Perché i programmi non si installano come su Windows? Come fare su Linux?

Principalmente faremo riferimento ad Ubuntu, visto che si tratta della distribuzione Linux più diffusa e immediata, ma ovviamente il tutto vale anche per le altre distribuzioni in circolazione. In ambienti come Mandriva o Fedora si utilizzano gestori diversi da APT e quindi con comandi diversi, ma la logica di funzionamento è identica anche negli altri casi.

Ubuntu utilizza un sistema di gestione del software a pacchetti chiamato APT (Advanced Package Tool). Ogni applicazione è contenuta in un “pacchetto” compresso che viene scaricato ed installato dal sistema.

Esistono molti software per gestire i pacchetti ma noi ci concentreremo su Ubuntu Software Center , il sistema predefinito di Ubuntu. Quando lo apriamo viene consultata la lista dei pacchetti presenti negli archivi (detti anche “repository” ossia server remoti che contengono collezioni di pacchetti), e ci vengono mostrati i pacchetti installati e quelli installabili. Le relative dipendenze vengono installate in automatico quando sono necessarie. Per capirci possiamo pensare ad Ubuntu Software Center come ad Apple Store/iTunes, oppure a Steam: c’è una lista di contenuti che possiamo scaricare, in questo caso gratuitamente. Per esempio, cosa fare se volessimo giocare a OpenArena? Apriamo il Software Center e nel riquadro “Cerca” scriviamo il nome del software che vogliomo installare. Magicamente ci appariranno diversi risultati, a quel punto basterà cliccare sul pulsante “Installa” in corrispondenza di OpenArena. Una volta inserita la password del sistema, il gioco si scaricherà e si installerà automaticamente .

Ma cosa fare se il software che ci interessa non è presente nei repository APT? Non saremo mica costretti a rinunciare o a perdere ore davanti al pc? C’è di meglio da fare nella vita, quindi adesso vedremo come gestire alcuni dei casi che si potrebbero presentare nella nostra vita di gamers su Linux, senza lasciarci prendere dal panico e senza invecchiare davanti al PC.

CASO 1

Il nostro software/gioco è presente su altri repository

Se il software è presente su dei repository che non sono quelli predefiniti del sistema, dovremo aggiungerli alla lista . Ubuntu mette a disposizione dei repository chiamati PPA (Archivi di Pacchetti Personali), a disposizione degli sviluppatori che vogliono distribuire software su Ubuntu. Nella maggior parte dei casi chi ha creato il gioco ha creato anche dei pacchetti per Ubuntu per poi metterli sul suo PPA personale. Ogni PPA ha anche una chiave di sicurezza che permette di garantire l’autenticità del software scaricato. Ubuntu Software Center ha bisogno di queste chiavi per usare i repository, visto che ha una natura diffidente. Se volessimo installare dei giochi dal Debian/Ubuntu Games Team dovremo utilizzare questo indirizzo https://launchpad.net/~pkg-games/+archive/ppa. Ci basterà cercare nella pagina un indirizzo che inizia per “ppa:” (ppa e due punti). Nel caso in questione è “ppa:pkg-games/ppa”.

I repository si aggiungono nella configurazione di “Sorgenti Software”. Accediamo dal menu “Applicazioni > Ubuntu Software Center” e poi nel menu “Modifica -> Sorgenti Software”. Nella scheda “Altro Software” aggiungiamo l’indirizzo del nostro repository (ricordiamo che era “ppa:pkg-games/ppa”) ed usciamo. A questo punto, effettuando una nuova ricerca aggiorneremo la lista dei repositoy, il nostro tanto desiderato pacchetto dovrebbe essere elencato e pronto per essere installato. Aggiungendo il PPA abbiamo acquisito anche la chiave di sicurezza e quindi non ci sono altri passi da fare.

Esistono anche repository “non-PPA”, che hanno indirizzi con una forma che inizia per “deb http://”. Il meccanismo per inserirli è identico, ci basterà copiarlo ed incollarlo nel nostro Ubuntu Software Center. In questo caso si avrebbe un indirizzo come “deb http://ppa.launchpad.net/pkg-games/ppa/ubuntu maverick main”. L’unica differenza è che la chiave di sicurezza non viene importata in automatico, dovremo scaricarla a parte dal sito.

