenario è circolare e dunque stiamo attenti ai due mostri che ci ritroviamo davanti: finiamo prima con quello più deboli, in modo che con i punti conquistati possiamo torturare Fearless ed eliminarlo con molta facilità. Avanziamo e incontreremo quattro angeli con le trombe, facciamo in fretta a passare prima che si rompa il terreno e cerchiamo di arrivare ad una piattaforma con un oggetto strano. Giriamo quella sorta di strumento che sta alla sinistra e dirigiamoci verso l’anello: saltiamoci dentro per controllare la s trega Bayonetta come se fosse uno sparatutto. Evitiamo i nemici che appaiono per raggiungere l’uscita, e ci ritroveremo di fronte nuovamente Grace & Glory. Basta stare attenti a schivare i loro attacchi all’ultimo secondo per avviare il sabbat temporale e non avrete problemi a sconfiggerli. Una volta eliminati preparatevi ad affrontare tre Harmony. Sono creature volanti non difficili da abbattere: appena finito, raccogliete la metà dell’LP angelico appena apparsa e proseguite.Saliamo le scale evitando le raffiche di vento e arriviamo alla porta: sul pavimento c’è un pulsante, saliamo per i lati della porta fino ad arrivare ad una piattaforma in rilievo e saltiamo sul pulsante, si aprirà un cancello. Saliamo per la torre e troveremo due nuovi nemici, Ardor, che sono cavalieri con scudo e spada, che attaccano in modo orizzontale, lenti, oppure con colpi molto rapidi. Aspettiamo che ci attacchino frontalmente e schiviamo il secondo colpo che ci infliggono per attivare il sabbat e ripediamo la procedura per eliminarli. Quando abbiamo finito con loro, prendiamo una delle loro braccia e avanziamo per le pareti della torre. Andiamo su per il luogo schivando le luci arancioni e i pezzi di torre che ci cadranno addosso fino ad arrivare in cima. Saltiamo sul punto rosso che si trova nella parte alta dello scenario e giriamo la leva per salire in un posto ancora più in alto. Ci ritroviamo di fronte, a questo punto, ancora una volta Grace & Glory, attiviamo le statue e scendiamo di nuovo nella stanza precedente: attiviamo il fascio di luce che schiviamo per entrare nella modalità strega. Passiamo dalla porta prima che si esaurisca questa modalità e camminiamo per la passerella evitando gli spifferi di vento che potrebbero colpirci e trascinarci in basso. Prima si continuare a salire guardiamo bene la zona, dovrebbe esserci una sorgente e dovremmo trovare la terza parte del disco che ci permetterà di ottenere nuove armi nel negozio.

Continuiamo a salire e troveremo un nemico che cercherà di distruggerci: spostiamoci velocemente mentre la terra si spacca. Quando questo dragone si piazza davanti a noi significa che dobbiamo stare attenti e veloci per arrivare alla fine, facciamo un doppio salto e andiamo avanti per affrontare Inspired. Questo nemico vola ed è anche molto potente, bisogna fare attenzione all’inizio del combattimento: quando sta volando intorno alla location non lo attaccate ma evitate semplicemente le palle di fuoco che sputa. Appena vola verso di voi schivate il suo attacco cercando di rimanergli il più vicino possibile e sullo schermo apparirà la possibilità di eseguire un attacco torturante. Facciamolo e Inspired cadrà a terra: cominciamo a colpirlo, sfruttando successivamente il sabbat temporale, che ricordiamo si attiva evitando all’ultimo secondo gli attacchi dei nemici, fino a quando il nemico ricomincerà a volare: eseguite nuovamente la stessa procedura di prima e dopo un po’ lanciate l’attacco apoteosi per finirlo. Continuiamo avanti e incontreremo un altro dragone volante dopo aver salito le scale circolari, più difficile da eliminare rispetto a quello incontrato pocanzi. Quando il boss attacca con affondi e palle da fuoco evitate i suoi attacchi aspettando che si poggi sul terreno: initiate ad attaccarlo con la sua coda. Cerchiamo poi di attivare la modalità sabbat temporale ogni volta che possiamo e ripetiamo il processo varie volte, e riusciremo ad eliminarlo senza particolari problemi. I problemi arriveranno invece con Jeanne, l’ultimo boss di questo livello che sarà un po’ più impegnativo rispetto a quanto visto in precedenza. Ha una doppia barra di energia vitale ed è piuttosto agile. Come sempre, il modo migliore per affrontarlo è utilizzare quanto più spesso possibile il sabbat temporale ma visto che jeanne è velocissima non sarà facile farlo. Bisognerà più precisione, allora, nello schivare i suoi attacchi all’ultimo momento, dopodiché sfoderiamo le nostre combo più efficaci.

