Il giro di conferenze di questo E3 2018 si chiude col direct di Nintendo, un evento meno incentrato sullo spettacolo e la maestosità, rispetto a ciò che abbiamo visto finora. Le aspettative sono altissime e la grande N ha potenzialmente diverse bombe da poter mostrare, scopriamo insieme com’è andata.

Nuove esclusive, qualche porting e contenuti aggiuntivi

Il primo trailer trasmesso ci mostra Daemon X Machima, di Marvelous Studios. Il gioco ci farà vivere spettacolari battaglie tra mecha e sarà disponibile dal prossimo anno.

Dal prossimo 5 ottobre potremo mettere le mani su Super Mario Party, il nuovo capitolo dell’amata serie di party game. Il gioco sembra sposarsi egregiamente con le caratteristiche dell’ibrida di casa Nintendo e promette tante ore di divertimento.

La prima e unica vera sorpresa di questo direct è stata l’annuncio di Fire Emblem: Three Houses, previsto per la primavera del 2019 esclusivamente su Nintendo Switch.

Il 7 agosto 2018 sarà il turno di Overcooked 2. Ecco il trailer.

La maggior parte del direct è stata dedicata a Super Smash Bros. Ultimate. Il picchiaduro sembra evolvere tutte le caratteristiche della saga all’ennesima potenza e vanta un roster che conta oltre 60 personaggi. La data d’uscita è stata fissata per il 7 dicembre 2018.

E’ stata rivelata l’esistenza di un interessante DLC per Xenoblade 2 e un contenuto aggiuntivo relativo agli imminenti Pokémon Let’s Go, Pikachu e Let’s Go, Eevee.

Continua il buon supporto delle terze parti a Nintendo Switch, sono stati annunciati ufficialmente i porting di Dragon Ball FighterZ e Fortnite.

Considerazioni finali

Nonostante un paio di annunci interessanti, non possiamo che reputare l’evento di Nintendo come una cocente delusione. Dedicare tutto quel tempo a Super Smash Bros. Ultimate è stata una scelta insensata e l’assenza di una vera e propria bomba ha pesato pesantemente. Che fine hanno fatto Bayonetta 3, Metroid Prime 4? Ottimo invece il costante supporto delle terze parti, sembra definitivamente scongiurato il rischio di fare la fine di WiiU.

Condividi
Articolo precedenteE3 2018 – Recap confererenza Ubisoft
Prossimo articoloWitch Hunt – Anteprima
Fabrizio Giardina
Alla costante ricerca di se stesso e del suo ruolo nel mondo, perde la sua verginità videoludica con la gloriosa PS1 e da allora è un amore in costante crescita. In quanto appassionato di cinema apprezza particolarmente i videogames in grado di raccontare storie interessanti e coinvolgenti. Attende con impazienza una cruenta apocalisse zombi per mettere in atto tutto ciò che ha imparato grazie a Resident Evil e The Last of Us.