Endless Legend: Che la leggenda abbia inizio!

Endless Legend potrebbe passare inosservato, vista l’imminente uscita del colosso chiamato Civilization, ma il titolo firmato dai francesi di Amplitude Studio non è un gioco che gli amanti degli strategici a turni dovrebbero ignorare. Endless Legend è sbarcato su Steam grazie alla formula dell’accesso anticipato proponendosi di proseguire un percorso iniziato con i precedenti titoli che portano il suffisso Endless nel proprio titolo; Endless Space che ci ha introdotto alla colonizzazione spaziale, mostrando l’evoluzione delle specie nel proprio percorso di espansione evolutiva nello spazio dell’universo di Endelss, mentre Dungeon of Endless è un rogue-like game di ambientazione fantasy che introduce elementi tower defence. In questo Endless Legend le strade sembrano incrociarsi, mostrando quanto il progresso tecnologico nel suo sviluppo più avanzato, citando le parole dello scrittore di fantascienza Arthur C. Clarke, sia indistinguibile dalla magia. E’ proprio il concetto di magia unito a quello di progresso tecnologico, sono i termini alla base dell’universo creato in questa occasione dagli sviluppatori. Il gioco non è distribuito soltanto su Steam, ma grazie al lavoro di Adventure Production sarà venduto in versione retail e completamente in italiano con la possibilità di collegarlo al proprio account Valve. Se siete interessati all’acquisto, tra le due versioni vi consigliamo quella retail, in quanto la digital costa leggermente di più.    endless-legendss_e8225a106e257d3996049fe0009c88ae9bda652b.1920x1080.jpg

L’inverno sta arrivando

La frase, che potrebbe richiamare il famoso ciclo dello scrittore fantasy George R. Martin, in realtà descrive la situazione drammaticamente difficile in cui si trova il mondo post-apocalittico di Auriga. Questo tipo di scenario, così come l’idea che ci si può fare osservando le immagini di gioco, non richiama soltanto un’ambientazione puramente fantasy vista o letta in altre opere ma, in un certo senso, sembra rifarsi al genere di universo creato da un altro maestro della fantascienza: Jack Vance e il suo ciclo della terra morente, dalla quale è stata tratta recentemente una antologia tributo edita da Mondadori nella collana Urania (numeri 1567 e 1680) e curata proprio dallo stesso George Martin in collaborazione con Gardner Dozois (editor di Isaac Asimov’s Science Fiction Magazine).
Questo accostamento tra letteratura e videogioco non ci è saltato in mente dal nulla ma appare come una naturale evoluzione dei giochi targati Amplitude Studio. Dopo aver creato Endless Space e Dungeon of Endless, questo Endless Legend sembra richiamare proprio l’unione più logica tra i due temi portanti dello sviluppo della software house; fantascienza e fantasy.

endless-legendss_4f7d69982faa5f8e6d0dbe3169f0f600b68d4bf0.1920x1080.jpgendless-legendss_b95e6eb04b7bf6580991f7a0a6c969e1dd0b0a05.1920x1080.jpg

Terra morente

Il mondo di Auriga si appresta a scomparire, colpito da cambiamenti climatici e ambientali che lo rendono progressivamente inabitabile. In questo contesto il giocatore è chiamato a prendere le parti di una delle fazioni che lo popolano, scoprirne la storia, l’evoluzione e la società, cercando di imporre la propria supremazia. Lo scorrere del tempo è scandito da due stagioni, estate e inverno, che oltre a sconvolgere di volta in volta il clima del pianeta, mettono il giocatore di fronte ad una scelta strategica. Durante la stagione invernale, infatti, la produzione di unità e cibo si azzera e bisogna far fronte alle scorte e alla manodopera acquisiti durante il periodo estivo. Gli spostamenti, inoltre, sono resi difficoltosi dalla presenza della neve, per cui lo spostamento delle truppe può diventare un problema. Il lasso di tempo che intercorre tra una stagione e l’altra viene progressivamente ridotto, per cui la programmazione dello sviluppo tecnologico viene stravolta se non si è provveduto in tempo a far fronte all’inverno.
Lo sviluppo tecnologico è molto simile a quanto visto negli strategici a turni ma aggiunge una variabile interessante come il passaggio ad un’altra era (si proprio come Age of Empire). Questo passaggio permette di sviluppare conoscenze e tecnologie sempre più avanzate, in un albero ramificato in cui è possibile scegliere su quale tipologia di conoscenza fondare la propria evoluzione. L’esplorazione della mappa, inoltre, permette al giocatore di rinvenire reliquie aliene negli antichi templi dimenticati che consentono un’ulteriore spinta tecnologia oppure un compenso in denaro. Durante l’esplorazione, inoltre, è possibile incontrare piccole tribù, che possono essere assoggettate al proprio impero, così da acquisire ulteriori conoscenze (solitamente belliche) uniche di quella popolazione.

