Nessuno riesce a creare hype sui suoi prodotti come fa lui; focalizza l’attenzione dei media anche quando fa rilasciare un semplice aggiornamento firmware, avvenimento che quotidianamente o quasi è prassi comune per una miriade di apparecchi elettronici. Eppure anche il mitico Steve Jobs può sbagliare, e quando avviene la notizia è più sensazionale del lancio di un nuovo prodotto, anche se importante come un nuovo modello di iPhone.

Per la prima volta infatti il leggendario alone di mistero che avvolge i prodotti della casa di Cupertino prima del lancio sul mercato è stato squarciato in maniera clamorosa, a causa di una nefasta dimenticanza sul tavolo di uno dei peggiori bar di Caracas (va bene non era a Caracas ma poco importa).

GIZMONDO, lo scoop della vita

A raccogliere un prototipo di iPhone 4 (il cui nome tuttavia non era stato ancora assegnato) non poteva essere altri che un giornalista, in particolare del magazine on-line Gizmondo: ovviamente le foto e le caratteristiche di questo fantomatico nuovo iPhone hanno immediatamente fatto il giro del mondo, tanto da creare mal di pancia fino ai piani alti di Apple, che minacciavano chissà quali ritorsioni nei confronti della fortunata testata. Tuttavia, inutile nasconderlo, i fan della Mela vivono le conferenze di Jobs come la venuta del Messia, e in cuor loro speravano in un errore grossolano, in una sorta di campagna di marketing “deviante” di Apple che facendo focalizzare l’attenzione su un modello verosimile stupisse poi nuovamente il mondo con il vero iPhone 4. . in realtà non è stato così, il terminale era veramente il prototipo di quello ufficiale e tutto il mondo, ammettiamolo, c’è rimasto un po’ male..

Dati, dati e ancora dati

Ogni Keynote Apple che si rispetti non può non cominciare sciorinando con malcelato orgoglio i dati di vendita dei prodotti in voga del momento; naturalmente in questa sede eviteremo accuratamente di fornire cifre, che potete facilmente consultare in giro per il web, ma ci limiteremo a segnalare che iPad è stato un grande successo, iPhone è un grande successo, iTunes e App store sono un grande successo..insomma, tutto quello che tocca Steve si trasforma in oro. Con un pizzico di malizia però, dobbiamo segnalare a proposito di iPad una strana incongruenza: le cronache di questi giorni riferiscono infatti di tavolette introvabili nei negozi italiani e con tempi di consegna molto lunghi se acquistati nell’Apple Store on line. Mentre è però facilmente verificabile la effettiva lungaggine delle evasioni degli ordini su internet, diverso è il discorso per le scorte nei negozi: secondo molti utenti sparsi per l’italia infatti gli iPad sarebbero tutt’altro che esauriti, al contrario in molte note catene di informatica sarebbero presenti in discrete quantità e subito disponibili. Che Apple con un’ abile mossa di marketing abbia conteggiato gli iPad distribuiti e non quelli effettivamente venduti? Lo sapremo nelle prossime puntate..

Giochi, giochini e giochetti

Sul palco di Steve Jobs si sono avvicendati i responsabili di Activisione e Zynga per il lancio di due nuovi giochi sull’App Store. Il primo ha annunciato niente meno che un nuovo episodio di Guitar Hero, di cui nessuno sentiva la mancanza, tra l’altro già disponibile a 2,39 dollari. Ancora più inquietante la presenza del secondo tizio, la cui società è proprietaria del virus letale Farmville, diffuso su Facebook come la peste; se la mancanza del supporto al flash di Adobe pareva aver reso immune almeno l’ iPhone , da adesso non sarà così grazie all’apposita applicazione dedicata. Contenendo il giubilo per questa notizia, si nota però la totale mancanza di riferimenti all’annunciato sistema degli achievements Game Center..