Una volta completata anche questa scena vedremo una sequenza e potremo premere due volte RT per trasformarci in pantera e andare fuori dalla piattaforma che sta per essere distrutta. Procediamo dunque al capitolo successivo.

Capitolo 6 – Le porte del Paradiso

Dirigiamoci in questo nuovo inizio di capitolo verso la porta di acciaio: per aprirla saltiamo in uno dei lati per romperla. Incontreremo subito cinque nemici già conosciuti, utilizziamo le solite tecniche che finora ci hanno permesso di andare avanti e quando abbiamo finito, torniamo indietro nelle scale e guardiamo nel corridoio. Trasformiamoci in pantera e dobbiamo premere tutti e tre i pulsanti che vediamo sul pavimento a tutta velocità: in questo modo si aprirà la porta che ci permetterà di passare alla location seguente. Saliamo sulla roccia che vediamo al centro, bisogna ricostruire una delle statue per poter avanzare. Appaiono due dragoni volanti, per ucciderli basta evitare i loro attacchi e appena ci passeranno accanto seguiamo le indicazioni sullo schermo per attivare l’attacco torturante. Ripetiamo la procedura per eliminarli entrambe, e avanziamo. Per superare la zona peina di chiodi dobbiamo arrivare alla fine del corridoio, giusto accanto alla porta; prendiamo il carico di pietre per attivare la leva e fermare gli spuntoni. Appaiono i nemici a questo punto, eliminiamoli e trasformiamoci in pantera per attivare i tre interruttori che ci permetteranno di superare la porta.

E’ di nuovo il turno di Grace e Glory, stiamo attenti ad attaccare velocemente e a sfruttare il sabbat temporale ad hoc e con un po’ di fortuna potremo eliminarle. La parte successiva ha luogo in un ponte rotto con tre grandi nemici che possiamo eliminare facilmente se controlliamo dove sono ognuno di loro e non ci prendono all’improvviso con uno dei loro attacchi, comunque abbastanza lenti da esser contrastati con il rallenty. Eliminiamoli e diventiamo pantera: con un lungo salto superiamo il pezzo di ponte crollato per raggiungere la porta presente nell’altro lato, guardiamo la sequenza video e prepariamoci ad affrontare un cospicuo numero di nemici. Non sarà difficile eliminarli visto che, sebbene siano numerosi, non sono per nulla potenti. Ci toccherà proteggere la piccoletta: per colpire i nemici abbiamo bisogno di trovare gli oggetti che sono presenti nello scenario poiché appartengono ad un’altra dimensione. La lampada sarà sufficiente a distruggere i quattro angeli che appariranno. Andiamo per il tunnel e ci ritroveremo di fronte un mostro enorme che ci caccerà, andiamogli incontro usando gli oggetti trovati e lanciamoglieli adddosso. L’obiettivo è quello di prendere la ragazza, che ha una barra di protezione che va calando a poco a poco. Andiamo dritto e entriamo nell’infrastruttura che si vede da dietro per vedere un’altra sequenza video. A questo punto ci toccherà combattere con due Fearless, ma la ragazzina starà al centro di loro quindi dovremo fare attenzione. Combattere i due nemici non sarà tanto facile, come prima cerchiamo di eliminarne uno alla volta sfruttando il sabbat temporale più volte possibile, concentrandoci su attacchi brevi ma veloci per non farci colpisce con facilità. Con un po’ di pazienza e con i giusti riflessi riusciremo ad eliminarli anche questa volta. Una volta completato il tutto dobbiamo passare attraverso il tunnel facendo attenzione a schivare i laser gialli. Trasformiamoci in pantera e ci ritroveremo davanti due copie di Bayonetta. Eliminiamole e ci ritroveremo altre due chiamate Joy, sarà molto più difficile combatterle perché ci lanceranno raggi verdi che rimbalzano intorno allo schermo e si riveleranno velocissime nei loro attacchi. La loro frustra si puo’ trasformare anche in una spada dunque facciamo attenzione cercando di muoverci senza sosta, attaccandole con colpi veloci e cercando di eliminarne una alla volta. Una volta che rimarrà sul campo una sola Joy cerchiamo di attivare il sabbat temporale e colpirla con le nostre combo migliori, ripetiamo la procedura e dopo un paio di volte l’avremo eliminata.

