Guerrilla: Killzone 3 non sfrutta al 100% la PS3

Ogni grande titolo per PS3 ha la presunzione di essere definito come un titolo che sfrutta la massimo le caratteristiche della console, poco dopo gli stessi sviluppatori dicono che in realtà non si sfrutta al 100% il potenziale e ancora quando esce il seguito di tale titolo la giostra si ripete. E ‘ accaduto con Uncharted ma anche con Killzone.

Gli sviluppatori del team Guerrilla hanno dichiarato che il loro ultimo sparatutto Killzone 3 non sfrutta la massimo la potenza della console Sony. Hermen Hulst director del titolo e co-fondatore della software house ha ammesso che in passato si è sbagliato quando all’epoca di Killzone 2 ha ammesso di aver sfruttato al massimo l’hardware a disposizione. Successivamente si è rimangiato la dichiarazione perchè con l’aiuto di ingegneri Sony e a seguito del frutto di ricerche interne, si è pervenuti a risultati tecnici d’avanguardia e migliori in vari aspetti del suo predecessore.

“In Killzone 2 abbiamo introdotto l’anti-aliasing per eliminare i bordi seghettati. In questo capitolo lo usiamo ancora, ma è una versione migliorata e più efficiente, che lascia spazio per altri dettagli, ambienti più grandi e un maggior numero di poligoni”

Secondo Guerrilla tra Killzone 2 e Kilzone 3 vi è una differenza notevole: stando ai loro calcoli l’ultimo episodio della serie usa un numero di poligoni 3 volte superiore al capitolo suo predecessore.

Queste dichiarazioni fanno capire come l’architettura della PS3 sia piuttosto complessa ma che permette di ottenere risultati sempre migliorabili e ciò giova a favore del suo ciclo vitale che pare destinato a durare ancora qualche anno.

Articolo precedenteDragon Age 2 (3)
Prossimo articoloThe last Guardian: alcune news
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.