Nei giorni scorsi vi avevamo parlato di come Sony avesse lasciato scadere i diritti del marchio The Last Guardian senza rinnovarli, facendo temere il peggio.

Fortunatamente ieri la compagnia ha comunicato che il progetto non è stato abbando e che lo sviluppo del titolo non è mai stato messo in discussione, facendo tirare un grosso sospiro di sollievo a tutti i fan della creatura di Fumito Ueda.

Ma rimaneva una domanda in sospeso: se Sony vuole continuare lo sviluppo del gioco, perché farne scadere i diritti senza rinnovarli?

A quanto pare è stata tutta colpa di uno sfortunato errore della compagnia, che si è dimenticata di inviare i documenti necessari al rinnovo. Una svista, tra l’altro, già accaduta nel 2012 sempre con The Last Guardian.

Naturalmente Sony ha rimediato all’errore rinnovando di nuovo i diritti del gioco.

E tutti vissero felici e contenti. Ma qualche nuovo dettaglio sul titolo – annunciato nel lontano 2009 – di certo sarebbe gradito…

Articolo precedenteChiudono i Darkside Games gli sviluppatori del reboot di Phantom Dust
Prossimo articoloL’uscita di Project CARS è stata rimandata
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.