Capitolo 7 – Temperance, la virtù cardinale

In questo capitolo dovremo affrontare un altro dei grandi boss del gioco. Se seguiremo alla lettera tutte le mosse per abbatterlo non sarà un’impresa ma risulterà abbastanza semplice, cerchiamo di acquistare prima di affrontarlo almeno 3 lecca lecca curativi perché ci saranno decisamente indispensabili. Ci ritroveremo su delle piattaforme tenute in aria dal vento, stiamo attenti: ogni votla che in nemico ci si avvicina attacchiamo e dopo un po il nemico inizierà ad usare una delle sue mani per reggere la piattaforma sulla quale ci ritroviamo, mentre l’altra mano gli servirà per colpirci: colpiamo senza pietà tutte le dita del nemico finché il boss non starà caricando un pugno enorme. Attenti perché sullo schermo compariranno dei tasti appositi da premere al punto giusto per saltare sul suo braccio ed evitare il suo attacco, altrimenti ci farà a pezzetti con un sol pugno. Ci ritroveremo nuovamente sulla piattaforma, ripetiamo quanto fatto prima ma stavolta per l’altro braccio. Strappiamole dunque tutte e due e ci ritroveremo sul suo corpo, proprio di fronte alla sua testa, che è anche il suo punto debole ma è protetto da uno scudo che dobbiamo abbattere. Ci sono tre punti deboli che possiamo trovare sui lati del suo bacino e sulla schiena, facciamo attenzione alle spade volanti che ci arrivano addosso nel momento in cui ci avviciano in questi punti altrimenti verremo allontanati con delle potenti scariche. Dopo aver colpito questi tre punti avremo distrutto automaticamente lo scudo che protegge il volto di Temperantia, quindi stiamo attentissimi ad evitare gli attacchi del boss e alla fine lanciamo l’attacco apoteosi.

Capitolo 8 – Route 666

Dopo il filmato inizieremo una lotta a bordo di veicoli, ci sono due grandi mostri, un angelo e uno con uno scudo. Arriviamo e stiamo attenti ai proiettili che ci lanciano gli angeli con la tromba, che ci possono stordire, e quando avremo finito con loro saltiamo da veicolo a veicolo per finire con due angeli con la tromba che troviamo su entrambe i lati. Quando sarà il momento gisto lasciami le macchine di dietro dove ci sono ancora un paio di questi angeli: se cadiamo dai veicoli torneremo immediatamente al camion senza alcun problema. Arriviamo con tre avversari Joy, i veloci nemici che abbiamo affrontato nel capitolo precedente. Il combattimento si svolge in mezzo all’autostrada e anche se è necessario stare attenti alle macchine eliminarli non sarà molto difficile. Cerchiamo di combattere tenendo la telecamera rivolta verso la strada da cui provengono le auto e facciamo attenzione agli attacchi che questi ci scateneranno. Cerchiamo di eliminarne uno alla volta utilizzando il sabbat temporale il maggior numero di volte possibile e di conseguenza colpiamo i nemici con le migliori combo che possediamo. Quando avremo finito con loro vedremo un veicolo nemico e dovremo premere il tasto A nel momento giusto per non morire e iniziamo ora la prima fase di guida, dobbiamo schivare gli attacchi dei nemici e gli altri ostacoli per eliminarli. Raggiungiamo il tunnel e passiamo in mezzo a delle porte che si chiudono utilizzando il tasto per schivarli nel momento in cui apparirà sullo schermo e dopo utilizziamo lo stesso metodo per passare sotto ai camion. Passiamo in un altro tunnel schivando le porte fin quando ci ritroveremo nuovi nemici di grossissime dimensioni, ai quali dovremo passargli da sotto le gambe. Nel secondo spezzone con le moto non c’è alcuna novità ma si deve seguire lo stesso schema fino ad arrivare a uno dei momenti chiave: la telecamera si allontanerà, restiamo alla destra della strada perché si sta per rompere, continuiamo fino alla fine e saltiamo col il tasto A dirigendo la moto a destra per ritornare sulla strada. Muoviamoci in avanti schivando i segnali finché non cadremo nel vuoto. Nella parte finale vedremo come potremo proseguire per il ponte mediante una struttura in ferro situata alla destra della strada, arriviamoci e partirà una sequenza in quick time event: premiamo A per saltare sul camion e ci ritroveremo i Braves come avversari. Per sconfiggerli dobbiamo utilizzare la modalità strega ed essere molto cauti con i loro attacchi: concentriamoci su uno solo, appena lo colpiremo si unirà all’allegra combriccola un altro nemico molto più grande. Saliamo all’altezza della sua testa e schiviamo il suo attacco con l’ascia e posizioniamoci alle sue spalle perché è li che si trova il suo punto debole. Attacchiamolo proprio li, senza indugiare troppo altrimenti ci acchiapperà, fin quando si accascerà al suolo, colpiamolo dunque fino a distruggerlo completamente.

