In un dicembre che non si è rivelato né freddo, né sconvolgente (videoludicamente parlando) come ce l’eravamo immaginato, gli amanti del retrogaming avranno modo di consolarsi scavando tra i ricordi del passato, rimembrando quei cari vecchi tempi in cui le sale giochi esistevano ancora, e in cui la difficoltà dei singoli giochi era inversamente proporzionale alla quantità di gettoni che si aveva in tasca – ma almeno, diremmo noi, un margine di difficoltà, allora, esisteva ancora. Tutto questo è possibile grazie a SEGA, che tra un (in)successo e l’altro con la next-gen ha pensato bene di deliziarci con SEGA Mega Drive Classic Collection , una compilation (a puntate) di vecchi classici, in vendita in edicola e nelle migliori salumerie d’Italia.

La serie è già giunta al terzo appuntamento mensile, ma i volumi precedenti sono ancora largamente reperibili, sia in negozio che online. In ogni disco figurano 12 classici del retrogaming, perfettamente emulati e compatibili con le alte risoluzioni e tutte le incarnazioni di Windows (i possessori di Mac, purtroppo, dovranno fare a meno di questa collezione). L’applicazione, così come i giochi sono interamente in inglese.

La sensazione, però, che SEGA abbia mensilmente preso una dozzina di giochi a caso e li abbia messi in vendita, è inevitabile. Per quanto tutti i titoli siano effettivamente “pezzi di storia” del videogioco, il loro numero, infatti, persino in rapporto al modico prezzo (9,99 ‘

Articolo precedenteDeNA interessata agli studio europei
Prossimo articoloTrucchi: CityVille
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.