La domanda non è più quanto un cliente è disposto a spendere per un videogioco, ma qual’è il prezzo migliore per raggiungere più persone possibili . Sono le parole di Brian Farrell, presidente di THQ, che ha recentemente spiegato, nel corso della Capital Markets Conference organizzata da BMO, quale sarà la strategia della compagnia nel futuro dell’industria videoludica.

Dalle osservazioni di Farrell durante il lancio di MX vs ATV , sembra che si sia riusciti a vendere un certo numero di unità a 59.99 dollari, dopodiché, abbassando il prezzo a 39.99 per le masse, le vendite registrate sono aumentate esponenzialmente . La conclusione di Farrell è quindi semplice, “Un prezzo di 59.99 dollari serve solo a tenere lontani i consumatori , credo che il futuro dell’industria sia intorno ai 39.99 per costruire una base di utenti più ampia , contando in seguito sul complemento dei contenuti scaricabili”.

Articolo precedenteIl morale di Realtime Worlds era basso
Prossimo articoloInstantAction chiude i battenti
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.