Capitolo 9 – Paradiso, in ricordo del tempo

Saltiamo dalla piattaforma e andiamo verso un aura che è possibile vedere circa a metà tra le strutture, proseguiamo per quella strada e arriveremo in un giardino nel quale appariranno tre nemici di grosse dimensioni. Eliminiamoli con le mosse che ormai abbiamo ben imparato e stando attenti all’attacco laser dell’unica creatura che ha la trombetta e dopo di ciò prendiamo la chiave che lasceranno. Usiamola nella statua che si trova al centro e si aprirà un cammino che arriva fino al cielo: saliamoci e raggiungeremo una zona in cui ci ritroveremo di fronte quattro nemici e uno di loro avrà un’altra chiave. Facciamoli fuori e usiamo la chiave per aprire l’altra statua che è lì presente, seguiamo il percorso luminoso indicatoci fino a raggiungere un’altra piattaforma, nella quale apparirà un enorme palla che cercherà di schiacchiarci. Sfuggirle sarà semplice se diventeremo una pantera e correremo a tutta velocità. Quando si vede un raggio di luce in alto premiamo il grilletto indicato per schivare l’attacco e ricominciamo a correre nel modo più veloce possibile, sempre non curandoci dei nemici che per la strada ci ritroveremo di fronte. Siamo in un luogo pieno di scrigni, apriamoli e otteniamo tutti i pezzi di una chiave. Attenzione perchè una palla cade dal cielo e quindi è necessario evitarla, inoltre in alcune parti ci sono dei nemici già a noi conosciuti come Grace e Gloria. Combattiamoli, potremo utilizzare la palla che ci aiuterà a stordire le creature nemiche e quando li avremo eliminati tutti apparirà un altro FAIRLESS. Eliminiamolo utilizzando il sabbat temporale, prendiamo la chiave e proseguiamo per l’unico cammino possibile. Ci ritroveremo a questo punto di fronte a Kingship, un nemico che può sembrare molto ostico in un primo momento ma poi non sarà effettivamente così. Il modo più efficace per eliminarlo è schivare all’ultimo momento gli attacchi per dar vita ad una sorta di qte che, se va a buon fine, può togliergli metà della sua vita. Quindi bisogna entrare nella modalità strega e saltargli dentro, colpire l’interruttore rosso e finirlo. Eliminiamo anche l’altro nemico: quando ci spara un forte raggio di luce schiviamolo, saltiamogli sopra e colpiamolo. Proseguiamo la nostra strada passando per l’anello delle streghe, entreremo in una serie di estremità verdi che si rompono se li faremo scontrare con le palle che si trovano nel mezzo. Raggiungiamo ora una zona con 3 JOY da eliminare, facciamo attenzione alle loro fruste/spade e utilizziamo i metodi che abbiamo imparato in passato per eliminarli. A questo punto dello scenario trasformiamoci in pantera e raggiungiamo il lato opposto, saliamo le scale stando attenti alla palla che cercherà di schiacciarci continuamente. Seguiamo la strada ed arriveremo ad una porta di una cripta, dove ci ritroveremo di fronte il boss finale di questo livello, ovvero GOLEM: la palla prenderà forma. Il modo migliore per eliminarlo ed avere la meglio è cercare di mantenersi sempre in aria e toccare terra in meno possibile, visto che molti suoi attacchi si concentrano via terra. Il nemico si trasformerà in 4 diverse creature, ma a noi non deve interessare la sua forma visto che il nostro metodo per sconfiggerlo è sempre lo stesso.

Qualora avessimo a disposizione la spada shuraba è consigliato utilizzarla perchè riesce a infliggere duri affondi, fin quando il boss non perderà ogni difesa e quindi bisognerà colpirlo sul nucleo e infine utilizzare l’attacco Apoteosi.

Capitolo 10 – Paradiso, mare di stelle

In questo nuovo capitolo ci ritroveremo sin da subito davanti 3 JOY, eliminiamoli con gli stessi attacchi imparati in passato e passiamo nel luogo successivo, ovvero dove dovremo rompere quattro mura per poter utilizzare la statua centrale. Distruggiamo i nemici che ci si presenteranno davanti, tra cui Grace e Glory, facciamo attenzione ai loro artigli e cerchiamo di eseguire combo veloci.

