Da un paio d’anni, ormai, è il nuovo punto di riferimento per tutti gli appassionati di calcio. Capace di inventare e re-inventarsi ad ogni uscita, supportato da un engine ormai all’avanguardia (ma non in tutte le piattaforme), e da una schiera milionaria di ammiratori, appassionati, semplici videogiocatori. Stiamo parlando di Fifa, giunto al fatidico 10 – ma quasi sempre sulla cresta dell’onda da quindici anni – e del tutto intenzionato a tenersi stretta la palma di miglior gioco calcistico in circolazione. Con Fifa 08 è avvenuto un sorpasso, con Fifa 09 ha guadagnato un grande vantaggio sulla concorrenza, con Fifa 10 cosa accadrà?

SQUADRA CHE VINCE NON SI CAMBIA

In principio erano solo annunci, dichiarazioni e immagini rilasciate in numero più o meno elevato. Poi, dopo l’E3 di Los Angeles, è stato visto brevemente in azione e la febbre per la sua uscita è cominciata a crescere a dismisura.

Fifa 09, su Xbox 360 e Playstation 3, ha raggiunto un livello tale da meritarsi, nei cuori molto esigenti dei calciofili italiani, un nove in pagella marchiato a fuoco. Non bisogna neanche trascurare i dati mondiali: con i suoi trecento milioni di match disputati nei server EA, Fifa si conferma il re del calcio “videogiocato”. Fifa 10 sembra voler ambire ad un dieci in pagella, viste le premesse, e le promesse che, speriamo vivamente, vengano tutte mantenute.

L’impianto di gioco è sostanzialmente lo stesso, quindi il team di sviluppo ha avuto tutto il tempo per concentrare gli sforzi sul già eccellente livello grafico e fisico delle partite. Vien da sé che il realismo fisico di scontri tra giocatori e movimenti della sfera di cuoio, uniti ad un incrementato fotorealismo del campo di gioco, risulteranno aumentati. Non ci sorprenderebbe se i progressi venissero registrati anche nelle routine dell’intelligenza artificiale, che già un anno fa lasciava sgomenti: chissà cosa sarà capace di fare, “la cpu”, al massimo livello di difficoltà.

DIVERTIMENTO PER TUTTI, MA NON A TUTTI I LIVELLI

Fifa 10** uscirà praticamente per tutte le piattaforme di gioco in circolazione, sia casalinghe che tascabili. E’ confermata anche una versione per Playstation 2 e Pc Windows, e qui bisogna soffermarsi per una manciata di righe. Già dall’edizione 2008 del gioco, aspre polemiche vennero alla luce dalla pur sempre numerosa comunità che gioca con il computer casalingo. Queste polemiche scaturivano dalla delusione di dover giocare una versione “castrata” di Fifa, del tutto convertita dalla (tecnicamente) modesta **Playstation 2.

**** Le dichiarazioni degli sviluppatori erano, in parte, comprensibili: bisognava garantire la compatibilità con un numero molto elevato di configurazioni hardware, molto diverse tra loro – sia in prestazioni che in componentistica – anche meno potenti. Lo stesso discorso avvenne per Fifa 09, con l’unica eccezione dell’aspetto meramente visivo, che strizzava l’occhio alla next-gen senza per questo ereditarne tutto il resto: l’impostazione troppo legata alla Ps2 di Sony era ancora forte e insoddisfacente.

Per la prossima release, il team di sviluppo ha garantito che non ci sarà, per Pc, una mera conversione da vecchie console. E’ stata allestita una squadra di programmatori completamente indipendente, che nulla ha a che fare con il team che lavora per Ps2, ma, purtroppo, non ha niente a che fare con quella che lavora per Xbox 360 e Ps3. A detta di EA Sports, comunque, la versione Pc potrà avvalersi di un engine grafico sicuramente superiore ai precedenti episodi, molto lontana dall’ormai odiato “standard Ps2”, e sempre più vicino alle più potenti console in commercio. In parole più povere: per Pc, il gioco, guadagnerà in realismo grafico e fisico perché sembra essere stato sviluppato (finalmente) con più libertà. Staremo a vedere.

Per ovvi limiti tecnici, le versioni per console portatili e Nintendo Wii, non saranno lontanamente paragonabili, sia graficamente che dal lato meramente simulativo, alle versioni “next-gen”, ma i miglioramenti sono evidenti, soprattutto sugli aspetti simulativi, che meritano uno spazio a parte.

MOVIMENTO A 360 GRADI E UNA SIMULAZIONE AD ALTO LIVELLO

Le novità più interessanti che sono emerse, risiedono in un sistema di controllo, tanto misterioso, quanto innovativo. Volendo dare un taglio netto con il passato, alla EA Sports hanno pensato bene di liberare i giocatori dalle fatidiche otto direzioni, raggiungibili dalla croce direzionale, e leggermente scomode quando si usano le levette analogiche. In Fifa 10 il movimento dei giocatori sarà legato a “doppio filo” proprio alle levette analogiche, garantendo una sensibilità al movimento a 360 gradi.

Questo significa che se inclineremo poco la levetta, il giocatore scatterà solo leggermente, rispondendo alla perfezione al nostro input.

Non è, quindi, esagerato pensare a quanta libertà di espressione potranno godere i più virtuosi, capaci di disegnare movimenti molto precisi, nel tentativo di fare un dribbling ubriacante.

Ma le novità non finiscono qui: molta attenzione è stata prestata alla modalità allenatore e alla componente tattica. Una delle più interessanti novità risiede nel così detto “Set Pieces”, che nelle migliori versioni del gioco può essere personalizzato in trentadue soluzioni tutte diverse tra loro, salvabili e sfruttabili poi durante le partite, grazie all’utilizzo delle croci direzionali. Ma di cosa si tratta? Coloro che seguono il calcio in Tv avranno certamente notato, almeno una volta, che nel “dopo-partita” si analizzano le azioni più importanti o gli schemi a palla ferma, evidenziando i movimenti dei giocatori spesso con delle frecce colorate. Ebbene: in fase di pre-partita, tutti gli allenatori in erba possono andare a personalizzare, con precisione chirurgica, i movimenti dei calciatori durante i pochi istanti che precedono un calcio piazzato (sia questo un calcio d’angolo o un calcio di punizione).

Conclusioni

A coronare un carico d’aspettative già enorme, si aggiunge la notizia che in Europa, culla della storia del calcio, il gioco arriverà sugli scaffali ben diciotto giorni prima che nel mercato videoludico per eccellenza: quello degli Stati Uniti d’America. Il 2 ottobre sembra già destinato ad essere una data storica per tutti coloro che sono stati rapiti dal fascino di Fifa 09 e non hanno nessun dubbio: Fifa 10 sarà migliore. Se il predecessore era una simulazione da “nove in pagella” quello che verrà sarà praticamente perfetto. Ma è giusto azzardare un’ipotesi così ardita? Restate con noi e lo saprete presto!

Antonio “Aurenar” Patti

Articolo precedenteSerious Sam 3: nuova grafica ma gameplay intatto
Prossimo articoloSvelate le prime canzoni di The Beatles: Rock Band
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.