La prassi del tie-in non è tra quelle più amate da chi vive di pane e videogiochi, ma è di sicuro tra le più remunerative e accessibili al grande pubblico. Come dimostrato dall’ultima produzione cinematografica di Pixar, Cars 2, adattamenti videoludici di film famosi possono permettersi di arrivare sugli scaffali anche con qualche mese di ritardo, magari giusto in tempo per le feste di Natale. I risultati, almeno formalmente, non sono sempre dei migliori, e in gran parte dei casi tutto ciò che deriva da un qualche tipo di licenza rischia di lasciare in bocca l’amaro sapore della manovra commerciale. Cars 2: il Videogioco non sarà forse del tutto estraneo a questo fenomeno, ma di certo non si può dire che il lavoro svolto dagli studi di Disney Interactive Studios sia privo di buone idee, o di contenuti intriganti, almeno nella sua versione PSP. Scopriamo perché.

Divertimento a quattro ruote

Ricalcando la trama del film, ma lasciando molto più spazio al gioco piuttosto che alla narrazione, Cars 2 ci cala nelle carrozzerie di tutti i personaggi che hanno reso celebri i due lungometraggi di Disney / Pixar. Saetta McQueen, Cricchetto, Francesco Bernoulli e tanti altri fanno parte dell’ampio parco di auto/personaggi che potremo utilizzare per affrontare le innumerevoli modalità offerteci dal gioco, introdotte da un incipit narrativo che ci vedrà in missione speciale per sventare una pericolosa minaccia terroristica. La scelta del veicolo da controllare non sarà di sola natura estetica, ma andrà a variare anche tutta una serie di parametri di cui dovremo tener conto durante gare e missioni. Alcuni personaggi saranno più veloci, ma meno resistenti (o viceversa), e differiranno gli uni dagli altri in tenuta di strada. Ciò si rifletterà naturalmente sulle nostre prestazioni durante le varie partite, caratterizzate da una lunga serie di gare di vario tipo, in cui velocità e abilità con lo sterzo non saranno le uniche cose fondamentali per la vittoria. Buona parte dei controlli è dedicata tutta alla guida della vettura, ma ai canonici tasti di accelerazione, frenata et similia si accostano quelli adibiti al salto (utile per superare alcuni ostacoli), al Turbo e allo Scudo (che ci rende invulnerabili per pochi secondi), nonché agli occasionali power-up che avremo modo di raccogliere lungo i tracciati. I potenziamenti in questione traggono ispirazione a piene mani dall’esemplare Mario Kart, con missili, armi, macchie d’olio e altre diavolerie utili a rallentare o mettere fuori gioco gli avversari. Il livello di difficoltà è naturalmente tarato verso il basso, al fine di rendere il titolo accessibile anche ai più piccoli o ai meno avvezzi ai videogiochi. Ciò non vuol dire, però, che Cars 2: il Videogioco possa risultare noioso per i giocatori più navigati, in special modo grazie alla varietà delle missioni proposte all’interno della campagna principale.

![][__userfiles__Jeff Corvette Cars 2.jpg]

La modalità storia, denominata Missioni del C.H.R.O.M.E., ci offrirà infatti infatti diversi tipi di sfide da affrontare in ordine più o meno libero. Si parte, ovviamente, dalle immancabili gare “classiche”, in cui dovremo conquistarci il podio a suon di curve e accelerate. La modalità Eliminazione, invece, squalifica l’ultimo classificato giro dopo giro. In Attacco, piuttosto, il nostro protagonista dovrà sbarazzarsi a suon di sportellate e power-up dei propri avversari entro un tempo limite. Non manca la modalità in cui ci sarà chiesto di passare un certo numero di checkpoint entro un tempo limite, denominata Contro il Tempo.

A corollario delle missioni principali troviamo inoltre l’immancabile Multiplayer, che permette a un massimo di quattro giocatori di sfidarsi in simultanea, ripercorrendo i tracciati proposti nella modalità Giocatore Singolo.

Infine, per una partita veloce o semplicemente per chi ha già completato il gioco, esiste Partita Libera, sostanzialmente una modalità arcade in cui è possibile scegliere tipo di gara, tracciato e veicolo e sfidare la CPU.

Comparto tecnico

Qualitativamente parlando, la produzione risulta essere nella media ed esente da difetti realmente compromettenti, e si lascia fruire senza troppi problemi. Unica perplessità sollevataci dalla nostra prova è legata alla gestione della telecamera, irragionevolmente scomoda. La prospettiva, infatti, non è personalizzabile e costringe ad una visuale a volo d’uccello che, in alcuni casi, impedisce di individuare facilmente il veicolo guidato.

Sono nella norma, invece, il comparto grafico e quello sonoro. Il primo regala visuali non galvanizzanti, ma colorate e frizzanti tanto quanto quelle delle pellicole. Il secondo, seppur privo d’una colonna sonora particolarmente esaltante, può vantare dell’intero cast originale delle pellicole: una chicca di non poco conto che farà contenti tutti i fan della serie.

Commento finale

Cars 2: il Videogioco è un racing game arcade onesto e godibile, rivolto indubbiamente a una schiera di appassionati piuttosto giovane. Pur portandosi dietro qualche incertezza legata alla gestione della telecamera, riesce nell’intento di divertire e al contempo ricreare le atmosfere della propria controparte cinematografica, con tanto di doppiatori originali. In più, le diverse modalità offerte (tra cui anche quella multigiocatore) lo renderanno un ottimo passatempo natalizio per i più piccoli, denso di contenuti e soddisfacentemente longevo.

[__userfiles__Jeff Corvette Cars 2.jpg]: /images/v/600×337/__userfiles__Jeff Corvette Cars 2.jpg

CI PIACE

– Diverse modalità da giocare
– Tutti i personaggi del film

NON CI PIACE

– Diversi problemi con la telecamera
– Rivolto solo agli utenti più piccoli

7Cyberludus.com
Articolo precedenteFirst Hour – Il secondo episodio
Prossimo articoloNamco porterà Tales of su browser
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.