Watch Dogs – Companion App [GAMESCOM 2013]

Ci siamo intrufolati allo stand di Watch Dogs per provare in anteprima la Companion App a supporto del prossimo titolo tripla A pubblicato da Ubisoft. Le novità che porta questa applicazione nel mondo dei videogiochi sono tante, in particolare ci ha colpito come il cross-device sia tanto rapido quanto intuitivo nonostante lo status di Work in Progress.

Companion App

La prova è durata circa 30 minuti, ed in questa fascia di tempo abbiamo potuto testare con mano la feature che permette la comunicazione tra dispositivi che Ubisoft ha lasciato trapelare da qualche tempo. Dopo una breve panoramica descrittiva delle caratteristiche offerte dal gioco e dal sistema, il test è cominciato lanciando l’applicazione Android – assolutamente gratuita – da un normalissimo tablet. Da mobile è possibile controllare un elicottero in maniera dinamica cliccando sulla mappa e, soprattutto, in real time con il gioco in corso su PC o console. Il concetto è molto chiaro: enjoy to the party!. Con questa comunicazione cross-device, Ubisoft permette di giocare anche al classico amico annoiato sul divano che ti guarda mentre vai girando per la città. Il tablet è letteralmente un terminal sulla mappa, grazie al quale è possibile far scattare i paletti per strada, alzare ponti o addirittura controllare le autovetture della polizia.

La modalità che abbiamo provato è un versus tra i due player: chi è su tablet deve fare in modo che il personaggio controllato da console venga ucciso o riesca a scappare entro un limite di tempo. Pertanto, mentre il giocatore con pad alla mano deve correre il più possibile, chi controlla l’elicottero può infastidirlo in diversi modi, magari mettendogli la polizia dietro l’angolo.

Dal punto di vista tecnico, con tutta probabilità Watch Dogs è ancora in work in progress, infatti, non è raro incontrare pop-up, texture a bassa risoluzione, e qualche scatto di troppo durante le azioni più frenetiche. Bene invece la connettività, abbiamo apprezzato direttamente sul posto come sia semplice entrare nel gioco su dispositivo portatile e mettersi in collegamento con un amico in pochi istanti. È altresì possibile analizzare la community e lanciare la sfida a player con cui non si ha alcun tipo di legame.

Commento finale

Watch Dogs prova a sbalordire sotto molteplici punti di vista. Abbiamo la possibilità di giocare con un amico su dispositivi diversi e condividere il divertimento in tempo reale, abbattendo le barriere della distanza. Il multiplayer cross-device è davvero divertente ed è molto semplice padroneggiare le meccaniche dell’applicazione. Un’arma in più da non sottovalutare, soprattutto con un occhio al futuro.

Articolo precedenteKillzone: Shadow Fall sarà arricchito con DLC per il multiplayer
Prossimo articoloWatch Dogs: DedSec trailer
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.