Recuperiamo dal web la chiave del repository. Nel nostro esempio basta cliccare su “Technical details” e scaricare il file cliccando su quella serie di lettere e cifre sotto la scritta Signing Key (per intenderci 1024R/B1572604): teniamolo a portata di mano. Apriamo il nostro Software Center, torniamo a Sorgenti Software (menu “Modifica > Sorgenti Software”): apparirà una finestra con diverse schede, facciamo click su “Autenticazione” e successivamente su “Importa chiave”; selezionamo il file della chiave precedentemente scaricato ed siamo pronti ad effettuare una nuova ricerca con il nostro Software Center. Come dicevamo, questa operazione di importazione viene effettuata in automatico se abbiamo utilizzato un repository di tipo PPA.

CASO 2

Estensioni .deb

Il nostro programma si può scaricare sotto forma di un file con estensione “.deb”. In questo caso dovremo solo fare doppio click sul file scaricato e si aprirà il Software Center, lo installeremo seguendo le schermate guidate che saranno proposte ; se necessita di altri pacchetti come dipendenze queste verranno direttamente scaricate dal programma di installazione. Software Center si fa carico di tutto, come potete vedere. Un’alternativa consigliabile è data da Gdebi, particolarmente indicato per i file con estensione .deb.

Sostanzialmente farà le stesse cose del Software Center di Ubuntu, ma in modo più le applicazionrapido visto la leggerezza del programma.


Caso 3

Programmi in binari

Potrebbe anche capitare di incontrare un gioco o un programma distribuito sotto forma di binari. Che significa? Semplicemente che l’applicazione non è stata pacchettizzata per nessuno sistema. E’ un po’ come quando su Windows i giochi non hanno l’installer, basterà scompattarli. Su Linux spesso si tratta di semplici archivi compressi del tipo “Tar”, “Gz”, “Bz2” o anche “Zip”, ad esempio giocofigo.tar.gz o giocofigo.bz2 ma anche giocofigo.zip che contengono l’eseguibile al loro interno. Cosa fare in questi casi?

Iniziamo con lo scaricare il pacchetto e spostiamolo nella cartella in cui vogliamo resti installato il programma. In genere la propria home o una sottocartella della home si rivelano una buona scelta se non si hanno problemi di spazio. Per scompattare l’archivio, facciamo click con il tasto destro del mouse e, nel menu contestuale, selezioniamo “Estrai qui” e l’archivio verrà estratto nella cartella in cui ci troviamo. Vediamo subito che file ci sono al suo interno. In genere questo tipo di pacchetti contengonoi binari per tutte le piattaforme. Potrebbe contenere infatti giocofigo.exe (binario per Windows) assieme a giocofigo.i386 (per sistemi Linux a 32bit) e giocofigo.amd64 (per sistemi a 64bit). In molti casi però gli eseguibili Linux non hanno estensione, ma sono visualizzati dal sistema con icone tipiche (ad esempio, ingranaggi); Linux, infatti, non si basa sulle estensioni per eseguire un file ma sulle proprietà del file stesso (che può essere eseguibile con qualunque estensione). Scegliamo il file adatto alla nostra architettura e cliccando con il tasto destro apriamo la finestra “Proprietà”; subito dopo la scheda “Permessi”. Abilitiamo l’esecuzione e da questo momento sarà sufficiente un semplice doppio click perché l’applicazione venga eseguita. Inoltre, come su Windows, possiamo creare collegamenti al gioco cliccando col tasto destro e scegliendo “Crea collegamento…”.

Questa guida è stato creata per semplificare la vita del gamer che non ha molta esperienza con il sistema Linux e che vuole giocare con il proprio PC: essere utente non significa necessariamente essere anche amministratore del proprio sistema. Per chi invece desidera approfondire l’argomento ecco una serie di link con delle guide ufficiali della comunità :

Guide della comunità Ubuntu:

wiki.ubuntu-it.org/AmministrazioneSistema/ComandiBase

wiki.ubuntu-it.org/Repository

wiki.ubuntu-it.org/AmministrazioneSistema/Apt

Articolo scritto da Antonino Arcudi

Articolo precedenteFront Mission Evolved
Prossimo articoloStar Wars: Il Potere della Forza II
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.