Una volta che li avremo eliminati tutti, giriamo l’asse centrale nella piazza per muovere la struttura finchè si vedrà un ponte, proseguiamo per li il nostro cammino e incontreremo nemici volanti, eliminiamoli e scendiamo nuovamente nella piazza centrale dove incontreremo un altro bos con le teste di drago: schiviamo i suoi attacchi e con il sabbat temporale colpiamo con le combo migliori che conosciamo, Anche il boss successivo è qualcuno di già conosciuto: avviciniamoci al massimo sul bordo dello schermo e studiamo i suoi movimenti. Quindi avvicinandoci nella sporgenza che si affaccia verso la sua posizione lo indurremo ad avvicinarsi a sua volta, in modo tale da poter attaccare il suo viso con tutte le forze. Nel frattempo è bene fare attenzione ai raggi lanciati dai suoi occhi, fin quando non lo vedremo temporaneamente con la faccia a terra attacchiamolo. Appena temperantia si sarà rialzato, evitiamo i suoi attacchi e facciamolo riavvicinare finché non potremo ripetere ciò che abbiamo fatto in precedenza. Finiamolo, usciamo fuori sulla piattaforma coperta da energia verse e vedremo altri Kinships. Attenzione perché batterli non sarà molto veloce e semplice ma è bene fare scorta di pozioni curative. Per prima cosa cerchiamo di evitare gli oggetti che ci lanciano ognuno di loro e saltiamo sul primo. Attacchiamo la parte centrale del ponte ma facciamo estrema attenzione sia alle ancore del nemico, sia ai missili che ai raggi lanciati dagli altri due. Cerchiamo di schivare uno dei loro attacchi all’ultimo secondo per attivare il sabbat temporale e indeboliamo con i nostri colpi più efficaci il primo dei Kinships . Ripetiamo l’azione per abbattere del tutto il primo dei tre nemici e saliamo sul secondo per ripetere le stesse azioni. CI vuole enorme pazienza per abbatterli tutti e tre ma se faremo un attimo di attenzione non dovrerbbero esserci troppi problemi. Seguendo il cammino fatto di luci e scale ritroveremo due Grace e Glory un pò diversi, di colore dorato: schiviamo i loro attacchi e colpiamo con combo a raggio corto, perchè quelli più elaborati e più a getto lungo non le colpiranno. Quando avremo finito con loro, guardiamo la sequenza e camminiamo lungo il sentiero fino a raggiungere la piattaforma. Usciranno qui due nemici enormi, distruggiamoli come sappiamo ormai fare e avremo ora a che fare con un drago volante. Avremo l’acqua nello scenario che ci renderà più difficoltosi i movimenti. Dal centro dello scenario spariamogli con le pistole, mentre lui ci invierà addosso palle di fuoco che dovremo schivare. Ripetiamo l’azione per utilizzare il sabbat temporale e facciamolo fuori. Alziamo le statue al centro e entriamo in modalità strega per passare sopra l’acqua, facciamo un doppio salto e un altro salto approfittando della parete e entriamo nella porta circolare per completare questo capitolo.

Capitolo 11 – Justice, la virtù cardinale

Dopo il video che funge da introduzione a questo capitolo ci ritroveremo di fronte un gruppo di nemici, tra i quali uno enorme dotato di uno scudo. Occupiamoci inizialmente di quelli più piccoli e usiamo le loro braccia per rompere quello dell’altro rivale e vedremo un’altra sequenza, dopo la quale dovremo affrontare un nuovo boss **, IUSTITIA.** Saranno tre le diverse fasi da affrontare per togliergli uno alla volta i tre tentacoli che vedremo nel nemico. Ci troviamo su una piattaforma e dobbiamo inizialmente preoccuparci dei due tentacoli che si trovano ai lati, cerchiamo dunque di evitare gli attacchi del boss e possibilmente attiviamo il sabbat temporale evitandone uno giusto all’ultimo secondo. Quando saremo riusciti ad infliggergli vari danni il tentacolo centrale cadrà, saliamoci sopra e stiamo attenti alle lame e ai tentacolini, utilizziamo le schivate e soprattutto trasformiamoci in pantera per essere più veloci. Una volta arrivati in alto stiamo attenti ai due tentacoli che si trovano ai lati ed attacchiamo a più non posso fin quando entrerà in scena una sorta di QTE nella quale la nostra streghetta può tagliare di netto il tentacolo. Dopo averlo fatto ripetiamo il procedimento anche con gli altri tentacoli e riusciremo ad abbatterlo.

