Per tutta l’estate, ci sono state numerose polemiche in riguardo: EA, infatti, per aggiungere un tocco di realismo alla componente multiplayer, aveva diviso le due fazioni in gioco in Statunitensi/Alleati e Talebani . Questa scelta ha sollevato un polverone durato praticamente tutta l’estate e oltre, con accuse da parte di giornalisti generalisti e da alcune associazioni per i caduti nelle guerre medio-orientali. Oggi, per eliminare tali polemiche, EA ha confermato l’eliminazione della fazione talebana nel gioco .

Greg Goodrich , produttore esecutivo di Medal Of Honor, ha pubblicato una lunga nota sul blog del gioco, che vi riportiamo tradotta di seguito:

Negli ultimi mesi, abbiamo ricevuto feedback da ogni parte del mondo riguardo al multiplayer di Medal Of Honor. Abbiamo ricevuto lettere e mail da gamer, militari in attività, famiglie e amici di soldati impegnati oltreoceano. La maggior parte di questi feedback erano positivi, e proprio per questo il team di sviluppo gli ha accolti perfettamente.

Comunque, abbiamo ricevuto anche feedback da amici e famiglie di soldati caduti che hanno espresso le preoccupazioni riguardo all’inserimento dei Talebani nella parte multiplayer del nostro gioco. Queste opinioni hanno avuto un importante voce in capitolo per il team di sviluppo. Queste opinioni hanno guadagnato il diritto di essere ascoltate. È di queste opinioni che ci preoccupiamo. Per questo, e per il fatto che il cuore di Medal Of Honor è sempre stato a favore dei soldati americani e alleati, abbiamo deciso di rinominare i Talebani nella porzione multiplayer di Medal Of Honor in ‘ Opposing Force ‘.

Nonostante tale cambiamento non colpisca direttamente i giocatori, così come il gameplay, abbiamo fatto questa scelta per gli uomini e le donne che prestano le proprie abilità all’esercito, e alle famiglie di coloro che si sono sacrificati per il bene mondiale: questo franchise non sarà mai irrispettoso, in modo intenzionale o meno, nei confronti della vostra memoria e del vostro servizio per tutti noi.

Per tutti coloro che sono nell’esercito, noi vi appreziamo e vi ringraziamo, senza dare nulla di quello che fate come scontato. E ai soldati, ai marinai, ai piloti e ai marines al momento impegnati oltreoceano, vorremmo dirvi: cercate di rimanere al sicuro, e tornate a casa presto.

Speriamo che questa composizione metta fine ad ogni discussione, e non crei ulteriori problemi alla release di un titolo che, ricordiamo, sarà disponibile il prossimo 15 ottobre in Europa per PC , PlayStation 3 e Xbox 360 .

Articolo precedenteGears Of War 3 il prossimo autunno
Prossimo articoloCodemasters e Koch Media festeggiano le prime posizioni nelle classifiche europee di “F1 2010”
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.