Ed eccolo, il nuovo iPhone 4

Il nuovo modello del telefono più famoso del mondo si presenta al pubblico con le “novità” richieste a gran voce dai suoi numerosi utenti, rendendo il terminale ancora più spinto soprattutto sotto il profilo multimediale. Fanno quindi la sua comparsa una fotocamera frontale per le videochiamate, accoppiata ad una posteriore da 5 Megapixel con flash led in grado di girare video fino alla risoluzione HD di 720p. Tali video saranno gestibili e addirittura editabili tramite la nuova applicazione nativa iMovie, anche se non certo in maniera comoda viste le dimensioni del display. Non mancano poi wi-fi a/b/n, bluetooth 2.0, modulo GPS, capacità di trasmissione dati in 3G HSDPA fino a 7.2 e HSUPA fino a 5,9 Mbs. Sul fronte videoludico, ecco apparire accanto all’accelerometro un secondo sensore per il riconoscimento dei movimenti nello spazio, ossia il giroscopio: nel telefono è in sostanza nascosto una sorta di Wii-mote , che abbinato al processore A4 da i Ghz riduce ormai a zero la differenza con le più blasonate console portatili. Il nuovo iPhone sarà dotato del sistema operativo iOS 4.0, scaricabile tra pochi giorni per tutti i dispositivi compatibili (iPhone 3G e 3GS, iPod Touch di ultima generazione e più avanti iPad), che implementerà 100 nuove funzioni tra cui il multitasking (non disponibile sul modello 3G).

Il fiore all’occhiello di questo terminale sarà però il nuovo display con tecnologia Retina, in grado di arrivare alla risoluzione di 960×640 e con una densità per pollice pari a 360 pixel, contro i 300 circa della media degli altri terminali. Un display da 3,5 pollici più luminoso, definito e contrastato che non andrà a diminuire la durata della batteria secondo Jobs, anche perché al posto della tradizionale sim verrà utilizzata la più piccola e meno pratica mini sim (come nell’iPad); il guadagno in spazio sarà così recuperato dalla batteria, adesso più performante. La dotazione in memoria partirà da 16 GB ed il top di gamma sarà dotato di 32 GB, manca dunque al momento il modello da 64.

Il telefono perderà qualche millimetro in spessore e larghezza ma guadagnerà in ricezione, grazie alla cornice in alluminio che funge da antenna. I prezzi, per ora vincolati ai soli abbonamenti negli Stati uniti, sono in linea con quelli degli esordi del precedente modello 3GS.

Curiosità

Come ogni evento live, non sono mancati momenti di involontaria comicità o imbarazzo. In particolare, durante l’elencazione dei dati di vendita di applicazioni sull’Apple Store, Jobs ha voluto sfatare il mito della chiusura dell’azienda verso gli sviluppatori, dicendo che oltre il 95% delle applicazioni arrivate ad Apple per la certificazione vengono approvate in sette giorni lavorativi; parlando successivamente di iMovie, ha sostenuto che sarà presto scaricabile dall’App Store, “sempre se verrà accettato”.. Momento di imbarazzo poi quando a causa delle troppe connessioni wi-fi aperte in sala l’iPhone 4 di Steve non riusciva a connettersi ad internet: il grande capo ha esplicitamente chiesto a tutti di spegnere i propri portatili e iPad! Con crescente preoccupazione infine, dobbiamo segnalare la presenza di una serie di cornici colorate ufficiali Apple da applicare al terminale per renderlo personalizzato..

Un successo annunciato

I detrattori di iPhone non cambieranno certo idea vedendo questo nuovo esemplare, adducendo come motivazione che altri telefoni erano arrivati anni prima ad avere una dotazione hadware simile. Tuttavia la sola potenza bruta non ha mai dato garanzia di successo nel mercato,soprattutto se non supportata da un ampio ventaglio di software disponibili; da questo punto di vista, Apple e il suo App Store mantengono ad oggi un apparente incolmabile margine di vantaggio sulla concorrenza.

Articolo precedenteOzzy Osbourne entra in Rock Band 2
Prossimo articoloBulletstorm
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.