Capitolo 12 – Il cielo rotto

Siamo nel nuovo capitolo, camminiamo facendo attenzione fino a quando vediamo un allarme: freniamo perché il pezzo del veicolo sta per rompersi. Quando arriveremo alla parte finale eliminiamo i tre angeli e apriamo la porta gialla, vedremo un ruscello: premiamo A per tornare sul mezzo. Una volta lì ci ritroveremo davanti di nuovo Grace e Glory, facciamoli fuori e continuiamo ad avanzare fin quando ci ritroveremo altri tre nemici, passiamogli nel lato destro dove c’è una porta che sta per rompersi. Questa si aprirà e appariranno piccoli nemici volanti, facciamoli fuori con le pistole e dirigiamoci verso l’unica via possibile. Dopo la sequenza torneremo a confrontarci con l’altra strega, JEANNE, schiviamo con cura i suoi attacchi e ricambiamoli. Non appena riusciremo a consumare la sua prima barra di energia vedremo una breve sequenza dove Jeanne userà la sua motocicletta. Ogni volta che cercherà di investirci prenderà una lunga rincorsa, dunque stiamo attenti alla sua traiettoria e schiviamo l’attacco all’ultimo momento per utilizzare il sabbat temporale, colpiamola ripetutamente fino a consumare la seconda barra della sua energia vitale. Dopo aver distrutto la sua moto ritorneremo a terra, attenti agli attacchi speciali e soprattutto alle indicazioni che appariranno sullo schermo, che ci consentiranno di infliggere a Jeanne gravi colpi. Dopo averla eliminata saliamo per il tunnel per scappare dal mezzo e finiremo il livello.

Capitolo 13 – Prudence, la virtù cardinale

Inizieremo questo tredicesimo capitolo con un nuovo boss, SAPIENTIA. Attenti perché ha dei visi incastonati in ognuna delle sue zampe e devono essere i nostri bersagli. Dirigiamoci dunque verso una zampa ed attacchiamola fino a distruggerne il viso possibilmente stando attenti ad utilizzare il sabbat temporale ogni qualvolta che ci arriverà una palla di fuoco addosso. Dopo che avremo distrutto il primo viso Sapientia ci attaccherà dal mare, allontaniamoci e stiamo attenti a schivare il suo attacco: se ci riusciremo egli ritornerà in superficie, dunque ricominciamo con un’altra zampa ed eliminiamole tutte e quattro fin quando non ci verrà consentito di utilizzare l’attacco Apoteosi che farà uscire dalla testa del boss un viso. Dunque evitando i vari attacchi che egli ci scatenerà contro dobbiamo mirare al centro del viso e attaccarlo. Dopo un po’ ritornerà di nuovo in acqua e cercherà di attaccarvi di nuovo da lì. Basta ripetere la stessa procedura fatta prima e attendere che Sapientia ritorni sulla terraferma, ricominciare ad attaccargli il viso fin quando non sarà data nuovamente la possibilità di lanciare un attacco Apoteosi. Quest’ultimo attacco infliggerà gravi danni al nemico, costringendolo ad immergersi per continuare il combattimento all’interno di un vortice. Stiamo tranquilli che se qui dovessimo morire si attiverà un punto di salvataggio che ci darà la possibilità di ricominciare dove abbiamo lasciato. Evitiamo a questo punto gli ostacoli lungo il percorso e i laser che il nemico ci punterà contro e appena apre le fauci attacchiamo il nucleo che ora è visibile, evitando i morsi che tenterà di darci. Dopo aver resistito un pò ci verrà data la possibilità di scatenare un attacco Apoteosi e sarà giunta l’ora di metter fine anche a questo scontro.

Capitolo 14 – Isla Del Sol

Si tratta di un capitolo in stile sparatutto a scorrimento, la strategia generale per fronteggiare i vari nemici che ci troveremo di fronte è quella di utilizzare entrambi i tasti di fuoco in modo tale da scatenare una corposa quantità di colpi. Inoltre avremo a disposizione in questo curioso ma divertente livello dei missili magici che ci sarà possibile sparare riempiendo l’apposito indicatore di energia. E’ dunque consigliabile risparmiare questi missili magici per i nemici più difficili da superare e invece eliminare i restanti avversari di piccola stazza con i classici colpi di pistola. Seguendo questo paio di mosse e utilizzando il sabbat temporale non sarà per nulla difficile superare anche questo capitolo. Ad un certo punto del livello ci ritroveremo di fronte nuovamente JEANNE, ma questa volta abbatterlo sarà un pò più difficile che in passato visto che il boss avrà una maggiore quantità di energia. Prendiamo quindi con noi qualche lecca lecca per aumentare la potenza fisica e iniziamo lo scontro cercando di attaccarlo con colpi molto veloci e potenti. Attenzione a non usare gli attacchi lenti perchè Jeanne è molto agile, utilizziamo invece ogni volta possibile il sabbat temporale. Dopo aver colpito il nemico un pò di volte l’azione si sposterà in un altro edificio e Jeanne sarà più potente, facciamo attenzione ai QTE che ogni tanto appaiono sullo schermo: sfruttiamoli bene perché possiamo danneggiare in questo modo il nemico pesantemente. L’azione di gioco ad un certo punto si sposterà ancora una voltam su un missile in volo. Facciamo attenzione al QTE che ci chiederà di inclinare lo stick analogico verso l’altom dopodichè continuiamo con la solita strategia (sabbat temporale) fin quando apparirà sullo schermo un altro QTE che ci porterà a combattere su un altro missile. Solita tattica schivata-sabbat temporale e dopo aver danneggiato ulteriormente Jeanne ci risposteremo intorno ad una fontana, stiamo attenti a schivare i suoi attacchi e colpiamolo. Appariranno sullo schermo le solite scene QTE che ci permetteranno di uscire vittoriosi, dopo un pò di fatica, dallo scontro. Godiamoci il filmato ed entriamo nel capitolo successivo.

