Ci siamo, Wii U non è solo un miraggio vicino ma è diventata una realtà anche nel mercato europeo: le voci dall’America sono apparse contrastanti, tra chi non è soddisfatto dai titoli del lancio e chi, invece, si sta godendo la sua nuova, particolare console senza fare troppe storie, pur con la coscienza che si poteva fare qualcosa di più? Tutti erano partiti con un timore: cosa ci troveremo davanti quando approcceremo Nintendo Land? Wii Sports aveva soddisfatto tutti al lancio, risultando però poco più di una tech demo per sperimentare le possibilità offerte dal nuovo sistema di controllo. Una volta fatto esperienza delle movenze necessarie, tutto poteva essere lasciato alla polvere? Nintendo Land non ha seguito la stessa via, per nostra fortuna! Seguiteci: stiamo per entrare nel nostro parco divertimenti? Dove la storia Nintendo è padrona totale e assoluta!

Un Mii e il suo computer parlante

Il sipario si alza e ci troviamo catapultati in una piazza, alla base di un’alta colonna: tutto è molto spoglio e attorno a noi ci sono solo dodici porte colorate, decorate con stemmi familiari, amichevoli. Il nostro Mii, con il nostro volto stilizzato e curioso, si prepara a muovere i primi passi in questo luogo deserto ma è subito fermato da una strana voce metallica: Monita, uno schermo fluttuante dotato di mani robotiche, è pronta ad accoglierci e a spiegarci la situazione! Siamo a Nintendo Land, un grande parco divertimenti con dodici attrazioni dedicate alla storia Nintendo: tutto, però, deve nascere e crescere secondo il nostro volere e la nostra fortuna e solo le nostre vittorie nelle attrazioni potranno renderlo pieno di vita e di visitatori, pronti a scambiare con noi opinioni sui giochi e sul parco stesso. E’ tempo di mettersi al lavoro? Dodici divertimenti diversi ci attendono per rendere la nostra Nintendo Land la più allegra e ospitale di tutto il mondo!

Un museo del divertimento, da costruire passo dopo passo

Le dodici attrazioni di Nintendo Land prendono la forma di altrettanti minigiochi, alcuni dalle forme molteplici, che i giocatori possono affrontare da soli o in compagnia, a seconda delle situazioni: ognuno di essi ha una struttura definita e sfrutta il GamePad in modo spesso originale e creativo; giroscopio, schermo a tocco, visione asimmetrica, telecamera e microfono sono tutti implementati egregiamente per offrire esperienze curiose e bizzarre ogni volta che se ne ha la possibilità! Le attrazioni raccolgono a grandi mani da alcuni franchise Nintendo particolarmente famosi, tra i quali spiccano senz’altro Mario, Metroid e The Legend Of Zelda, senza dimenticare le origini storiche dei Game & Watch e nomi dimenticati come Takamaru, combattente protagonista dell’attrazione Takamaru’s Ninja Castle. Ogni partecipazione alle attrazioni ricompensa il giocatore con delle monete, a seconda delle prestazioni, che vanno spese per incrementare le decorazioni del parco e renderlo sempre più sgargiante e pieno di vita! Non è sufficiente, però, fare dei semplici acquisti? Le decorazioni bisogna guadagnarsele tramite un semplice gioco di abilità che ricorda da vicino i pachinko giapponesi: una volta completati i percorsi, la torre centrale sputerà fuori un blocco con un punto interrogativo saltellante che, una volta aperto, rivelerà la decorazione contenuta al suo interno, legata a una delle dodici attrazioni presenti e con tanto di descrizioni e piccole curiosità annesse proprio come se fosse esposta in un museo. Nel frattempo, la piazza del parco si popola di facce provenienti da tutto il mondo: grazie al collegamento con MiiVerse, infatti, i giocatori possono comunicare, mostrarsi i reciproci punteggi e trofei e visitare i parchi divertimenti gli uni degli altri; grazie a queste funzioni, Nintendo Land si trasforma da una semplice collezione di minigiochi a una vera e propria condivisione ludica, spinta al punto da creare un grande universo che collega i giocatori fra di loro e la loro voglia di far vedere a tutti anche le cose più semplici, lasciando allegate a una immagine del proprio schermo un disegno o qualche riga scherzosa. A coordinare tutto troviamo anche il tour delle attrazioni, un trenino che permette al giocatore di organizzare veri e propri tornei a punti tra più sfidanti: chi, alla fine del numero di giochi stabilito, possiede più punti vincerà il torneo e sarà il Mii più acclamato di tutto il parco!

