Conferenza Sony GDC Europe, Colonia 2011

Nella splendida cornice di un elegante teatro ottocentesco, antico e nuovo si sono fusi in una conferenza molto scorrevole e densa di contenuti interessanti.

Andrew House e Jim Ryan suonano la carica

Ad iniziare la conferenza è Mr. “Sony” in persona, Andrew House, fresco di nomina a Presidente di Sony Computer Entertainment (Sce) al posto di Kazuo Hirai . Da subito si profila l’ordine del giorno, che verte principalmente sulla neonata di casa Sony, la PsVita , definita la “console portatile definitiva” e la periferica di controllo Ps-Move. La palla viene subito passata a Jim Ryan (“Chief Officier” di Sce) che espone, tra un video gameplay, un trailer e una pubblicità, le potenzialità di Ps-Vita. Un punto fondamentale dove si è soffermato il signor Ryan è la totale connessione sociale che Ps-Vita vuole incoraggiare. Ad esempio sarà possibile sapere dove sono i propri amici e cosa stanno giocando, oppure sarà possibile scambiare informazioni, contenuti, oggetti di gioco e creazioni originali in base al luogo in cui ci si trova. E poi c’è l’interessante possibilità di mettere a confronto i propri trofei, i propri risultati, le proprie prodezze e confrontarsi con tutti coloro che ci circondano (e che hanno una Ps-Vita e un gioco in comune): potremmo dunque trovarci dall’altro lato del pianeta, incontrare un utente Ps-Vita che gioca al nostro stesso gioco, e sfidarlo sul momento in appassionanti duelli all’ultima mossa. La connessione con il Playstation Network e con Internet, offerta da Ps-Vita, garantisce un costante aggiornamento di informazione, potenziato da ben quindici – tra servizi e applicazioni, ne citiamo tre a titolo di esempio: Party, Facebook, Twitter.

Entra in scena Michael Denny e Ps-Vita mostra i primi assi

Conclusa la parentesi espositiva di Jim Ryan, la palla passa a Michale Denny, vicepresidente dei World Wide Studios di Sony. L’arrivo del signor Denny corrisponde all’arrivo di interessantissime novità di stampo videoludico che interessano la Ps-Vita. Il primo annuncio è di quelli esclusivi: Resistance: Burning Skies, sparatutto in prima persona che offre un ulteriore approfondimento a quella che è, a nostro modesto parere, la storia di invasione aliena meglio orchestrata in questa generazione di videogiochi. Il protagonista di questo “spin-off” è un vigile del fuoco che si ritrova, suo malgrado, a fronteggiare la minaccia aliena dei Chimera. Al di là della veste grafica di tutto rispetto, bisogna segnalare la presenza di un discreto motore fisico e una modalità di copertura che ricorda, alla lontana, quella proposta dagli ultimi due Killzone. Dalla dimostrazione giocata, comunque, quella di Resistance ci è sembrata più utile e funzionale. L’attenzione si sposta, poi, su un picchiaduro senza infamia né lode che potrebbe divertire l’utenza più smaliziata: Reality Fighters; è solo una breve parentesi, subito chiusa da un gioco che potrebbe avere molti appassionati al seguito. Stiamo parlando di Escape Plan, un puzzle-game dalle tinte “noir” che dovrebbe far parlare di sé a lungo, data la natura gradualmente più articolata delle locazioni in cui i due protagonisti – Lil e Laaarg – dovranno interagire per portare a casa la pellaccia. Qui più che altrove i due touch-screen sembrano essere molto sfruttati.

Le ultime bombe

A tener banco le ultime battute della conferenza sono sempre Jim Ryan e Michael Denny, i quali fanno presente del forte sostegno degli sviluppatori per la Ps-Vita, a partire da Ubisoft che non lesinerà sforzi per portare una delle sue serie più acclamate sulla nuova portatile di casa Sony: Assassin’s Creed. Anche Fifa, di Electronic Arts, arriverà ben presto su Ps-Vita, seguito da alcuni dei più importanti brand delle ultime generazioni di videogiochi, citiamo tra i tanti Call of Duty, Rayman Origins e Bioshock.

Chiusa la parentesi Ps-Vita, un ultimo canto del cigno è dedicato alla sempiterna Psp: la “signora 71 milioni di pezzi venduti in tutto il mondo” affronterà un ulteriore taglio di prezzo che la porterà a meno di cento euro, oltre ad incoraggiare l’acquisto con i cosiddetti titoli “Essentials”, cioè i titoli di maggior successo a presso inferiore ai dieci euro.

La breve parentesi di Ps3 e Move

Dulcis in fundo, arriva l’ora della Playstation 3, di certo messa un po’ da parte dall’attesa e pubblicizzatissima Ps-Vita. Prevedibilmente si comincia con i titoli per la periferica Ps-Move, che non può vantare certamente il successo commerciale che ci si aspettava. Oltre ai tanti titoli multipiattaforma annunciati o in fase di sviluppo, Sony non ha mancato di ricordare che alcuni titoli esclusivamente per Move stanno per invadere il mercato. Tra questi spiccano DanceStar Party (nuovo titolo della premiata serie “SingStar”, in cui adesso si canta di meno e si balla di più), MoveFitness, software dedicato per sfruttare il Move in tanti modi e per trasformare il nostro salotto in una divertente palestra.

Ultimi, ma non per ordine di importanza, arrivano le due importanti esclusive di quest’anno: Resistance 3 e Uncharted 3 e l’annuncio di un titolo inatteso. Del primo solo un breve teaser trailer in cui Insomniac ha voluto far presente il nuovo taglio estetico del gioco. Dell’ultima fatica di Naughty Dog, i nvece, abbiamo potuto assistere ad una spettacolare sequenza giocata, in cui Drake deve intrufolarsi in un aereo in corsa: cosa che non avrebbe mai potuto fare senza il provvidenziale aiuto di Elena. Il cosiddetto titolo inatteso è Infamous 2: Festival of Blood, che sembra delinearsi come uno spin-off o un Dlc aggiuntivo, che spinge Infamous 2 verso tinte più oscure e truculente, perfette per il periodo di Halloween che è in arrivo.

Gli ultimi istanti della conferenza sono dedicato al già visto monitor da 24 pollici, griffato Playstation e dedicato a tutti gli appassionati del gaming con la propria Ps3. Il monitor è dotato di pannello Full HD per godere al massimo della qualità visiva i giochi, è predisposto per il gioco in 3D e venduto con ben due paia di occhialini per la visione. Interessante è la tecnologia che permette una visione simultanea a due giocatori, che pur osservando lo stesso monitor, ai propri occhi sembrerà di giocare su due schermi distinti e separati.

Articolo precedenteSilent Hill: Book of Memories – Primissime immagini
Prossimo articoloUncharted: Golden Abyss in video
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.