Capitolo 15 – La torre della verità

Inizieremo questo quindicesimo capitolo affrontando due Fairless, eliminiamoli con le tecniche ormai imparate ad hoc e saliamo le scale, dove ci attenderanno due nemici di grosse dimensioni. Eliminiamone uno e prendiamo una delle sue braccia che ci sarà utile per l’altro nemico, dopodiché continuiamo a salire ed entriamo nella porta successiva dove incontreremo tre Brave. Non appena li avremo feriti lievemente si fonderanno e diventeranno un Brave gigante, dunque concentriamoci sulla sua schiena, cercando di attivare il Sabbat Temporale dopo ogni suo attacco, e lo elimineremo nel giro di un minuto. Continuiamo a salire, entriamo nell’altra porta e nel corridoio troveremo lì ad aspettarci due JOY, concentriamoci per prima su uno di loro, possibilmente su quello che ha l’ascia in modo tale che, nel momento in cui l’avremo sconfitto, potremo utilizzare l’arma per eliminare il secondo nemico molto facilmente. Attenzione agli artigli e all’attacco rotante del JOY senza l’ascia, alterniamo le schivate con attacchi pesanti. Trasformiamoci come pantere e corriamo nell’unica direzione possibile fin quando troveremo quattro angeli: eliminiamo anche loro e continuiamo ad avanzare, finché non sarà la volta di un mostro enorme: usiamo le pistole che troviamo nel balcine e spariamogli alla testa, fin quando potremo scatenare un attacco di fuoco che gli farà perdere abbastanza energia vitale. Il mostro cercherà di rompere la nostra mitraglietta : con i tasti Y e B premuti nel momento giusto nell’apposita sezione in QTE riusciremo a schivare i suoi attacchi. Andiamo velocemente nell’altra torretta e continuiamo a sparargli addosso fino a finirlo. Saliamo le scale, rompiamo la porticina dell’ascensore e saliamo attraverso il muro esterno. Ritroveremo qui nuovamente i due boss precedentemente distrutti ma non avremo alcuna difficoltà ad eliminarli nuovamente se utilizzeremo a dovere le tecniche ormai straconosciute. A questo punto camminiamo per le piattaforme disponibili e giriamo la manovella che si vede per aprire un passaggio nel cielo. Saliamo e stiamo attenti a raggiungere una serie di piattaforme che stanno sopra di noi, fin quando arriveremo a destinazione e apparirà nuovamente Golem. Come nel caso del precedente, la chiave del successo è quella di mantenersi sempre in aria e mai a terra, schivando eventuali attacchi. Dopo averlo abbattuto usciamo dalla porta, scavalchiamo la parete e incontreremo un nuovo boss: SAPIENTIA. L’obiettivo principale sarà la sua testa, nuovamente, ma visto che mancherà l’acqua sconfiggerlo sarà molto pià semplice che in passato. Basta attaccarlo frontalmente e schivare i colpi all’ultimo secondo per attivare il sabbat temporale. Colpiamolo fin quando non cadrà per la torre, ma attenzione! Trasformiamoci in pantera ed iniziamo a correre su per la torre, senza mai fermarci. Arriveremo alla zona dei cristalli e saltiamoci sopra. Tagliamo i cavi della sfera che ci si presenta davanti e seguiamo il sentiero fino alla fine.