endless-legendss_de34fe8d562d348ec75476764034e884732262d0.1920x1080.jpg

eXplore, eXpand, eXploit, eXterminate

La fase di esplorazione rappresenta un’importante variabile di gioco ma sarebbe poco interessante senza un sistema di combattimento adeguato. A questo proposito, Amplitude Studio, ha pensato di introdurre un interessante sistema di combattimento a scacchiera simile ai gdr a turni. Nelle fasi di attacco e difesa le truppe che compongo l’esercito, vengono schierate in un terreno suddiviso in esagoni e nel quale è possibile decidere movimenti e attacchi in modo analogo a quanto succede nei gdr. Questo elemento puramente strategico rappresenta un’innovazione interessante che contribuisce a rendere ancora più profondo il gameplay del gioco, che non si limita soltanto alla pianificazione dei turni, alla produzione di risorse e allo sviluppo delle conoscenze. La creazione dell’esercito è strutturata da due fattori: la composizione delle truppe e la creazione di un eroe. Quest’ultimo, infatti, possiede capacità uniche che possono essere ulteriormente migliorate dagli oggetti trovati sul campo o dall’esperienza, in un sistema che ricorda un qualsiasi gioco di ruolo come Baldur’s Gate o D&D per fare un esempio. Le truppe, invece, sono composte dai soldati sviluppati grazie alle ricerche in campo bellico e dalle truppe acquisite dalle tribù locali.

endless-legendss_ec8df411b2dd4000c57936e640a9d3d9b9c91c57.1920x1080.jpg Conclusioni

Endless Legend rappresenta il maggiore esponente dei giochi di strategia a turni e non si fa spaventare dall’imminente uscita di un colosso come Civilization Beyond Earth, proponendo delle meccaniche di gioco davvero interessanti, costruite sulle basi del quattro X: eXsplore, eXpand, eXploit e eXsterminate. Il sistema di gioco che alterna fasi a turni e fasi strategiche per gestire i combattimenti e l’espansione territoriale rappresenta il cuore del gioco e nello stesso momento, l’elemento più riuscito nei videogame del genere. A completare il tutto ci pensa un’ottima realizzazione grafica e un sistema di avanzamento davvero azzeccato. Gli amanti del genere non devono farsi scappare questa perla targata Amplitude Studio.

endless-legendss_e8225a106e257d3996049fe0009c88ae9bda652b.1920x1080.jpg
CI PIACE

– Strategici a turni validi come Endless Legend ne esistono davvero pochi e questo titolo Amplitude Studio da una ventata di innovazione che non può che rendere felici gli appassionati del genere.
– Completamente in italiano.
– La divisione delle varie fasi di gestione è unica nel genere.

NON CI PIACE

– Direte addio alla vostra vita sociale.

Conclusioni

Endless Legend rappresenta attualmente il maggiore esponente dei giochi di strategia a turni, proponendo delle meccaniche di gioco davvero interessanti costruite sulle basi del quattro X: eXsplore, eXpand, eXploit e eXsterminate. Il sistema di gioco che alterna fasi a turni e fasi strategiche per gestire i combattimenti e l’espansione territoriale, rappresenta il cuore del gioco e nello stesso momento l’elemento più riuscito nei videogame del genere. A completare il tutto ci pensa un’ottima realizzazione grafica e un sistema di avanzamento davvero azzeccato. Gli amanti del genere non devono farsi scappare questa perla targata Amplitude Studio.

9.2Cyberludus.com
Articolo precedenteBattle Academy 2: Eastern Front – Recensione
Prossimo articoloDestiny – Lo Stendardo di Ferro – Videogameplay