Fifa 14 – Hands on [Gamescom 2013]

Electronic Arts ha presentato davvero tanti titoli in questa Gamescom 2013, ed uno dei più attesi è certamente Fifa 14, il titolo calcistico che attualmente domina il mercato. Anche quest’anno ci sono grosse novità per i videogiocatori – anche considerando l’aspetto legato alle nuove console – pertanto ci siamo recati allo stand EA per un hands-on che ci ha permesso di capire come procedono i lavori allo studio canadese.

Preview

Cominciamo subito col dire che Electronic Arts non ha predisposto postazioni di gioco per Playstation 3 ed Xbox 360, pertanto non possiamo parlare delle differenze tecniche che ci saranno tra vecchie e nuove console. La prova è stata effettuata su Xbox One e, la cosa che colpisce immediatamente, è la rapidità nei menu di gioco, uno dei punti deboli del brand. L’interfaccia è stata completamente rivista, adesso è molto simile al pannello di Fifa Ultimate Team formato da una serie di banner rettangoli in stile Metro UI. Al di là di questo espediente stilistico – che comunque rende l’interfaccia più chiara ed usabile – è evidente il lavoro svolto per migliorare la navigazione tra i menu e, dopo due anni in cui hanno cercato di farlo senza ottenere risultati, finalmente l’obiettivo è stato raggiunto.

Con un sistema di gioco ormai solido e collaudato – anche se non privo di fastidiosi difetti – gli sviluppatori sono riusciti a concentrarsi su diversi contorni del gioco. Pad alla mano, ci siamo avviati verso l’inizio della partita: i team a disposizione nella demo sono Milan, Paris Saint German, Barcellona, Borussia Dortmunt e Manchester City, con le rose aggiornate. La presentazione del match è stata rivista: si comincia dall’inquadratura dello stadio, passando per l’ingresso dei calciatori sul terreno di gioco. Anche se non siamo ancora ai livelli che riesce a garantire Pro Evolution Soccer, gli sforzi di EA Sports in tal senso sono piuttosto evidenti. Ce ne accorgiamo anche dopo un gol, quando la telecamera inquadra gli spettatori – da sempre cartonati e piatti – intenti ad esultare con gioia, mentre il calciatore si lancia nella sua tipica esultanza strisciando sull’erba o mettendosi in posa. Anche quest’anno è stato migliorato il parco-volti a disposizione del titolo: molti calciatori sono stati reindirizzati, tra cui ovviamente il personaggio-copertina El Shaarawy.

Abbiamo cominciato l’articolo descrivendo i miglioramenti di contorno in quanto sono piuttosto evidenti, mentre lo sono meno quelli dedicati al gameplay. In generale, possiamo notare una migliore intelligenza artificiale, sia da un punto vista tattico che a livello di animazioni. Muovere i giocatori in mezzo al campo senza palla permette di apprezzare movimenti davvero realistici, tra cui la corsa indietro automatica – in Fifa 13 è necessario premere il grilletto sinistro – e rotazioni del corpo in direzione della palla. Non mancano le classiche chicche che Electronic Arts inserisce ogni anno: stavolta fa capolino il doppio pallone in campo durante una rimessa laterale. A proposito di ciò, pare siano stati eliminati gli stop della partita per rimettere il pallone in campo con le mani. Persiste il problema dei pochi falli in campo, mentre è stata migliorata la collisione involontaria tra calciatori ed arbitro. La fisica della palla non è particolarmente differente da quella apprezzata in Fifa 13, anche se abbiamo notato netti miglioramenti con i tiri ad effetto, che gli sviluppatori avevano precedentemente indebolito dal punto di vista dell’efficacia. I feedback relativi alla selezione del giocatore su lancio lungo sono stati recepiti appieno: ora il sistema pare molto più preciso e puntuale.

Commento finale

Il gameplay di Fifa 14, ancora work in progress, è stato rivisto sotto tanti piccoli aspetti, ma non contiene miglioramenti eclatanti, anche considerando la stabilità del gioco. I punti deboli di Fifa 13 sono scomparsi completamente o rivisti in parte, ma è la parte grafica a riservare le maggiori sorprese. La confezione della partita dà finalmente qualche soddisfazione in più, mentre il parco animazioni – in particolare quelle dei tiri – ha subito un restyle tanto interessante quanto gratificante.

Articolo precedenteDisponibile la versione retail di PlanetSide2
Prossimo articoloDead Rising 3 [Gamescom 2013]
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.