Trilogy

Gli Angry Birds, dopo aver conquistato lo spazio e dopo essersi trasformati nei personaggi di Star Wars, compiono un ulteriore "volo" approdando sulle console casalinghe con Angry Birds Trilogy. Il titolo del team Rovio offre, in un unico pacchetto, l’intera trilogia uscita sino ad oggi solo per i dispositivi mobili in possesso dei sistemi operativi IOS e Android, alla quale si aggiungono i titoli disponibili per Pc sullo store di Google Chrome. La fama del titolo targato Rovio non teme confronti, tanto che negli ultimi anni la guerra tra i volatili colorati e i loro acerrimi nemici, i maialini verdi detti piggies, ha completamente rapito milioni di videogiocatori in tutto il mondo, trasformandosi ben presto in un fenomeno di costume talmente ampio da andare ben oltre il solito merchandising fatto di magliette, tazze e portachiavi a tema. Tanto per fare qualche esempio questa simpatica serie ha visto nascere un parco giochi a tema e una serie a cartoni animati.
Il successo del titolo di Rovio nasce su I-Phone ed è figlio di un gameplay incalzante e curato sin nei minimi particolari per sfruttare al meglio le caratteristiche dei dispositivi touch-screen (smartphone e tablet) e di un prezzo molto competitivo. A tal proposito, prima di proseguire nell’analisi del gioco, è necessario evidenziare che la versione per console viene venduta ad un prezzo consigliato di 30? che, seppur al di sotto del prezzo corrente dei videogiochi, è di gran lunga più alto delle controparti mobile.

3,2,1…Fuoco!!!

La schermata iniziale di gioco permette di scegliere tra uno dei tre giochi presenti nella raccolta: Angry Birds, Angry Birds Seasons, e Angry Birds Rio.
Angry Birds Season, nato come uno speciale pubblicato durante la festa di Halloween, diventa ben presto un gioco vero e proprio che raccoglie tutti i livelli usciti in occasione di festività e ricorrenze. Angry Birds Rio, invece, è ispirato al lungometraggio animato prodotto dai creatori dell’Era Glaciale, e contiene nuove ambientazioni e personaggi.
Lo scopo del gioco ,analogamente a quanto visto su smartphone e tablet, è quello di eliminare tutti i maiali presenti sul "campo di battaglia" utilizzando una fionda e un numero predefinito di uccelli. Per abbattere tutti i piggies presenti in ogni livello è necessario colpirli direttamente oppure facendogli crollare addosso le strutture con la quale si difendono. Queste strutture di difesa possono essere composte da diversi materiali come vetro, legno o pietra, ognuno dei quali si rivelerà più o meno facile da demolire. In ogni livello di gioco è necessario eliminare tutti i piggies presenti su schermo. La loro eliminazione, il crollo di elementi dello scenario e gli uccelli risparmiati generano un punteggio che viene inserito nelle apposite classifiche online.

In base alla complessità di ogni rompicapo, il giocatore ha a disposizione un determinato numero di uccelli ognuno dei quali si differenzia dagli altri perché possiede alcune capacità specifiche. Gli uccelli blu, ad esempio, sono capaci di moltiplicarsi nel momento in cui viene premuto il tasto [A] (lo stesso tasto utilizzato per effettuare i lanci), aumentando il raggio di impatto e rivelandosi molto utili per colpire le strutture più deboli come quelle in vetro.
Gli uccelli contraddistinti da una forma triangolare e di colore giallo, invece, possono aumentare la propria velocità dopo essere stati lanciati, partendo per la retta tangente alla parabola. Questi uccelli possiedono, di conseguenza, una forza d’impatto maggiore.
Il metodo di controllo, seppur sia stato logicamente stravolto rispetto a quello per cui è stato concepito, sfrutta degnamente il controller della Xbox rivelandosi semplice e intuitivo. La levetta analogica sinistra viene utilizzata per caricare la fionda e per stabilire la traiettoria di lancio, mentre la pressione del tasto [A] fa partire il lancio e permette di sfruttare, come abbiamo visto, le caratteristiche speciali di ogni birds. I due grilletti, infine, sono essenziali per allargare o restringere la visuale di gioco.
Se il sistema di controllo classico risulta ugualmente divertente e semplice da utilizzare, lo stesso non accade nel momento in cui si sceglie di utilizzare il Kinect. L’aggiunta del supporto per la periferica Microsoft è parsa poco curata e superflua. Riuscire ad effettuare un lancio, mantenendo la giusta postura e muovendosi correttamente, è praticamente impossibile a causa di un sistema di controlli poco reattivo e impreciso.

Conclusioni

Il lavoro svolto dal team Rovio si presenta sulle console casalinghe mostrando notevoli lacune e inserendo soltanto qualche novità necessaria come la grafica ad alta definizione e i 19 livelli aggiuntivi e poche innovazioni (una modalità multiplayer per fare un esempio) che sarebbero state necessarie per rendere Angry Birds un titolo degno delle sue controparti su smartphone e del prezzo al quale viene venduto.

CI PIACE

– Angry Birds Trilogy permette di giocare per tantissimo tempo grazie ai numerosi rompicapi e a un numero sterminato di livelli.

NON CI PIACE

– Il prezzo di questo porting è decisamente alto se confrontato con le versioni mobile.\n \n- Giocare ad Angry Birds sfruttando il Kinect è così snervante che dopo aver provato a giocarlo per pochi minuti si ritorna immediatamente al gamepad. \n\n- E’ assente una qualsiasi modalità multigiocatore.

Conclusioni

Il lavoro svolto dal team Rovio si presenta sulle console casalinghe mostrando notevoli lacune e inserendo soltanto qualche novità necessaria come la grafica ad alta definizione e i 19 livelli aggiuntivi e poche innovazioni che sarebbero state necessarie per rendere Angry Birds un titolo degno delle sue controparti su smartphone e del prezzo al quale viene venduto.

6.5Cyberludus.com
Articolo precedenteTrials Evolution
Prossimo articoloAssassin?s Creed III: Liberation ? Anteprima
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.