Nell’ultima comunicazione ufficiale di Rockstar Games, tramite profilo Twitter, la compagnia americana annuncia l’arrivo di una nuova patch correttiva per la controversa trilogia “Gran Theft Auto: The Trilogy-The definitive edition”, di cui trovate la nostra recensione cliccando qui.

Gli aggiornamenti gratuiti per la riedizione dei celebri capolavori senza tempo, che verranno pubblicati nell’arco della prossima settimana e su tutte le piattaforme, andranno a risolvere alcuni problemi (non definiti). Il tweet in questione non specifica alcuna informazione aggiuntiva circa la natura delle correzioni in questione, lasciando diverse perplessità.

Non c’è da aspettarsi, come purtroppo è giusto che sia, che una serie di patch possano correggere problematiche che affliggono strutturalmente il titolo, ma la mancanza di uno stato di abbandono dell’intera produzione lascia intendere che Rockstar Games voglia migliorare il più possibile la trilogia.

Cosa ne pensate, dunque, dell’arrivo di una nuova serie di patch per Gran Theft Auto: The Trilogy-The definitive edition? Ritenete che, nonostante l’impossibilità di una miglioria radicale, la trilogia abbia già rispettato le vostre aspettative e che, addirittura, possa sorprendervi con delle nuove correzioni? Fateci sapere cosa ne pensate qui sotto, scrivendoci un commento nell’apposita sezione. Fino ad allora, vi invitiamo a non perdervi nessuno dei nostri contenuti.

Fonte

Articolo precedenteSony Playstation Spartacus, Jeff Grubb parla di un lancio vicino
Prossimo articoloEstrazioni Lotto di oggi giovedì 24 febbraio 2022
Nato successivamente all'uscita di Playstation 2 e poco prima dell'approdo di Microsoft nel settore del gaming con la sua primissima Xbox, il suo amore per i videogiochi sboccia con i Pokémon, nella quale vi approda con l'indimenticabile Game Boy Advance SP. Ancora alla ricerca di un genere videoludico ideale, l'interesse per i vecchi classici del cinema gli ha permesso di comprendere l'ineccepibile importanza della narrazione nel videogioco, seppur non gli dispiaccia affatto destreggiarsi con prodotti antitetici dal calibro di Animal Crossing e Monster Hunter, o in alternativa recuperare perle del retrogaming a lui non appartenenti.

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!