Ritmo infiammato con leggeri momenti di gelo

I minigiochi che costituiscono le attrazioni, nonostante la grandezza di tutto il pacchetto, restano ovviamente il cuore di Nintendo Land tutta: l’ispirazione storica si fa sentire solo in parte, e forse per un bene, con alcuni franchise reinterpretati per stringere l’occhio a divertimenti più tradizionali. Come non riconoscere i cari vecchi percorsi di plastica per le biglie nella frustrante ma efficace attrazione di Donkey Kong, croce e delizia per molti utenti. Le regole del nascondino vengono meravigliosamente riscritte nella corsa per acchiappare Mario, il mondo di The Legend Of Zelda rinvigorisce l’essenza dei tiro a segno che capita spesso di vedere nei Luna Park, con arco e spada (bisogna, oltretutto, fare un plauso al Wii Motion Plus per la corrispondenza 1:1 di tutti i movimenti, nemmeno Skyward Sword era così preciso) a sostituire i normali proiettili giocattolo e un laser game forsennato prende vita nel complicatissimo gioco ispirato a Metroid, lungo e divertente al punto da sembrare un gioco capace di vivere sulle mensole dei negozi solo grazie alle sue forze. Si passa rapidamente da approcci frivoli ma insieme profondi a sfide incredibilmente impegnative che richiedono al giocatore di turno più di un semplice sforzo: l’attrazione ispirata a Balloon Fight si pone, senz’altro, tra quelle più impegnative, con un uso perfetto della visuale asimmetrica e dello schermo a tocco del GamePad. Non tutti i piccoli intrattenimenti, tuttavia, riescono ad essere egualmente avvincenti: raccogliere la frutta con una macchinina Yoshi e percorrere fin troppo lentamente delle versioni semplificate dei percorsi di F-Zero si rivelano attività molto meno convincenti, raffreddando un’atmosfera di calde emozioni e di divertimento puro. Per fortuna, la voglia quasi magica di condividere ogni passo della propria esperienza con tutti riesce a mantenere la fiamma ardente: è vero, manca qualsiasi supporto multigiocatore e una vera e propria sistemazione dei punteggi in classifiche online, ma si tratta come di un test? Se il MiiVerse si popolerà di post, immagini e disegni relativi all’esperienza di ognuno di noi allora l’esperimento di Nintendo sarà riuscito: creare una community di giocatori uniti dalla voglia di giocare, di mostrare a tutti i loro risultati e di aiutarsi, in piena autonomia e senza obblighi e automatismi. E mette in faccia un sorriso il sapere che, al momento l’esperimento sta riuscendo perfettamente!

Conclusione

Siamo tutti coscienti del fatto che Nintendo è sempre capace di sorprendere, anche con il minimo delle aspettative e su questo fronte Nintendo Land non è certamente una delusione! Una formula semplice viene inserita in un corpo globale ancora più semplice e il piacere di un vero parco divertimenti, con le urla da montagne russe, le risata e gli schiamazzi si spandono tra un gioco e l’altro, nelle righe e negli schizzi del MiiVerse. Una condivisione che supera il divano, che va oltre l’adrenalina e le urla matte di chi tiene in mano i controller per raggiungere un obiettivo decisamente più ambizioso: mettere le fondamenta per un nuovo mondo videoludico. Le basi sono solide solo in parte, ma quei blocchi di cemento crepati non riescono a smuovere una struttura che resiste per la sorpresa che genera. Non solo una pubblicità di funzioni nel prodotto stesso quanto una esperienza completa, piena e colorata, come poche altre se ne vedono. E ora, se volete scusarci, abbiamo dello zucchero filato incastrato tra le suole delle nostre scarpe virtuali?

CI PIACE

– Le 12 attrazioni offrono davvero parecchio in termini di divertimento e creatività!\n- Non è una semplice raccolta di minigiochi\n- Si sposa perfettamente con MiiVerse e le sue funzioni di condivisioni\n- Moltissimi oggetti da sbloccare\n- In compagnia si trasforma in follia pura

NON CI PIACE

– Un paio di attrazione sono leggermente più mosce di altre…\n- Anche solo un pizzico di multigiocatore online avrebbe giovato

Conclusioni

Nintendo Land è molto più di una tech demo per sperimentare l’esperienza Wii U: è una summa di storia Nintendo (pur con alcune assenze celebri) revisionata per diventare un parco divertimenti allegro e colorato, diverso per ognuno e di cui ogni angolo può essere condiviso col mondo! Un eccellente punto di partenza, da vivere da soli o con gli amici!

8.5Cyberludus.com
Articolo precedenteCapcom annuncia Street Fighter X Mega Man!
Prossimo articoloPuddle (Wii U) – Recensione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.