La maledizione dei tie in

I giochi su licenza rappresentano, il più delle volte, vere e proprie catastrofi videoludiche, oltre che cocenti delusioni per gli appassionati di cinema, desiderosi di provare titoli fedeli alle loro leggende dello schermo. Questa è la volta di Jurassic Park , film di fantascienza ispirato al libro di Michael Crichton, firmato dal celebre Steven Spielberg nel 1993, al quale seguirono altri due capitoli nel corso degli anni successivi. In effetti non è la prima volta questa che l’industria dei videogiochi tenta nuove strade per attirare l’attenzione dei fan della preistoria e dei lucertoloni; i risultati però si sono ridotti a scialbe incarnazioni, prive del fascino emanato dalla pellicola e soprattutto dell’atmosfera che trasudava minuto dopo minuto. Ma forse questa volta le cose potrebbero seriamente cambiare e prendere una piega diversa. Si da il caso che a timone di questa produzione ci siano nientemeno che i ragazzi di Telltale Games , ai quali si devono titoli del calibro di Tales of Monkey Island e Sam & Max. Le avventure punta e clicca sono il loro pane quotidiano, ma questa volta vogliono miscelare il loro talento con le meccaniche di Heavy Rain, tentando di rendere Jurassic Park un’esperienza profonda e cinematografica. Scoprite assieme a noi quali saranno le novità che ci attendono nel parco di divertimenti più pericoloso che esista!

Un’isola alquanto pericolosa

La storia rappresenterà a tutti gli effetti il seguito diretto della pellicola cinematografica. Facciamo un po’ di luce sugli avvenimenti per coloro che si fossero persi il film (che consigliamo caldamente di noleggiare). Isla Nublar è un piccolo paradiso al largo della Costa Rica, di proprietà del miliardario John Hammond che, grazie al denaro e all’ingegneria genetica, è riuscito a ricreare i dinosauri attraverso il paleo DNA ritrovato negli insetti fossilizzati. Ma la meraviglia della scoperta cede il posto alla morte e al terrore: pensare di tenere a bada macchine mortali come T-Rex e Velociraptor è stata una pessima idea, che sfocerà nella corsa contro il tempo per la sopravvivenza dei protagonisti (i nipoti di Hammond, tre scienziati e Hammond stesso), che riusciranno alla fine a scappare e tornare a casa. Inizia qui la storia inedita realizzata dagli sviluppatori: si da il caso infatti che ci siano ancora superstiti nell’isola, tra i quali il dottor Jerry Harding (personaggio che si intravede per qualche minuto nella pellicola del 1993), che dovrà scappare anche lui da questa trappola mortale per non diventare uno sfizioso pasto di qualche feroce predatore. Non mancheranno altri personaggi inediti e vecchie conoscenze, tutti con la loro storia e i propri obiettivi da portare a termine. Ci auguriamo sinceramente che tali personaggi offrano profondità e spirito ad una sceneggiatura fortemente ispirata al capolavoro di Spielberg, magari condita da archeologia, rivelazioni che non abbiamo potuto saggiare al cinema e qualche colpo di scena (come qualche cameo!).

Cartoline dalla preistoria

Dalle immagini e dai primi video mostrati dagli sviluppatori, possiamo dire che la strada percorsa sembrerebbe essere quella giusta. Gli scenari mostrati sono fortemente ispirati a quelli visti al cinema. Isla Nublar appare in tutto il suo splendore tropicale, tra foreste immerse nella più fitta e selvaggia vegetazione, lagune e cascate naturali, miniere e naturalmente i complessi creati appositamente per i turisti, come ristoranti e chioschi. Vedremo scorci del parco diversi a seconda delle previsioni meteorologiche; aspettatevi perciò scenari infestati da uragani e tempeste come scenari caratterizzati da tramonti rosso sangue e mattine soleggiate. E poi, naturalmente, ci sono i dinosauri, i cui modelli poligonali sembrano realizzati in maniera egregia. Tra le star della preistoria abbiamo avuto modo di vedere un terrificante T-Rex dalle animazioni realistiche e un gruppo di Velociraptor veloci quanto pericolosi. Il design dei livelli e dei nemici è pescato a piene mani dalla pellicola; ci auguriamo che il team ce la metta tutta per creare un comparto grafico di tutto rispetto prima dell’uscita

Per ciò che concerne l’audio, la colonna sonora è formata da pezzi presi in prestito da quella originale e da pezzi inediti di sicuro impatto. Ci auguriamo naturalmente un campionario suoni realistico e degno dei versi dei cattivoni preistorici che ci hanno terrorizzato al cinema e naturalmente un doppiaggio credibile e ben interpretato, che infonda una maggiore immersione nell’ avventura che ci attende.

Heavy Park

Jurassic Park sarà un’avventura grafica dalla forte componente cinematografica. Non a caso infatti, il team si è ispirato fortemente a Heavy Rain, capolavoro di Quantic Dream uscito su Ps3. L’obiettivo degli sviluppatori è quello di immergere il giocatore nel bel mezzo dell’azione, consentendogli di prendere decisioni diverse a seconda del contesto. Nell’isola i predatori non se ne staranno certo nascosti ma, al contrario, faranno la loro comparsa più di una volta e ci daranno la caccia. Nemmeno gli erbivori si comporteranno come docili agnellini e potrebbero attaccarci qualcosa si dovessero sentire minacciati. Perciò l’esplorazione sarà bruscamente interrotta da situazioni degne dei migliori horror del passato (Dino Crisis in particolare).

Nel corso dei cinque episodi che verranno rilasciati e venduti in digital delivery , impersoneremo diversi personaggi, ciascuno con le proprie abilità. Il nostro compito sarà quello di risolvere enigmi contestuali e prendere decisioni sul percorso da intraprendere; non mancheranno bivi oppure occasioni per creare diversivi o addirittura mettere i dinosauri gli uni contro gli altri, dandoci cosi il tempo necessario per scappare. L’azione farà da padrona di casa attraverso i celebri quanto ormai inflazionati Quick Time Event , che metteranno in moto vere e proprie sequenze mozzafiato, in cui dovremo prendere rapidamente la giusta sequenza di tasti visualizzata su schermo prima di essere sgranocchiati dal lucertolone di turno.

Le nostre informazioni si fermano qui; ci auguriamo fortemente che il gameplay non si sintetizzi esclusivamente in qualche enigma e in ripetitive boss fight , che renderebbero questa produzione monotona e priva di spessore. Confidiamo in TellTale Games, visti i suoi precedenti e incroceremo le dita fino ad Aprile, mese in cui inizierà la nostra gita a Isla Nublar.

Conclusioni

Jurassic Park potrebbe rivelarsi l’ennesimo successo firmato da Telltale Games: un gioco ispirato ad un  film di successo che non ha mai avuto un gioco fedele e immersivo, atmosfere e ambientazioni degne di Dino Crisis e un gameplay basato sulle meccaniche di Heavy Rain, potrebbero trasformare questa semplice avventura grafica in un titolo accattivante, non solo per i fan del film ma anche e soprattutto per gli appassionati di avventure coinvolgenti, caratterizzate da una sana dose di survival horror e forti di una regia che solo il cinema può regalare.

 

Articolo precedenteYakuza 4: quattro nuovi video disponibili
Prossimo articoloMatteo Acitelli è il nuovo Social King
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.