The Sims 4: Usciamo insieme! – Arrivano i club formato Sims – Recensione

Sim e feste natalizie

Tra bicchieri di spumante, cenoni con parenti e fette di pandoro abbiamo avuto modo di provare a fondo la seconda espansione ufficiale di The Sims 4. Otto mesi dopo l’arrivo del tutto sommato discreto “Al lavoro” (leggetevi la nostra recensione a questo link), ci siamo avventati su questo expansion pack con una certa curiosità, fiduciosi nell’operato di Maxis e desiderosi di ributtarci ancora una volta a capofitto nelle vite virtuali del nostri Sim.

Convinti o profondamente delusi? Scopriamolo insieme in questa recensione!

 

N.B. Come già proposto con la precedente espansione “Al lavoro!” abbiamo deciso di omettere la classica “pagellina” con le valutazioni a favore di un consiglio all’acquisto nel paragrafo finale. Buona lettura!

Benvenuti a Winderburg!

The Sims 4: Usciamo insieme! – l’attesissima seconda espansione di The Sims 4 – è finalmente arrivata e disponibile esclusivamente su PC al prezzo di 40 euro circa. The Sims 4: Usciamo insieme! concentra tutte le sue novità intorno ai club, feature totalmente inedita per il gestionale di Maxis. I club permetteranno ai nostri Sim di trascorrere il tempo libero con amici virtuali accomunati dagli stessi interessi, organizzare eventi e completare obiettivi.

 

L’expansion pack contiene anche una nuova ambientazione dalla forte ispirazione europea, Windenburg, capace di affascinare con uno stile totalmente differente da quello delle altre cittadine presenti in The Sims 4. La cittadina di Windenburg è dotato di una grande varietà di lotti comunitari tra cui la Von Haunt Estate, il labirinto di siepi, piscine, rovine antiche, nuovi luoghi di ristorazione come caffè e locali notturni e altro ancora. L’aggiunta di Winderburg all’expansion pack ha sicuramente giovato sul fronte contenuti, regalando ore di gioco aggiuntive ai giocatori interessati ad esplorare o semplicemente passare del tempo in tutte le nuove location. La nuova cittadina offre inoltre un insieme di nuove abitazioni (come è lecito aspettarsi), popolato da famiglie create ad hoc dal team di Maxis con cui far relazionare i nostri Sim.

 

Sfortunatamente l’espansione si trova costantemente in balia dei vincoli imposti dal gioco base, ed anche in questo caso un’esplorazione veramente “libera” risulta impossibile a causa della suddivisione della mappa in lotti. Peccato perché con l’introduzione di meccaniche open world la serie riuscirebbe a regalare quel senso di libertà di cui molto spesso si sente la mancanza dopo qualche ora alle prese con The Sims 4.

Club e attività: la feature che aspettavamo?

I club ci consentiranno di trascorrere del tempo con altri Sim come mai prima d’ora. I Sim potranno iscriversi a vari club presenti all’interno del gioco, ciascuno legato a specifici interessi, stili e personalità. Con il tempo questi club assumeranno caratteristiche ben definite che ne determineranno l’impatto sul mondo di gioco e sulle relazioni con i vari Sim membri, che potranno apprezzare o meno le attività svolte. Avviando per la prima volta The Sims 4: Usciamo insieme! sarà possibile notare un buon numero di club “preconfezionati” a cui prendere parte e, ovviamente, a noi giocatori sarà concesso di poterne crearne uno personalizzato. Creare un club è semplice e immediato: cliccando sull’apposita icona dell’interfaccia utente (in basso a destra), ci ritroveremo nella schermata di creazione dove potremo stabilire i requisiti di adesione, scegliere le location di ritrovo, decidere i comportamenti dei membri e perfino creare – e assegnare – premi ad ogni iscritto. Non mancheranno poi specifici obiettivi di club, il cui raggiungimento ci permetterà di guadagnare punti con i quali migliorare la nostra cricca e ottenere così un certo numero di benefici.

 

Nella nostra intensa avventura a Winderburg, ad esempio, abbiamo creato un “Gamer club” (e chi l’avrebbe mai detto?) impostando alte abilità da videogiocatore come requisito d’ammissione e designando le case dei Sim membri come luoghi di raduno. Ovviamente le possibilità offerte da The Sims 4: Usciamo insieme! sono tantissime e il videogiocatore potrà tranquillamente sbizzarrirsi a creare club di ogni genere.

Qualcuno ha detto “Star Wars“?

 

Concludendo?

The Sims 4: Usciamo insieme! è una buona aggiunta al pacchetto base di The Sims 4 ma ci sentiamo solo in parte di consigliarne l’acquisto.

Abbiamo gradito particolarmente le molte possibilità offerte dalla presenza dei club – e delle varie attività sociali che ne conseguono – oltre allo stile “europeggiante” di Winderburg, una gradita aggiunta alle cittadine già presenti in The Sims 4. L’espansione sembra tuttavia non voler rischiare nulla sul fronte delle meccaniche di gioco – meccaniche che a tratti appaiono piuttosto stantie e molto limitate – proponendo un prodotto meno vario di quanto ci saremmo aspettati.

I contenuti ci sono… ma sarà abbastanza?

CI PIACE

Combattimenti tattici ed appaganti
Qualità artistica sopra la media
Possibilità di gestire eserciti e modificare la trama

NON CI PIACE

Difficoltà non proprio aperta a tutti
Dopo una scelta, non tutte le conseguenze sono “corrette”
Per qualcuno, i troppi dialoghi potrebbero essere un ostacolo

Conclusioni

The Banner Saga PS4 è un ottimo porting della versione PC, capace di tenere intatta tutta la qualità del titolo originale.

8.7Cyberludus.com
Articolo precedenteBrowser Game – La nostra guida ai migliori titoli del web – Speciale
Prossimo articoloInternet of Things: Salute e benessere – Il sondaggio
Mattia Giangrandi
Nerd purosangue classe 1992, si avvicina al mondo dei videogiochi grazie al SEGA Master System di sua madre. Destreggiandosi tra Alex Kidd e Sonic the Hedgehog, comincia a farsi una importante cultura videoludica a base di platform e beat ‘em up. Fedele seguace della “master race”, consuma giochi di ruolo dalla mattina alla sera, anche se la sua saga preferita rimane Grand Theft Auto degli inarrivabili Rockstar Games, che fin dal primo capitolo lo ha aiutato a diventare la brutta persona che imparerete a conoscere.