Dopo l’annuncio diversi anni fa, le informazioni su I Am Alive sono state sempre piuttosto scarse, al punto di far ricredere molti sulla sua sorte. Oggi, invece, l’ Australian Classification Board ha classificato il titolo come consigliato a giocatori sopra i 15 anni, per via della forte violenza presente. La cosa interessante è che l’ACB richiede che i lavori sui titoli siano conclusi prima di poterli valutare: questo farebbe pensare ad una release più vicina di quanto previsto.

I Am Alive è in sviluppo presso gli studi di Ubisoft Shanghai per PS3 e Xbox 360.

Articolo precedenteAnnunciato Makai Kingdom per Psp
Prossimo articoloBethesda compie 25 anni
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.