Capitolo 16 – I saggi di Lumen

E’ la battaglia finale contro Balder. Ci saranno varie fasi in cui scontrarsi: durante la prima bisogna fare un buon uso delle schivate e attaccarlo con colpi rapidi e potenti. Non appena avremo ridotto la sua energia, il boss finale cercherà di eliminarci usando il laser di un satellite spaziale, dunque è necessario prestare attenzione ed evitare l’attacco saltando su un’altra piattaforma. COntinuiamo a combattere con attacchi veloci fin quando potremo scatenare, come da schermo, l’attacco Apoteosi, ma Balder diventerà a questo punto ancora pià cattivo e inizierà a scagliarci addosso di tutto, meteoriti e palazzi. Dunque utilizziamo ad hoc le fasi in quick time event e premiamo i tasti giusti. Sfoderiamo sempre attacchi a raggio corto ma potenti fin quando potremo scagliare una seconda volta un attacco Apoteosim, ma anche questa volta non servirà a nulla. Nella parte finale di questo scontro Balder cercherà di avvicinarsi e colpirci con molta più potenza rispetto a prima. Stiamo molto attenti perchè sarà agile e veloce ed evitare i suoi attacchi è praticamente impossibile, dunque se è necessario utilizziamo i lecca lecca curativi. Nel frattempo schiviamo e attacchiamo, prendiamoci tutto il tempo necessario e avremo ad un certo punto la possibilità di rilanciare per la terza volta l’Apoteosi: dirigiamo il proiettile verso Balder, cercando di evitare i vetri rotti nella traiettoria, e facciamolo arrivare in mezzo ai suoi occhi.

Epilogo – Requiem

Siamo arrivati al capitolo finale di questa avventura che prende il nome di Bayonetta. Inizieremo un giro veloce su una moto, stiamo attenti allo specchietto retrovisore e cerchiamo di schivare ciò che ci lanceranno i nostri nemici. Proseguiamo schivando gli ostacoli e raggiungeremo ad una zona dove potremo lasciare la moto e trasformarci in pantera. Vedremo a questo punto una sequenza video che ci introdurrà alla battaglia finale, dopo aver fatto attenzione ai meteoriti che cadono dal cielo.Ci ritroveremo di fronte Jubileus, il nostro ultimo nemico. Riforniamoci di lecca lecca, sia curativi che di potenziamento fisico e iniziamo a stare attenti ai movimenti che il boss farà. Egli inizierà ad attaccare prima con i pugni, che si dovranno schivare attivando al contempo il sabbat temporale per recargli i primi danni, e dopo con le ciocche di capelli. Occhio che tra le ciocche si vedono incastonati dei visi ma appena cercheremo di avvicinarci questi sputeranno delle sfere che dovremo schivare, attivando ovviamente il sabbat temporale.Ad un certo punto Jubileus ritirerà le ciocche e riuscirà a rendere il territorio pieno di fuoco e lava. Attenzione perchè avremo tre percorsi e ognuno di questi sarà destinato ad ogni ciocca. Quindi dirigiamoci verso ognuna di queste e colpiamole, ovviamente cercando di evitare le rocce e il fuoco che ci arriverà addosso. Non appena le prime tre ciocche scompariranno torniamo sulla piattaforma centrale e andiamo nella zona in cui non c’è alcun percorso e seguiamo le indicazioni sullo schermo: in tal modo ci ritroveremo una quarta cioccam eliminiamo anche questa e si attiverà una fase apposita entro la quale dovremo saltare da una piattaforma all’altra per arrivare in quella che è posta di fronte al viso del boss. Arrivati là, attacchiamolo e continuioamo finchè non si riprenderà. Adesso lo scenario si tramuterà da fuoco a ghiaccio, ripetiamo come prima i percorsi che portano alle diverse ciocche, stando attenti alle palle di ghiaccio e colpiamole. Non appena avremo colpito anche l’ultima si attiverà un’altra fase speciale, nella quale dovremo attivare nuovamente sulla piattaforma di fronte al viso di Jubileus. Attacchiamo il viso e stordiamolo nuovamente fin quando da ghiaccio si passerà all’elettricità.

Ripetiamo nuovamente le azioni rivolte a distruggere le ciocche e stiamo attenti però a non cadere dalle piattaforme e, al contempo, attenti agli attacchi lanciati dal boss. Non appena l’avremo colpito nuovamente, Jubileus si metterà in una posizione fetale, quindi raggiungiamola e colpiamola attraverso la fase in sabbat temporale, fin quando non cadrà a terra stordito.

Poi si alzerà di nuovo, e dovremo riaffrontare il combattimento puntando alle ciocche. Attentissimi ai suoi attacchi ed evitiamo possibilmente utilizzando il sabbat temporale, fin quando non ci verrà permesso di attivare l’attacco Apoteosi, anzi due! Fin quando potremo dirigere il corpo di Jubileus verso il sol, evitando i campi gravitazionali dei pianeti lungo il percorso.

Complimenti, avrete a questo punto concluso Bayonetta! Godetevi il filmato finale 🙂

Articolo precedenteSoluzione Dragon Age Origins
Prossimo articoloNuove immagini per MotoGP 09/10
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.