In occasione del Festival internazionale del fumetto, dell’animazione e dei games, Nintendo ha deciso di fare le cose sul serio, presentando tutte le novità in uscita. Noi di Cyberludus non potevamo certo esimerci dal provare nuovamente la neonata Wii U con tutti i suoi titoli, senza dimenticare i giochi in arrivo sulla portatile 3DS.

Oltre ai titoli battenti bandiera della grande casa di Kyoto (come Nintendoland, New Super Mario Bros U e Wii Fit U) erano presenti giochi sviluppati da terze parti come The Wonderful 101, il nuovo progetto dei Platinum Games, probabilmente uno dei miglior titoli Wii U provati in fiera. Si tratta di una specie di Pikmin (presente anch’esso con la sua terza iterazione) che combina elementi di gameplay tipici degli hack’n’slash con l’estetica coloratissima e super deformed di Viewtiful Joe. Tale alchimia ha prodotto un gioco frenetico, divertente e soprattutto fuori di testa. Potevamo così sfruttare lo schermo tattile del controller per tracciare la formazione speciale della squadra di supereroi e scatenare attacchi devastanti come un enorme pugno cremisi, una lama bluastra e una pistola verdastra. La demo giocabile presentava il livello, già visto alla presentazione dell’E3 scorso (quando il gioco era in stato embrionale col nome provvisorio di Project P-100), nel quale bisognava distruggere giganteschi robot in un contesto urbano. Per altre informazioni, leggete la nostra hands-on su The Wonderful 101

Avendolo menzionato in precedenza, Pikmin 3 non delude le aspettative dei fan della serie, presentando un gameplay in linea con i capitoli precedenti: ad esempio, per distruggere la corazza di un boss bisognava scagliargli contro dei Pikmin di pietra (una delle nuove specie introdotte) e finirlo con l’ausilio di quelli rossi. Purtroppo non era possibile controllare pienamente i Pikmin col gamepad, utilizzato semplicemente per visualizzare la mappa di gioco, dovendo così ricorrere al WiiMote. Anche per Pikmin 3 potete trovare una nostra hands-on approfondita!

Tralasciando i titoli già trattati nei nostri approfondimenti a Colonia (come Inazuma Eleven Strikers, Assassin’s Creed 3, Batman Arkham City Armored Edition, ZombiU e Rayman Legends) abbiamo fatto una capatina allo stand dedicato al 3DS. Impugnando la versione XL della console portatile abbiamo provato l’ultimo capitolo della serie Professor Layton (La maschera dei miracoli). Si tratta di uno dei giochi nel quale l’effetto 3D funziona egregiamente, soprattutto per un gioco con elementi da avventura grafica (si pensi alla possibilità di esplorare l’ambiente tridimensionale). Castlevania: Lords of Shadow: Mirror of Fate sembra invece il tentativo di portare Lords of Shadow, uscito sulle console casalinghe, in un’ambientazione bidimensionale classica della serie originale. Anche Luigi’s Mansion 2 implementava l’effetto 3D e risultava gradevole per gli occhi nonché diventente da giocare. L’ultimo titolo provato è stato Pokémon Nero e Bianco 2 che non ha deluso le aspettative.

Chiudiamo la rassegna con un’intervista a Stefano Calcagni, Brand Manager Nintendo:

Cyberludus: Stefano, vuoi farci un’introduzione di questa nuova console?

Stefano Calcagni: Innanzitutto per fare una breve introduzione della nuova console possiamo di che ogni volta che Nintendo esce sul mercato, sia per le home console che per le portatili, vuole portare un’innovazione relativamente al campo dei videogame: l’ha fatto con lo schermo 3D del portatile 3DS e questa volta con la Wii U lo vuole fare con il doppio schermo per un’esperienza di gioco asimmetrica che consentirà davvero una nuova possibilità a tutti i giocatori offrendo una nuova esperienza, diversa, sia sullo schermo tradizionale che nell’interazione tra quest’ultimo e lo schermo del gamepad.

Cyberludus: Potresti elencarci in particolare quali sono le nuove caratteristiche introdotte dal Wii U rispetto al Wii?

Stefano Calcagni: Allora, l’elemento principale si ha nel gameplay perché col gamepad si potrà giocare in modo nuovo sia i titoli già esistenti per la Wii che tutti quelli realizzati appositamente per la Wii U. Ci sarà l’alta definizione, quindi anche per tutti i gamer che ne sentivano la mancanza sulla Wii questa volta avremo l’alta risoluzione, in grado di sfruttare gli schermi FullHD.

Cyberludus: Qui al Romics abbiamo visto diversi titoli che ha portato Nintendo, ad esempio New Super Mario Bros. U, o anche giochi di terze parti come ZombiU. Ma quali sono gli altri titoli che dobbiamo aspettarci al lancio della nuova console?

Stefano Calcagni: I titoli ad oggi annunciati per Nintendo sono sicuramente New Super Mario Bros U, che è da sempre la bandiera della Nintendo, il nuovo platform di Mario in cui sarà possibile giocare anche in cinque e dove si potrà sperimentare l’integrazione tra il gamepad e lo schermo della televisione. Avremo poi Nintendoland che include ben dodici giochi completi, non minigiochi, all’interno di questo pacchetto e che consentirà di provare tutte le possibili modalità di interazione tra i due schermi. E non mancherà il supporto delle terze parti con tutti i titoli che potete provare al Romics, ma non tutti i presenti saranno disponibili all’uscita: le date di lancio variano da titolo a titolo e saranno annunciate dal lancio ai primissimi mesi. Pensate a ZombiU, Rayman Legends, Assassin’s Creed III, Ninja Gaiden 3? insomma una line-up molto importante che accontenterà sia i gamer storici Nintendo che quelli provenienti da altre console.

Cyberludus: In conclusione, Stefano, quali sono secondo te le aspettative di Nintendo da un pubblico così variegato ed eterogeneo come quello del Romics?

Stefano Calcagni: Nintendo è qui al Romics perché reputa questa fiera davvero importante e perché a Roma e in tutto il centro d’Italia c’è un bacino d’utenza interessante di giocatori Nintendo e non, quindi noi vogliamo abbracciare questa fiera e permettere un po’ a tutti di provare questa nuova esperienza, anche perché il vero valore aggiunto dei titoli Nintendo lo si percepisce esclusivamente provandoli gamepad alla mano!

Articolo precedenteTank! Tank! Tank! – Hands On
Prossimo articoloPrimo trailer di Total War: ROME II in Italiano
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.