Square Enix , la cosiddetta mamma RPG, ha dovuto prendere decisioni difficili. La software house ha infatti chiuso per un breve periodo i server di Final Fantasy XI e XIV per razionalizzare l’utilizzo di risorse energetiche. A fare la stessa cosa è stata anche Konami con i server di Metal Gear Solid.

I server ora sono nuovamente online, ma questo non vuol dire che la situazione è migliorata nella terra del Sol Levante.

Final Fantasy XIV aveva in programma 2 importanti patch (ovvero al 1,6 e la 1,7) che Yoshida di Square Enix ha spiegato subiranno un ritardo per via di terremoto, tsunami ed anche emergenza nucleare.

A quanto ammonterà questo ritardo? La cosa che colpisce come sempre è l’instancabilità del popolo giapponese: ci si aspetterebbe un ritardo di 1 o 2 mesi e invece Yoshida ha stimato solo 2 – 3 settimane di ritardo. Inoltre pare che il ritardo servirà per migliorare ancora di più il gioco, che ricordiamo non ha avuto il successo sperato né tanto meno è apprezzato dalla critica.

Articolo precedenteDarkness Within 2: La stirpe oscura
Prossimo articoloRed Faction: Armageddon, distruttivi per forza!
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.