Sempre più insidiosa la sfida tra Apple e Android. Visto il crescente interesse dei consumatori verso i giochi per i sistemi operativi “mobili” sia iOs di Apple che Android di Google hanno migliorato il loro software per permettere di eseguirli al meglio. Ma tra i due OS c’è un vincitore? C’è un migliore? E perché?

Secondo John Carmack, co-fondatore della software house Id Software e ideatore della moderna struttura degli sparatutto in prima persona, a vincere è l’OS made di Cupertino. iOS secondo il suo parere risulta la miglior piattaforma su cui sviluppare videogames, ma non solo.

Il principale pregio di Android è anche il suo difetto. Android è un sistema operativo molto aperto ma anche molto frammentato. Ormai sono moltissimi gli smartphone che utilizzano Android ma proprio perché è presente su differenti terminali con caratteristiche diverse gli sviluppatori devono adattarsi a diversi schermi, diversa ram, diversi processori. Inoltre non tutti i dispositivi sono aggiornabili, così anziché ritrovare un unica versione del sistema operativo ne abbiamo molte di più (2.1; 2.2; 2.3). Sviluppare diventa quindi molto complicato e frustrante.

Con Apple iOS le cose sono molto differenti. I terminali per cui lavorare hanno caratteristiche molto simili, le dimensioni dello schermo sono le medesime, il sistema operativo su cui lavorare non è frammentato (in virtù dell’ampia retro-compatibilità che permette di installare anche il recente iOS 4.3 a terminali più datati). Inoltre l’SDK messo a disposizione da Apple funziona egregiamente e permette agli sviluppatori di dare il meglio di sé.

Secondo Carmack non c’è dubbio, per adesso a vincere è iOS…

Articolo precedenteE3 2011: Conferenza Microsoft
Prossimo articoloDettagli sui Campionati Mondiali di Pokémon
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.